16 giu 2021

Fermata Cibali della metropolitana di Catania, lavori completati


Con l’apposizione della dicitura “Cibali” nei tre accessi dell’omonima, nuova fermata della metropolitana di Catania, possono dirsi finalmente conclusi i relativi lavori di realizzazione.
L’opera di ultimazione della stazione interrata, in verità, è stata già consegnata da diversi giorni dalla ditta D’Agostino alla Ferrovia Circumetnea, la quale sta adesso provvedendo all’installazione della segnaletica anche al piano binari.

cibali metro 01

Negli ambienti ipogei sono in corso attività di verifica e collaudo propedeutiche all’apertura al pubblico, mentre alla quota stradale altri lavori, oggetto di un appalto a parte, sono in via di svolgimento per riqualificare l’area di pertinenza della Ferrovia Circumetnea, dove sorge la stazione del servizio di superficie. Queste attività comprendono la riqualificazione delle aree e dei fabbricati esistenti, la demolizione di piccoli manufatti non più necessari, l’impianto di illuminazione esterno nonché la nuova pavimentazione della banchina nord: tutti lavori, già a buon punto, che si concluderanno nel giro di poche settimane (termine contrattuale di sessanta giorni da inizio maggio) e che, oltretutto, daranno maggiore accessibilità e visibilità al nuovo accesso metro lato via Galermo. Quest’ultimo, per il momento, patisce proprio la presenza del cantiere di superficie e quindi, paradossalmente, non sarebbe fruibile se la fermata venisse immediatamente aperta al pubblico. Gli altri due accessi alla fermata metropolitana sotterranea sono ubicati in via Bergamo: uno a monte e uno a valle dei binari della Ferrovia Circumetnea.

Ancora qualche settimana di pazienza, dunque, per l’apertura di una fermata importante, a servizio della zona nord del quartiere che ospita anche lo stadio Massimino. Una fermata che avrebbe dovuto aprire all’utenza il 31 marzo 2017 insieme con Nesima, San Nullo e Milo e che invece aprirà i battenti con più di quattro anni di ritardo. Inutile, ormai, ripercorrere il tormentato passato recente (e meno recente), caratterizzato in parte da ostacoli tecnici da superare ma, soprattutto, dalle difficoltà che hanno investito tutte le imprese nel tempo coinvolte prima dell’avvento della ditta D’Agostino, l’unica che è riuscita a portare a termine i lavori.
Recriminazioni a parte, l’estate 2021 sarà quella dell’apertura di Cibali, con immediati benefici per residenti e commercianti della zona (e in futuro anche per il pubblico dello stadio), mentre grossi rallentamenti si segnalano, purtroppo, sul fronte della realizzazione delle nuove fermate di Fontana e Monte Po, a causa della crisi che investe l’impresa esecutrice, la CMC di Ravenna: molto difficile, a questo punto, che la scadenza per la conclusione di tali lavori, fino a qualche mese fa prevista per dicembre di quest’anno, sia rispettata.

Non resta che consolarsi con le immagini di Cibali in dirittura d’arrivo, con il reportage fotografico di Andrea Petralia:

Questo slideshow richiede JavaScript.


Ti potrebbero interessare:

 


cantierecataniacibalid'agostinofceferrovia circumetnealavorimetrometropolitana


Lascia un Commento

Ultimi commenti