Articolo
19 giu 2018

Da domani chiusa l’autostrada A19 in direzione Palermo tra Enna e Ponte Cinque Archi

di Mobilita Catania

Nell'ambito dei lavori di manutenzione del viadotto Morello, è necessario effettuare l'esecuzione di un intervento di ripristino localizzato su una soletta della carreggiata del viadotto già sottoposta a doppio senso di circolazione per via dei lavori in corso sulla carreggiata opposta. L'intervento avrà inizio alle ore 18 di mercoledì 20 giugno. AGGIORNAMENTO 20 GIUGNO:  La limitazione, programmata dalle ore 18 di mercoledì 20 giugno è stata rinviata nei prossimi giorni a causa delle avverse condizioni meteo previste nelle prossime ore.   Come già avvenuto nel mese di aprile per un intervento analogo, sarà possibile tenere aperta la corsia in direzione Catania, dal momento che sarà interessata dalle lavorazioni la sola corsia attualmente utilizzata per i veicoli diretti verso Palermo. Per tutta la durata dell'intervento di manutenzione, che avrà termine entro mercoledì 27 giugno, i mezzi pesanti diretti a Palermo potranno percorrere l'itinerario alternativo segnalato in loco con uscita obbligatoria allo svincolo di Enna (km 119,500), percorrenza della strada statale 117bis "Centrale Sicula", immissione sulla strada statale 121 "Catanese" in direzione Villarosa fino al km 126,000 ed immissione in autostrada allo svincolo di Ponte Cinque Archi. I veicoli leggeri diretti a Palermo potranno proseguire in autostrada fino al km 112,500, con uscita obbligatoria presso l'area di svincolo "Ferrarelle", percorrenza della strada statale 121 "Catanese" in direzione Villarosa fino al km 126,000 ed immissione in autostrada allo svincolo di Ponte Cinque Archi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 set 2017

Autostrada PA-CT, verso il ripristino viadotto Himera: presentato il bando per i lavori

di Mobilita Catania

Anas ha pubblicato oggi in Gazzetta Ufficiale il bando di gara finalizzato ai lavori di manutenzione straordinaria del viadotto Imera, dal km 38,500 al km 38,050 dell’autostrada A19 “Palermo-Catania”, sulla carreggiata in direzione Palermo.   Gli interventi, che riguarderanno il ripristino del sistema di sostegno degli impalcati, prevedono un investimento complessivo per un importo di quasi un milione e 200 mila euro. L’impresa vincitrice dell’appalto dovrà completare i lavori entro 180 giorni dalla data di consegna. Anas ha aderito al Protocollo d’Intesa tra le Prefetture della Regione Sicilia del 14 Novembre 2016, per garantire il rispetto della legalità nei cantieri. In ragione di tale adesione, costituisce causa di esclusione dalle presenti procedure di gara il mancato rispetto delle prescrizioni contenute nel citato Protocollo. Le offerte vanno inviate a: ANAS S.p.A. - Coordinamento Territoriale Sicilia - Via Alcide De Gasperi, 247 – 90146 Palermo, con specifica indicazione “Supporto Amministrativo Gestionale gare e appalti”, entro le ore 10:00 di martedì 7 novembre 2017. I documenti di gara sono disponibili per un accesso gratuito, illimitato e diretto attraverso il sistema Project Document Management PDM (https://pdm.stradeanas.it)

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 giu 2017

“Cura del Ferro”, 10 miliardi per le ferrovie siciliane: Catania-Palermo in 2 ore entro il 2024

di Roberto Lentini

Con la firma del decreto presidenziale di ripartizione del Fondo di investimento previsto dal comma 140 dell'ultima Legge di Bilancio ben 20 miliardi di euro saranno destinati a strade e ferrovie, e per la Sicilia sono previsti investimenti di circa 9,9 miliardi di euro che saranno impiegati anche per la velocizzazione della Catania-Siracusa fino ad Augusta e probabilmente anche per la tratta Palermo-Catania per riuscire a collegare le due città in un'ora e 54 minuti entro il 2024. "Vogliamo tenere in esercizio il binario esistente e nel frattempo realizzare il secondo binario veloce entro il 2024, - ha affermato Giovanni Pistorio, Assessore regionale ai Trasporti - in modo da non chiudere la tratta. E solo dopo intervenire su quello esistente per velocizzarlo, così entro il 2030 avremo il raddoppio". Per la tratta Catania-Siracusa sono già iniziati i lavori di ammodernamento nel tratto tra Bicocca e Targia che prevedono l’adeguamento della sede ferroviaria; la regimentazione idraulica del corpo stradale; il ripristino strutturale e/o la sostituzione di opere d’arte; le rettifiche di curve, varianti puntuali ed estese; le opere civili e tecnologiche di tratti di linea nell’ambito di alcune stazioni (lungo il tracciato ne sono presenti 10, tra le quali la stazione di Bicocca, attraversata dalla diramazione per Palermo, e la stazione di Lentini, dove è presente la diramazione per la linea Caltagirone–Gela). Per la tratta Catania-Palermo è stato già pubblicato il bando di gara per la progettazione esecutiva e la realizzazione dei lavori del lotto Bicocca–Catenanuova con un imprto a base d’asta è di 220 milioni di euro. Il progetto prevede una velocità massima commerciale fino a 200 km/h con il raddoppio del binario parte in affiancamento alla linea attuale e parte in variante. Ti potrebbero interessare: Ferrovie, alta velocità/alta capacità Catania-Palermo: pubblicato il bando per la prima tratta “Bicocca–Catenanuova”  

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
05 gen 2017

Consorzio Autostrade Siciliane allertato in previsione della neve

di Mobilita Catania

Gli uffici Tecnici del Consorzio Autostrada Siciliane - in considerazione delle allertate avverse condizioni meteorologiche diffuse anche dalla Protezione Civile Regionale in cui si prevedono (con diversa codificazione) forti venti, un calo di temperatura con possibili nevicate anche a quote basse – hanno predisposto un apposito Piano di Emergenza da attuare per la messa in sicurezza degli utenti, a seconda degli eventi ed ai primi segnali di criticità nella viabilità delle autostrade Messina-Palermo, Messina-Catania e Siracusa-Gela. Il Piano è stato predisposto prevedendo adeguati interventi ed attrezzature, utilizzando pure eventuali contromisure tecniche, gestionali ed organizzative in cooperazione tra tutti i soggetti preposti alle operazioni di emergenza (Polizia Stradale, Vigili del Fuoco, forze dell’Ordine, CRI e mezzi di soccorso sanitario, ecc). Per tutte le eventualità – in caso di neve, ghiaccio, freddo, venti, ecc - sono già state allertate squadre di personale autostradale preposte al pronto intervento ed un numero diversificato di mezzi speciali pronti all’azione (ditte esterne incaricate). La cabina di regia - posta al Centro Radio del Consorzio e coordinata dal Responsabile della Sicurezza, Assistenza al Traffico ed ai Servizi di Sorveglianza Geom. Giulio Mungiovino in stretta collaborazione con le Direzioni dell’Ente – sarà attiva nelle 24h in modo da orientare la tipologia degli interventi sulla base degli eventi, delle segnalazioni delle squadre operative, delle richieste degli utenti, oltre che delle comunicazioni degli altri soggetti istituzionalmente operanti nel territorio. Tra le attività operative anche le attività di sgombero neve, trattamenti antigelo e spargimento sale nelle carreggiate, negli svincoli, nelle aree di servizio e sosta curati al fine di garantire il ripristino della percorribilità ed il mantenimento delle condizioni di viabilità protetta. A secondo del codice meteorologico il CAS adotterà i provvedimenti del caso e comunque, fin d’adesso rivolge pressante invito agli utenti di percorrere le autostrade solo per evidenti necessità, di portare a bordo del veicolo le catene da neve, le bevande in caso di trasporto bambini ed in tutti i casi circolare a velocità ridotta. Il Piano di Emergenza rimarrà in vigore per tre mesi salvo posporre la scadenza.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 mar 2016

Viadotto Himera: due periti per la riapertura della carreggiata direzione Palermo

di Roberto Lentini

A quasi un anno dal cedimento dei piloni del viadotto Himera, dell'autostrada Catania-Palermo, sono stati nominati i due  periti, il professore Marcello Arici, associato di Tecnica delle costruzioni e Calogero Valore, ordinario di Geotecnica, che dovranno stabilire se i piloni della carreggiata direzione Palermo sono stabili o dovranno essere demoliti. Avranno tempo fino ad Aprile per consegnare  una perizia in cui  verrà condotta un'analisi strutturale dei piloni rimasti in piedi  e verrà altresì analizzato il terreno circostante interessato dalla frana. Intanto la progettazione della nuova carreggiata direzione Catania, affidata ai tecnici dell'Anas, sarà completata a luglio. Si prevede un ponte lungo 270 metri, così come dichiarato dal ministro Graziano Delrio, e di riaprire il viadotto lungo le due carreggiate entro il 2018.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
15 nov 2015

Viadotto Himera aggirato, domani l’inaugurazione: l’Anas in giornata potrebbe autorizzare il transito

di Amedeo Paladino

[AGGIORNAMENTO | Alle ore 10 e 30 l'ANAS ha autorizzato il transito ai veicoli, dopo 7 mesi dal crollo del viadotto e dopo 90 giorni dall'inizio dei lavori la bretella è pronta e ufficialmente aperta. Alle 11 e 40 si svolgerà una conferenza stampa in prefettura alla presenza del Ministro Delrio.] Dopo 7 mesi finalmente il viadotto Himera è aggirato: i lavori hanno messo in sicurezza la Strada Provinciale 24 e creato la rampa di accesso allo svincolo di Tremonzelli. L'inaugurazione si svolgerà domani alla presenza delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio, poi toccherà all'Anas dare il via libera al transito dei veicoli, forse già in giornata o martedi. I lavori sono stati finanziati interamente con fondi Anas e hanno riguardato la demolizione della carreggiata in direzione Catania del Viadotto Himera, la realizzazione della bretella, tra la S.P. 24, dallo svincolo di Scillato fino al viadotto e la realizzazione della nuova rampa di accesso all’autostrada A19. Il costo dell’intera opera è di 9 milioni 330mila euro, realizzata nei 90 giorni previsti; l’opera consentirà di risparmiare circa 40 minuti sui tempi di percorrenza rispetto alla viabilità attuale. Successivamente verranno demolite le altre tre campate del viadotto Himera e a questo punto si deciderà se utilizzare la carreggiata del viadotto direzione Catania-Palermo.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
09 nov 2015

A19 Catania – Palermo: la nuova bretella sarà aperta il 10 novembre

di Roberto Lentini

Martedi 10 novembre, dopo circa sette mesi dal crollo del viadotto Himera, sarà finalmente aperta la nuova bretella dell'autostrada Catania-Palermo. I lavori sono stati finanziati interamente con fondi Anas e hanno riguardato la demolizione della carreggiata in direzione Catania del Viadotto Himera, la realizzazione della bretella, tra la S.P. 24, dallo svincolo di Scillato fino al viadotto e la realizzazione della nuova rampa di accesso all’autostrada A19. Il costo dell’intera opera è di 9 milioni 330mila euro. Successivamente verranno demolite le altre tre campate del viadotto Himera e a questo punto si deciderà se utilizzare la carreggiata del viadotto direzione Catania-Palermo

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti