Articolo
20 set 2017

Dopo la riapertura della tratta ferroviaria Catania-Siracusa continuano disagi e ritardi

di Mobilita Catania

Dopo la riapertura della tratta ferroviaria Catania-Siracusa, chiusa dal 18 giugno scorso per interventi di manutenzione straordinaria e potenziamento infrastrutturale della linea Bicocca-Siracusa, riceviamo e pubblichiamo la nota del Comitato Pendolari Siciliani - Ciufer in merito ai disservizi e ai ritardi che continuano a verificarsi sulla linea. Domenica 10 settembre riapriva la tratta ferroviaria Siracusa-Catania-Messina, dopo circa ottanta giorni di chiusura per lavori di ammodernamento e velocizzazione. Diversi sono stati i disagi e le disattenzioni nei confronti della clientela, da parte di Rete Ferroviaria Italiana e di Trenitalia, a differenza della precedente chiusura, nello stesso periodo, dello scorso anno. Lo scorso anno tutti i treni, soppressi e sostituiti con bus, venivano fatti partire dal primo binario a differenza di quanto è avvenuto quest'anno. Una grave disattenzione, da parte di Rete Ferroviaria Italiana, che ha previsto le partenze dei treni dal settimo, dal terzo e/o dal quinto binario nonostante alcuni di questi erano previsti in orario in partenza dal primo. Ciò ha creato disagi a buona parte dell'utenza che si è trovata a scendere e salire scale per raggiungere i binari di partenza, non essendo la stazione di Catania dotata di alcun ascensore. Ma torniamo alla riapertura della tratta ferroviaria in questione. Se si ammoderna e si velocizza si dovrebbero ridurre i tempi di percorrenza e gli eventuali disagi-disservizi. Ma così non è stato nella prima settimana e precisamente dall'11 al 16 settembre abbiamo tenuto d'occhio diciannove treni regionali e regionali veloci da e per Siracusa. In totale in questi sei giorni abbiamo monitorato 114 treni, 19 ogni giorno, che hanno accumulato ritardi per 1691 minuti pari a oltre 28 ore. Oltre a questi disagi-disservizi viene diffusa una locandina da parte di Trenitalia che recita: - dall'11 settembre al 10 ottobre 2017 - Linea Messina-Catania-Siracusa - Modifiche circolazione treni - "Da lunedì 11 settembre a martedì 10 ottobre 2017, per lavori di potenziamento infrastrutturale nella stazione di Lentini, i treni sulla linea Messina-Catania-Siracusa subiranno variazioni. I quadri murali esposti nelle stazioni saranno aggiornati con la nuova offerta oraria dal 10 settembre, per ulteriori informazioni e dettaglio dei treni interessati: emettitrici automatiche self service ETS, www.trenitalia.com>Informazioni>Orario Ferroviario "In Treno", uffici informazioni e assistenza clienti e biglietterie". Di questa locandina e delle variazioni paventate non è stato dovutamente informato il Dipartimento Regionale dei Trasporti che sentito dal Comitato non sapeva, nel dettaglio, quali variazioni fossero state attuate sino al 10 di ottobre: ci sembra alquanto strano che il Committente, la Regione Siciliana, non venga prontamente ed adeguatamente informata delle variazioni relative all'offerta commerciale che si va a modificare. Tra l'altro ci sembra doveroso segnalare ancora una volta che il Contratto di Servizio per il trasporto ferroviario in Sicilia è scaduto da nove mesi circa e precisamente il 31/12/2016 e nessuno è a conoscenza della bozza contrattuale nè si sanno quali siano gli intendimenti della Regione/Dipartimento Trasporti per l'eventuale rinnovo, giusta nostra segnalazione a mezzo PEC all'ART (Autorità Regolazione Trasporti del 05/12/2016. L'unico dato certo è che nel collegato alla finanziaria 2017 l'Ars ha approvato ulteriori 83,3 milioni di euro da integrare a partire dal 2020 sino al 2026 ai 111,5 milioni/annui del Contratto di Servizio 2017-2026 ancora da redigere e da sottoscrivere e del quale nessuno ad oggi conosce i contenuti.

Leggi tutto    Commenti 0
Segnalazione
05 mag 2016

Semaforo rotto da più di due settimane ma nessuno interviene

di Mobilita Catania

Una nostra lettrice ci segnala che da più di due settimane il semaforo che si trova all' incrocio tra la via Fava e la via Ferrante Aporti è rotto. Questo crea disagi soprattutto ai genitori che accompagnamo i bambini alla scuola De Roberto ( Corridoni)  rischiando di essere investiti. "Nessuno vede - afferma la lettrice - nemmeno i vigili urbani che ogni giorno percorrono quella strada per andare a fare colazione al bar"  Mobilita Catania si premurerà di segnalare il pericoloso disservizio.  

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Articolo
05 apr 2016

Ancora caos in aeroporto, carenze infrastrutturali e di personale

di Roberto Lentini

Nonostante le proteste dei giorni scorsi continuano i disagi all'Aeroporto di Catania. Oggi solo 6 varchi su 11 erano aperti con tempi di attesa di circa 45 minuti per superare i controlli di sicurezza Alle ore 14 risultavano chiusi i varchi C, D, I, L , M, mentre rimanevano aperti soli i varchi prioritari  A, B e altri 4 varchi normali. Le cause di questi disagi sono probabilmente di ordine strutturale e di personale sottodimensionato. È ormai evidente che l'aeroporto di Catania non riesce più a sopportare  la mole sempre crescente di passeggeri e la ristrutturazione del Terminal Morandi risulta ormai prioritaria. Per la ristrutturazione del nuovo terminal Morandi si dovrebbero utilizzare i fondi ottenuti dalla Cassa Deposito e Prestiti, circa 80 milioni di euro, che dovrebbero consentire all'aeroporto di Catania di sopportare una mole di traffico di 11 milioni di passeggeri annui, contro i 7 milioni attuali. Contemporaneamente bisognerebbe aumentare il personale addetto alla sicurezza: non si capisce infatti come mai l'Aeroporto dispone di 11 varchi e al massimo ne vengono utilizzati 7. Nel passato le categorie sindacali CGIL Cisl ed Uil  avevano sollecitato la Sac Service ad  una riorganizzazione del lavoro chiedendo un incremento del personale in security e prm, a partire dalla stabilizzazione del precariato e della trasformazione dei contratti part-time in full-time, ed eventualmente, al ricorso a nuove assunzioni per i periodi di picco. Ormai appare chiaro che l'aeroporto di Catania non può reggere questa situazione e con l'arrivo della stagione estiva i disagi per i passeggeri aumenteranno ancora di più. [fonte foto in evidenza F.G. gruppo Facebook Aeroporto di Catania] Ti potrebbe interessare: Aeroporto di Catania | Scheda dell’opera L’aeroporto di Catania si rifà il look: monitor, bagni e area partenze

Leggi tutto    Commenti 0
Segnalazione
01 apr 2016

Aeroporto Fontanarossa, molti passeggeri rimasti a terra: ma le disposizioni di sicurezza non c’entrano

di Mobilita Catania

E' successo stamattina, ed era successo pure nei giorni scorsi: alcuni passeggeri non sono riusciti a partire a causa delle lunghe file ai varchi di sicurezza. Capita spesso che si creano file lunghissime che vanno al di là dei corridoi guidati e trovarsi poi molti varchi chiusi "Nonostante fossimo arrivati in tempo e nell'orario previsto - ricostruisce uno di loro, che ha trovato il gate per Milano già chiuso - abbiamo dovuto fare una lunga coda per tutti i controlli. C'erano almeno un migliaio di persone e tre varchi erano chiusi...". La causa non è certamente da addebitare alle misure straordinarie adottate per i fatti di Bruxelles, visto che questi disagi si sono verificati pure nel passato,  ma alla mancanza di personale. Mercoledi sono rimasti a terra circa 18 passeggeri per il volo per Treviso, oggi circa 20 per il volo di Bologna e circa 10 per il volo per Milano. Attualmente si stanno completando i lavori di ampliamento del piazzale partenze ma non sarà quest'intervento a risolvere il problema, è piuttosto la mancanza di personale a causare questi disservizi. Consigliamo di recarsi in aeroporto almeno tre ore prima della partenza.

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0

Ultimi commenti