Articolo
21 apr 2017

Autostrade siciliane: 25 aprile e 1 maggio, piano di assistenza approntato dal Cas

di Mobilita Catania

In occasione dei “ponti di primavera” del 25 aprile e dell’1 maggio il Consorzio ha approntato un piano di assistenza agli utenti che percorrono la Messina-Palermo, la Messina-Catania e la Cassibile-Rosolini (Siracusa-Gela) dove si stanno svolgendo numerosi lavori. In tali “ponti” i cantieri sono stati sospesi o provvisoriamente rimossi per rendere più scorrevole la viabilità e, dove si è potuto, sono stati spostati sia i restringimenti che le deviazioni necessari per alcune tipologie di interventi in corso d’opera. Nella Messina-Palermo si evidenziano: le criticità viarie del viadotto Ritiro, con possibili lunghi incolonnamenti in determinate ore della giornata ed in entrambe le direzioni di marcia. In questo caso per rendere più scorrevole la viabilità, si rivolge invito agli utenti di Messina diretti verso PA di accedere in autostrada utilizzando lo svincolo di Giostra che bypassa il tratto autostradale del Ritiro. i doppi sensi di circolazione in corrispondenza delle Gallerie di Patti e di Capo d’Orlando sottoposte ad interventi di messa in sicurezza. L’assestamento del nastro in zona svincolo Castelbuono-Cefalù. Nella Messina-Catania si rileva: il doppio senso di circolazione in corrispondenza della frana di Letojanni (procedure progettuali in corso di svolgimento) e della Galleria S. Alessio (sottoposta ad interventi di messa in sicurezza). Nella Cassibile-Rosolini si sottolinea: il doppio senso di circolazione in direzione Rosolini a seguito della ripavimentazione della tratta in esercizio (in corso di esecuzione il 2^ step in vicinanza svincolo Noto - direzione Siracusa). Per fare fronte al consueto aumento di traffico nei due “ponti” sono state pure potenziate le attività di esazione nei caselli per un più celere disbrigo del pagamento del pedaggio anche se non si escludono, in alcune ore, moderate attese. Infine sono state rafforzate le squadre di assistenza agli utenti lungo tutte le tratte nelle quali opereranno un maggiore numero di pattuglie della Polstrada rispetto all’esercizio ordinario. In attività h24 il Centro Radio del Consorzio cui gli utenti potranno rivolgersi per qualsiasi evenienza telefonando a 090.3711277 – 090.364373.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 mar 2017

Autostrada Siracusa-Gela: prossimi obiettivi Ispica e Modica

di Roberto Lentini

Continuano i lavori dell'autostrada Siracusa-Gela, compresa nei lotti 6, 7 e 8, nonostante il mancato pagamento nei mesi scorsi di alcuni SAL alle imprese impegnate nei cantieri. Il mancato pagamento dei Sal (Stato Avanzamento Lavori), circa 20 milioni di euro, è imputabile soprattutto al Consorzio Autostrade Siciliane (Cas) che al momento non ha le risorse necessarie visto che riceve i fondi dallo Stato con procedure spesso lente e farraginose. La svolta potrebbe essere la costituzione di una società mista Cas-Anas, in cui Anas avrà il 51% e si farà anche carico della passività esistente e dei contenziosi del Consorzio. «L’Anas -ha affermato  l’assessore Giovanni Pistorio - assumerà subito la direzione dei lavori della Siracusa-Gela, in attesa che la società mista sia costituita. Aspettiamo che la norma inserita nella legge di stabilità venga approvata all’Ars, per aprire una stagione completamente nuova per la gestione del sistema autostradale siciliano». Tra le opere ancora da completare ricordiamo il viadotto Salvia di 1540 metri in territorio di Ispica, il viadotto Scardina di 628 metri, lo svincolo di Modica e la galleria Mandriavecchia, con quest'ultima in una fase molto avanzata. I viadotti Scardina e Salvia saranno realizzati a struttura continua, con campate di 54 metri, con impalcato a cassone di altezza costante pari a 2,60 m, assemblato per conci prefabbricati coniugati. Tale lotto funzionale ha uno sviluppo di circa 19 km e serve a collegare la tratta oggi in esercizio, Siracusa-Rosolini, alla città di Modica. L’intervento inizia in corrispondenza dello svincolo di Rosolini, con lo svincolo omonimo che collega l'autostrada alla strada provinciale n. 26 Rosolini-Pachino e dopo circa 800 metri attraversa un enclave del comune di Noto, di circa un chilometro, racchiusa tra comuni di Rosolini e di Ispica, per poi proseguire nel territorio comunale di Ispica. Il tracciato prosegue verso Sud-Ovest sino in prossimità dell'abitato di Ispica, ove con un ampia curva, che interessa anche il viadotto Salvia, assume la direzione Ovest-Nord/Ovest; il tracciato del lotto procede in direzione Ovest-Nord/Ovest per poi ripiegare con un'ampia curva verso Ovest e quindi portarsi alla fine del lotto dove è ubicato lo svincolo di Modica che collega l'autostrada con la viabilità locale inserendosi nella strada statale n. 194 (commerciale per Pozzallo). L'obiettivo è quello di rispettare i termini del cronoprogramma e aprire lo svincolo di Ispica entro la fine del 2017 e lo svincolo di Modica entro il 2018.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 feb 2017

A18, dal 20 febbraio chiuso lo svincolo di Noto

di Mobilita Catania

Dal 20 febbraio al 3 marzo sarà chiuso al traffico, in entrata ed in uscita, lo svincolo di Noto per il completamento dei lavori della bretella di collegamento tra lo stesso svincolo e la strada provinciale 19 “Noto-Pachino” La chiusura sarà evidenziata agli utenti con apposita cartellonistica collocata nella intera tratta. Per chi deve raggiungere la città di Noto da nord consigliamo l'uscita Avola , mentre da sud consigliamo la Statale 115, oppure uscire da Avola e proseguire verso Noto.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 feb 2017

Autostrada Catania-Messina, al via i primi interventi: entro maggio l’A18 sarà messa in sicurezza

di Amedeo Paladino

Sono in corso di esecuzione i lavori per l'eliminazione dei punti ammalorati della pavimentazione autostradale, in entrambe le direzioni di marcia, della Messina-Catania e quelli da Messina (Tremestieri) a Barcellona (A20). Si tratta di interventi finalizzati ad un primo ripristino delle condizioni di viabilità cui ne seguiranno altri, anche di maggiore rilevanza, volti a rimettere in sesto la pavimentazione. La conclusione è programmata entro il prossimo 25 febbraio 2017. La manutenzione sarà eseguita in presenza di traffico chiudendo alternativamente le corsie di emergenza, marcia o sorpasso: in prossimità dei cantieri, che opereranno in contemporanea sulle due autostrade per accelerare gli interventi, il limite di velocità non potrà superare i 60 km/h. Nei tratti interessati dai lavori sarà in viglore il divieto di sorpasso: lavori e deviazioni saranno segnalati da apposita cartellonistica. In questi giorni i primi disagi si stanno verificando nei pressi dello svincolo di Acireale dove sono in corso i lavori di rifacimento della segnaletica orizzontale, come noi di Mobilita Catania abbiamo segnalato attraverso il nostro canale Telegram. Il costo degli interventi è a carico del Consorzio Autostrade Siciliane, le ditte incaricate sono la S.I.CO.BIT srl di Savoca, Costruzioni Generali Infrastrutture srl di Catania e Costruzioni Bruno Teodoro spa di S.Agata Militello. Dopo questa prima fase seguiranno altri interventi più corposi: l'ingegnere del Cas Giulio Mungiovino intervistato da MeridioNews afferma che grazie ai finanziamenti per il G7 e ad altri fondi del Consorzio si rifarà l'asfalto nel tratto San Gregorio-Taormina, si interverrà nelle gallerie Giardini, Taormina e S.Antonio che verranno ripulite e dotate di un nuovo impianto elettrico, lavori di manutenzione anche per gli spazi verdi a ridosso delle carreggiate, per la segnaletica verticale e orizzontale oltre che la sostituzione delle barriere incidentate.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 lug 2016

Autostrade Siciliane, avviata la campagna contro l’abbandono dei cani: ammende fino a 10 mila euro e arresto fino a un anno

di Mobilita Catania

Anche quest’anno il CAS (Consorzio per le Autostrade Siciliane) ha aderito alla campagna contro l’abbandono dei cani e degli animali domestici negli svincoli, nelle aree di sosta ed in genere lungo le autostrade Messina-Palermo, Messina-Catania e tratto in esercizio della Siracusa-Gela. In tal senso appropriati manifesti sono stati affissi nei piazzali dei caselli e delle aree di servizio in modo da evidenziare l’impegno sociale per il quale, soprattutto in questo periodo, sono mobilitati varie associazioni del settore e numerosi volontari. La campagna di sensibilizzazione è promossa da tempo dall’ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali), in collaborazione con ANAS ed AISCAT (Associazione di categoria delle Concessionarie Autostradali). Il progetto operativo è attuato dalle singole Concessionarie nelle tratte di competenza, unitamente alla Polstrada tenuto conto che la legge ed il Codice della Strada puniscono con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da 1000 a 10.000€ l’abbandono degli animali domestici o chi su di loro esercita cattività. In autostrada sono due le situazioni più ricorrenti: il cane legato ai bordi della carreggiata, talvolta anche con fil di ferro, che attende chi non lo vuole più, e la corsa per un lungo tratto all’inseguimento del proprio ex amico divenuto inspiegabilmente carnefice, fino a quando è travolto dagli automezzi determinando possibili situazioni di pericolo nella circolazione. Per fortuna, da tempo la sensibilità degli utenti autostradali è cresciuta. Un dato che si riscontra, soprattutto, tra i giovani ed i ragazzi in quanto sono proprio loro che, viaggiando con i genitori, segnalano al Centro Radio la presenza di un cane libero o legato. Il presidente del CAS, Rosario Faraci, ha dichiarato a questo proposito: Una campagna di civiltà che bisogna portare avanti, sensibilizzando e coinvolgendo sempre più la comunità. Del resto i risultati si vedono proprio dalla viva partecipazione degli stessi utenti. Da un lato un soccorso di sopravvivenza e dall’altro lato la eliminazione di un possibile pericolo nella circolazione  

Leggi tutto    Commenti 0
Segnalazione
01 giu 2016

Autostrada Catania-Messina, lavori di messa in sicurezza della galleria di Sant’Alessio

di Mobilita Catania

Sono in corso di esecuzione i lavori di messa in sicurezza della Galleria Sant’Alessio che si concluderanno entro il prossimo 12 giugno. Gli interventi – anche in orari notturni – sono effettuati nella pista valle della Galleria (direzione di marcia da CT per ME) e per consentirne l’esecuzione la carreggiata è stata chiusa al traffico in quanto alcune lavorazioni risultano incompatibili con la regolare circolazione veicolare. A tale scopo è stato istituito nella carreggiata opposta (lato monte da ME per CT) un doppio senso di circolazione con divieto di sorpasso e limiti di velocità. Lavori, deviazioni, restringimenti e possibili code saranno segnalati da apposita cartellonistica.

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Articolo
17 mag 2016

Maltempo dello scorso autunno: sbloccati i fondi. Catania-Messina nuovo bypass

di Roberto Lentini

Buone notizie per l'autostrada Catania-Messina. Dopo la dichiarazione di stato d'emergenza, avvenuto lo scorso febbraio, sono stati finalmente sbloccati i fondi per gli eventi metereologici che hanno colpito il territorio delle province di Catania, Enna e Messina, nel periodo compreso dall'8 settembre al 3 novembre 2015.  Adesso si aspetta la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Sarà il commissario per l’emergenza, il governatore Rosario Crocetta, a programmare gli interventi. Le somme stanziate dovrebbero essere circa 23 milioni e 800 mila euro e consentiranno ai privati e agli imprenditori colpiti dalla calamità naturale di accedere alle risorse per il ristoro dei danni subìti.  Ci sarà inoltre l’intervento di messa in sicurezza del tratto di autostrada Messina–Catania, dove una frana a metà ottobre del 2015 ha invaso la carreggiata in direzione Catania; successivamente verrà realizzata una galleria artificiale così da trattenere eventuali crolli futuri. Intanto da oggi e fino al 23 maggio gli operai del Consorzio per le Autostrade Siciliane (CAS) si attiveranno per realizzare un nuovo by-pass. (nella carreggiata lato mare) e ridurre di circa 2 chilometri l'estensione dell'attuale tratto a doppio senso. In provincia di Messina i comuni interessati dallo stato di emergenza sono 44, tra zona jonica e tirrenica: Alì, Alì Terme, Antillo, Casalvecchio Siculo, Barcellona Pozzo di Gotto, Castelmola, Castroreale, Condrò, Fiumedinisi, Francavilla di Sicilia, Forza d’Agrò, Furci Siculo, Gaggi, Gallodoro, Giardini Naxos, Graniti, Gualtieri Sicaminò, Itala, Letojanni, Librizzi, Lipari, Mandanici, Messina, Milazzo, Monforte San Giorgio, Mongiuffi Melia, Nizza di Sicilia, Pace del Mela, Pagliara, Roccalumera, Rodì Milici, Sant’Alessio Siculo, Sant'Angelo Di Brolo, San Filippo del Mela, Santa Lucia del Mela, Santa Teresa di Riva,  Savoca, Scaletta Zanclea, Sinagra, Taormina, Tortorici, Torregrotta, Tusa e Villafranca Tirrena.

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti