Articolo
31 mar 2018

Aci Castello, ritorna la ZTL e la sosta a pagamento

di Mobilita Catania

Da oggi su tutto il territorio comunale di Acicastello è stato riattivato il servizio di sosta a pagamento con strisce blu con l'attivazione contemporanea dei nuovi sistemi per l'emissione dei tagliandi.  Il personale sarà presente per coadiuvare l'utenza al fine di consentire una corretta fruizione dello stesso servizio. Ecco un breve riepilogo degli orari e delle tariffe del servizio parcheggio di sosta a pagamento nel territorio comunale: Periodo invernale (1 Ottobre - 30 Aprile) tutti i giorni escluso i festivi, 8.30 - 13.00, 15.30 - 20.00. Nelle aree del Porto nuovo, dello Scalo di alaggio e di Piazza Marina, festivi inclusi.  Costo del biglietto € 0.40 frazionato, € 0.75 1 ora, € 2.40 mezza giornata (8.30 - 13.00 o 15.30 - 20.00), € 3.80 intera giornata (8.30 - 20.00). Attivo il quarto d'ora di cortesia. Periodo estivo (1 Maggio - 30 Settembre) tutti i giorni compreso i festivi (ad esclusione del centro abitato di Aci Castello, di Cannizzaro, di Ficarazzi e di via Provinciale ad Aci Trezza), 8.30 - 13.00, 15.30 - 20.00, 20.00 - 02.00.  Costo del biglietto € 0.40 frazionato, € 0.75 1 ora, € 2.40 mezza giornata (8.30 - 13.00 o 15.30 - 20.00 o 20.00 - 02.00), € 3.80 intera giornata (8.30 - 20.00). Attivo il quarto d'ora di cortesia. Parcheggio Battisti (Aci Castello), aperto dall'1 Maggio al 30 Settembre dal Lunedì al Giovedì (20.00 - 24.00), Venerdì e Sabato (20.00 - 02.00), Domenica (08.30 - 02.00). Abbonamenti previsti al costo di € 14.00, l'abbonamento sarà relativo alla frazione di appartenenza e verrà rilasciato al proprietario del veicolo o utente affittuario di un immobile regolarmente registrato. Parcometri, sono dotati di sistema di pagamento a norma di legge. Sistemi di pagamento online, previsti dal contratto d'appalto, presto saranno attivati dalla ditta affidataria. Si informa altresì che Domenica 1 e Lunedì 2 Aprile 2018 dalle ore 10.30 alle ore 13 e dalle ore 15.30 alle ore 20.00 ad Aci Trezza sarà attiva la Zona a Traffico Limitato. Sarà dunque attivato il consueto piano di viabilità, in via Provinciale (da via Spagnola fino a piazza delle Scuole), con accesso vietato su via Provinciale (dall'incrocio con via Livorno direzione Catania, bivio nord Casa cantoniera, dall'incrocio con via Spagnola e dall'incrocio con via Leopolda), su via Spagnola (dall'incrocio con via Dusmet) e su via Fontana Vecchia (dall'incrocio con via Lungomare Ciclopi). Al fine di evitare code e disagi sulla ex S. S. 114 si invitano coloro che devono transitare da Catania verso Acireale o viceversa a scegliere una viabilità alternativa a monte della zona costiera.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 mar 2017

Domani ritorna la ZTL ad Acitrezza

di Mobilita Catania

Domenica 12 marzo, dalle ore 10:00 alle ore 13:00 verrà attivata  ad Acitrezza la Zona a Traffico Limitato. Sarà dunque attivato il consueto piano di viabilità, in via Provinciale (da via Spagnola fino a piazza delle Scuole), con accesso vietato su via Provinciale (dall'incrocio con via Livorno direzione Catania, bivio nord Casa cantoniera, dall'incrocio con via Spagnola e dall'incrocio con via Leopolda), su via Spagnola (dall'incrocio con via Dusmet) e su via Fontana Vecchia (dall'incrocio con via Lungomare Ciclopi).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 feb 2017

Lungomare Aci Castello, più vicino il collegamento pedonale con Aci Trezza

di Roberto Lentini

Potrebbe finalmente sbloccarsi l'annosa vicenda del collegamento pedonale del lungomare dei ciclopi. Il sindaco di Acicastello ha infatti chiesto all’Agenzia Nazionale Beni Sequestrati e Confiscati un incontro per una possibile assegnazione del Lido dei Ciclopi, all’amministrazione acese che lo destinerebbe ad uso civico. "La legge - ha affermato il sindaco Filippo Drago - pone i comuni come soggetti prioritari per utilizzi istituzionali e sociali per i beni sottratti alla criminalità e che nel caso particolare considera la struttura del lido come un valore da tutelare, pur nella consapevolezza della volontà popolare del passaggio pedonale di congiungimento del Lungomare dei Ciclopi". In effetti la volontà popolare c'era già stata con un referendum in cui i cittadini di Acicastello erano invitati a rispondere sì o no al congiungimento pedonale permanente del lungomare Scardamiano di Aci Castello con il lungomare di Acitrezza. La maggioranza rispose di sì e da allora - era il 15 maggio 2011 - non è cambiato nulla se non piccole concessioni. Il collegamento tra Acicastello e Acitrezza, come è noto è stato interrotto sin dalla realizzazione del lungomare e non certo per risparmiare il parco botanico del Lido dei Ciclopi, da tempo ridimensionato per fare spazio a strutture utili al lido. Tra gli altri aspetti, proprio laddove si vorrebbe creare un passaggio pedonale permanente, al momento esiste una colata di cemento che ha sepolto l’intera costa lavica adiacente al lido; attualmente un cittadino che da Acicastello si volesse spostare ad Acitrezza a piedi deve necessariamente percorrere la strada statale con i rischi che ne conseguono. Ti potrebbe interessare: Aci Castello e Aci Trezza: il collegamento tra i paesi è un problema ancora irrisolto

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 ott 2016

Riapre il passaggio pedonale tra Aci Castello e Aci Trezza

di Roberto Lentini

Ieri è stato firmato dal sindaco Filippo Drago e dal presidente del Consiglio di amministrazione della società "Gli Ulivi" s. r. l., alla presenza del vice sindaco Ezia Carbone, il protocollo d'intesa per l'apertura del passaggio pedonale interno al "Lido dei Ciclopi" per collegare Aci Castello ed Aci Trezza attraverso il Lungomare dei Ciclopi, nel periodo dal 2 Novembre 2016 al 30 Aprile 2017. Il collegamento rimarrà aperto nei giorni di apertura del Lido e solo dalle 9 alle 16, ad esclusione dei giorni 8, 25 e 26 Dicembre 2016, 1 e 6 Gennaio 2017, 16 e 17 Aprile 2017.  Il collegamento tra Acicastello e Acitrezza, purtroppo, è stato interrotto sin dalla realizzazione del lungomare e non certo per risparmiare il parco botanico del Lido dei Ciclopi, da tempo ridimensionato per fare spazio a strutture utili al lido. Tra gli altri aspetti, proprio laddove si vorrebbe creare un passaggio pedonale permanente, al momento esiste una colata di cemento che ha sepolto l'intera costa lavica adiacente al lido. Sono passati più di cinque anni (era il 15 maggio 2011) da quando fu indetto il referendum popolare in cui i cittadini di Acicastello erano invitati a rispondere sì o no al congiungimento pedonale permanente del lungomare Scardamiano di Aci Castello con il lungomare di Acitrezza. La maggioranza rispose di sì. Il Sindaco di Acicastello, Filippo Drago, si impegnò a rispettare nel più breve tempo possibile la decisione dei cittadini, ma a distanza di cinque anni non è cambiato nulla se non piccole concessioni. Un cittadino che da Acicastello si volesse spostare ad Acitrezza a piedi deve necessariamente percorrere la strada statale con i rischi che ne conseguono. Ti potrebbero interessare: Aci Castello e Aci Trezza: il collegamento tra i paesi è un problema ancora irrisolto Collettore fognario, a breve l’inizio dei lavori: soluzione per l’inquinamento della riviera dei Ciclopi    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 mag 2016

Aci Castello e Aci Trezza: il collegamento tra i paesi è un problema ancora irrisolto

di giovannigrasso

Il Comitato spontaneo di cittadini "Uniti per un lungomare unito" nasce per affrontare i temi del nostro litorale: una scogliera unica, lussureggiante che, nel corso dell'ultimo secolo, ha subito diverse vicende di predazione e di rapina degli interessi pubblici (demanio marittimo) per la realizzazione di interessi privati senza che fosse stata opposta adeguata risposta e difesa di quegli interessi da parte del Demanio e perfino delle diverse Amministrazioni comunali nelle diverse epoche di aggressione. Quindi le ultime vicende del Lido dei Ciclopi che impongono a precisare l'obiettivo della realizzazione del lungomare senza soluzione di continuità e da subito per chiedere il ripristino del passaggio ciclo/pedonale sul demanio pubblico (perchè già dei cittadini), interrotto da più di 60 anni dalle cabine e dalle strutture costruite, su concessione pubblica, da un ente privato ed oggi in proprietà e gestite da una società confiscata alla criminalità organizzata (quindi di proprietà dello Stato, pertanto dei cittadini stessi). Il Comitato spontaneo di cittadini "Uniti per un lungomare unito" ritiene che l'odierno collegamento inaugurato in pompa magna dai responsabili del lido e dall'odierna amministrazione è inadatto, inadeguato, insufficiente ed inidoneo a quanto previsto dal Piano Regolatore del Comune di Aci Castello, confermato da un referendum consultivo, e richiesto a gran voce dai cittadini e dal buon senso e cioè la ricostruzione dell'antico passaggio pedonale (utilizzato da tempi immemori dalla cittadinanza), oggi da completare realizzando anche un passaggio per i ciclisti, che permetta a tutti, cittadini, residenti e turisti normodotati e non, con passeggini e/o con bici e/o con animali al seguito di poter raggiungere agevolmente e senza pericoli i paesi di Aci Trezza ed Aci Castello, di godere di quel meraviglioso lungomare unico al mondo che sarebbe un lungomare unito, di permettere a tutti di passeggiare a tutte le ore del giorno e della notte ed in qualsiasi stagione dell'anno su un lungomare riqualificato da cui godere della bellezza del mare, dei Faraglioni e del Castello di Aci. Un passaggio che risolva anche le gravi problematiche di protezione civile della zona. La soluzione di passaggio oggi trovata tra l'odierna amministrazione ed il gestore del Lido dei Ciclopi per le modalità in cui si svolge (all'interno della struttura del lido tra il parcheggio, l'ingresso, le cabine, quel che resta del giardino, il bar), per la difficoltà del percorso per le persone non normodotate (esistenza di varie barriere architettoniche), per l'impossibilità di attraversarlo per ciclisti, genitori con passeggino e persone con cani al seguito, per la limitatezza di utilizzo visto gli orari di apertura (dalle 09:00 alle 16:00) e sopratutto per la limitazione di passaggio temporaneo ed esclusivamente invernale (aperto da Novembre a Marzo) e non ultimo perché non risolve i problemi di protezione civile, NON SODDISFA nessuno dei requisiti perseguiti dal Comitato. Il Comitato pertanto continuerà la sua battaglia di civiltà per far conoscere a quanta più gente possibile la Storia del passaggio e del lungomare interrotto e per ottenere quello che la cittadinanza chiede da sempre: il ripristino, lato mare, dell'antico percorso che su suolo demaniale univa le due comunità di Aci Castello e di Aci Trezza!

Leggi tutto    Commenti 0
Proposta
12 feb 2016

Un traghetto per collegare Catania con Aci Trezza e Aci Castello

di mrgibber

Un nostro lettore ci manda una proposta per incrementare i mezzi di trasporto pubblico nella nostra città: I mezzi di trasporto pubblico non sono sempre e solo su gomma o su strada ferrata. Se vi è capitato di essere un turista ad Istanbul sapete che ci sono decine di traghetti sul Bosforo. Sarebbe così difficile creare un sistema di trasporto pubblico, almeno in primavera ed estate, fra i porti di Catania, Acicastello e Acitrezza? Credo che sarebbe un sistema economico, veloce e turisticamente interessante. L'idea non è male. Esistono in molte città sistemi di trasporto urbano con battelli che collegano più punti della costa e spesso rappresentano un'attrazione turistica della città. Un esempio è lo “Star” Ferry di Hong Kong: è  una delle key attractions della città, trasporta oltre 70.000 persone ogni giorno ed è impensabile andare ad Hong Kong senza salirci almeno una volta. La brevissima crociera riserva stupendi panorami da una parte all’altra della baia. Ma senza andare troppo lontano anche Venezia dispone di un servizio di trasporto urbano su battelli, gestito dalla società ACTV mediante linee di navigazione (vaporetti) in un sistema integrato con il gommato. L'ipotetica linea di battello da utilizzare nella nostra città potrebbe avere le seguenti stazioni marittime: Acitrezza (parcheggio scambiatore) Acicastello Ognina San Giovanni li Cuti (scambia con il passante in piazza Europa) Porto (scambia con la metropolitana) Il tempo di percorrenza per l'intero percorso potrebbe essere di circa 15 minuti. Pure Catania potrebbe quindi avere la key attractions. I turisti provenienti dalle navi crociera potrebbero infatti ammirare, grazie a questo servizio, tutta la riviera dei ciclopi in battello.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
16 lug 2015

Aci Trezza: chiusura al traffico nei weekend

di Amedeo Paladino

Puntualmente ogni estate si ripresenta il problema della congestione stradale ad Aci Trezza: in queste settimane sul nostro sito catania.mobilita.org abbiamo dato spazio alle opinioni dei cittadini trezzoti: il Centro Studi, associazione attiva sul territorio dal 2002 ha focalizzato l'attenzione sull'assenza di un piano strategico che possa intervenire sulla questione della mobilità della cittadina;  il Comitato "Aci Trezza no smog, si sviluppo" ha lanciato una petizione popolare per chiedere al proprio sindaco Filippo Drago la pedonalizzazione del centro storico. Quella che vivono i cittadini di Aci Trezza è una situazione insostenibile: migliaia di auto private proveniente dall'hinterland catanese affollano e congestionano le piccole strade del paese, incapaci di sopportare tali volumi di traffico. Il Sindaco Filippo Drago ieri è intervenuto in collaborazione con la prefettura e la questura per approntare misure di brevissimo periodo. Da domani, venerdi 17 luglio, e per ogni fine settimana sarà in vigore la limitazione del traffico; sarà interdetto il transito veicolare dalla via Provinciale, all'altezza delle scuole elementari, comprendendo anche una parte del lungomare dei Ciclopi. Ecco gli orari della ZTL: venerdi dalle 19 alle 24; sabato dalle 21 alle 02; domenica dalle 21 alle 24.    

Leggi tutto    Commenti 0