Articolo
29 mag 2015

Possibili soluzioni per velocizzare il BRT

di Mobilita Catania

Attualmente il BRT riscontra alcune criticità che lo fanno rallentare notevolmente, noi ed alcuni utenti del sito abbiamo pensato ad  alcune possibili soluzioni: 1) In piazza Stesicoro l'autobus viene bloccato dal traffico, il problema si potrebbe risolvere in vari modi: - Rendere ZTL la strada in cui transita il BRT, da implementare dopo l'entrata in servizio delle nuove tratte metro o anche adesso trovando delle apposite soluzioni come ad esempio limitando il passaggio solo ai veicoli più ecologici in modo da non creare l'ingorgo di caos e smog che si crea quotidianamente. - Installare dei cordoli su Piazza Stesicoro (soluzione proposta da Patrizio Messina) - Far transitare il BRT da via Sant'Euplio in corsia protetta da cordoli com'era inizialmente previsto togliendo i parcheggi auto. Inoltre si dovrebbe anche riservare uno spazio specifico per il transito delle biciclette perché, diversamente, i ciclisti sono costretti ad occupare l'area centrale della carreggiata con evidenti criticità come già accade su viale Alexander Fleming. 2) La corsia di via Passo Gravina che si trova in mezzo alla strada dopo l'abbattimento del ponte Gioeni (che ha creato notevoli rallentamenti al servizio de BRT) non viene più utilizzata, un cordolo potrebbe essere spostato a destra facendo la corsia più larga in modo da far transitare anche le bici. Il cordolo rimanente si potrebbe spostare in via Sant'Euplio e viale Vittorio Veneto dove la preferenziale degli autobus è utilizzata come parcheggio. Cosa ne pensate?

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
28 mag 2015

Dal 1°giugno nuovo biglietto integrato BUS-METRO: ecco i dettagli

di Amedeo Paladino

È stato comunicato dall'Amt Catania S.p.a (Azienda Metropolitana Trasporti) e da FCE (Ferrovia Circumetnea) che a partire dal 1° giugno sarà disponibile presso le biglietterie e i rivenditori il nuovo biglietto integrato BUS-METRO. Il nuovo biglietto permetterà all'utente di utilizzare un unico biglietto per gli autobus Amt e la metropolitana; il costo del biglietto integrato sarà 1,20 € e sarà valido 120 minuti dal momento dell'obliterazione. Il normale titolo di viaggio AMT non subirà variazioni nel prezzo, costerà infatti 1 €; l'abbonamento AMT non permetterà di utilizzare la metropolitana; l'integrazione non sarà valida per la linea ALIBUS. Presso le colonnine Sostare non sarà possibile acquistare il biglietto integrato, ma solo il normale titolo di viaggio AMT; dal mese di novembre 2014 è inoltre possibile acquistare i nuovi biglietti e abbonamenti elettronici tramite  l’applicazione UP Mobile del Gruppo Banca Sella Per quanto concerne FCE  potranno essere utilizzati solo i nuovi titoli di viaggio con banda magnetica, introdotti questo aprile. I nuovi titoli di viaggio FCE metropolitana con banda magnetica rappresentano un miglioramento del servizio in previsione delle nuove tratte Borgo-Nesima e Giovanni XXXIII-Stesicoro. Ecco il facs-simile del biglietto integrato BUS-METRO disponibile nei prossimi giorni Il biglietto integrato avrà delle dentellature che permetteranno di separare i biglietti prima di obliterarli; inoltre per timbrare la parte di  biglietto AMT si dovrà rimuovere la parte inferiore del biglietto per permettere la convalida nell'obliteratrice degli autobus. In caso di controllo da parte del personale di servizio entrambi i biglietti dovranno essere esibiti.    

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
28 mag 2015

Catania- Tenerife, nuovo collegamento aereo da luglio

di Roberto Lentini

Dal 23 luglio sarà attivato un nuovo collegamento aereo tra Catania e Tenerife operato da Neos Air, una compagnia aerea charter e leisure italiana con base principale presso l'Aeroporto di Milano-Malpensa. Nella tratta Catania-Tenerife il collegamento è diretto mentre nella tratta Tenerife-Catania è previsto uno scalo a Napoli. Il volo viene effettuato solo il giovedi con aeromobile B737-800, il costo si aggira sui 169,99 € solo andata e può essere prenotato da qui. Gli operativi del volo sono: CTA-TFS NO4478 18:20 22:10 -4- TFS- CTA NO4479 10:15 17:30 -4- Tenerife è un'isola situata nell'Oceano Atlantico, appartenente alla Comunità autonoma delle Isole Canarie e possiede un altro patrimonio dell'umanità riconosciuto dall'UNESCO: il Parco nazionale del Teide che è il terzo vulcano più grande del mondo. Qui potete fare una visita virtuale dell’isola.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 mag 2015

FOTO | Passante Ferroviario, stato dei lavori e scenari futuri dell’opera

di Roberto Lentini

Ancora fermi i lavori del Passante Ferroviario a seguito di difficoltà tecniche intervenute nei lavori di consolidamento della vecchia galleria, all'altezza di Ognina, che avrebbero causato lievi danneggiamenti a un edificio privato della zona. Dopo il fermo dei lavori adesso si stanno cercando soluzioni alternative di scavo per riaprire il cantiere ed evitare che si ripetano danni ad altri edifici. Ad aprile doveva essere restituito l’ultimo tratto di viale Alcide De Gasperi (compresa la scalinata che conduce fino a San Giovanni Li Cuti) che era rimasto chiuso al traffico dall'ormai lontano 2006, anno d’inizio del cantiere, ma a ad oggi nulla è cambiato. I lavori del passante si trovano comunque in una fase avanzata, le stazioni sono pressoché pronte e i tecnici di RFi prevedono la fine dei lavori ad aprile 2016, nonostante manchi ancora la posa del nuovo binario in sostituzione del precedente. Stazione per stazione, ecco lo stato dei lavori: Stazione Ognina:   Stazione Picanello:   Stazione Europa:     Alla fine dei lavori avremo così una nuova tratta metropolitana composta inizialmente da cinque stazioni: Cannizzaro Ognina Picanello Europa Stazione C.le Successivamente, proseguendo verso sud-ovest, si aggiungeranno le future stazioni del Porto/Duomo (sotterranea e interamente nuova), Acquicella (già esistente, da ristrutturare), Fontanarossa (nuova, in corrispondenza dell'omonimo parcheggio d'interscambio) e Bicocca (già esistente). Non è da escludere, nel lungo termine, la realizzazione di una nuova fermata tra Porto e Acquicella, su suggerimento del Comune di Catania attraverso l'Ufficio Tecnico del Piano Regolatore Generale. Qui potete consultare la scheda completa riguardante quest'opera.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 mag 2015

VIDEO | Navetta gratis per il centro. Esperimento riuscito, ma da migliorare

di Alessio Marchetti

In occasione della "Notte dei Musei" di sabato 16 maggio, diverse associazioni e cittadini, tra cui anche noi di Mobilita Catania, hanno chiesto all'Amministrazione Comunale, tramite l'Assessore D'Agata, un servizio di navetta gratuita tra piazzale Famà (ex Sanzio) e il centro storico, corrispondente alla linea 2-5. Per l'occasione abbiamo voluto documentare il funzionamento del servizio. Qui il video: https://www.youtube.com/watch?v=qHYAnaWJ_jw Alle 20.50 è partita la prima navetta dal piazzale Famà (già Sanzio), in anticipo di dieci minuti rispetto all'orario previsto. Altri utenti arrivati poco dopo, hanno dovuto aspettare le 21.20 per poter salire sulla seconda navetta, partita alle 21.25 (quindi 35 minuti dopo la precedente corsa), e arrivata dopo circa un quarto d'ora in centro. Nel frattempo si scopre che il percorso non è esattamente quello del 2-5, in quanto il sabato sera subisce alcune variazioni, ma il capolinea di piazza Borsellino (già Alcalà) resta lo stesso. In città, anche grazie a questo servizio, molte meno auto hanno intasato il centro storico rispetto alla precedente edizione della "Notte dei Musei", inoltre è stato bellissimo vedere piazza Federico di Svevia nuovamente liberata dalle auto, proprio come successo solo due settimane fa, in occasione del Castello Liberato. Alle 0.19 ci siamo recati in Via Vittorio Emanuele II per controllare dopo quanto tempo sarebbe arrivata la navetta e purtroppo i tempi si erano decisamente allungati: l'autobus è passato alle 0.53 e molte persone hanno aspettato in piedi per oltre mezz'ora. Per rendere meno fastidiosa l'attesa si potrebbe ad esempio far transitare la navetta bus da Piazza Duomo, in questo modo ci si potrebbe sedere comodamente sotto il Liotro o sugli scalini della cattedrale. Altro accorgimento da risolvere è la segnalazione dell'arrivo dell'autobus nella palina elettronica, che sabato non appariva. È stato bello vedere tantissimi cittadini che hanno voluto provare il servizio, evidentemente l'esperimento può funzionare tutti i giorni, speriamo che presto il Comune attivi il servizio del nuovo "MovidaBus" con le stesse modalità, risolvendo alcuni difetti emersi in durante questo primo esperimento. L'aspetto più determinante riguarda i tempi d'attesa e le soluzioni possono essere molte: far circolare più navette, ridurre il percorso, chiudere al traffico alcune vie interessate al transito del bus. Ieri, con questo servizio, ci siamo avvicinati per un istante agli standard di molte città, ma c'è ancora molto su cui lavorare per rendere il servizio più efficiente. La direzione è quella giusta: molti catanesi in questo week-end hanno sperimento nuovi modi per  muoversi in città, una possibilità nata dalla mobilitazione e  al contributo di tanti cittadini attivi ed associazioni che hanno chiesto all'Amministrazione che si sperimentasse il servizio proprio in questa occasione. Si ricorda che è possibile collaborare con Mobilita Catania proponendo segnalazioni, articoli, proposte, domande. Nel menù in alto si trovano tutti gli strumenti disposizione. Ad esempio, è possibile esporre idee ed opinioni su come migliorare questo servizio di navetta gratuita. Per far crescere Catania nel più breve tempo possibile il contributo di tutti è fondamentale.

Leggi tutto    Commenti 0