Articolo
14 giu 2021

Piazza Dante, rimosso il murales sul muro di cinta del Monastero dei Benedettini

di Mobilita Catania

«Restituiamo la storica piazza Dante, in buona parte pedonalizzata, alla sua originaria destinazione di luogo simbolo di Catania: tornerà meta di turisti, eliminando il parcheggio abusivo, arredandola con panchine e rimuovendo le scritte dai muri del monastero dei Benedettini. Una pagina edificante perché abbiamo messo insieme tante componenti, compresi i tifosi del Calcio Catania che in questa piazza da sempre hanno un punto di ritrovo, per un coerente rispetto delle regole nell’interesse della Città di Catania che spetta a ciascuno di noi». Lo ha detto il sindaco Salvo Pogliese recatosi in piazza Dante, insieme all’assessore allo Sport Sergio Parisi, per assistere ai lavori di riqualificazione da parte degli operatori comunali e della Catania Multiservizi, disposti dall’Amministrazione Comunale per la rimozione di scritte e disegni realizzate parecchi anni addietro sui muri esterni del complesso monumentale del Monastero dei Benedettini. All’iniziativa hanno presenziato una rappresentanza dei gruppi del tifo organizzato del Calcio Catania, la madre e il fratello di Fabrizio Lo Presti, il giovanissimo "ultrà" morto vent'anni addietro, per incidente stradale, durante una trasferta a L'Aquila per seguire una partita della squadra rossazzurra. Per ricordarne la memoria, al posto del murales si installerà una targa commemorativa. Il sindaco Pogliese ha anche voluto ricordare la proficua collaborazione istituzionale con la soprintendente Donatella Aprile e il manager dell’azienda ospedaliera Policlinico, il quale ha autorizzato l’utilizzo della panchine del dismesso presidio ospedaliero Santo Bambino da riutilizzare in quest'area di piazza Dante. Foto di copertina di Roberto Viglianisi

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
22 mag 2017

La storia rossazzurra sulle pareti dello stadio di Catania: il murale con i 50 volti sarà pronto in 3 mesi

di Amedeo Paladino

Un murale per la salvaguardia della memoria storica e calcistica della città e per liberare dall’incuria l’esterno dello stadio Angelo Massimino: è la proposta avanzata nel 2015 da un comitato di tifosi del Calcio Catania composto dalla redazione di Quelli del ’46, programma di Radio Lab sulla storia del Catania, dagli autori del libro Tutto il Catania minuto per minuto e da alcuni componenti del Comitato Géza Kertész.   L'iter, iniziato nell'ottobre 2015, ha visto l'effettuazione di un sondaggio online per la scelta dei nomi. L’iniziativa è stata poi accolta dal Comune di Catania che il 17 maggio del 2016 con apposita delibera della Giunta Comunale, a cui è seguita la pubblicazione dei bandi per lo sponsor e il concorso per la scelta dell'artista. Stamattina presso lo stadio Angelo Massimino è stato presentato il progetto "50 volti per il Cibali" alla presenza del sindaco di Catania, Enzo Bianco, del questore di Catania, Giuseppe Gualtieri, sono intervenuti l'assessore al Decoro Urbano,  Salvo Di Salvo, l'assessore allo Sport, Valentina Scialfa, i promotori dell'iniziativa Emanuele Rizzo e Filippo Solarino, l'artista che realizzerà l'opera, Andrea Marusic e l'ingegnere Antonio Pulejo della CMC , sponsor dell'iniziativa, il presidente dell'Assostampa Daniele Lo Porto; presenti anche gli ex calciatori Jonatha Spinesi, Davide Baiocco, Gigi Chiavaro, Nino Cantone e Nino Leonardi e il giornalista Giacomo Cagnes. L'artista che realizzerà l'opera sarà Andrea Marusic: per la realizzazione saranno necessari circa tre mesi di lavori e il murale si estenderà per 240 metri lungo le pareti esterne della Curva Sud e della Tribuna B, su via Cifali; i portoni e i tornelli saranno ridipinti. All'opera selezionata è andato  un finanziamento di 16.500 euro tramite lo sponsor di CMC, la cooperativa che sta realizzando la tratta Nesima- Monte  Po della metropolitana, per coprire il costo dei materiali e della manodopera. Il progetto di Marusic è stato scelto da una giuria di esperti tra i sei presentati da importanti artisti di Urban Art. La giuria che ha operato a titolo gratuito - era composta, oltre che da Biagio Bisignani, direttore dell'Urbanistica del Comune, da Santo Buccheri per l'Ordine degli Architetti, dal giornalista Daniele Lo Porto, segretario provinciale dell'Assostampa, da Virgilio Piccari, direttore dell'Accademia di Belle Arti e da Filippo Fabio Solarino, curatore di "Tutto il Catania minuto per minuto". Ecco i 50 volti della storia del Calcio Catania che si staglieranno sui muri dello stadio: "Il nostro merito - ha detto il sindaco Bianco -, in questo caso anche di Salvo Di Salvo e Valentina Scialfa, è quello di avere prestato attenzione e avere capito che si trattava di una bella idea e ci siamo messi al lavoro per realizzarla. In questa iniziativa, unica nel suo genere in Italia, c'è un grande valore sportivo ma non è il solo. C'è anche un importante valore civile che dimostra l'amore nei confronti di questa città". "Catania ancora una volta dimostra di essere all'avanguardia ha dichiarato il questore Gualtieri - perché ha compreso che lo stadio deve essere un luogo di cultura e di valori. Il disagio, la violenza e l'insicurezza ci sono dove l'ambiente è degradato. Dobbiamo mettercela tutta, insieme, per creare il clima giusto affinché ci sia un clima sereno e lo stadio sia frequentato dalle famiglie d ai bambini". "I lavori del murale cominceranno tra dieci giorni - ha annunciato l'assessore Di Salvo - ma non finisce qui: come ci è stato proposto andremo avanti in altri parti dello stadio. Grande partecipazione all'insegna del senso della legalità, della civiltà e del recupero del luogo più importante dove si celebra lo sport che deve essere momento aggregazione e divertimento". "Iniziativa di grandissima importanza - ha affermato Valentina Scialfa - perché lo sport deve riuscire a diffondere la giusta cultura ai giovani e alla famiglie. Attraverso le migliori tradizioni dello sport possiamo fare diventare lo stadio un luogo magico dove ritrovarsi la domenica per fare festa tutti insieme".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 nov 2016

Urban Art Stadio Angelo Massimino: pubblicato il bando per i murales

di Mobilita Catania

È stato pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Catania il bando per la selezione degli artisti che dovranno realizzare murales sulle pareti perimetrali  dello stadio dedicato ad Angelo Massimino prospicienti la via Cifali e corrispondenti alla Curva Sud e alla Tribuna B. «Saranno ritratte - ha spiegato l'assessore al Decoro Urbano Salvo Di Salvo - cinquanta personalità della storia del Catania calcio e alla selezione possono partecipare singoli, coppie o gruppi di artisti, di età compresa tra 25 e 40 anni che, nell'ambito di Writing, Street Art  e Urban Art , abbiano già realizzato murales di grandi dimensioni». Già alla fine di giugno del 2016 era stato approntato il bando sia per selezionare lo sponsor che per finanziare l'intervento, che fa parte del programma CataniAgorà, un piano di interventi varato dalla Giunta Bianco di concerto con associazioni giovanili, comitati civici e di quartiere, gruppi di esperti, associazioni di volontariato e della cooperazione sociale, per avviare azioni di rigenerazione e riqualificazione per combattere il degrado. La riqualificazione  era stata decisa il 17 maggio del 2016 dalla Giunta comunale che aveva fatto propria l'iniziativa promossa da 'Tutto il Catania minuto per minuto', da 'Quelli del '46-Radio Lab' e dal 'Comitato Géza Kertész'. Queste organizzazioni proponevano di realizzare sul Massimino grandi murales raffiguranti cinquanta figure di spicco della società rossazzurra scelte attraverso un sondaggio". L'intervento non avrebbe previsto alcun costo per il Comune di Catania  perché  sarebbe stato finanziato da uno sponsor. L'opera selezionata sarà finanziata con 16.500 euro per coprire il costo dei materiali e della manodopera. Chi volesse partecipare alla selezione dovrà inviare entro le 12 del 10 dicembre 2016 la documentazione alla Direzione Urbanistica e Gestione del Territorio - Decoro Urbano - Comune di Catania , esclusivamente via Pec ([email protected]), con la dicitura "Partecipazione bando di selezione interventi Urban Art Stadio Angelo Massimino". Subito dopo sarà nominata una giuria di esperti e rappresentanti del Comune che, a titolo gratuito, selezioneranno l'opera da realizzare tra quelle presentate dai candidati. Informazioni e chiarimenti sul bando di selezione e sulla documentazione potranno essere richiesti alla Direzione Urbanistica e Gestione del Territorio-Decoro Urbano - Catania, negli orari di apertura degli uffici comunali (martedì ore 9.00-13.00; giovedì ore 9.00-13.00), chiamando ai numeri 095/7422014 e 095/7422017. Ti potrebbe interessare: Un murale per lo stadio: VOTA IL SONDAGGIO

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti