Segnalazione
03 apr 2019

Villa Bellini deturpata dalla plastica durante la manifestazione culinaria

di Mobilita Catania

In un contesto come quello odierno in cui la riduzione dei rifiuti e la conversione dei materiali inquinanti sono una necessità urlata a gran voce, Legambiente Catania si dice esterrefatta per il modo in cui è stata gestita la manifestazione Cibo Nostrum all'interno della Villa Bellini, unico polmone verde della città che raccoglie in se gran parte della storia di Catania. "Mentre il mondo urla la necessità di un immediato cambio di rotta contro i cambiamenti climatici inneggiando le gesta della piccola Greta Thunberg, il Sindaco Pogliese consegna "in pasto" il baluardo della nostra città, il luogo più storico della civis catanese" attacca Gianluca Proto Responsabile Energia&Rifiuti di Legambiente Catania. "Mentre il nostro impegno ci vedeva concentrati sull'iniziativa Plastic Free in occasione del PopUpMarket a Villa Pacini, per sensibilizzare la popolazione al non utilizzo della plastica, dall'altra parte della città si consumava uno scempio inaudito: rifiuti di ogni genere deturpavano la Villa Bellini arrecando un danno ambientale, oltre che di immagine. Soprattutto in un momento storico in cui la Sicilia riscuote il primato nazionale con più Comuni che hanno adottato ordinanze Plastic-Free, Catania resta ancora una volta fanalino di coda in tema di gestione dei rifiuti".  

Leggi tutto    Commenti 3    Proposte 0
Articolo
21 mar 2019

Rifiuti: da sabato nuovi orari e modalità di conferimento 

di Mobilita Catania

Entrerà in vigore sabato 23 marzo l'ordinanza emessa dal sindaco Salvo Pogliese per avviare un giro di vite sulle modalità di conferimento dei rifiuti.  Nella zona della città in cui viene effettuata la raccolta differenziata porta a porta, estesa anche alle zone del villaggio Dusmet, via Callipari e viale Lainò n. 3, 5 e 6, il conferimento dei rifiuti può avvenire dalle ore 20,00 alle 22,30. Le utenze domestiche e non domestiche non servite dal servizio “porta a porta”, invece, sono obbligate a conferire i rifiuti differenziati e indifferenziati all’interno dei rispettivi cassonetti stradali esclusivamente dalle ore 18 alle ore 23 di ogni giorno, escluso il sabato e i prefestivi. È obbligatorio rispettare la destinazione d'uso dei cassonetti indicata dal loro colore per cui si dovrà conferire.  Nell'area della Zona Industriale vengono regolamentate particolari modalità attuative. Specifiche norme nell’ordinanza sono inoltre riservate alle grandi utenze delle imprese industriali e commerciali, ai grandi condomini e alle aree mercatali fisse o settimanali e per gli stabilimenti balneari di viale Kennedy. Ogni violazione delle disposizioni dell’ordinanza commessa da residenti nel comune di Catania comporta l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da € 50,00 a € 500,00.Il conferimento di rifiuti da parte di soggetti non residenti nel Comune di Catania, salvo che il fatto non costituisca reato, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da €100,00 a € 500,00. Salva e impregiudicata l’applicazione di sanzioni penali, le violazioni che integrino le condotte di abbandono e deposito incontrollato di rifiuti sul suolo e nel sottosuolo, saranno punite, con la sanzione amministrativa pecuniaria da € 300,00 a € 3.000,00, tenuto conto della gravità della violazione. Se l’abbandono riguarda rifiuti pericolosi, la sanzione amministrativa è aumentata fino al doppio.    Il presupposto del provvedimento del primo cittadino è quello di promuovere ogni iniziativa volta ad incrementare il recupero dei materiali riciclabili, attraverso l’innalzamento del livello della raccolta differenziata, al fine di raggiungere gli obiettivi e le percentuali di raccolta fissati dalla legge, che permetterebbe una riduzione della quantità dei rifiuti indifferenziati da smaltire in discarica e conseguente salvaguardia dell’ambiente e del diritto alla salute pubblica, oltre alla potenziale diminuzione della tariffa Tari. Obiettivo della stessa ordinanza, altresì, è implementare i controlli da parte delle Autorità competenti, sia d’iniziativa che su segnalazioni provenienti dal Gestore del Servizio e/o dagli utenti, per far rispettare le norme sul divieto di abbandono, del deposito incontrollato dei rifiuti in aree pubbliche e private, al fine di  facilitare l’azione dell’Amministrazione Comunale tesa all’ottimizzazione del servizio di gestione rifiuti in termini di efficienza, efficacia ed economicità. A questo proposito l’ordinanza inserisce nell’area del porta a porta le zone del villaggio Dusmet, anche via Callipari e viale Lainò n. 3, 5 e 6. Nello stesso documento si annuncia che il sistema di raccolta dei rifiuti "porta a porta" verrà esteso progressivamente a molte altre aree della città, azione di ampliamento di cui sarà data tempestiva comunicazione pubblica alla cittadinanza. 

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 feb 2019

Rifiuti, ordinanza del sindaco per regolamentare orari e modalità

di Mobilita Catania

Il sindaco Salvo Pogliese ha emanato un’ordinanza per avviare un giro di vite sulle modalità di conferimento dei rifiuti, sia nella zona della città in cui viene effettuata la raccolta differenziata porta a porta e sia in quella dove invece ancora avviene con il sistema dei cassonetti di prossimità. Il presupposto del provvedimento del primo cittadino è quello di promuovere ogni iniziativa volta ad incrementare il recupero dei materiali riciclabili, attraverso l’innalzamento del livello della raccolta differenziata, al fine di raggiungere gli obiettivi e le percentuali di raccolta fissati dalla legge, che permetterebbe una riduzione della quantità dei rifiuti indifferenziati da smaltire in discarica e conseguente salvaguardia dell’ambiente e del diritto alla salute pubblica, oltre alla potenziale diminuzione della tariffa Tari. Obiettivo della stessa ordinanza, altresì, è implementare i controlli da parte delle Autorità competenti, sia d’iniziativa che su segnalazioni provenienti dal Gestore del Servizio e/o dagli utenti, per far rispettare le norme sul divieto di abbandono, del deposito incontrollato dei rifiuti in aree pubbliche e private, per poter facilitare l’azione dell’Amministrazione Comunale tesa all’ottimizzazione del servizio di gestione rifiuti in termini di efficienza, efficacia ed economicità. A questo proposito l’ordinanza del sindaco Pogliese, redatta sulla scorta di un’analisi dei tecnici dell’assessorato all’ecologia retto da Fabio Cantarella, inserisce nell’area del porta a porta le zone del villaggio Dusmet, anche via Callipari e viale Lainò n. 3, 5 e 6. Nello stesso documento si annuncia che il sistema di raccolta dei rifiuti "porta a porta" verrà esteso progressivamente a molte altre aree della città, azione di ampliamento di cui sarà data tempestiva comunicazione pubblica alla cittadinanza. Nella zona del porta a porta il conferimento dei rifiuti secondo le modalità stabilite nell'ordinanza può avvenire dalle ore 20,00 alle 22,30. Nel resto della città dove vige ancora il sistema della differenziata di prossimità si può conferire nei cassonetti di diverso colore secondo la tipologia del rifiuto, tutti i giorni ad esclusione delle domeniche e dei giorni festivi, invece, solamente dalle ore 18,00 alle 23,00. Nell'area della Zona Industriale dove vige un sistema di raccolta dei RSU misto, parte con raccolta di prossimità tramite postazioni di cassonetti stradali, parte tramite sistema di raccolta "Porta a Porta" dedicato alle realtà industriali, artigianali, commerciali, aventi sede in tale zona, nell’ordinanza vengono regolamentate particolari modalità attuative. Specifiche norme nell'ordinanza sono inoltre riservate alle grandi utenze delle imprese industriali e commerciali, ai grandi condomini e alle aree mercatali fisse o settimanali e per gli stabilimenti balneari di viale Kennedy. Ogni violazione delle disposizioni dell’ordinanza commessa da residenti nel comune di Catania comporta l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da € 50,00 a € 500,00, salvo diversa sanzione prevista da specifiche disposizioni legislative regolanti la materia. Il conferimento di rifiuti da parte di soggetti non residenti nel Comune di Catania, salvo che il fatto non costituisca reato, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da €100,00 a € 500,00. Salva e impregiudicata l’applicazione di sanzioni penali, le violazioni che integrino le condotte di abbandono e deposito incontrollato di rifiuti sul suolo e nel sottosuolo, saranno punite, con la sanzione amministrativa pecuniaria da € 300,00 a € 3.000,00, tenuto conto della gravità della violazione. Se l’abbandono riguarda rifiuti pericolosi, la sanzione amministrativa è aumentata fino al doppio. Sarà obbligo ulteriore procedere alla rimozione, all’avvio al recupero o allo smaltimento dei rifiuti ed al ripristino dello stato dei luoghi; in caso di inottemperanza si procederà all’esecuzione dell’intervento in danno dei soggetti obbligati e al recupero delle somme anticipate.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 gen 2019

Isole ecologiche mobili a Librino e al centro storico di Catania

di Mobilita Catania

Isole ecologiche mobili a Catania per implementare il servizio della raccolta differenziata. È questa l’iniziativa messa in campo da Dusty e condivisa con l’Amministrazione Comunale, in fase di sperimentazione, mai avviata in precedenza a Catania. Nel mese di gennaio sarà operativa nel quartiere di Librino, il più vasto e popolato della città, e successivamente sarà estesa anche a parte del centro storico.   Una soluzione pensata da Dusty, che sarà da stimolo per gli utenti e che contribuirà a far aumentare la percentuale della differenziata: un progetto “pilota” avviato, appunto, col duplice scopo di sensibilizzare e informare ulteriormente i catanesi sulla corretta differenziata e, al contempo, venire incontro alle difficoltà degli utenti che si trovano logisticamente lontano dai due Centri di Raccolta Comunali (CCR), siti nei quartieri di Picanello e di San Giovanni Galermo. L’isola ecologica mobile seguirà una specifica programmazione di postazione e orari, e seguendo il progetto di educazione ambientale avviato nei mesi scorsi da Dusty di concerto con l’assessorato comunale alla Pubblica Istruzione (“Dusty Educational”) che ha coinvolto molte scuole comunali e che si è concluso prima della pausa natalizia, gli “stazionamenti” saranno sempre in prossimità di alcuni plessi scolastici. Una scelta non casuale e volta, anzi, all’obiettivo di far capire alle nuove generazioni l’importanza della raccolta differenziata: come farla, le conseguenze ambientali, i costi affrontati dalla collettività. Potranno essere portati all’isola ecologica mobile carta e cartone, plastica, vetro e piccoli RAEE (ovvero i rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche) in queste modalità: Fino al 10/01/2019 dalle 7:30 alle 14:30 l’isola sarà collocata di fronte l’Istituto Comprensivo Statale “Vitaliano Brancati” (Viale Biagio Pecorino); dal 14/01/2019 al 16/01/2019 (stessi orari 7:30/14:30) di fronte l’Istituto Comprensivo Statale “Campanella Sturzo” (Viale Bummacaro). Il progetto, esteso anche ad altri quartieri di Catania, prevederà l’isola ecologica mobile in Piazza Dante, di fronte la Chiesa di San Nicolò l’Arena dal 21/01/2019 al 23/01/2019 (dalle 7:30 alle 14:30) e in Piazza Federico di Svevia antistante il Castello Ursino dal 28/01/2019 al 30/01/2019 (stesso orario delle precedenti postazioni dalle 7:30 alle 14:30). Un tipo di servizio finora mai avviato a Catania, che sottolinea l’impegno di Dusty e la volontà di riportare il decoro e la bellezza nella città dell’Elefante.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 ott 2018

Catania città “insostenibile”: ultima in classifica nel rapporto Ecosistema Urbano di Legambiente

di Mobilita Catania

La fotografia scattata da Ecosistema Urbano, l’annuale rapporto di Legambiente presentato oggi a Milano è impietosa per la città di Catania: ultimo posto tra i 104 capoluoghi di provincia italiani. «Siamo all’anno zero su tutti i fronti - commenta l'avvocato Viola Sorbello, presidente del circolo di Catania di Legambiente- tutti gli indicatori presi in esame dal rapporto certificano il fallimento delle politiche ambientali urbane portati avanti nella nostra città. In questi anni di attivismo abbiamo costantemente indicato alle Amministrazioni le politiche da adottare per migliorare l’ambiente urbano, ma il più delle volte i nostri appelli sono rimasti inascoltati. Sulla mobilità, tema che ha il peso più rilevante nel rapporto, si fatica ad implementare politiche efficaci di riduzione della dipendenza dall’uso dell’auto: l’ampliamento delle zone a traffico limitato e delle isole pedonali, contestualmente al miglioramento delle infrastrutture ciclabili come strategie di mobilità sostenibile, attendono da anni la messa in opera a causa dell’evidente mancanza di volontà politica e dell’inefficienza della macchina amministrativa. Sul tema del verde urbano si attende da mesi l’approvazione del Regolamento del verde: il nostro circolo ha dato un apporto per la definizione delle linee guida, ma ad oggi questo strumento fondamentale per una corretta gestione del verde rimane chiuso nei cassetti degli uffici comunali. Per quanto concerne il consumo di suolo, l’abusivismo nel Parco dell'Etna, patrimonio dell' Umanità Unesco, e all’interno dell’Oasi del Simeto, sono un esempio lampante di immobilismo amministrativo. Le demolizioni sono in numero irrisorio. Risultati impietosi anche per la dispersione di acqua nella rete e per il livello di depurazione. Il paradigma della situazione disastrosa dell’ambiente urbano di Catania è la gestione dei rifiuti: mentre a livello nazionale la media di differenziata supera il 50%, la nostra città non arriva neanche al 10%. Questo quadro desolante, certificato dall’annuale rapporto di Legambiente, ci stimola a lavorare ancor più attivamente, ma l’attore determinante per invertire la rotta dovrà essere l’Amministrazione Comunale. Soprattutto in questi mesi in cui il rischio di default finanziario aleggia sul nostro Comune -commenta in conclusione la presidente- occorre investire proprio sull’ambiente urbano: molti dei costi a cui deve far fronte il Comune potrebbero essere notevolmente ridotti se ci fosse una corretta gestione di tutti gli aspetti dell’ecosistema ambientale della città.»

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 ott 2018

Rifiuti, decine di multe ai cittadini che conferiscono in modo errato

di Mobilita Catania

Il nucleo di polizia Ambientale all’opera, in diversi quartieri della città, per scoraggiare chi non rispetta le regole del deposito della spazzatura.    Sono iniziati già da qualche giorno, e proseguiranno nelle prossime settimane, i controlli  effettuati dal nucleo Ambientale della Polizia Municipale per scoraggiare il malcostume di chi, proveniente da un altro Comune dell’hinterland, lascia il proprio sacchetto di rifiuti a Catania e chi, invece, non rispetta orari e calendario della differenziata. Le pattuglie stanno seguendo un piano di controlli che riguarderà l’intero perimetro della città. Sono state già elevate alcune decine di verbali sia a residenti e non nei pressi delle vie Palazzotto, Teseo, Lainò, Ruggero Albanese e Nicolodi. I controlli  proseguiranno con l’intento di “invertire” abitudini sbagliate e incentivare una corretta raccolta differenziata che porta al beneficio collettivo di  abbassamento dei  costi del servizio raccolta e conferimento.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 set 2018

Rifiuti, da lunedì tolleranza zero per chi conferisce in modo scorretto

di Mobilita Catania

Importanti novità nell'area interessata al sistema di raccolta differenziata porta a porta, ora gestito dalla Dusty e non più dagli operatori comunali. Dalla prossima settimana, per la precisione da lunedì, dopo i primi giorni di prova e di “rodaggio” del nuovo servizio, gli operatori del gestore lasceranno sul posto i rifiuti che non sono stati correttamente conferiti: una maniera per evidenziare a chi ha sbagliato che può far meglio, esattamente come gli altri. Ricordiamo che i punti comunali di raccolta dei rifiuti, per chi vuole conferire direttamente presso le isole ecologiche e ottenere così sgravi sulle imposte, al momento sono solamente due: in viale Tirreno, zona San Giovanni Galermo, e in via Maria Gianni nel quartiere di Picanello. Questi gli orari di conferimento: dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle 12.30 e dalle ore 14 alle 19, domenica dalle ore 9 alle 12.30. Per informazioni, segnalazioni, consigli, reclami e ritiri gratuiti di rifiuti ingombranti e di apparecchiature elettriche ed elettroniche, nonché suggerimenti sul servizio stesso, sono attivi due numeri verdi: 800 9131155, gratuito da rete fissa in Italia, e 095 6141491 per i cellulari o telefonate provenienti dall’estero. Potrà inoltre essere consultato il sito internet del gestore: www.catania.dusty.it o scaricare l’app Dusty nel proprio smartphone. È anche attivo per eventuali segnalazioni un numero WhatsApp: 3512152778. Si rammenta, inoltre, che il servizio di raccolta porta a porta sarà attivo per tutti e sette i giorni della settimana con il seguente calendario: lunedì indifferenziato, martedì organico, mercoledì carta, cartone e cartoncino, giovedì organico, venerdì plastica e metalli, sabato organico, domenica vetro. Pannolini e pannoloni devono essere esposti in sacchetti separati e posti accanto il rifiuto differenziato della giornata. Le ore di conferimento sono fissate dalle ore 20 alle 22.30 del giorno precedente a quello della raccolta.

Leggi tutto    Commenti 0