Articolo
11 ago 2018

Rifiuti, a settembre si cambia: la gara ponte affidata alla Dusty per l’intera città di Catania

di Mobilita Catania

L’impresa di servizi ambientali Dusty s.r.l. ha avuto formalmente affidati i servizi di raccolta e smaltimento dei rifiuti dell’intero territorio della città di Catania. L’esito della procedura della cosiddetta “gara ponte”, per gestire il servizio per 130 giorni, prorogabili, a cui ha partecipato una sola ditta, è consistito nella verifica della documentazione richiesta all’impresa esecutrice del servizio per un ammontare di 18 milioni e 300 mila euro, iva compresa, e nella contestuale stesura da parte del Comune di una determina di assegnazione dell’incarico. La Dusty s.r.l. entro venti giorni dovrà fare partire le attività nel territorio comunale e dunque dal primo settembre saranno i mezzi della nuova impresa appaltatrice a eseguire la raccolta. Non esisterà più, invece, l’area a gestione diretta comunale, dove si registrano le maggiori criticità, tuttavia in quella zona rimarrà in vigore il sistema di raccolta porta a porta, pari al 25% del territorio, poiché sarà la stessa Dusty a gestire il piano integralmente. “Consideriamo questo affidamento -ha spiegato il sindaco Salvo Pogliese- un vero e proprio cambio di rotta rispetto alle gravi inefficienze trovate al nostro insediamento e che hanno provocato le legittime proteste dei cittadini. Dal primo settembre -ha continuato il primo cittadino- si potrà finalmente voltare pagina aumentando i livelli di raccolta differenziata e avere un servizio degno di una città civile, obiettivo che ci impegniamo a raggiungere. È fondamentale che i cittadini siano partecipi di questo cambiamento, rispettando le regole del conferimento e degli orari, con un nuovo piano informativo che scatterà nei prossimi giorni. In questo breve lasso di tempo che ci separa dal nuovo servizio, l’assessore Fabio Cantarella e i suoi collaboratori che ringrazio per l’incessante lavoro, cercheranno di ridurre al minimo i disservizi ai cittadini”. Soddisfatto anche l’assessore Fabio Cantarella che ha la delega all’ecologia e ai rifiuti: ”Dal primo settembre parte una nuova scommessa nel segno dell’efficienza nella raccolta dei rifiuti. Ogni giorno cerchiamo di tamponare le falle di un sistema che non regge più, soprattutto in quel 25 % a gestione diretta comunale, cioè la terza municipalità e parte del centro storico: tra una ventina di giorni contiamo di vedere miglioramenti evidenti anche con la collaborazione dei cittadini”. Intanto, d’intesa con il sindaco e l’assessore al ramo, gli uffici comunali dell’ecologia stanno rielaborando il bando di gara settennale in collaborazione con l’Anac, per armonizzarlo alle recenti direttive della Regione circa le modalità di affidamento e gestione dei servizi di raccolta e smaltimento dei rifiuti finalizzati ad aumentare i livelli di raccolta differenziata.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 gen 2018

Rifiuti Catania, pubblicato il bando da 346 milioni di euro: le precedenti gare andate deserte

di Mobilita Catania

È stato pubblicato oggi sul sito istituzionale del Comune di Catania il bando per il servizio di spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti differenziati e indifferenziati del Comune di Catania. L'importo del servizio, per i sette anni previsti, è di 346 milioni di euro. Le domande potranno essere presentate entro il prossimo 14 febbraio. I precedenti bandi di gara, del gennaio dello scorso anno e del settembre 2017, erano andati deserti. «Il bando - ha ricordato il sindaco di Catania, Enzo Bianco - messo a punto seguendo i protocolli di Vigilanza Collaborativa con l'Anac, è stato concepito per far sì che il servizio di raccolta dei rifiuti nella nostra città possa fare finalmente un decisivo salto di qualità». «Auspichiamo - ha aggiunto l'assessore all'Ecologia e alla Legalità Rosario D'Agata - che vi sia una partecipazione di ditte interessate in possesso dei requisiti da noi richiesti per far sì che il servizio si innalzi a poco a poco fino al livello di quello delle maggiori città europee».

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 nov 2016

Raccolta differenziata: lunedi altro step | INFO E DETTAGLI

di Roberto Lentini

Parte il sesto step della raccolta differenziata porta a porta in città avviata dall’amministrazione Bianco con il supporto del Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi); da sabato 19 sera saranno eliminati nell’area interessata i cassonetti per la raccolta differenziata, mentre il 21 mattina anche quelli per l’indifferenziata. Queste le vie interessate nel sesto step: via Giuseppe Simili, via Alberto Mario (da viale Libertà a via Carnazza), via Quintino Sella (da viale Libertà a via Simili), via Asilo Sant’Agata (da viale Liberà a via Carnazza), via Andrea Costa (fino a via Finocchiaro Aprile), via Gabriello Carnazza (fino a via Finocchiaro Aprile), via Conte Ruggero, via Enrico Pantano, via Francesco Crispi (fino a via Finocchiaro Aprile), via Federico De Roberto, via Monsignor Ventimiglia (fino a via Finocchiaro Aprile), via Giaconia, via Aloi, via Pietro Toselli,via Guglielmo Oberdan, via Camillo Finocchiaro Aprile, via Grotte Bianche (fino a via Umberto), via Fiamingo, via Umberto (da piazza Ettore Majorana ex piazza Vittorio Emanuele III a piazza Principessa Jolanda), via Musumeci (fino a piazza Ettore Majorana ex piazza Vittorio Emanuele III), vicolo Carcara, via Caserma Carabinieri, piazza Principessa Jolanda, piazza Ettore Majorana ex piazza Vittorio Emanuele III, viale Libertà (da corso Italia a via Gorizia). Per il conferimento dei rifiuti bisogna utilizzare l'apposito kit di contenitori che è stato consegnato dal servizio di nettezza Uubana del Comune agli utenti delle zone interessate dal servizio di raccolta porta a porta. Le utenze che non hanno ricevuto il kit – perché assenti al momento della distribuzione- possono ritirarli presso gli uffici della N.U. in via Etnea n. 603, dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e dalle ore 15,00 alle ore 18,00. Ecco alcuni consigli per effettuare una corretta differenziata: Il cartone per le bevande, più comunemente conosciuto come tetrapak, come ad esempio il contenitore del latte, va conferito nella carta; In caso di furto dei kit, è necessario effettuare denuncia alle autorità preposte e quindi recarsi presso gli uffici del Comune per richiedere nuovo kit; Una volta terminati i sacchi forniti dal Comune, è possibile utilizzare quelli biodegradabili dei supermercati per l’organico, trasparenti per la plastica e neri per l’indifferenziato; Gli indumenti usati vanno conferiti nell’isola ecologica o nell’indifferenziato; Nella frazione organica vanno: avanzi di cucina cotti e crudi, scarti di frutta e verdura, residui di pane, gusci d’uova e ossa, fondi di caffè e filtri di tè, segatura, trucioli, fazzoletti di carta unti, cenere, avanzi di carne, pesce, salumi e formaggio. Nella carta e cartone: sacchetti di carta, scatole ed imballaggi di cartone e cartoncino, carta da pacchi pulita, cartone per bevanda  e prodotti alimentari, giornali, riviste, quaderni. Nella raccolta del vetro vanno solo: bottiglie, vasetti ed imballi in vetro. Non vanno messi lampadine e specchi che vanno conferiti a parte. Plastica e  metalli sono raccolti insieme nella differenziata porta a porta ed includono: lattine di bibite, lattine di conserve, scatolette del tonno, scatolette del cibo per animali, tappi metallici. Bottiglie e flaconi in plastica, buste e vaschette, pellicole in plastica, bombolette spray vuote, tubetti, fogli sottili e vaschette in alluminio, barattoli, contenitori metallici, chiusure e coperchi, latte per olio. Nell’indifferenziato vanno le posate di plastica, i pannolini, le musicassette e VHS, cocci di ceramica, porcellana, lastre di vetro, cristalli d’auto, carta carbone, terracotta, oggetti in cristallo.“ Vi ricordiamo che il conferimento dei rifiuti urbani per le utenze familiari, fabbricati in genere, compresi i terranei non adibiti a negozi va effettuato esclusivamente e tassativamente dalle ore 20,00 alle ore 22,30 secondo il calendario che troverete in questo link. Per ogni ulteriore informazione gli interessati possono rivolgersi al Comune di Catania tramite il numero verde 800 59 44 44, scrivere sulla pagina Facebook di “Catania Rinasce” o consultare la sezione apposita del Comune.  

Leggi tutto    Commenti 0