Articolo
21 apr 2017

Autostrade siciliane: 25 aprile e 1 maggio, piano di assistenza approntato dal Cas

di Mobilita Catania

In occasione dei “ponti di primavera” del 25 aprile e dell’1 maggio il Consorzio ha approntato un piano di assistenza agli utenti che percorrono la Messina-Palermo, la Messina-Catania e la Cassibile-Rosolini (Siracusa-Gela) dove si stanno svolgendo numerosi lavori. In tali “ponti” i cantieri sono stati sospesi o provvisoriamente rimossi per rendere più scorrevole la viabilità e, dove si è potuto, sono stati spostati sia i restringimenti che le deviazioni necessari per alcune tipologie di interventi in corso d’opera. Nella Messina-Palermo si evidenziano: le criticità viarie del viadotto Ritiro, con possibili lunghi incolonnamenti in determinate ore della giornata ed in entrambe le direzioni di marcia. In questo caso per rendere più scorrevole la viabilità, si rivolge invito agli utenti di Messina diretti verso PA di accedere in autostrada utilizzando lo svincolo di Giostra che bypassa il tratto autostradale del Ritiro. i doppi sensi di circolazione in corrispondenza delle Gallerie di Patti e di Capo d’Orlando sottoposte ad interventi di messa in sicurezza. L’assestamento del nastro in zona svincolo Castelbuono-Cefalù. Nella Messina-Catania si rileva: il doppio senso di circolazione in corrispondenza della frana di Letojanni (procedure progettuali in corso di svolgimento) e della Galleria S. Alessio (sottoposta ad interventi di messa in sicurezza). Nella Cassibile-Rosolini si sottolinea: il doppio senso di circolazione in direzione Rosolini a seguito della ripavimentazione della tratta in esercizio (in corso di esecuzione il 2^ step in vicinanza svincolo Noto - direzione Siracusa). Per fare fronte al consueto aumento di traffico nei due “ponti” sono state pure potenziate le attività di esazione nei caselli per un più celere disbrigo del pagamento del pedaggio anche se non si escludono, in alcune ore, moderate attese. Infine sono state rafforzate le squadre di assistenza agli utenti lungo tutte le tratte nelle quali opereranno un maggiore numero di pattuglie della Polstrada rispetto all’esercizio ordinario. In attività h24 il Centro Radio del Consorzio cui gli utenti potranno rivolgersi per qualsiasi evenienza telefonando a 090.3711277 – 090.364373.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 feb 2017

Autostrada Catania-Messina, al via i primi interventi: entro maggio l’A18 sarà messa in sicurezza

di Amedeo Paladino

Sono in corso di esecuzione i lavori per l'eliminazione dei punti ammalorati della pavimentazione autostradale, in entrambe le direzioni di marcia, della Messina-Catania e quelli da Messina (Tremestieri) a Barcellona (A20). Si tratta di interventi finalizzati ad un primo ripristino delle condizioni di viabilità cui ne seguiranno altri, anche di maggiore rilevanza, volti a rimettere in sesto la pavimentazione. La conclusione è programmata entro il prossimo 25 febbraio 2017. La manutenzione sarà eseguita in presenza di traffico chiudendo alternativamente le corsie di emergenza, marcia o sorpasso: in prossimità dei cantieri, che opereranno in contemporanea sulle due autostrade per accelerare gli interventi, il limite di velocità non potrà superare i 60 km/h. Nei tratti interessati dai lavori sarà in viglore il divieto di sorpasso: lavori e deviazioni saranno segnalati da apposita cartellonistica. In questi giorni i primi disagi si stanno verificando nei pressi dello svincolo di Acireale dove sono in corso i lavori di rifacimento della segnaletica orizzontale, come noi di Mobilita Catania abbiamo segnalato attraverso il nostro canale Telegram. Il costo degli interventi è a carico del Consorzio Autostrade Siciliane, le ditte incaricate sono la S.I.CO.BIT srl di Savoca, Costruzioni Generali Infrastrutture srl di Catania e Costruzioni Bruno Teodoro spa di S.Agata Militello. Dopo questa prima fase seguiranno altri interventi più corposi: l'ingegnere del Cas Giulio Mungiovino intervistato da MeridioNews afferma che grazie ai finanziamenti per il G7 e ad altri fondi del Consorzio si rifarà l'asfalto nel tratto San Gregorio-Taormina, si interverrà nelle gallerie Giardini, Taormina e S.Antonio che verranno ripulite e dotate di un nuovo impianto elettrico, lavori di manutenzione anche per gli spazi verdi a ridosso delle carreggiate, per la segnaletica verticale e orizzontale oltre che la sostituzione delle barriere incidentate.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 gen 2017

Consorzio Autostrade Siciliane allertato in previsione della neve

di Mobilita Catania

Gli uffici Tecnici del Consorzio Autostrada Siciliane - in considerazione delle allertate avverse condizioni meteorologiche diffuse anche dalla Protezione Civile Regionale in cui si prevedono (con diversa codificazione) forti venti, un calo di temperatura con possibili nevicate anche a quote basse – hanno predisposto un apposito Piano di Emergenza da attuare per la messa in sicurezza degli utenti, a seconda degli eventi ed ai primi segnali di criticità nella viabilità delle autostrade Messina-Palermo, Messina-Catania e Siracusa-Gela. Il Piano è stato predisposto prevedendo adeguati interventi ed attrezzature, utilizzando pure eventuali contromisure tecniche, gestionali ed organizzative in cooperazione tra tutti i soggetti preposti alle operazioni di emergenza (Polizia Stradale, Vigili del Fuoco, forze dell’Ordine, CRI e mezzi di soccorso sanitario, ecc). Per tutte le eventualità – in caso di neve, ghiaccio, freddo, venti, ecc - sono già state allertate squadre di personale autostradale preposte al pronto intervento ed un numero diversificato di mezzi speciali pronti all’azione (ditte esterne incaricate). La cabina di regia - posta al Centro Radio del Consorzio e coordinata dal Responsabile della Sicurezza, Assistenza al Traffico ed ai Servizi di Sorveglianza Geom. Giulio Mungiovino in stretta collaborazione con le Direzioni dell’Ente – sarà attiva nelle 24h in modo da orientare la tipologia degli interventi sulla base degli eventi, delle segnalazioni delle squadre operative, delle richieste degli utenti, oltre che delle comunicazioni degli altri soggetti istituzionalmente operanti nel territorio. Tra le attività operative anche le attività di sgombero neve, trattamenti antigelo e spargimento sale nelle carreggiate, negli svincoli, nelle aree di servizio e sosta curati al fine di garantire il ripristino della percorribilità ed il mantenimento delle condizioni di viabilità protetta. A secondo del codice meteorologico il CAS adotterà i provvedimenti del caso e comunque, fin d’adesso rivolge pressante invito agli utenti di percorrere le autostrade solo per evidenti necessità, di portare a bordo del veicolo le catene da neve, le bevande in caso di trasporto bambini ed in tutti i casi circolare a velocità ridotta. Il Piano di Emergenza rimarrà in vigore per tre mesi salvo posporre la scadenza.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 nov 2016

Siracusa-Gela, riprendono i lavori tra Avola, Noto e Rosolini

di Roberto Lentini

Riprendono dopo cinque mesi i lavori di riqualificazione sull’autostrada Siracusa-Gela nelle zone Avola, Noto e Rosolini che erano stati interrotti in attesa di una consulenza tecnica riguardante la pavimentazione. Gli interventi , annunciati dal Consorzio per le autostrade siciliane,  riguarderanno il rifacimento del tappetino usurato e della segnaletica orizzontale e verticale negli ex lotti Avola, Noto e Rosolini e si prevede di terminarli a marzo 2017. Il tratto in questione verrà chiuso al traffico per circa cinque chilometri nel tratto tra Rosolini-Noto. Le auto potranno circolare con  doppio senso di circolazione nella carreggiata opposta Noto-Rosolini con una velocità massima sarà di 60 chilometri orari.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 lug 2016

Autostrade Siciliane, avviata la campagna contro l’abbandono dei cani: ammende fino a 10 mila euro e arresto fino a un anno

di Mobilita Catania

Anche quest’anno il CAS (Consorzio per le Autostrade Siciliane) ha aderito alla campagna contro l’abbandono dei cani e degli animali domestici negli svincoli, nelle aree di sosta ed in genere lungo le autostrade Messina-Palermo, Messina-Catania e tratto in esercizio della Siracusa-Gela. In tal senso appropriati manifesti sono stati affissi nei piazzali dei caselli e delle aree di servizio in modo da evidenziare l’impegno sociale per il quale, soprattutto in questo periodo, sono mobilitati varie associazioni del settore e numerosi volontari. La campagna di sensibilizzazione è promossa da tempo dall’ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali), in collaborazione con ANAS ed AISCAT (Associazione di categoria delle Concessionarie Autostradali). Il progetto operativo è attuato dalle singole Concessionarie nelle tratte di competenza, unitamente alla Polstrada tenuto conto che la legge ed il Codice della Strada puniscono con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da 1000 a 10.000€ l’abbandono degli animali domestici o chi su di loro esercita cattività. In autostrada sono due le situazioni più ricorrenti: il cane legato ai bordi della carreggiata, talvolta anche con fil di ferro, che attende chi non lo vuole più, e la corsa per un lungo tratto all’inseguimento del proprio ex amico divenuto inspiegabilmente carnefice, fino a quando è travolto dagli automezzi determinando possibili situazioni di pericolo nella circolazione. Per fortuna, da tempo la sensibilità degli utenti autostradali è cresciuta. Un dato che si riscontra, soprattutto, tra i giovani ed i ragazzi in quanto sono proprio loro che, viaggiando con i genitori, segnalano al Centro Radio la presenza di un cane libero o legato. Il presidente del CAS, Rosario Faraci, ha dichiarato a questo proposito: Una campagna di civiltà che bisogna portare avanti, sensibilizzando e coinvolgendo sempre più la comunità. Del resto i risultati si vedono proprio dalla viva partecipazione degli stessi utenti. Da un lato un soccorso di sopravvivenza e dall’altro lato la eliminazione di un possibile pericolo nella circolazione  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 ott 2015

Doppio senso di circolazione per l’A18, la tempistica per ristabilire la normale viabilità

di Amedeo Paladino

Il Consorzio per le Autostrade Siciliane (CAS) concessionario per la gestione dell'A18 Messina-Catania  ha comunicato la riapertura del tratto autostradale interessato dalla frana di ieri notte: E’ stato ripristinato il doppio senso di circolazione nella carreggiata direzione nord lato mare della tratta Roccalumera-Giardini Naxos, pertanto tutti gli automezzi potranno circolare in entrambe le direzioni di marcia. La decisione - portata al tavolo del Comitato per la Viabilità della Prefettura di Messina riunitosi alle ore 9 - è scaturita dal sopralluogo effettuato (oggi tra le ore 6 e le 8) sul posto della frana a cui hanno partecipato il Presidente del Consorzio Dott. Rosario Faraci, il Direttore Generale ing. Salvatore Pirrone ed i tecnici preposti ai lavori ed alle manutenzioni. In tale incontro, considerata la assoluta necessità di garantire la sicurezza del transito all’utente, si è affrontata la modalità di sciogliere il nodo della circolazione che ha reso critica la viabilità della giornata di ieri in numerosi comuni e strade del messinese. Infine, il gruppo ha valutato le ipotesi di intervento per la eliminazione del materiale riversato copiosamente nel tracciato e, contestualmente, ha calcolato le soluzioni più adeguate per il contenimento del costone. Il Presidente dell'Ordine regionale dei geologi, Giuseppe Collura, in un'intervista di Daniele Billitteri al Giornale di Sicilia prova a tracciare la tempistica per ristabilire la normare viabilità dell'A18: " Se la frana si è fermata, basta il tempo per liberare l'autostrada; ma se i controlli stabiliranno è ancora in movimento bisognerà aspettare che si stabilizzi. Poi si cominceranno a studiare le migliori soluzioni di messa in sicurezza e di manutenzione". Il direttore generale del CAS Salvatore Pirrone rassicura: " sono stati appaltati i lavori per il consolidamento, entro un mese sarà riaperta anche l'altra carreggiata".      

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 ott 2015

FRANA A18 CATANIA-MESSINA | Foto e aggiornamenti viabilità alternativa

di Amedeo Paladino

Durante la notte una collina in territorio di Letojanni, tra le contrade di S. Filippo e Fondaco Prete, ha ceduto riversando  sulla carreggiata dell'autostrada Catania-Messina un'imponente quantità di detriti. Il transito è stato interdetto tra Roccalumera e Giardini Naxos: a seguito della chiusura della tratta sono stati istituite le uscite obbligatorie di Roccalumera, per gli utenti provenienti da Messina in direzione Catania, e allo svincolo di Giardini Naxos per quelli provenienti da Catania per Messina. Il Comitato Operativo Viabilità riunitosi in Prefettura ha disposto la deviazione del  traffico sulla statale 185 di Sella Mandrazzi, che collega Barcellona a Giardini Naxos: per i mezzi provenienti da Catania l’ingresso sarà a Giardini Naxos, mentre per i mezzi provenienti da Messina e Palermo l’ingresso previsto è allo svincolo di Barcellona. Il Consorzio per le Autostrade Siciliane (CAS) in un comunicato afferma che il primo scivolamento si era già manifestato lo scorso 2 ottobre con immediati interventi degli uffici tecnici per la messa in sicurezza della viabilità nonché per ogni prima azione utile alla eliminazione del materiale franoso ed al contenimento del costone. Gli operatori del CAS insieme al genio civile e della protezione civile stanno operando nel luogo della frana per verificare i tempi di attuazione degli interventi necessari a ripristinare il collegamento autostradale. I nostri lettori ci segnalano gravi disagi nel collegamento nelle direttrici alternative all'autostrada; i pullman dell'autolinea Sais partiti alle 5 del mattino da Catania in direzione Messina sono stati costretti ha invertire la marcia. Nella foto in alto e in quelle a seguire, le code formatesi sulla S.S.114 all'altezza di Letojanni e Giardini Naxos.

Leggi tutto    Commenti 2

Ultimi commenti