Articolo
22 dic 2016

Ultimi acquisti dei regali, come muoversi in città | AMT, metro e parcheggi scambiatori: i nostri consigli

di Roberto Lentini

Per gli ultimi acquisti di Natale consigliamo di lasciare la macchina nei parcheggi e usufruire di metropolitana e autobus. Gli automobilisti che infatti arrivano dalla parte nord della città e che transitano da viale Mediterraneo e via Vincenzo Giuffrida possono utilizzare il parcheggio di viale Raffello Sanzio e prendere la metropolitana, anche approfittando del suo servizio gratuito sino a sabato 24 dicembre. La prima corsa da Borgo è alle 6:40 e l'ultima da Stesicoro alle 21:15. Fino alle ore 15:00 la frequenza è di un treno ogni 10'; dopo le 15 e fino a termine esercizio la frequenza è di un treno ogni 15'. La stazione più vicina al parcheggio scambiatore "Sanzio" è la stazione Giuffrida che dista solo 4 minuti di strada a piedi dal parcheggio. Presa la metropolitana, in sette minuti si può essere in centro senza lo stress di dover trovare parcheggio. In alternativa alla metropolitana, ecco come avvalersi del servizio autobus dell'Azienda Metropolitana Trasporti: è partita l’iniziativa natalizia che ha come slogan “Noi ci mettiamo i mezzi, voi il cuore. Buone Feste da AMT". Lo scopo principale dell’iniziativa è di promuovere la mobilità sostenibile in città e di divulgare la conoscenza di linee, servizi, parcheggi e le attività dell’Azienda che per l'occasione ha emesso un titolo di viaggio, a serie limitata, con validità giornaliera al costo di 2 euro e che potrà essere utilizzato fino a domenica 8 gennaio 2017. Chi lascia la macchina nel parcheggio "Sanzio"può utilizzare la linea 2-5 dell'AMT che serve tutti i quartieri del commercio catanese, compresi i due mercati storici della città, la "pescheria" e "a fera". Ecco le frequenze del 2-5 Sanzio - Borsellino: Il 2-5 può essere utilizzato anche da chi proviene dalla parte sud della città e lascia la macchina nel parcheggio Borsellino. A chi invece abita nei paesi limitrofi a nord della città (Gravina di Catania, Sant'Agata li Battiati, Mascalucia, Nicolosi), consigliamo di lasciare la macchina al parcheggio "Due Obelischi". Il titolo di viaggio costa 1,50 euro, include la sosta della macchina e permette di usufruire del biglietto BRT andata e ritorno e con validità, nelle altre linee AMT, di 90' minuti. Ecco la frequenza del BRT1 Due Obelischi - Stesicoro: A chi proviene dalla parte sud della città (o da fuori città) e ha intenzione di recarsi in centro, consigliamo di lasciare la macchina al parcheggio Fontanarossa e prendere il Librino Express che conduce alla stazione Centrale, dove è possibile scambiare con la metropolitana. Si ricorda che è possibile utilizzare il biglietto integrato bus+metro valido per 120 minuti. L’augurio per questo Natale è che i catanesi scelgano di muoversi con mezzi sostenibili per la propria città e per... le proprie tasche!   Foto di copertina: Salvo Puccio Ti potrebbero interessare: AMT | Biglietto giornaliero a 2 euro e bus natalizio nelle sei circoscrizioni INFO | Nuovo parcheggio di piazza Borsellino INFO | Parcheggio Fontanarossa al servizio dell’aeroporto e della città: come funziona INFO | Metropolitana: percorso e orari

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 ago 2015

INFO | Metropolitana di Catania: un servizio per accedere a molte informazioni utili

di Amedeo Paladino

Presso le stazioni della Metropolitana di Catania sono stati installati dei cartelloni dai quali si potrà accedere attraverso la lettura del QrCode alla geolocalizzaione del luogo in cui vi trovate, inoltre con appositi links conoscerete le principali attrazioni turistico-commerciali presenti nei dintorni, il servizio vi permetterà anche di conoscere le fermate dell'AMT e delle autolinee FCE più vicine per sapere quale linea prendere dopo essere usciti dalla stazione metro in cui vi trovate.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 ago 2015

Una bretella collegherà il parcheggio scambiatore Fontanarossa all’aeroporto

di Amedeo Paladino

È entrato in funzione sabato 1 agosto il nuovo parcheggio scambiatore Fontanarossa gestito dall'AMT che offrirà un servizio di collegamento tramite navetta con lo scalo etneo, fungendo inoltre da polo di scambio intermodale con la città grazie al Librino Express, all'Alibus e alle circolari 555 e 524. [Qui potrete accedere a tutte le informazioni e i dettagli sul nuovo parcheggio d'interscambio.] Allo stato attuale i bus navetta che faranno la spola tra il parcheggio e lo scalo impiegheranno tra i 12 e i 15 minuti per coprire i sei chilometri e mezzo, a fronte di una distanza lineare di appena un chilometro. Il tempo di percorrenza potrebbe essere sensibilmente ridotto tramite la realizzazione di una nuova uscita dal parcheggio su via Fontanarossa e la costruzione di una bretella che passerà sotto il viadotto dello svincolo dell'Asse dei Servizi, collegandosi alla viabilità esistente. Per il bypass sarà necessaria l'autorizzazione dell'Aeronautica militare, ma il sindaco Enzo Bianco è fiducioso sui tempi: " con il clima di collaborazione che c'è ritengo basterà un mese".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 ago 2015

FOTO | INFO | Navette per l’Aeroporto in attesa dei nuovi autobus

di Amedeo Paladino

Il nuovo parcheggio scambiatore Fontanarossa gestito dall'AMT da oggi offrirà un servizio di navetta con lo scalo aeroportuale; le tariffe per la sosta e per il servizio shuttle saranno le seguenti: tariffa di 0,50 €/ora per le prime 5 ore, fino ad un massimo di 2,50 €; 2,50 €, tariffa giornaliera, che rimane valida fino allo scadere del giorno solare (ore 24:00) della timbratura riportata sul biglietto d’ingresso a banda magnetica, fino a un massimo di 20 giorni consecutivi; il servizio di BUS navetta per l’Aeroporto è gratuito per tutti gli utenti che posteggiano una vettura all’interno del parcheggio e per i relativi passeggeri, valevole per due corse: uno in andata (parcheggio-aeroporto) ed uno in ritorno (aeroporto-parcheggio); il servizio di BUS navetta per l’Aeroporto costa 2 € per gli utenti che raggiungono il parcheggio a piedi o con mezzi di trasporto pubblico, valevole per due corse: uno in andata (parcheggio-aeroporto) ed uno in ritorno (aeroporto-parcheggio). [qui tutte le altre informazioni e le linee che serviranno il parcheggio a settembre] Le navette avranno una frequenza di 5 minuti e collegheranno il parcheggio scambiatore Fontanarossa in 12/15 minuti. Le 4 navette utilizzate per questo servizio, acquistate dall'Amministrazione e affidate all'AMT, sono dei Minibus Iveco CITYS  a metano Euro 6 da 23 posti ( 11 posti a sedere e 12 in piedi), due delle quali attrezzate per disabili e non deambulanti. Inoltre il Presidente dell'AMT Carlo Lungaro ha annunciato l'arrivo di 5 nuovi autobus da 12 metri a metano, già appaltati, che saranno consegnati a metà ottobre.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 lug 2015

INFO | Navetta gratuita e sosta serale a pagamento in centro, parte il nuovo “MovidaBus”: ecco come funziona

di Amedeo Paladino

Facendo seguito a una delibera della Giunta Comunale del 7 luglio scorso, ritorna il MovidaBus, gratuito, e la sosta notturna a pagamento in alcune aree del centro storico. Il nuovo servizio è stato presentato dal vicesindaco Marco Consoli presso il Palazzo degli Elefanti; all'incontro erano presenti l'assessore alle Attività produttive, Angela Mazzola, l'assessore delegato alla Mobilità, Rosario D'Agata, il vicepresidente della Consulta Giovanile, Giulio Ciccia e i rappresentanti di AMT e Sostare. Il primo esperimento del dicembre scorso si era concluso dopo un mese dopo aver raccolto critiche trasversali: da una parte alcune associazioni di categoria dei commercianti, critici nei confronti dell'istituzione della sosta a pagamento serale, dall'altra i cittadini che non hanno gradito la scelta di  far partire la navetta messa a disposizione dall'AMT da piazza Carlo Alberto, infine gli attentati ai parcometri Sostare messi in atto probabilmente da chi si è sentito usurpato della gestione abusiva della sosta serale. Nei mesi seguenti le modalità del servizio sono state oggetto di concertazione tra i diversi attori sociali coinvolti, tra i quali i residenti e i gestori delle attività commerciali del centro storico: il risultato è l'istituzione a partire da sabato 1 agosto, del nuovo Movidabus, in vigore in via sperimentale fino al 29 ottobre. Le aree del centro storico nelle quali gli stalli saranno a pagamento sono state individuate dalla Società partecipata SoStare e la tariffa oraria sarà di 0,50 euro, vigente dalle 21 alle 3. Del tutto gratuita, invece, la sosta per chi lascerà l'auto nei parcheggi di piazzale Serafino Famà (tra viale Raffaello Sanzio e via Imperia), capolinea di partenza, e di piazza Giovanni Verga, da dove transiterà il bus. Le aree di sosta del piazzale Famà e di piazza Verga saranno sorvegliate dalla Polizia Municipale, mentre gli stalli blu in centro storico saranno controllati dagli addetti della Società Sostare. Per la prima settimana del servizio gli automobilisti che non pagheranno la sosta non saranno sanzionati, ma verranno solamente ammoniti trovando sul parabrezza un avviso di cortesia; i residenti e i domiciliati non saranno sottoposti a nessun pagamento per la sosta notturna, ma dovranno dotarsi di un pass rilasciato dalla Società Sostare. Inoltre, in accordo con Federtaxi, sono state predisposte delle corse a tariffe ridotte (10-15 euro) dalla città verso il centro storico e il viale J.F Kennedy (Lungomare Plaia). La navetta bus messa a disposizione dall'AMT sarà gratuita per tutti i cittadini dalle 21 alle 3  e al contrario della precedente esperienza non partirà da piazza Carlo Alberto, bensì ricalcherà il percorso della linea 2-5, con esclusione del transito da Piazza Borsellino, per cui i mezzi in servizio, giunti in Via Porticello, prenderanno la rotatoria nord di piazza Borsellino per reimmettersi direttamente in Via Cardinale Dusmet, da dove riprenderanno il normale percorso per Piazzale Famà. Nelle paline tradizionali ed elettroniche delle fermate in cui transiterà la navetta verranno apposti degli adesivi indicanti il transito del Movidabus. Nel mese di maggio scorso, in occasione de "La notte europea dei musei", era stata istituita una navetta bus che ricalcava anch'essa la linea 2-5, servizio che in quella occasione aveva riscontrato molti apprezzamenti da parte dei cittadini, come documentato in questo nostro articolo.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
23 lug 2015

Concerto di Manu Chao a Catania, come muoversi in città

di Amedeo Paladino

Oggi si svolgerà il tanto atteso concerto dell'artista internazionale Manu Chao presso il Lido Azzuro della Playa di Catania. In questi giorni alcuni lettori ci hanno chiesto se fosse stata istituita una navetta bus per raggiungere il concerto, purtroppo né l'Azienda Metropolitana Trasporti (AMT) né il management dell'artista hanno previsto il servizio. La presenza dei parcheggiatori abusivi sarà garantita visto il sicuro profitto che il concerto garantisce; la scorsa settimana  in occasione del concerto di Jovanotti a Messina i fans del cantante hanno segnalato tariffe per la sosta gestita illegalmente che oscillavano tra i 10 e i 20 euro, se non volete sottostare al pizzo dei posteggiatori e riempire le tasche della malavita vi consigliamo alcune alternative  per muovervi in città e raggiungere il concerto, con i mezzi pubblici o lasciando l'auto lontano dall'area presidiata dai parcheggiatori abusivi. Se raggiungete Catania in treno: dal capolinea dei bus Amt, antistante la Stazione Centrale, prendete uno dei bus (439 0 536) che vi permetterà di raggiungere piazza Borsellino (qui potete trovare anche gli altri bus che effettuano il percorso), da lì potrete prendere la linea D che vi porterà fino al Lido Azzurro; in alternativa sempre dalla Stazione Centrale prendete la metropolitana, all'interno dalla stazione stessa, e scendete alla fermata Porto, da lì proseguite a piedi per 500 metri lungo via Cardinale Dusmet fino a piazza Borsellino dove potrete prendere la linea D. Se provenite da altre zone di Catania dovrete comunque raggiungere piazza Borsellino per poter prendere la linea D: le alternative più rapide ed efficienti sono la linea BRT dal parcheggio di interscambio "Due Obelischi" dove potrete lasciare l'auto anche per l'intera giornata al costo di 1,50 euro e scambiare con la metro alla stazione Borgo, oppure raggiungere piazza Stesicoro con la linea BRT, la cui frequenza è di 7 minuti, e proseguire a piedi lungo via Etnea per 800 metri fino a piazza Borsellino. Per il ritorno dal Lido Azzurro dovrete riprendere la linea D che vi riporterà in piazza Borsellino, da dove riprendere uno dei bus che vi riporteranno alla Stazione Centrale (qui potete trovare tutti gli autobus che effettuano il percorso), o in alternativa ritornare in piazza Stesicoro per prendere il BRT, oppure ancora prendere la metropolitana dalla fermata Porto. Ricordate: gli autobus AMT entrano in servizio alle 5 del mattino, mentre la metropolitana è in servizio dalle 6 del mattino alle 20 di sera. Il costo del biglietto AMT e FCE-metro è di un euro con una validità di 90 minuti, se raggiungete il concerto utilizzando entrambi i servizi vi consigliamo di acquistare il biglietto integrato AMT/FCE al costo di 1,20 euro. Dal sito AMT potete consultare la linea che vi permette di raggiungere piazza Borsellino da ogni zona della città, dal sito FCE potete accedere a una guida all'utilizzo della metropolitana con tutti i poli di scambio con i mezzi AMT. Buon divertimento!  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 mag 2015

Metropolitana, il cronoprogramma ufficiale

di Andrea Tartaglia

Ti consigliamo di leggere il seguente articolo aggiornato: Quale futuro per la metropolitana di Catania? Da Misterbianco a Fontanarossa entro il 2023 La Ferrovia Circumetnea non ha mai brillato per comunicazioni e aggiornamenti circa lo stato di avanzamento dei lavori di estensione della linea metropolitana. Tuttora ne è prova l'assenza, nel sito ufficiale, di una sezione apposita. Per questo motivo, il 22 aprile scorso è una data che rimarrà negli annali, non solo per l'abbattimento -fondamentale e atteso da quasi un decennio- del diaframma del cosiddetto "nodo Fastweb", un nodo finalmente sciolto in maniera definitiva, ma anche perché in modo esaustivo e con tanto  di visite nei cantieri è stato descritto dettagliatamente lo stato delle opere in corso e sono state comunicate le tappe del cronoprogramma per la realizzazione dell'intera linea metropolitana da Misterbianco all'aeroporto di Catania Fontanarossa, passando per il centro della città. Ecco quanto emerso e che cerchiamo, qui, di riportare in modo chiaro.Situazione attuale: linea Borgo-Porto La linea in esercizio è lunga 3,8 km, di cui 2 interrati e a doppio binario (Borgo-Galatea) e 1,8 in superficie a binario unico (Galatea-Porto). È così articolata: Borgo Giuffrida Italia Galatea Stazione Centrale FS Porto Giugno 2016: completamento tratte Nesima-Borgo e Galatea-Stesicoro A fine giugno 2016 è prevista la consegna dei lavori delle tratte Nesima-Borgo e Galatea-Giovanni XXIII.Questo significa che ai 3,8 km della Borgo-Porto, già in esercizio, si aggiungeranno i 3 km della Borgo-Nesima e altri 1,9 km della Galatea-Stesicoro (900 metri Galatea-Giovanni XXIII, 1 km il tratto rimanente), per un totale di 8,8 km: più del doppio del tracciato attuale, passando dalle attuali 6 stazioni a ben 12. È bene ricordare che questo assetto comprende la diramazione di superficie, l'unica a binario unico, tra Galatea e Porto, della lunghezza di 1,8 km. Pertanto la linea diretta, interrata e a doppio binario, del collegamento Nesima-Stesicoro, consterà di 10 stazioni lungo circa 7 km, così articolata: Nesima (Parcheggio scambiatore + AMT + FCE) San Nullo Cibali Milo (Cittadella Universitaria) Borgo Giuffrida Italia Galatea Giovanni XXIII  Stesicoro a cui si aggiunge la diramazione di 1,8 km: Galatea Stazione Centrale FS Porto Questa linea rappresenterà la tanto attesa svolta per la metropolitana cittadina, visto che collegherà la zona della circonvallazione ovest con il centro storico. Per l'apertura al pubblico sarà necessario attendere l'esito dei necessari collaudi, che cominceranno per gradi contestualmente alla conclusione di tutti i lavori. 2018: Apertura tratta Nesima-Monte Po La tratta Nesima-Monte Po si estenderà per 1,7 km e comprenderà due nuove stazioni in direzione Misterbianco: Fontana e Monte Po. Monte Po Fontana (Ospedale Garibaldi Nuovo) Nesima L'approvazione del progetto esecutivo all'impresa aggiudicataria è prevista per l'estate di quest'anno, a partire dalla quale scatteranno i 600 giorni per l'ultimazione dei lavori che pertanto, salvo imprevisti, avverrà entro il 2017. Nel 2018, quindi, con buona probabilità, la tratta potrà essere aperta all'esercizio. [AGGIORNAMENTO: Le aree del cantiere sono state consegnate  nel mese di luglio 2015 nei pressi di Torre Tabita a Misterbianco, da dove verrà fatta entrare la grande talpa "TBM" per lo scavo della galleria]     2018/19: Possibile apertura tratta Stesicoro-Palestro La tratta Stesicoro-Palestro comprenderà tre nuove stazioni e si estenderà per 2,2 km: Stesicoro San Domenico Vittorio Emanuele (Ospedale) Palestro Anche in questo caso l'approvazione del progetto esecutivo all'impresa aggiudicataria è prevista entro quest'estate e, successivamente, scatteranno 570 giorni per l'ultimazione dei lavori. Tuttavia va precisato che, allo stato attuale, il finanziamento copre solo le opere civili e non il completamento delle stazioni, delle rifiniture, degli impianti e dell'armamento. L'apertura al pubblico nel 2018, quindi, potrà essere rispettata se, contestualmente all'avvio dei lavori, la Ferrovia Circumetnea riceverà i fondi necessari per avere l'intera tratta funzionale. 2022/24: Possibile apertura tratte Nesima-Misterbianco e Palestro-Aeroporto Fontanarossa Le rimanenti tratte, rispettivamente di 2,1 km e 4,6 km, sono attualmente prive di finanziamento. Tuttavia dispongono già di tutte le autorizzazioni necessarie e pertanto la Ferrovia Circumetnea, non appena saranno accessibili le risorse economiche, comprese quelle della Comunità Europea gestite dalla Regione Siciliana, sarà già in grado di bandire le gare d'appalto. Una previsione ottimistica ma possibile, quindi, attesta al 2022 il completamento dell'intera linea da Misterbianco all'Aeroporto di Fontanarossa, che sarà così articolata su 19,4 km: Misterbianco centro Misterbianco zona industriale Monte Po Fontana Nesima San Nullo Cibali Milo  Borgo Giuffrida Italia Galatea Stazione Centrale FS Porto Giovanni XXIII  Stesicoro San Domenico Vittorio Emanuele  Palestro San Leone Verrazzano Librino Santa Maria Goretti Aeroporto Fontanarossa La linea elettrificata e a doppio binario raggiungerà, successivamente, Paternò e proseguirà poi, a binario unico, sino ad Adrano. Si ventila anche l'ipotesi della sua automatizzazione, mentre l'amministrazione comunale e l'Università degli Studi di Catania hanno già cominciato a studiare come collegare la stazione Milo della metropolitana alla zona della città immediatamente a nord, che comprende, in primis, la cittadella universitaria.C'è da augurarsi, quindi, che la Circumetnea riceva i finanziamenti previsti entro  un paio d'anni per poter rispettare i tempi sin qui enunciati e anche, naturalmente, che non ci siano imprevisti. Purtroppo la storia recente insegna che questi sono sempre in agguato, come il fallimento di un'impresa (vedi il caso Sigenco) o inattesi ostacoli di natura tecnica (vedi il cedimento alla circonvallazione o, soprattutto, il nodo Fastweb). Da questo punto di vista la tratta Stesicoro-Palestro, lambendo la città antica, potrebbe riservare qualche sorpresa ma auspichiamo che, come a Napoli (dove però ci sono stati ritardi anche notevoli), eventuali interferenze archeologiche possano essere superate salvaguardando sia la realizzazione della metropolitana che la protezione e valorizzazione di eventuali reperti.   Per approfondire l'argomento clicca qui:  Metropolitana di Catania Cantieri metropolitana, si torna a lavoro dopo la vicenda Tecnis: ecco il nuovo cronoprogramma

Leggi tutto    Commenti 5

Ultimi commenti