Articolo
13 giu 2017

Al Boschetto della Playa apre il “Liotru adventure park”

di Mobilita Catania

Ieri alla presenza del sindaco di Catania Enzo Bianco, dell'assessore al Verde Rosario D'Agata, del presidente della Municipalità Lorenzo Leone e il suo vice Giovanni Cannavò, del presidente della Catania Multiservizi Giovanni Giacalone, della dirigente del Verde Lara Riguccio e di un gruppo di bambini dell'Istituto comprensivo Don Bosco e della Livio Tempesta è stato aperto il "Liotru adventure park" sito all'interno del Boschetto della Plaia. All'interno del parco avventura un percorso bambini con un'altezza massima dal suolo di un metro e 80, altri due - uno facile e uno medio, entrambi da otto passaggi tra un albero e l'altro - e uno più complesso con dodici giochi più due tirolesi che consentono discese con carrucola. I percorsi consentono di sperimentare con gradualità tutte le esperienze di percorso e passaggi, a diverse altezze da terra, secondo tecniche comuni ai Parchi avventura. In più sono disponibili , oltre a un grande chiosco per bibite e alimenti, altre attività ludico – sportive: arrampicata, equilibrio, eccetera. "L'appalto – ha detto l'assessore D'Agata illustrando i termini del contratto – è stato vinto dall'azienda 5Nodi che ha ottenuto dal Comune sessantamila euro per la realizzazione del Parco e, per la sua gestione, restituirà per dodici anni servizi e forniture per trentatremila euro alll'anno per la fruizione del Boschetto della Plaia. Il gestore dovrà infatti occuparsi ogni settimana della pulizia delle aree a verde e quattro volte all'anno del decespugliamento di bosco, rovi, canneti ed erbe infestanti". Il Parco avventure occuperà a pieno regime una ventina di persone e i costi per partecipare ai giochi saranno, in particolare nel periodo del lancio estivo, molto competitivi rispetto a quelli degli altri Parchi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 nov 2015

Il boschetto della Playa nuovamente chiuso: catanesi senza verde fruibile

di Alessio Marchetti

Da alcuni giorni, purtroppo, il boschetto della Playa è nuovamente chiuso. Anche l'anno scorso fu chiuso proprio in questo periodo a causa di alcuni alberi da mettere in sicurezza. I cancelli si riaprirono, dopo numerose proteste dei cittadini solo 6 mesi dopo, per pasquetta e fu organizzata anche una pedalata spontanea da parte di alcuni cittadini per celebrarne la sua riapertura. Questa volta è straripato il laghetto artificiale il quale ha inondato la grande area dell'ingresso. Ecco qualche foto di ieri scattate da Cristian La Spina: Queste invece le condizioni il 17 Ottobre 2015, foto di Alessio Marchetti: Ricordiamo che Catania, si trova nelle parti basse della classifica per le aree verdi fruibili di Legambiente (71 esima con 16,4 mq per abitante) e con il boschetto della Playa chiuso sprofondiamo nelle ultimissime posizioni. Adesso i cittadini non hanno la possibilità di poter fruire di un' area verde lontana dal traffico e dallo smog cittadino dove poter far giocare i bambini o fare della sana attività fisica. In molti si stanno già lamentando segnalandoci questo grave problema. Ci auguriamo che si faccia di tutto per riaprirlo nel più breve tempo possibile.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 ago 2015

Il triste declino delle fontanelle pubbliche

di Alessio Marchetti

E' veramente desolante girare la città e trovare ogni giorno che passa una fontanella che "muore" inghiottita dal degrado. Dopo aver eliminato quella in piazza Federico di Svevia, sempre più fontanelle continuano a scomparire nella nostra città: alla Stazione Centrale restano solo tanti "scheletri" ed anche quella al suo esterno è da tempo ormai lasciata al degrado. In quella zona non è più possibile bere acqua acqua pubblica mentre, solo diversi anni fa, le fontanelle funzionanti erano tantissime. Anche quela in piazza Palestro, proprio dove sono presenti i giochi per i bambini è stata chiusa di recente. Come se non bastasse, quando si guastano le fontanelle, vengono usate come cestino per rifiuti dando un senso di degrado enorme! Bisogna fare qualcosa per invertire questa tremenda tendenza che sta portando Catania nell'abisso di una città in cui, anche il diritto all'accesso all'acqua, rischia di non essere più garantito. Comunicheremo la mancanza all'Amministrazione, nella speranza che la mancanza venga presa in carico. Potete utilizzare l'apposita sezione del nostro sito per segnalare le criticità e i problemi generici o specifici della tua città.

Leggi tutto    Commenti 1

Ultimi commenti