Articolo
15 nov 2017

L’aeroporto di Catania riceve la certificazione europea

di Mobilita Catania

ENAC ha consegnato oggi all'Aeroporto di Catania la Certificazione europea di Aeroporto ai sensi del Regolamento UE 139/2014. Si tratta di un importante documento che, facendo riferimento a un complesso sistema di regole internazionali condivise dai paesi UE, attesta la conversione della certificazione aeroportuale dalle norme nazionali a quelle comunitarie: di fatto assimila e uniforma i requisiti tecnici e le procedure amministrative dell'Aeroporto di Catania agli standard europei condivisi dai Paesi dell'Unione. Alla consegna della certificazione, per mano di Roberto Vergari (Direzione Centrale ENAC, Vigilanza Tecnica) e dell'ing. Alessandro Scialla (ENAC, Direttore Operazioni Sud), erano presenti Daniela Baglieri (Presidente SAC spa), Nico Torrisi (Amministratore Delegato SAC Spa), Vincenzo Fusco (Direttore ENAC Aeroporto di Catania) e l'Accountable manager di SAC, ing. Antonio Palumbo, che in questi mesi ha coordinato il team di tecnici SAC impegnato nell'adeguamento infrastrutturale e amministrativo dello scalo propedeutico al rilascio del documento. Nel corso della consegna, Vergari ha espresso soddisfazione per "lo sforzo fatto dalla società di gestione, SAC, per individuare le figure professionali richieste dalla Certificazione Europea a garanzia dello sviluppo e che sono elemento propedeutico alla crescita in sicurezza dell'aeroporto. Una responsabilizzazione della società di gestione che diventa centrale nella funzionalità e nello sviluppo dell'aeroporto in sicurezza". "Esprimo apprezzamento – ha detto la presidente Daniela Baglieri - per l'ottimo lavoro di squadra portato a termine dalla nostra azienda in collaborazione con Enac. Un investimento, in termini di cultura organizzativa e qualità delle figure professionali, non meno importante e propedeutico di quelli che ci apprestiamo a realizzare per potenziare le infrastrutture. L'AD Nico Torrisi ha aggiunto: "Abbiamo adeguato le nostre procedure e infrastrutture di sicurezza ai parametri europei investendo sull'organizzazione del lavoro e sulla qualificazione del personale, con risvolti positivi per la safety, aspetto che spesso non viene adeguatamente sottolineato - perché si parla di investimenti in quantità e qualità dei servizi aeroportuali - ma che riveste per noi tutti grandissima importanza. Oggi il nostro aeroporto è ancora più internazionale e al pari degli altri scali europei. Per questo importante risultato ringrazio l'Enac e tutto il team di SAC che vi ha lavorato con grande dedizione". Numerosi i settori di SAC che hanno preso parte alla certificazione, dal management alla squadra di tecnici dell'area Engineering, dell'area di Movimento, della Manutenzione, della Safety, insieme al Compliance Manager e al Training Manager. Spiega Antonio Palumbo, Accountable Manager di SAC: "Un grande lavoro di squadra che ha incluso anche l'ENAC, con un team di esperti che ci ha supportato attivamente nella verifica degli adeguamenti alle norme comunitarie. La certificazione 139, infatti, disciplina e uniforma in tutti gli scali europei le norme relative alla safety: quell'insieme di procedure che garantiscono la sicurezza di passeggeri e addetti aeroportuali, sia nelle fasi di movimentazione a terra degli aeromobili, sia in fase di volo. Nel caso di Fontanarossa oltre ad alcune previste modifiche ai processi di gestione, nel corso del prossimo anno, saranno realizzate alcune varianti infrastrutturali, già programmate, sempre per il miglioramento della safety aeroportuale. Esprimiamo gratitudine all'ENAC per averci supportato durante tutto il lavoro di ricognizione e dei successivi adeguamenti che da oggi allineano l'Aeroporto di Catania ai più elevati standard adottati nei Paesi dell'UE, a tutela della safety di passeggeri e operatori. Infine un ringraziamento va all'Enav e ai Vigili del Fuoco, due stakeholders fondamentali per il processo di conversione, che in questi mesi hanno collaborato attivamente per il raggiungimento di questo importante traguardo"

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 ott 2017

L’aeroporto di Catania si fa grande: aggiudicati i lavori per il nuovo terminal

di Amedeo Paladino

Il 2017 verrà archiviato come l’anno-record di Fontanarossa con oltre 9 milioni di passeggeri giunti in Sicilia atterrando o decollando ai piedi dell’Etna: nei mesi di luglio e agosto è stato superato il milione di passeggeri in transito dallo scalo etneo, con un trend di crescita a doppia cifra. Nel mese di maggio di quest'anno SAC ed ENAC hanno formalizzato un Contratto di Programma con cui si è dato il via al piano di investimenti infrastrutturali per il quadriennio 2017-2020 del valore di 95 milioni di euro; tra questi i lavori di conversione del centro polifunzionale agroalimentare e turistico "Norma" in Terminal dedicato alle partenze, per i quali gli scorsi giorni è stato pubblicato l'esito definitivo della gara d'appalto. Gli interventi sono stati aggiudicati dall'ATI (associazione temporanea di imprese) composta dalla SAE – Società Appalti Edili s.r.l. e dalla BCS – Costruzioni s.r.l. per un importo di 734.543,86 euro. La struttura del centro polifunzionale era stata edificata agli inizi degli anni 2000 come Terminal arrivi per sopperire all'esigenza di reperire spazi in sostituzione di quelli impegnati dal cantiere dei lavori di ristrutturazione e di ampliamento dell’aerostazione. Con la messa in esercizio del terminal A, la struttura e il terminal denominato Morandi, vennero chiusi al pubblico. Nel 2014, con un intervento significativo di ristrutturazione, il terminal è stato adibito a “centro polifunzionale agroalimentare e turistico” e denominato "Norma". Dopo i lavori di conversione che dovrebbero terminare nei primi mesi del 2018, la struttura sarà adibita a terminal Partenze dedicato ai voli low-cost in area Schengen: su una superficie di circa 3800 mq troveranno posto quattro postazioni check-in, quattro varchi di sicurezza, la zona sterile, composta da quattro gate e da sale d’aspetto per i passeggeri, sono inoltre previsti due bar, uno nei pressi dell’ingresso e uno all'interno della zona sterile, e due aree commerciali. Il nuovo terminal potrà ospitare un flusso di circa 350 passeggeri l’ora e una stima di 40 mila passeggeri al mese. Oltre ai lavori del terminal C, il piano d'investimenti per il quadriennio 2017-2020 prevede tra gli interventi nella zona land-side, anche l'adeguamento del vecchio terminal Morandi- chiuso nel 2007 contestualmente all'apertura della nuova aerostazione Bellini- alla nuova normativa antisismica, conferendogli una nuova conformazione architettonica integrata con l’esistente terminal A. L'aeroporto di Catania dà seguito all'aumento di passeggeri, migliorando i servizi d'accoglienza: dalla scorsa settimana sono operativi quattro nuovi banchi check-in. In Air-Side si attende invece il collaudo della nuova rampa dedicata ai passeggeri a ridotta mobilità (Prm) e alle famiglie con bambini e passeggini. Ti potrebbe interessare: Aeroporto di Catania Fontanarossa | Storia e sviluppi futuri Aeroporto di Catania, 95 milioni di investimenti per il più grande scalo del Sud

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 set 2017

Aeroporto Catania-Fontanarossa, cancellati alcuni voli causa maltempo centro Italia

di Mobilita Catania

Anche l'aeroporto di Catania risente del maltempo che sta interessando il centro Italia e in particolare l'aeroporto romano di Fiumicino. Si sono infatti verificati degli allagamenti che hanno interessando le piazzole dell'aeroporto romano dove viene effettuato il rifornimento del carburante, sospeso come da normativa per la presenza di scariche di fulmini. Pertanto numerosi voli da e per Roma registrano ritardi o cancellazioni. I voli in partenza da Catania per Roma registrano ritardi di circa 2 ore mentre due voli Ryanair sono stati cancellati. Ecco i voli cancellati in partenza da Catania: Volo FR 04857 Ryanair in partenza per Roma Fiumicino delle 11:15 Volo FR 01020 Ryanair in partenza per Torino delle 12:45 I voli provenienti dal centro e nord Italia registrano ritardi di circa due ore Ecco al momento i voli cancellati diretti a Catania: Volo FR 01030 Ryanair proveniente da Torino delle 17:00 Volo FR 04872 Ryanair proveniente da Roma Fiumicino delle 19:05 Qui la nota Ryanair: "Ci rincresce informare i nostri passeggeri che a causa di avverse condizioni atmosferiche in Italia in data 10 Settembre 2017 siamo stati costretti a cancellare i voli elencati sotto. I nostri clienti saranno aggiornati sullo stato dei propri voli via e-mail e/o tramite il numero di cellulare fornito al momento della prenotazione. È possibile monitorare lo status del proprio volo online cliccando qui. Putroppo ci aspettiamo ulteriori ritardi e cancellazioni e, pertanto, chiediamo gentilmente ai nostri clienti di monitorare questa notifica, che sarà tempestivamente aggiornata durante il giorno. Ci scusiamo sinceramente per qualsiasi ritardo o inconveniente causato da questie interruzioni al di fuori del nostro controllo". Dalla pagina facebook di "Sicilia in Volo" apprendiamo che il primo posto libero, da Catania per Fiumicino, con Ryanair, è disponibile solo per il prossimo giovedi, mentre è quasi nulla la disponibilità con Alitalia da Fontanarossa con parecchie partenze già esaurite.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 ago 2017

Aeroporto di Catania, Mistral Air conferma la rotta per Pescara anche per l’inverno

di Roberto Lentini

La compagnia aerea pubblica Mistral Air conferma anche per l'inverno la rotta Catania-Pescara già attiva dal 12 giugno 2017. Il volo sarà bisettimanale e sarà operato il lunedi e venerdi con prezzi a partire da 58,01 euro Ecco gli operativi del volo: CTA PSR M40276 13:20 15:15 - 1 - PSR CTA M40275 10:45 12:45 - 1 - CTA PSR M40276 13:15 15:10 —5– PSR CTA M40275 10:15 12:15 -5– Atterra nell’Aeroporto d’Abruzzo, ubicato a circa 3 km dal centro di Pescara al confine tra i Comuni di Pescara e S. Giovanni Teatino direttamente sulla Strada Statale Tiburtina; si arriva a Pescata tramite le linee 8 e 38, effettuato dalla compagnia GTM, con frequenza ogni 20 minuti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 lug 2017

Nuovo volo Catania-Francoforte operato da Lufthansa

di Roberto Lentini

Dal prossimo 29 ottobre 2017, la compagnia aerea Lufthansa collegherà l’aeroporto Fontanarossa con Francoforte con 2 voli settimanali il mercoledi e la domenica con prezzi a partire da 95,35 euro a tratta, verrà utilizzato un Airbus A320. Ecco gli operativi del volo CTA FRA LH307 13:30 16:10  -3-7- FRA CTA LH306 10:05 12:30  -3-7- Atterra all’aeroporto di Francoforte sul Meno in tedesco Flughafen Frankfurt am Main, il più grande aeroporto della Germania. L’aeroporto è situato in Assia, 12 km dal centro di Francoforte e anche molto vicino alle città di Darmstadt, Magonza, Offenbach e Wiesbaden. L’aeroporto dispone di due stazioni ferroviarie: una per il traffico regionale e una per i treni a lunga percorrenza (Stazione di Frankfurt am Main Flughafen Fernbahnhof). La stazione regionale è servita da due linee della rete ferroviaria suburbana, la S8 e la S9, che collegano l’aeroporto al centro di Francoforte e alle città di Wiesbaden, Magonza, Hanau, Russelsheim e altri centri minori. La stazione per i treni a lunga percorrenza invece è servita dai treni ad alta velocità ICE per le maggiori città tedesche. Per quanto riguarda il trasporto su gomma, l’aeroporto di Francoforte è raggiunto dai bus 58 e 61 del trasporto pubblico, nonché da vari bus regionali privati. Per il collegamento tra i due terminal, l’aeroporto ha anche una piccola linea ferroviaria leggera a guida automatica, chiamata SkyLine. Cosa vedere a Francoforte sul Meno Francoforte sul Meno (ironicamente chiamata “Bankfurt) è una metropoli della finanza europea, è sede della borsa più importante della Germania, della Banca Centrale Europee di molte aziende multinazionali. Ha il secondo aeroporto di Europa e una prestigiosa Università.Francoforte è, a prima vista, la città degli imponenti grattacieli dove vengono regolati i flussi del denaro europeo (è chiamata dai tedeschi ironicamente anche “Mainhattan” e “Bankfurt”). Questa metropoli cosmopolita (la città conta abitanti di 180 nazionalità diverse e gli stranieri residenti rappresentano il 25% della popolazione) conserva comunque delle tracce importanti del suo passato di città imperiale, come p.e. gli edifici accuratamente restaurati del Römerberg, nel centro. È una città affascinante e i forti contrasti tra vecchio e nuovo non stonano affatto, anzi, rendono questa città unica. Francoforte è anche la città natale del grande scrittore Johann Wolfgang Goethe (la sua casa natale è oggi un interessante museo) e il forte impegno culturale della città si manifesta nei numerosi musei che si affacciano sulle rive del Meno. Di sera, la zona di Sachsenhausen diventa un punto di incontro per i molti locali e ristoranti che si trovano nelle caratteristiche case di questo quartiere.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 giu 2017

Aeroporto di Catania, domenica da record con 35 mila passeggeri in transito e 121 voli in partenza

di Amedeo Paladino

Sarà una giornata di traffico record per l'aeroporto di Catania: domenica 4 giugno 2017 sono infatti previsti ben 121 voli in partenza, con circa 17.000 passeggeri che decolleranno verso varie destinazioni; saranno, invece, circa 18.000 i passeggeri in arrivo. Dei 121 voli in partenza, 53 saranno per destinazioni internazionali, con "in testa" Londra, Monaco, Varsavia, Malta e Amsterdam. Si consiglia di arrivare all'aeroporto almeno  due ore prima della partenza. L’aeroporto di Catania quest'estate sarà punto d’arrivo e di partenza per numerose destinazioni internazionali: a parte giornate record come quelle di domani, in media sono previsti più di 48 voli internazionali giornalieri, a cui bisogna aggiungere tutti i voli nazionali che faranno sicuramente mantenere la crescita in percentuale ancora a due cifre per tutto il 2017. Ti potrebbero interessare: Aeroporto di Catania Fontanarossa: storia e scenari futuri

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 mag 2017

L’aeroporto di Catania vedrà 200 mila passeggeri per il G7; si lavora alla sala accoglienza

di Mobilita Catania

Secondo fonti SAC saranno 197mila i passeggeri che transiteranno nell’aeroporto Vincenzo Bellini di Catania nella settimana del G7, che si terrà il 26 e il 27 maggio a Taormina. Il dato corrisponde a un + 15,52% rispetto allo stesso periodo del 2016, quando furono 170.526. Nella stessa settimana crescerà anche il numero dei movimenti aerei: saranno 1.398 (+12% rispetto al 2016). In aumento del 2% anche il load factor, il fattore di riempimento degli aeromobili (86,5% di posti occupati, nel 2016 erano 84%). Intanto si sta lavorando per completare la sala accoglienza per l'accreditamento di chi seguirà il G7: "Innovative gate of culture", laboratorio temporaneo multimediale realizzato con IBAM CNR - Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali, che accoglierà le delegazioni del G7 e i passeggeri. Al suo interno alcuni monitor proporranno i suggestivi docuvideo che hanno ricostruito, con l’animazione digitale, le reali dimensioni e l’ingegnosa architettura di grandiosi monumenti del passato romano di Catania (l’Anfiteatro di Piazza Stesicoro, il Teatro greco-romano di via Vittorio Emanuele) e di Siracusa (il Teatro greco tutt’oggi palcoscenico delle rappresentazioni classiche). Mentre le parole-chiave “Enjoy, Discovery, Learn” (Divertiti, Scopri, Impara) dell’allestimento saranno un invito al viaggio, quasi un nuovo Grand Tour dentro la Sicilia, per ammirare dal vivo siti archeologici e beni monumentali sparsi nell’isola dopo averne apprezzato una prima conoscenza, immersiva seppur virtuale, grazie alle proposte multimediali del Cultural Gate. L'area accoglierà fedeli riproduzioni di alcune sculture realizzate da un’officina artigianale siciliana grazie alla tecnologia delle stampanti 3D. Fra i reperti figurano: un busto di Persefone, III sec. a. C. (il cui originale è esposto nel Museo di Aidone); la testa del Kouros da Lentini, V sec. a.C. (Museo Civico di Castello Ursino, Catania); la testa ritratto dell’imperatore Ottaviano Augusto, I sec. a.C. da Centuripe (Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi, Siracusa).  

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti