Articolo
25 set 2017

“Acqua in comune”: in corso l’installazione delle prime case dell’acqua di Catania

di Amedeo Paladino

Sono in corso di realizzazione in alcune piazze di Catania le prime case dell'acqua. Il progetto “Acqua in comune, il futuro che stiamo costruendo per voi” del comune di Catania e della Sidra SPA, società che gestisce il servizio idrico nell'ambito dell'area metropolitana di Catania ed in alcuni comuni limitrofi, prevede l'installazione di 3 case dell'acqua dove i cittadini potranno prelevare acqua naturale e gassata. Il progetto è stato avviato lo scorso autunno con la manifestazione d'interesse aperta da Sidra per la fornitura e l'installazione di 3 distributori di acqua trattata proveniente dall'acquedotto cittadino; a distanza di quasi un anno sono stati avviati in questi giorni i lavori di realizzazione delle prime case dell'acque di Catania in piazza Aldo Moro -nota ai catanesi come "Vulcania"-, nella zona del Lungomare, più precisamente in piazza Nettuno, e in piazza Beppe Montana, nel quartiere di San Giovanni Galermo. Si potrà prelevare acqua naturale e gassata mediante un'apposita card: la data di attivazione e le modalità del servizio verranno rese note al termine dell'installazione dei manufatti. Catania segue l'esperienza positiva di molti centri del territorio catanese che già da alcuni anni hanno implementato dei punti di accesso all'acqua: il primo, infatti, è stato il comune di Aci Bonaccorsi già nel 2010. A trarre vantaggio dal progetto saranno i cittadini e l'ambiente. L'Italia è infatti il secondo Paese al Mondo per consumo di acqua imbottigliata (dati Censis): la produzione, il trasporto e lo smaltimento delle bottiglie di plastica, insieme al costo sostenuto dalle famiglie per l'acquisto, danneggiano l'ambiente e le tasche dei cittadini. Ad incidere su questa cattiva abitudine la scarsa fiducia nella potabilità dell’acqua di rubinetto, nonostante le costanti analisi chimico-fisiche e batteriologiche a cui viene sottopposta. I distributori forniranno acqua proveniente dall'acquedotto filtrata e trattata per aumentare la sicurezza, aumentando così il grado di fiducia dei cittadini. Noi di Mobilita Catania vi mostriamo le foto dell'avanzamento dei lavori in piazza Aldo Moro.  

Leggi tutto    Commenti 0
Segnalazione
03 giu 2016

Fontanelle da ripristinare: i ragazzi per l’Etna Comics in fila senza poter bere acqua pubblica

di Alessio Marchetti

Segnalo che in questi giorni, i migliaia di ragazzi venuti da tutta Italia per l'Etna Comis hanno trovato entrambe le fontanelle del Piazzale Rocco Chinnici, ovvero quello di fronte le ciminiere dove si fa la fila, rotte e ridotte a cestini della spazzatura. Con questo caldo sarebbero state molto utili ed avrebbero evitato la produzione di tantissimi rifiuti come le bottiglie di plastica o lattine, inoltre anche quelle della vicinissima stazione centrale e di Piazza Papa Giovanni XXIII sono tutte guaste. Mi auguro che queste fontanelle, come tutte le altre, possano essere ripristinate al più presto possibile essendo indispensabili per una città vivibile e per chi si muove a piedi ed in bici dando un ulteriore aiuto e rinfresco a chi preferisce muoversi senza inquinare anche in questi mesi caldi che stanno per arrivare.

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Articolo
25 ago 2015

Il triste declino delle fontanelle pubbliche

di Alessio Marchetti

E' veramente desolante girare la città e trovare ogni giorno che passa una fontanella che "muore" inghiottita dal degrado. Dopo aver eliminato quella in piazza Federico di Svevia, sempre più fontanelle continuano a scomparire nella nostra città: alla Stazione Centrale restano solo tanti "scheletri" ed anche quella al suo esterno è da tempo ormai lasciata al degrado. In quella zona non è più possibile bere acqua acqua pubblica mentre, solo diversi anni fa, le fontanelle funzionanti erano tantissime. Anche quela in piazza Palestro, proprio dove sono presenti i giochi per i bambini è stata chiusa di recente. Come se non bastasse, quando si guastano le fontanelle, vengono usate come cestino per rifiuti dando un senso di degrado enorme! Bisogna fare qualcosa per invertire questa tremenda tendenza che sta portando Catania nell'abisso di una città in cui, anche il diritto all'accesso all'acqua, rischia di non essere più garantito. Comunicheremo la mancanza all'Amministrazione, nella speranza che la mancanza venga presa in carico. Potete utilizzare l'apposita sezione del nostro sito per segnalare le criticità e i problemi generici o specifici della tua città.

Leggi tutto    Commenti 1
Segnalazione
21 lug 2015

Fontanella guasta a San Giovanni li Cuti e altre eliminate

di Alessio Marchetti

Da diversi giorni, forse settimane, la fontanella di San Giovanni li Cuti è priva del rubinetto ed il flusso dell'acqua scorre senza sosta con conseguente spreco d'acqua; ci auspichiamo che possa essere riparata al più presto come le tante altre guaste presenti nella città. Alcune sono state incredibilmente eliminate come ad esempio quella in Piazza Federico di Svevia. Ci auguriamo che le fontanelle del nostro comune possano aumentare, non diminuire come sta avvenendo in quest'ultimi anni e che ci sia sempre più attenzione a una tematica così importante per la vivibilità della città.

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0