25 mar 2019

I bus AMT si interfacciano con Google Maps; novità per la sosta nei parcheggi scambiatori


Si è svolta questa mattina, presso la sede dell’Azienda Metropolitana Trasporti di Catania, la conferenza stampa in cui il Presidente Giacomo Bellavia, insieme con il consiglio di amministrazione ed ai funzionari responsabili, ha illustrato i nuovi servizi digitali che potranno utilizzare gli utenti: presenza dei mezzi pubblici su Google Maps e possibilità di acquistare i biglietti per i parcheggi scambiatori con DropTicket.

Grazie al nuovo sistema informatico di gestione dell’esercizio, il sistema di linee bus della città di Catania è stato finalmente caricato sulla più diffusa piattaforma di ricerca percorso e navigazione stradale “Google Maps”. La piattaforma, illustrata quest’oggi in fase di test, sarà accessibile sia da PC su web (https://maps.google.it) sia da dispositivi mobili come smartphone e tablet, mediante l’apposita app.

Ogni utente potrà indicare su mappa un punto di partenza e uno di arrivo (e opzionalmente anche un orario preferito) e confrontare le diverse soluzioni di viaggio ottenute combinando, in base agli orari programmati e alle fermate di scambio, tutte le linee disponibili. Il sistema indica anche l’orario suggerito di partenza e il tempo stimato per l’intero spostamento.

Inoltre, sono disponibili mediante l’applicazione gratuita DropTicket quattro tipologie di biglietti singoli validi per i due parcheggi scambiatori “Due Obelischi” e “Nesima”, che danno diritto alla sosta gratuita in cambio dei titoli (da 1 a 4) di andata/ritorno dei bus.

Inoltre, tramite i Pacchetti sosta di DropTicket (disponibili nei tagli da 5, 10 e 20 euro), gli utenti potranno pagare gli altri quattro parcheggi di AMT: “R1” di via Plebiscito, “Sanzio”, “Fontanarossa Aeroporto” e “Borsellino”.

Per la fruizione di questi ultimi (ad eccezione del parcheggio “Sanzio” sprovvisto di barriere), gli utenti dovranno innanzitutto avvicinarsi alla barriera, prendere il biglietto cartaceo per aprirla e al contempo avviare nell’app il Pacchetto sosta, localizzandosi sul Parcheggio specifico e toccando successivamente su Start per iniziare il consumo dei minuti di sosta.

I biglietti singoli dei parcheggi scambiatori possono essere acquistati sia con credito telefonico che con credito bancario (carte di credito e DropPay) mentre i pacchetti sosta di DropTicket possono essere acquistati solo tramite credito bancario.

«Si tratta di un ulteriore passo verso una strategia di infomobilità più completa e utile per i cittadini, che allinea Catania alle principali città italiane ed europee. – dichiara Giacomo Bellavia, presidente di AMT – L’azienda sta lavorando per pubblicare le informazioni in tempo reale sui passaggi dei mezzi alle singole fermate, anche quelle non dotate di display informativo, e sulla realizzazione di una applicazione mobile ad hoc per gestire sia le informazioni, sia il pagamento dei titoli. Ed inoltre, verrà consentito a tutti i cittadini di utilizzare i parcheggi scambiatori in maniera più semplice e veloce».


Ti potrebbero interessare:

AMT Catania, entro l’anno trasferimento della sede a Pantano d’Arci: approvati i lavori

AMT Catania, al via la progettazione delle nuove linee BRT

 

 

 

 


amtautobuscataniadropticketmobilita catania


Lascia un Commento

Ultimi commenti