14 lug 2015

Dopo la nostra segnalazione torna online la centralina di Viale Vittorio Veneto


Dopo la nostra segnalazione della scorsa settimana, la centralina di controllo della qualità dell’aria, posizionata tra il viale Vittorio Veneto e corso Italia, ha ricominciato a registrare dati. Apprezziamo la celerità della Direzione Ecologia e Ambiente del Comune di Catania nel prendere in carico la segnalazione.

La media annua di concentrazione del biossido di azoto nell’anno 2014  è stata  54  µg/m3 (microgrammi per metro cubo), superando il limite  di 40 µg/m3 consentito dalla legge e dalle direttive europee; il Comune ha quindi messo in opera un provvedimento di restrizione della circolazione scattato il 1° luglio limitatamente ai veicoli diesel euro 0 ed euro 1 in una vasta aerea di Catania delimitata dalla circonvallazione a nord, a est dal lungomare, a sud da via Dusmet e a ovest da via Palermo.

La centralina di viale Vittorio Veneto è ritornata a registrare i dati sulla qualità dell’aria venerdi scorso: la concentrazione di biossido di azoto nei primi due giorni di rilevamento non sembra aver subito una flessione, infatti il livello di NO2 supera in entrambi i giorni il livello limite su base annua, ma è ancora prematuro giungere alle conclusioni, nonostante il provvedimento sia stato approntato per avere effetti nel brevissimo periodo.

Continueremo a monitorare i dati provenienti dalle centraline, accessibili dal sito del Comune di Catania, nella speranza che il provvedimento di restrizione della circolazione sortisca gli effetti sperati.


cataniadieseleuro 0euro 1inquinamentomobilita cataniamonitoraggio smogqualità dell'ariarestrizione circolazione.smogstazioni rilevamento


Lascia un Commento

Ultimi commenti