Articolo
06 dic 2017

VIDEO | La storica rimessa AMT di via Plebiscito diventa area di sosta: le tariffe e la navetta 504

di Mobilita Catania

La rimessa di via Plebiscito rappresenta la storia del trasporto pubblico di Catania: dai tram, ai vecchi filobus degli anni '50 fino ai moderni autobus. A partire da venerdì 8 dicembre questi spazi acquisiranno nuove funzioni. Saranno 250 i posti auto messi a disposizioni degli utenti, nei prossimi mesi alcuni locali saranno adeguati per ospitare conferenze ed esposizioni. Noi di Mobilita Catania abbiamo visitato la rimessa, intervistando il presidente AMT, Puccio La Rosa. Il parcheggio è stato realizzato nell’area di proprietà aziendale dove erano ubicatati, fino a marzo 2017, la storica Rimessa 1 (R1), l’officina ed il magazzino, oggi trasferiti nella nuova rimessa R8 di Pantano d’Arci. Sono stati sfruttati i tre piazzali e la viabilità di distribuzione, per realizzare un parcheggio pubblico con una capacità complessiva di circa 250 posti macchina. Gli edifici non utilizzati (ex officina, ex magazzino, ex reparto gommisti) sono stati trasformati con opere d’arte contemporanea di artisti di fama internazionale: Fabio Petani (Italia), Salvo Ligama (Italia), Seikon (Polonia), Corn79 (Italia), Gomez (Venezuela), Rasta (Iran), nell’ambito del progetto AMT ART PROJECT che sarà inserito nella programmazione di Emergence Festival a cura di G. Stagnitta. Il progetto del parcheggio R1, da intendersi non solo con valenza funzionale ma anche come una vera e propria azione di riqualificazione urbana, ha avuto costi estremamente contenuti: Circa 15.000 € per ripristini sulla pavimentazione e realizzazione della segnaletica Circa 15.000 € per la realizzazione di opere di arte contemporanea del AMT ART PROJECT che interessano le facciate degli edifici non più utilizzati (ex officina, ex reparto gomme, ex magazzino) Sistemi di automazione e di videosorveglianza realizzati mediante fondi residui di un appalto già affidato nel 2012 Il parcheggio R1: quanto costa utilizzarlo? Le regole di tariffazione della sosta sono le seguenti: Periodo diurno (8:00 – 20:00) tariffa di 1,00 € fino ad 1 ora; tariffa di 2,00 € fino a 2 ore; tariffa di 3,00 € fino a 4 ore; tariffa di 5,00 € fino a 8 ore; tariffa di 6,00 € oltre le 8 ore e fino alle ore 20:00 del giorno di ingresso (max 12 ore in caso di ingresso alle 8:00); Periodo notturno (20:00 – 8:00) tariffa di 1,00 € fino ad 1 ora; tariffa di 2,00 € fino ad 2 ore; tariffa di 3,00 € fino a 4 ore; tariffa unica di 3,50 € per l’intero periodo notturno (oltre le 4 ore) e fino alle ore 8:00 del giorno successivo a quello di ingresso (max 12 ore in caso di ingresso alle 20:00); La sosta a cavallo dei due periodi diurno/notturno o viceversa verrà tariffata come la somma dei periodi di sosta consecutivi l’eventuale prolungamento della sosta in giornate successive a quella di timbratura del biglietto a banda magnetica d’ingresso (fino al massimo consentito di 5 giorni consecutivi) verrà tariffato secondo le stesse modalità già espresse nei punti precedenti. Nuova circolare 504 per il centro: Il parcheggio R1 è servito dalla nuova linea di trasporto pubblico n°504 che metterà a rete l’intera offerta per la sosta di AMT per il centro storico (assieme ai parcheggi Sturzo e Borsellino) a servizio del «centro commerciale naturale» della città. Parcheggio (Rimessa 1), Via Plebiscito, Via Lago di Nicito, Piazza S. M. di Gesù, Via Androne, Via S. Maddalena, Piazza S. Domenico, Via Cappuccini, Piazza Stesicoro, Via Etnea, Piazza Università, Via Etnea, Piazza Duomo, Via V. Emanuele, Piazza S. Placido, Via Porticello, Via Dusmet, Piazza Borsellino, Via Porticello, Via V. Emanuele, Via Etnea, Piazza Università, Via Etnea, Piazza Stesicoro, Piazza Borsa, Via S. Euplio, Via D. Cimarosa, Via S. Maddalena, Via Plebiscito, Parcheggio (Rimessa 1).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 nov 2016

Viale Alcide De Gasperi, nuova area di sosta: costerà 140 mila euro

di Mobilita Catania

Sono iniziati i lavori per un nuovo parcheggio in viale Alcide De Gasperi, della capienza di 40 posti auto, per compensare quelli non più disponibili dopo la realizzazione della pista ciclabile sul Lungomare. La spesa prevista è di 140 mila euro, comprendente anche altre realizzazioni. Il parcheggio sarà realizzato utilizzando autobloccanti per le zone di sosta e conglomerato bituminoso per l'accesso e l'uscita dall'area e comprenderà la realizzazione di nuove caditoie per evitare futuri allagamenti.       La nuova area non si inserisce nel progetto di completamento di viale Alcide De Gasperi per il quale si attendono i finanziamenti; a questo riguardo vi invitiamo a leggere i nostri approfondimenti: Viale Alcide De Gasperi, cosa manca al suo completamento; Waterfront e viale Alcide De Gasperi: dal progetto del 2001 fino al finanziamento del Patto per Catania

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 nov 2015

Una nuova area parcheggio in centro: sarà gestita da SoStare

di Amedeo Paladino

La Giunta comunale di Catania ha destinato con apposita delibera un'area, quella cosiddetta "del Pino", nel centro di Catania, a parcheggio. Sarà gestito dalla SoStare SrL, società partecipata del Comune che si occupa già della gestione delle Strisce Blu. L'area, in comodato d'uso e in via sperimentale, riguarda un appezzamento di terreno di 6.500 metri quadrati tra le vie Monsignor Ventimiglia, Teocrito e Maddem. Il parcheggio garantirà 250 posti, l'ingresso e l'uscita saranno controllate da sbarre automatiche; la conversione dell'area in parcheggio avverrà entro poche settimane. Di seguito l'area individuata per l'implementazione di un parcheggio di destinazione gestito dalla Sostare S.r.l., limitrofa alla Fiera di piazza Carlo Alberto e al Corso Sicilia: "La tendenza - ha spiegato l'assessore al Patrimonio Giuseppe Girlando - a destinare questo terreno a parcheggio era emersa nel corso di una riunione nella sede dell'assessorato alle Attività produttive. Riteniamo che con questi nuovi spazi si otterranno da una parte un maggiore ordine nella zona, dalla circolazione congestionata, e dall'altra effetti positivi per le attività commerciali del centro storico. Sostare si occuperà di far diventare quest'area un vero e proprio parcheggio recintato e lo gestirà, in una prima fase, per almeno due anni". Coerentemente al Piano Generale del Traffico Urbano, adottato dal Comune di Catania nel 2012 con votazione del Consiglio Comunale, il nuovo parcheggio dovrebbe essere utilizzato in sostituzione degli spazi di sosta su strada: obiettivo primario è infatti la riduzione dell'offerta di sosta al fine di migliorare la qualità ambientale della città, in particolare del centro storico. Questo l'obiettivo generale per migliorare la mobilità cittadina, ma la delibera comunale lascia qualche dubbio in merito al suo obiettivo, visto che può facilmente connotarsi come un ennesimo incentivo all'utilizzo del mezzo privato a discapito di quello pubblico o di altre forme di mobilità alternativa (pedonale, ciclabile, etc.), contemplando anche l'impiego di parcheggi scambiatori più periferici. Attualmente l'offerta totale di sosta è di 60 mila stalli, di cui 8 mila circa gestiti da Sostare.

Leggi tutto    Commenti 2