Articolo
09 dic 2015

Via Umberto pedonale i week-end natalizi

di Amedeo Paladino

Molti catanesi ricordano ancora via Umberto resa pedonale per alcuni mesi nel lontano 1988: una proposta del Sindaco Enzo Bianco alla sua prima esperienza al Palazzo degli Elefanti, da molti osteggiata e definitivamente bloccata dopo poco tempo. Allora la creazione dell'area pedonale di via Etnea e via Umberto fu un'iniziativa innovativa per la nostra città e la marcia indietro si è dimostrata poco lungimirante. In questi anni le istanze dei cittadini per una mobilità nuova e sostenibile si sono fatte sempre più pressanti e le esperienze di molte città italiane dimostrano che restituire lo spazio pubblico ai cittadini, sottraendolo alle auto, migliora la vivibilità della città in termini di salute, relazioni sociali ed economia locale. In una città come Catania, relegata in fondo alla classifica Ecosistema Urbano in base al rapporto di Legambiente che prende in esame 18 indicatori inerenti a qualità dell’aria, gestione delle acque, rifiuti, trasporto pubblico e mobilità, ogni iniziativa tesa a modificare la mobilità catanese fa notizia, raccogliendo opinioni discordanti tra i cittadini. Probabilmente anche la decisione dell'Amministrazione di rendere pedonale via Umberto I per i prossimi due fine settimana sarà da molti accolta positivamente e da altri osteggiata; tuttavia le esperienze del Lungomare Liberato, del Castello Ursino Liberato e di Ursino Buskers ci insegnano che iniziative come questa possono essere una leva per il cambiamento. La chiusura al traffico di via Umberto, nel tratto tra piazza Majorana e via Etnea, avverrà sabato 12 e sabato 19 dalle 16 alle 20 e le domeniche 13 e 20 dalle 9 alle 20: l'istanza di pedonalizzazione era stata avanzata nel mese di settembre dal movimento #salvaiciclisti in occasione della settimana europea della mobilità sostenibile. Per l'occasione l'AMT (Azienda Metropolitana Trasporti) metterà a disposizione un autobus storico, anche un trenino turistico natalizio farà la spola in via Umberto pedonale. Le linee di trasporto urbano il cui percorso insiste su via Umberto saranno dirottate su percorsi alternativi (Corso Italia o Corso Sicilia). La foto di via Etnea affollata di gente lo scorso sabato pomeriggio ci lascia sperare nel successo di via Umberto pedonale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 dic 2015

Gli studenti si mobilitano contro i parcheggiatori abusivi: firma la petizione

di Mobilita Catania

In queste ultime settimane è cresciuta la mobilitazione da parte degli studenti che frequentano il monastero dei Benedettini contro il dilagante fenomeno dei parcheggiatori abusivi, una presenza illegale e invasiva: in alcuni casi dalla richiesta del pagamento della sosta si è passati all'aggressione fisica. Per reagire a questa situazione di illegalità è appena nato il movimento Monastero Abusivo il quale chiede con forza la liberazione dai parcheggiatori abusivi dell'area antistante il Monastero dei Benedettini e la relativa riqualificazione della piazza che attualmente è utilizzata abusivamente come parcheggio. La stessa sorte è riservata ai marciapiedi completamente occupati dalle auto che non consentono neanche il passaggio dei pedoni. I ragazzi hanno lanciato una petizione on line per chiedere all'Amministrazione attenzione riguardo il problema, ecco il testo: Stanchi dell'indifferenza dilagante che contraddistingue noi studenti di scienze umanistiche, abbiamo deciso di portare avanti un'iniziativa atta a contrastare il fenomeno del pizzo di strada. Alla luce dei video che circolano in rete con l'hashtag #monasteroabusivo #noncisto. Non ci mettiamo la faccia solo online ma ci facciamo sentire coi fatti.   Anche la redazione di Mobilita Catania si unisce al loro appello ed invita tutti i lettori a firmare la petizione.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 dic 2015

Per Natale l’Orto Botanico è scontato: “Museo Verde” e laboratori per bambini

di Mobilita Catania

In occasione delle festività natalizie presso l’Orto Botanico di Catania, Officine Culturali in accordo con il Dipartimento di Scienze Biologiche Geologiche e Ambientali, invita i residenti a Catania e provincia a visitare il “museo verde” dell’Università di Catania con un biglietto speciale e riservato a loro. Dal 9 dicembre fino al 5 gennaio il biglietto di ingresso per i residenti sarà di solo 1,00€ anziché 3,00€. L’Orto Botanico è aperto dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 17.00 (ultimo ingresso alle ore 16.00) e il sabato dalle 9.00 alle 13.00 (ultimo ingresso alle ore 12.00)*. Tra le collezioni dell’Orto Botanico è possibile ammirare il settore delle succulente in cui capeggiano monumentali Echinocactus grusonii, i cuscini della suocera, e splendidi esemplari di Ceiba speciosa, il falso Kapok, o la collezione delle palme in cui, insieme alle più comuni, vivono esemplari di L'Encephalartos ferox, fino a giungere nel settore dell’Orto Siculo dove tra le piante endemiche ritroviamo anche la ZelKova sicula, pianta di enorme interesse perché considerata estinta fino a qualche decennio fa. Anche per i bambini il Natale all’Orto è speciale: insieme ai loro genitori potranno prepararsi al meglio alle festività con un laboratorio ludico-didattico in cui insieme costruiranno, partendo dalle specie naturali custodite nel giardino scientifico, ghirlande, nastrini e decori natalizi. Il laboratorio si terrà domenica 13 dicembre alle 0re 10:00. Le attività con i più piccoli sono volte a costruire un legame profondo con il giardino scientifico e con la natura in generale, partendo sempre dal gioco e dalla creatività. Per informazioni e prenotazioni chiamare ai numeri 095.6139910 - 0957102767 – 3349242464. *Si ricorda agli utenti che l'Orto Botanico resterà chiuso durante i giorni di festa, 25 e 26 dicembre e 1 gennaio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 nov 2015

ChocoModica merita un viaggio… in treno

di Mobilita Catania

ChocoModica 2015 merita un viaggio. E questo viaggio si potrà fare su un treno d'epoca. Dal 5 all’8 dicembre, la cittadina siciliana, conosciuta nel mondo per il suo cioccolato artigianale di qualità, è pronta a festeggiare nuovamente il "cibo degli dei" in tutta la sua varietà di forme e gusti, dal più dolce al più piccante. Piacere per il palato e per gli occhi, la kermesse si svolgerà nel centro storico di Modica, fra i palazzi, le piazze e i pregiati monumenti del barocco siciliano, Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Meta ideale per trascorrere il primo weekend di dicembre, prolungato dalla festa dell’Immacolata, ChocoModica promette a turisti e visitatori quattro giorni di assoluto relax, fra le note e gli aromi del cioccolato artigianale di Modica. Per l'occasione Trenitalia e Fondazione Ferrovie dello Stato hanno aderito alla proposta del Comune di Modica e del Consorzio del Cioccolato di istituire un treno storico per raggiungere la festa del cioccolato siciliano: è nato così il ChocoModicaExpress che attraverserà il sud-est della Sicilia.Il servizio sarà attivato il 5 e 6 dicembre sulla tratta Catania C.le-Modica, con il seguente itinerario andata/ritorno e relativi orari: Catania Centrale ore 07,55 Lentini 08,55 Augusta 09,36 Siracusa 10.30 Noto 11,01 Pozzallo 11,32 Modica 12,05 ritorno: Modica 17,50 Pozzallo 18,19 Noto 19,05 Siracusa 20,20 Augusta 20,42 Lentini 21,12 Catania C.le 21,40.   Prezzi biglietti: adulti Euro 25 andata e ritorno (da Catania, Lentini, Augusta) adulti Euro 20 andata e ritorno (da Siracusa, Noto, Pozzallo) ragazzi (4-12 anni non compiuti) Euro 12,50 andata e ritorno (da Catania, Lentini, Augusta) ragazzi (4-12 anni non compiuti) Euro 10 andata e ritorno (da Siracusa, Noto, Pozzallo) Gratuità per bambini (0-4 anni non compiuti) non occupanti posto a sedere ChocoModica 2015, organizzato dal Comune di Modica e firmata da Eurochocolate, è promosso in collaborazione con il Consorzio di Tutela del Cioccolato di Modica, con il contributo della Regione Siciliana, della Camera di Commercio di Ragusa e delle principali Associazioni di Categoria.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 nov 2015

FOTO | La fregata Maestrale approda a Catania, visite guidate ed eventi culturali per salutare la nave della Marina Militare

di Amedeo Paladino

La fregata Maestrale della Marina Militare Italiana ha raggiunto ieri il porto di Catania. Maestrale, appartenente alla flotta Venti composta da 8 navi gemelle, ha partecipato con successo a numerose operazioni a tutela degli interessi nazionali nei mari del mondo: nell'ottobre 2013 è stata la prima nave a partire per la missione di salvataggio in mare dei migranti denominata "Mare Nostrum". Dopo 33 anni di servizio nei mari del mondo Maestrale è la prima della flotta Venti a essere dismessa. In questo suo ultimo viaggio  toccherà alcune città per salutare la popolazione locale, permettendo così di poterla visitare, effettuare uscite in mare, prendere parte a mostre itineranti e partecipare ad eventi culturali e di beneficenza che saranno organizzati a bordo. L'equipaggio della nave Maestrale condurrà la nave fino a La Spezia dove verrà ammainata la bandiera per l'ultima volta. Le  iniziative che in questi giorni si svolgeranno a bordo della nave sono organizzate da Telethon, WWF, Lega Navale Italiana e dall'Associazione Nazionale Marinai d'Italia (ANMI). Dopo l'arrivo a Catania si è svolta una dimostrazione di recupero in mare visibile dal lungomare e un convegno dal titolo “Medicina, trasporti ed ingegneria, tre aspetti della portualità” e “Flotta verde della Marina Militare” in collaborazione con l'ordine degli Ingegneri di Catania e l'Università di Catania; sono intervenuti il professore Giuseppe Inturri, docente di Trasporti di Ingegneria Civile sul tema del rilancio della portualità e del trasporto marittimo, e la professoressa Rosaria Ester Musumeci intervenuta a proposito di innovativi sistemi di produzione di energia che potranno avere applicazioni nei porti di tutto il mondo. Il convegno è stata l'occasione per presentare il progetto della Flotta Verde della Marina Militare: un programma di conversione dell'alimentazione navale attraverso l'utilizzo di combustibili alternativi a quelli derivati dal petrolio come il gas naturale liquefatto e i biocarburanti. Fino al 19 novembre sarà possibile salire a bordo per partecipare alle visite guidate e agli eventi organizzati. A questo link è possibile consultare l'intero programma.    

Leggi tutto    Commenti 0