Articolo
06 ott 2018

Lungomare dei Ciclopi unito: verso un collegamento pedonale tra Aci Castello e Aci Trezza

di Mobilita Catania

Passi avanti per un futuro collegamento pedonale tra il comune di Aci Castello e la frazione di Aci Trezza. La Giunta comunale di Aci Castello ha infatti approvato una delibera contenente l'atto di indirizzo, rivolto al dirigente responsabile dell'area III, per la predisposizione entro 12 giorni di un bando per la procedura selettiva di individuazione di un soggetto che predisponga un progetto, completo di “business plan”, che individui forme e modi di gestione per il bene già inserito in complesso aziendale per l’esercizio di attività di stabilimento balneare denominato "Lido dei Ciclopi” compresa la superficie demaniale marittima in concessione e lo specchio acqueo. L'elaborato dovrà poi essere sottoposto alla valutazione del Consiglio direttivo dell’Agenzia nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata. «Così come indicatomi dal Ministro dell'Interno, sto perseguendo tutti i passi necessari per giungere ad un progetto definitivo che possa consentirci di realizzare -dichiara il sindaco Filippo Drago - ciò che i nostri cittadini attendono da oltre cinquant'anni, ovvero la valorizzazione e la tutela di una porzione meravigliosa di costa con l'eliminazione di quella fastidiosa barriera che interrompe il Lungomare trezzoto». Il collegamento tra Acicastello e Acitrezza, come è noto, è stato interrotto sin dalla realizzazione del lungomare e non certo per risparmiare il parco botanico del Lido dei Ciclopi, da tempo ridimensionato per fare spazio a strutture utili al lido. Tra gli altri aspetti, proprio laddove si vorrebbe creare un passaggio pedonale permanente, al momento esiste una colata di cemento che ha sepolto l’intera costa lavica adiacente al lido; attualmente un cittadino che da Acicastello si volesse spostare ad Acitrezza a piedi deve necessariamente percorrere la strada statale, oltretutto priva di marciapiedi, con i rischi che ne conseguono.

Leggi tutto    Commenti 1
Segnalazione
04 ott 2018

Catania, è “strage” di alberi. Dopo via Dusmet, tocca a Vulcania

di Andrea Tartaglia

Non è una città per alberi. Parafrasando il titolo di una nota pellicola dei fratelli Coen, si potrebbe dire così di Catania. Negli ultimi anni la dotazione arborea cittadina, se così la vogliamo chiamare, è inopinatamente diminuita nonostante alcuni interventi di piantumazione  operati sotto la precedente amministrazione comunale, comunque mirati a ripristinare la mancanza di alberi in aree dove erano già previsti ed erano "venuti a mancare" (come, ad esempio, in Corso Italia). Dopo l'ecatombe di Monte Po, la strage di pini in Corso Indipendenza e l'azzeramento degli alberi in via Dusmet all'innesto con piazza Paolo Borsellino, stavolta è toccato ad alcuni alberi del parco di Vulcania fare la stessa fine: tagliati di netto alla base. Sebbene non ci siano al momento state spiegazioni ufficiali da parte dell'amministrazione circa l'ultimo intervento, vogliamo pensare che si sia trattato di azioni necessarie, magari dettate da uno stato di ammaloramento degli alberi tale da pregiudicare l'incolumità pubblica e da condurre, quindi, a così drastica soluzione. Volendo dare questo per scontato, dunque, ciò che più preoccupa è che nessun esponente dell'amministrazione comunale, al momento, abbia annunciato ciò che dovrebbe essere ovvio: cioè che tutti gli alberi eliminati saranno sostituiti da altri, magari più idonei agli spazi urbani (come potrebbero essere i platani, le jacarande e molti altri tipi di alberi ancora). Gli alberi in città rappresentano un elemento non solo decorativo ma anche utile per la qualità e vivibilità dei luoghi: trasformano le emissioni di CO2 in ossigeno, riducendo quindi notevolmente l'impatto dell'inquinamento, contribuiscono ad abbassare la temperatura media delle strade in estate (e Catania è una città "bollente" nella stagione estiva) e offrono anche uno schermo acustico tra edifici e strade trafficate tale da ridurre notevolmente i rumori del traffico che arrivano nelle case dei cittadini. Alberi belli e utili, pertanto, ma purtroppo pochi presenti a Catania. Attendiamo con ansia, dunque, che si annunci una massiccia opera di piantumazione atta a sostituire tutti gli alberi perduti ma anche, si auspica, a introdurre innesti ex novo: sono tante le strade cittadine che potrebbero ospitare filari ombrosi e che invece offrono solo roventi strisce di asfalto. Ricordiamo, infine, che è in corso una campagna di crowfunding denominata "Cento alberi per Catania", promossa da Legambiente per dotare la città di nuovi alberi: fai anche tu la tua donazione libera. Foto di copertina di Lungomare Liberato Ti potrebbero interessare: Ecatombe di alberi nel quartiere di Monte Po: il confronto prima e dopo Verde in città: interventi in piazza Stesicoro, corso Italia e Monte Po

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Articolo
01 ott 2018

Il Lungomare Liberato diventa “Lungomare Fest”: sei domeniche l’anno a partire dal 7 ottobre

di Mobilita Catania

Cambia "format" il Lungomare Liberato: nelle intenzioni dell'Amministrazione Comunale, sarà una festa della città accanto al suo mare, si terrà per sei domeniche all'anno (in media, dunque, solo una domenica ogni due mesi) e si chiamerà Lungomare Fest. Domenica 7 ottobre la prima nuova edizione: i cittadini e i turisti avranno a disposizione un ventaglio di attività di vario genere per esaltare il valore della mobilità sostenibile e della solidarietà. Una vera e propria kermesse con eventi e promozione dello sport anche paralimpico, spazi musicali e teatrali con reading letterari e concerti, esibizioni e gare di danza e twirling, mostre d'arte, proiezioni di cortometraggi, sfilate di costumi e marionette, autobooks, trekking culturali, tour guidati, pop up market e mercatini artigianali, degustazioni, giochi e laboratori per bambini, screening sanitari, passeggiate in bicicletta e con altri mezzi elettrici o a pedalata assistita. A presentare l'intenso programma domenicale, il sindaco Salvo Pogliese insieme agli assessori alla Cultura, Barbara Mirabella, alle Attività produttive, Ludovico Balsamo, allo Sport, Sergio Parisi, all'Ambiente, Fabio Cantarella, alla Mobilità urbana e Sanità, Pippo Arcidiacono, alle Smart Cities, Alessandro Porto. Il Lungomare sarà idealmente suddiviso in quattro zone che diventeranno contenitori di iniziative: l'area di piazza Nettuno e viale Ruggero di Lauria, l'area di viale Artale Aragona con via Marittima e la piazza con la Torretta saracena, quella di piazzale Sciascia con il parcheggio Europa aperto dalle 10 alle 21.30, e infine l'area di piazza Tricolore dove campeggia il monumento ai Caduti. In tutte le zone del Lungomare le attività si svolgeranno a partire dalle 9.30 e fino alle 22.30. “Lungomare Fest – ha detto il sindaco – coinvolgerà i cittadini di tutte le età, non sarà solo una strada chiusa al mare ma un vivacissimo contenitore di eventi e iniziative per esaltare i talenti della nostra citta. Saranno presenti gli artigiani che hanno aderito alla nostra proposta e con oltre cinquanta stands. Chi vorrà 'immergersi' nel fitto programma di eventi avrà a disposizione attività e servizi collaterali, come ad esempio la possibilità di parcheggiare gratuitamente a piazza Europa o, se si preferisce, usare la metro con le fermate di piazza Europa ed Ognina. Tra le attività previste tanto sport nell'area di piazza Tricolore e anche una gara internazionale di motonautica. La città si riapproprierà dell’affaccio sul mare e per l'occasione si aiuteranno le attività commerciali della zona grazie all’intesa tra la nostra Amministrazione e le associazioni di categoria che come da nostra impostazione sono state consultate e coinvolte nel progetto”. “Il Lungomare Fest – ha sottolineato l'assessore Mirabella - è il frutto di un lavoro capillare di raccordo tra i vari assessorati e le tante istituzioni cittadine, le scuole, il volontariato, il mondo dell'associazionismo nei vari settori e privati che hanno aderito entusiasticamente all'iniziativa con attività in larga parte gratuite per tutte le età”. L'assessore Parisi si è soffermato oltre che sulle gare, esibizioni e dimostrazione sportive anche di livello internazionale, sulla “restituzione alla città di piazza Consiglio d'Europa, meglio come conosciuta come piazza Nettuno, che in occasione del 7 ottobre avrà un nuovo volto con un rinnovato playground, e sulla partecipazione di numerose associazioni sportive, anche paralimpiche”. “Grazie al lavoro integrato degli assessorati – ha messo in evidenza Cantarella - la città riconquisterà i suoi spazi ripuliti malgrado la presenza di un alto numero di persone poco attente alle problematiche ambientali. Una maniera per sensibilizzare a mantenere pulito dopo lo sforzo straordinario fatto dagli operatori del nuovo gestore dei rifiuti”. Sono anche previste iniziative di educazione ambientale, in collaborazione con Wwf e Legambiente e Dusty, con un'attenzione ai più piccoli che possono segnare il cambiamento anche all'interno delle famiglie, e la presentazione di un dizionario dei rifiuti per chi ancora avesse dei dubbi su come differenziare. Di screening sanitari e promozione della salute con attività ecosostenibili durante la giornata di festa si è occupato l’assessore l'assessore Arcidiacono, sottolineando come le iniziative della manifestazione si pongano “in continuità con l'apprezzata Settimana europea della mobilità sostenibile”. Un'attenzione particolare sarà data ai progetti di solidarietà e alla disabilità . “Questo lavoro sinergico – ha dichiarato l'assessore Balsamo - è la migliore dimostrazione dell'amore che abbiamo verso la città. Sarà anche l'occasione per un rilancio delle attività commerciali del lungomare e delle zone limitrofe che si apprestano ad apportare anche con nuove proposte di creatività”. Alla conferenza stampa hanno partecipato, tra gli altri, il presidente del Consiglio comunale Giuseppe Castiglione, i rappresentanti di Fce Circumetnea, Salvo Fiore, Trenitalia, Coni, Amt, Accademia Belle Arti Catania, Virgilio Piccari e Daniela Costa, Liliana Nigro, Telethon, Maurizio Gibilaro, Dusty, Rossella Pezzino De Geronimo, Parcheggio Europa, nonché i rappresentanti di Wwf, Re.Ba, Pop Up Market, Terra di Crianza, Fita, Blue Sound 2, Orchestra itinerante Sambazita, Corti in Cortile, ASD Dancemania, ASD Freetime, Gruppo Smile, ASD Elianto – Lucy Star – The Sound of Boots, ASD Live Dance, Tribute band Nek, Tribute Band office Coldplay, Pulci di Città, Liberamente, Impara l'Arte, Catania Art, Artigiani Hobbisti, Fiab, Legambiente Catania, Acquedotte-Arte-Architettura-Aree Urbane, Mobilità Sostenibile Catania, Mobilita.org, Associazione Mediterranea Autobus Storici, Ccn di Via Etnea , Associazione Guide Turistiche Catania, Comitato Porta Uzeda Liberata, Comitato centro contemporaneo, Guide Turistiche di Etna e Dintorni Fie.

Leggi tutto    Commenti 0
Proposta
28 set 2018

Centro storico, una possibile soluzione viaria per salvaguardare l’area della Basilica Collegiata

di Andrea Tartaglia

In questi giorni, a Catania, è in atto una sperimentazione viaria che sta causando non pochi disagi nel centro storico: per andare incontro alle esigenze di sicurezza della Questura di via Alessandro Manzoni, infatti, il traffico è stato deviato temporaneamente su via Collegiata, via Fragalà e via Mancini. Una soluzione che irrompe prepotentemente nel cuore del centro storico, in piena zona a traffico (non più) limitato, generando colonne di mezzi in fila proprio a fianco della basilica Collegiata, lungo i ristoranti della strada e tagliando ai pedoni e ai turisti la passeggiata di via Etnea in uno dei suoi punti più suggestivi. Una soluzione, dunque, che tale non è e che, come prevedibile, sta solo generando caos e un danno di immagine non di poco conto (basta osservare i volti dei turisti), per non parlare dell'abbassamento della vivibilità della zona e della qualità dell'aria. Fatte salve le esigenze della Polizia di Stato, la circostanza può però trasformarsi nell'occasione di limitare l'accesso indiscriminato di mezzi privati a quest'area del centro storico proponendo un piano viario alternativo che impedisca di portare sin qui gran parte del traffico di attraversamento del cuore della città. Fermo restando che, nel lungo termine, è auspicabile la creazione di una grande z.t.l. del centro storico che possa avere, orientativamente, nella via Plebiscito il suo perimetro naturale, nonché l'opportunità di delocalizzare la Questura di via Manzoni in area più consona, ecco una proposta attuabile nel breve termine che consentirebbe di salvaguardare l'area di via Etnea compresa tra via Antonio di Sangiuliano e piazza Università: La maggiore innovazione consiste, già all'altezza di via Quartarone, nell'intercettare e deviare il traffico di via Vittorio Emanuele II diretto a est. Via Quartarone diverrebbe così percorribile a salire, verso piazza Dante: ciò può avvenire o rendendola a doppio senso (con divieto di sosta e fermata), oppure creando una circolazione rotatoria sfruttando anche via Teatro Greco e via Santa Barbara (quest'ultima solo nel tratto compreso tra via Teatro Greco e via Vittorio Emanuele II, con divieto di sosta e fermata, invertendo l'attuale senso di marcia). Piazza Dante diverrebbe a doppio senso di marcia, così come via Gesualdo Clemente: qui la sosta a spina di pesce andrebbe sostituita con quella in linea. Giunti all'altezza di via Santa Maddalena, si può rendere quest'ultima a doppio senso per consentire di raggiungere facilmente piazza Stesicoro. In alternativa o in aggiunta, si potrebbe anche valutare di rendere a doppio senso anche il tratto di via Di Sangiuliano compreso tra via Santa Maddalena e via Manzoni, seppur non strettamente necessario, a meno di non voler accorciare il percorso per raggiungere la zona di piazza Manganelli. In via Vittorio Emanuele II, dunque, dopo l'incrocio con via Quartarone, proseguirebbero dritto, in direzione piazza Duomo, solo i mezzi diretti a raggiungere via Garibaldi (dal basso) o le traverse della stessa strada. Via San Giuseppe al Duomo si trasformerebbe invece in zona a traffico limitato, con accesso consentito solo ai residenti e ai mezzi delle forze dell'Ordine (nonché ambulanze e altri mezzi espressamente autorizzati). L'accesso a via Collegiata, via Fragalà e via Manzoni nel tratto a sud di via Antonino di Sangiuliano sarebbe consentito solo ai medesimi soggetti, consentendo quindi un notevole abbassamento del traffico e dell'inquinamento in quest'area e venendo incontro alle esigenze della Polizia di Stato. Ti potrebbe interessare... Nuovo piano viario sperimentale in centro storico: chiude tratto di via Manzoni  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 set 2018

Rifiuti, da lunedì tolleranza zero per chi conferisce in modo scorretto

di Mobilita Catania

Importanti novità nell'area interessata al sistema di raccolta differenziata porta a porta, ora gestito dalla Dusty e non più dagli operatori comunali. Dalla prossima settimana, per la precisione da lunedì, dopo i primi giorni di prova e di “rodaggio” del nuovo servizio, gli operatori del gestore lasceranno sul posto i rifiuti che non sono stati correttamente conferiti: una maniera per evidenziare a chi ha sbagliato che può far meglio, esattamente come gli altri. Ricordiamo che i punti comunali di raccolta dei rifiuti, per chi vuole conferire direttamente presso le isole ecologiche e ottenere così sgravi sulle imposte, al momento sono solamente due: in viale Tirreno, zona San Giovanni Galermo, e in via Maria Gianni nel quartiere di Picanello. Questi gli orari di conferimento: dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle 12.30 e dalle ore 14 alle 19, domenica dalle ore 9 alle 12.30. Per informazioni, segnalazioni, consigli, reclami e ritiri gratuiti di rifiuti ingombranti e di apparecchiature elettriche ed elettroniche, nonché suggerimenti sul servizio stesso, sono attivi due numeri verdi: 800 9131155, gratuito da rete fissa in Italia, e 095 6141491 per i cellulari o telefonate provenienti dall’estero. Potrà inoltre essere consultato il sito internet del gestore: www.catania.dusty.it o scaricare l’app Dusty nel proprio smartphone. È anche attivo per eventuali segnalazioni un numero WhatsApp: 3512152778. Si rammenta, inoltre, che il servizio di raccolta porta a porta sarà attivo per tutti e sette i giorni della settimana con il seguente calendario: lunedì indifferenziato, martedì organico, mercoledì carta, cartone e cartoncino, giovedì organico, venerdì plastica e metalli, sabato organico, domenica vetro. Pannolini e pannoloni devono essere esposti in sacchetti separati e posti accanto il rifiuto differenziato della giornata. Le ore di conferimento sono fissate dalle ore 20 alle 22.30 del giorno precedente a quello della raccolta.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 set 2018

Centro Storico, una parte di piazza san Francesco d’Assisi diventa pedonale: un intervento dall’alto significato simbolico

di Amedeo Paladino

L’Amministrazione Comunale ha deciso di rendere stabile la pedonalizzazione di una parte di piazza San Francesco nel lato che ospita il Museo Belliniano, una delle tappe più gettonate dai turisti che visitano Catania, che non dovranno più divincolarsi tra macchine e motociclette, per conoscere da vicino la storia del Cigno catanese e apprezzare le bellezze dello slargo prospiciente la chiesa di San Francesco D'Assisi. L’iniziativa era già stata lanciata dal Comune in via sperimentale nella settimana della mobilità, orientamento confermato definitivamente dal sindaco Salvo Pogliese e dall’assessore Giuseppe Arcidiacono con un provvedimento specifico di interdizione del traffico veicolare in una delle piazze più apprezzate dai catanesi, anche per il legame con il monumento al beato cardinale Dusmet. Sulle pagine di Mobilita Catania la situazione di degrado prodotta dalla presenza invasiva delle auto in sosta era stata più volte segnalata, auspicando un intervento nell'area dall’enorme valore storico, artistico e culturale fulcro di molti monumenti di Catania, per citarne qualcuno: il museo Belliniano, ospitato nello storico palazzo Gravina Cruyllas, il museo Emilio Greco, la chiesa di san Francesco D’Assisi all’Imaccolata, il teatro greco-romano, l’Odèon, il museo dell’Erboristeria, la casa di Verga, Via Crociferi (con le varie chiese San Benedetto, San Francesco Borgia, San Giuliano, San Camillo De Lellis, collegio dei Gesuiti, convento padri Crociferi), Villa Cerami, Palazzo Francica Nava-Asmundo, piazza Duomo. Quello implementato dall'Amministrazione Comunale pur trattandosi di un micro intervento potrà rappresentare la dimostrazione di come possono diventare più belli e vivibili i luoghi e più in particolare le piazze più importanti della nostra città, senza il degrado prodotto dalla presenza soffocante di automobili spesso parcheggiate in divieto di sosta o davanti ai monumenti ad ostruirne la vista.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 set 2018

Una settimana dedicata alla mobilità sostenibile: il calendario degli eventi a Catania

di Mobilita Catania

Il Comune di Catania, in linea con gli impegni assunti volti a favorire politiche di mobilità sostenibile, ha aderito alla Settimana Europea di Mobilità Sostenibile (edizione 2018), che si svolgerà dal 16 al 22 settembre, organizzando in collaborazione con molte associazioni varie iniziative di natura pedonale e ciclabile, di intrattenimento-culturale ed espositivo-promozionale. Iniziative di promozione ambientale, trekking culturali, passeggiate in bicicletta, aree pedonali nel centro storico e al lungomare, visite guidate a siti monumentali e naturalistici, seminari, esibizioni itineranti di orchestre e artisti di strada, sfilate di carretti e cavalli. È ricco il calendario della Settimana europea della mobilità sostenibile che si svolgerà a Catania dal 16 al 22 settembre organizzata dall'Amministrazione Pogliese per sensibilizzare a nuovi modelli di mobilità improntati alla sostenibilità e al rispetto dell'ambiente. La manifestazione, promossa dalla Commissione europea e dal Ministero dell'Ambiente, è stata presentata nella sala giunta di Palazzo degli Elefanti dal sindaco Salvo Pogliese e dagli assessori alla Mobilità, Pippo Arcidiacono, alla Cultura, Barbara Mirabella, alla Sicurezza e Ecologia Fabio Cantarella, e da Filippa Adornetto mobility manager del Comune.   La Settimana 2018, caratterizzata dalla slogan “Cambia e Vai”, è incentrata sul tema della multimodalità.  Il clou della manifestazione si avrà domenica 16 con l'iniziativa “In città senza la mia auto” e una serie di attività messe a punto dal Comune in tre aree cittadine che saranno chiuse al traffico: un'ampia porzione del centro storico e piazza San Francesco d'Assisi, dalle 8 alle 14, e il lungomare da piazza Europa a piazza Mancini Battaglia dalle 15.30 alle 21.30.  “È massimo il nostro impegno – ha detto il primo cittadino - nel sostenere iniziative volte ad affermare la cultura della mobilità sostenibile e a valorizzare la città tutta, dal centro storico al lungomare e a tutte quelle aree che possono diventare maggiormente attrattive. Penso per esempio alla piazza San Francesco che sperimenterà in questa settimana una chiusura al traffico, a vantaggio del museo Belliniano e dell'area a ridosso di via Crociferi, che intendiamo riproporre in maniera permanente. Riguardo al Lungomare, che sarà chiuso al traffico integralmente domenica pomeriggio – ha sottolineato Pogliese - voglio anticipare che dal 7 ottobre partirà il Lungomare Fest, che avrà anche un logo, per  arricchire le iniziative che i nostri concittadini hanno dimostrato di apprezzare”. “Sono tante le associazioni che hanno chiesto di partecipare – ha detto Arcidiacono - e che quindi hanno dimostrato di condividere con noi uno spirito nuovo con l'obiettivo di migliorare il volto della nostra città. È stato fatto un grande lavoro sinergico, anche con le aziende del trasporto pubblico locale e i commercianti, e il risultato è un programma molto ricco e articolato, che coprirà tutta la settimana”.  L'assessore Mirabella ha messo in risalto l'impegno dell'Amministrazione nell'apertura straordinaria di musei e siti culturali cittadini e la piena collaborazione con le associazioni nella realizzazione delle tante iniziative che si svolgeranno in giro per la città, come la sfilata degli artisti di strada Ursino Buskers. Fabio Cantarella si è soffermato sugli aspetti di decoro e pulizia nelle zone della manifestazione che saranno particolarmente attenzionate dal servizio di nettezza urbana. Dal canto suo l'ingegnere Adornetto ha evidenziato come la manifestazione catanese  contenga tutti e tre i parametri richiesti dalla Commissione europea (le amministrazioni possono attenersi anche solo a uno di essi), ovvero “la creazione di aree pedonali, la realizzazione di misure di mobilità sostenibile in modalità permanente - e la chiusura di piazza San Francesco va in questa direzione -, e l'organizzazione di eventi nell'arco di tutta una settimana”.  In occasione della manifestazione l'Amt metterà a disposizione diverse corse gratuite e la Fce aprirà la metropolitana anche di domenica. Il tema dell’edizione 2018 della Settimana della Mobilità è la “Multimodalità”, per il quale è stato scelto lo slogan "Cambia e vai". Di seguito il programma delle iniziative: “In città senza la mia Auto”: per consentire l’espletamento delle tante iniziative organizzate nonché per garantire alla cittadinanza la fruizione pedonale e ciclabile in piena sicurezza, domenica 16 settembre verrà chiusa un'ampia zona del centro storico e del Lungomare. Dalle ore 8,00 alle ore 14,00 chiusura al transito veicolare di un’ampia area del Centro Storico (vedi “Planimetria di chiusura traffico veicolare ampia area del centro storico” pubblicata nell'apposita pagina web dell’evento presente sul sito del Comune di Catania) Dalle ore 15,30 alle ore 21,30 chiusura al transito veicolare del Lungomare, da Piazza Europa a Via del Rotolo. In tali aree e strade, in linea con il tema della settimana, potranno circolare, oltre ai mezzi autorizzati (residenti, mezzi di soccorso e delle forze dell’ordine, etc.), i mezzi del trasporto pubblico locale Amt, i mezzi ecosostenibili (bici e scooter elettrici) e i mezzi del “car-sharing” Enjoy, per dimostrare come questi mezzi possano essere utilizzati anche per spostamenti multimodali (più modalità di trasporto piedi-bici-scooter-mezzo pubblico, etc). Servizi e linee di trasporto pubblico messe a disposizione della cittadinanza Per consentire alla cittadinanza di raggiungere le aree chiuse al traffico si potrà fruire dei seguenti servizi e linee di trasporto pubblico: Servizio metropolitano FCE che , in occasione dell’Evento, garantirà l’apertura straordinaria domenicale dalle ore 09.00 alle21.00 (con ultima partenza dalla stazione Stesicoro alle ore 21.00); Linea gratuita “Librino Express” del servizio AMT (dalle ore 08.00 alle ore 14.00). Inoltre, per consentire alla cittadinanza di potersi spostare in maniera sostenibile all’interno delle aree e strade chiuse al traffico, l’Amt metterà a disposizione, per l’intera giornata e a titolo gratuito e promozionale le biciclette tradizionali del servizio BiCT che saranno disponibili sia al parcheggio R1 (via Plebiscito) che al Parcheggio Borsellino (Piazza Borsellino). Infine, allo scopo di promuovere la mobilità multimodale, verrà proposta alla cittadinanza la seguente promozione: a tutti i nuovi clienti che si iscriveranno al servizio di car-sharing, la Società Enjoy regalerà un voucher del valore di € 10,00. Iniziative espositivo-promozionali: All’interno delle aree e strade chiuse al traffico stazioneranno dei mezzi ecosostenibili e stands espositivo-promozionali nelle Piazze appresso riportate e secondo la seguente articolazione: Piazza Università (dalle ore 8,00 alle ore 14,00) N. 1 minibus elettrico, messo a disposizione dalla AMT, dove verranno esposte e divulgate le varie attività e iniziative avviate e portate avanti dall’Ufficio del Mobility Manager di Area; N. 1 stand di Fiab Catania dove, attraverso appositi minicorsi, verrà promosso l’uso della bicicletta in sicurezza; N. 1 banchetto informativo del WWF (dalle ore 9.00 in poi) che organizzerà anche una caccia fotografica alla ricerca della biodiversità; N. 1 stands di rivenditori di mezzi elettrici a due ruote dove verranno esposti biciclette elettriche a pedalata assistita eciclomotori elettrici. Nell’ambito di tale attività espositiva tali rivenditori consentiranno, tra l’altro, una “Prova della mobilità sostenibile”. In pratica le biciclette e gli scooter elettrici esposti verranno messi a disposizione della cittadinanza per una prova che verrà effettuata lungo un circuito prestabilito che si snoderà all’interno della ZTL di Piazza Bellini (vedi “Circuito ciclabile di prova bici elettriche in Piazza Università” pubblicato nell’apposita pagina web dell’evento presente sul sito del Comune di Catania) Piazza Tricolore – Lungomare (dalle ore 15,30 alle 21,30) N. 1 minibus elettrico, messo a disposizione dalla Amt, dove verranno esposte e divulgate le varie attività e iniziative avviate e portate avanti dall’Ufficio del Mobility Manager di Area; N. 1 stands di rivenditori di mezzi elettrici a due ruote dove verranno esposti biciclette elettriche a pedalata assistita e ciclomotori elettrici. Nell’ambito di tale attività espositiva tali rivenditori consentiranno, tra l’altro, una “Prova della mobilità sostenibile”. In pratica le biciclette e gli scooter elettrici esposti verranno messi a disposizione della cittadinanza per una prova che verrà effettuata lungo la “pista ciclabile” del Lungomare. N. 1 bus tradizionale “AutoBooks - Libri in circolo” dove verranno esposti e messi a disposizione, per attività culturali di scambio, libri di varia natura per promuovere la lettura (a cura della Direzione Cultura). Nell’ambito di tale iniziativa culturale verrà anche espletata un’attività di intrattenimento attraverso la lettura drammatizzata delle pagine di opere di scrittori siciliani a cura di Nunziata Blancato della FITA (dalle ore 18,30 in poi); N. 1 stand di Fiab Catania dove, attraverso appositi minicorsi, verrà promosso l’uso della bicicletta in sicurezza; Piazza San Francesco d’Assisi (dalle ore 8,00 alle ore 14,00) N. 1 Bus storico (messo a disposizione dalla Associazione AMAS) all'interno del quale verrà effettuata una attività espositiva a cura di Legambiente, di Mobilità Sostenibile Catania e di Mobilita.org; N. 1 banchetto a cura di “Acquedotte” per la raccolta di firme, nell'ambito del concorso FAI, per inserire la Porta Garibaldi fra i monumenti più importanti del territorio italiano. Iniziative culturali organizzate Associazioni e Istituti Passeggiata in bici a cura di Fiab Catania - Raduno ore 9.00 a Piazza Duomo e partenza in bici per le vie della Città. Fra i Vicoli e nella storia: dalla città romana alla Giudecca Soprana (in collaborazione tra l’Associazione Acquedotte e l’Associazione Guide Turistiche della Provincia di Catania): Raduno a Piazza San Francesco d’Assisi alle ore 17,30 - Passeggiata pomeridiana alla scoperta della ricca storia della città fra le strade di via Garibaldi, Via Vittorio Emanuele, Chiesa di Santa Maria dell’Aiuto, Polo Museale dell’Ex Manifattura Tabacchi e dei siti archeologici presenti in via Santa Barbara (La Tricora), Cortile San Pantaleone (Foro Romano), Piazza Sant’Antonio (Terme di Sant’Antonio); Sfilata dell’Orchestra itinerante di percussioni e Samba i “Sambazita” , diretta dalla “Mestre di bateria” Manola Micalizzi, che partirà da Piazza Europa alle ore 17.00 e farà tappe a Piazza Sciascia, a Piazza Tricolore e a Piazza Nettuno, suonando strumenti a percussione tipici della cultura popolare Brasiliana. L’Orchestra rientrerà verso Piazza Europa facendo soste libere con musiche e danze. In occasione della 5ª Ed. “Catania a Cavallo” omaggio a Vincenzo Bellini, l’Associazione artistica culturale Vita cultura e tradizione organizza l’annuale Sfilata Equestre di cavalli e carrozze, con partenza alle ore 18,00 dal Piazzale antistante il “Faro Biscari”. Il percorso si snoderà attraverso Via Domenico Tempio, Piazza Borsellino, Via Dusmet, Porta Uzeta, Via Etnea, Viale Regina Margherita, Piazza Roma, arrivo a Villa Bellini con sosta finale presso il Piazzale delle Carrozze che sarà animato con danzatori e costumi d’epoca. Apertura al pubblico di siti storico-culturali e attività commerciali Palazzo della Cultura - Palazzo Platamone (dalle ore 09,00 alle ore 19,00) Museo Belliniano (dalle ore 09,00 alle ore 13,00) Museo Emilio Greco (dalle ore 09,00 alle ore 13,00) Castello Ursino (dalle ore 09 alle ore 21,00 – la biglietteria chiude 1 ora prima); La Confcommercio parteciperà alla manifestazione con l’apertura domenicale degli esercizi commerciali degli operatori economici che aderiscono all'evento. LUNEDI 17 Settembre Ore 20,30 – Partenza da Piazza Stesicoro: Trekking serale culturale cittadino con visite ai siti di interesse storico-culturale e percorsi guidati a cura delle Guide Turistiche di Etna e Dintorni FIE. MARTEDI 18 Settembre Ore 20.30 - Partenza da Piazza Duomo - Passeggiata in bicicletta al chiaro di luna a cura dei “Licandrobike”; MERCOLEDI 19 Settembre Dalle ore 8,00 alle ore 14,00 - Banchetto per la raccolta di firme FAI per Porta Garibaldi a cura di “Acquedotte” ; Dalle ore 08.30 alle ore 19,00 – presso il Convento dei Benedettini, sala “Mazzarino”, si terrà il Seminario dal titolo “Pianificare la Multimodalità. Il ruolo della Bicicletta” Organizzato da: A.I.I.T., CESPU, FIAB Catania- MONTAinBIKE Sicilia A.S.D., INU Sicilia, Legambiente Catania, Mobilita Catania, Mobilità Sostenibile Catania, Università degli studi di Catania-DICAR; Dalle ore 18,00 – Piazza Palestro: “Femmine. Racconti di Sicilia” a cura delle Fedduzie – Iniziativa di intrattenimento musicale con canzoni di repertorio siciliano tradizionale e moderno. Ore 21.00 - Piazza Roma: Raduno per la “Storica pedalata serale del Mercoledì” per le vie della Città a cura delle Associazione “ Catania in Bici” e "Etna e Dintorni FIE". GIOVEDI 20 Settembre Dalle ore 10.00 alle ore 13.00: “Visita Guidata all’Oasi del Simeto”, a cura del WWF di Catania, con partenza (a bordo di un bus messo a disposizione gratuitamente dall’AMT) da Piazza Stesicoro e arrivo al Centro Polifunzionale Torre Allegra, briefing e video sull’Oasi (max, 30 minuti) al termine del quale l’autobus condurrà al sentiero Ponte Primosole Foce del Simeto. Rientro ore 13.00; VENERDI 21 Settembre 5ª Giornata Nazionale FIAB del “Bike to Work” e “Bike to Scool” - Dalle ore 08,00 alle 14,00 – Presso la Scuola media Cavour, sita in via Carbone n.6, si incentiveranno gli alunni e il personale docente e ATA ad utilizzare, per gli spostamenti casa-scuola, la bicicletta. Nell’occasione la FIAB predisporrà un banchetto dove si offriranno dei Gadget a tutti coloro che dimostreranno di aver utilizzato la bici per recarsi al lavoro e a scuola. Ore 20,30 – Piazza Duomo: Trekking serale culturale cittadino con visite ai siti di interesse storico-culturale e percorsi guidati a cura delle Guide Turistiche di Etna e Dintorni FIE SABATO 22 Settembre Dalle ore 08,00 alle ore 14,00 – Piazza Palestro nella zona antistante Porta Garibaldi : Attività espositiva di Legambiente e di Mobilità Sostenibile Catania, Mobilita.org effettuata all’interno di un Bus storico AMAS;

Leggi tutto    Commenti 0