18 mag 2019

Ast: aperto tavolo tecnico con Amt per favorire l’intermodalità; da lunedì due nuove linee per i paesi etnei


Si è svolto ieri, venerdì 17 maggio, un incontro tra il sindaco di Catania e della Città Metropolitana, Salvo Pogliese, e i vertici dell’Azienda Siciliana Trasporti e dell’Azienda Metropolitana Trasporti di Catania, per dare il via ad un tavolo tecnico teso alla razionalizzazione e alla integrazione dei vettori che svolgono servizi di trasporto interurbani con quelli urbani.

In particolare, in occasione della presentazione di nuove linee di trasporto interurbano promosse da Ast, sono state definite alcune tappe che porteranno alla migliore integrazione dei servizi all’utenza.

In prima battuta, i mezzi Ast effettueranno solo una fermata nei parcheggi scambiatori gestiti dal’Amt (Due Obelischi, Sanzio, Nesima), consentendo all’utenza pedemontana di accedere facilmente alla rete urbana di trasporto dei bus e in molti casi anche della metropolitana Fce, facendo, per ora, capolinea a Catania in piazza Papa Giovanni XXIII, per poi successivamente attestarsi presso i parcheggi scambiatori Amt che verranno utilizzati come “zone di scambio” dove poter fruire sia dei mezzi pubblici cittadini, sia della metropolitana.

«Ringrazio il sindaco Pogliese per aver promosso il tavolo tecnico che sarà una sicura occasione per avviare una piena integrazione dei servizi di mobilità, e il presidente di Ast Tafuri per la disponibilità dimostrata – ha dichiatato il presidente dell’Amt Giacomo Bellavia - Fin da subito i parcheggi scambiatori di Amt sono a disposizione per fungere da nodi di interscambio, è necessario e urgente avviare un percorso di razionalizzazione della rete di trasporto regionale, allocando correttamente le risorse e i servizi tra operatori del trasporto urbano, che potranno operare nella città capoluogo e nei comuni della prima cintura, e operatori del trasporto interurbano, tra cui Ast e Fce. Inoltre, sarà necessario coinvolgere nell’esperimento del biglietto integrato, che già coinvolge Amt e Fce, anche Ast e Trenitalia, così da fornire al cittadino un servizio sempre più efficiente e funzionale. Sono sicuro che il tavolo tecnico tra le due aziende, già attivato, nonché il tavolo regionale sui servizi di trasporto per la provincia di Catania, la cui prossima riunione si terrà il prossimo 22 maggio a Palermo, saranno occasione per un proficuo sviluppo dei servizi di mobilità”.

Lanciati dall’Ast, intanto, nuovi collegamenti tra alcuni paesi etnei attraverso  le linee “Speedy Bus” e “Rapid Bus”.
Il primo collegherà Pedara, Tremestieri Etneo, Sant’Agata li Battiati con Catania; il secondo Trecastagni, San Giovanni la Punta e Sant’Agata li Battiati, naturalmente ancora con il capoluogo.

L’attivazione delle linee è prevista per lunedì 20 maggio e, solo per quella data, tutte le corse della giornata delle due nuove linee saranno a titolo gratuito, ma nonostante l’imminenza del servizio, ancora non sono stati annunciati né orari né frequenze.
I bus faranno, per ora, capolinea in piazza Papa Giovanni XXIII a Catania, nell’area centrale della piazza, ma in futuro, come detto, verranno designate altre aree da utilizzare come nodi di scambio dove poter scambiare, appunto, con altri vettori quali Amt e metropolitana.

Il biglietto di ogni corsa avrà un costo massimo di 4,50 euro per le tratte più lunghe (come Pedara-Catania).

I PERCORSI

  • Rapid Bus:

CATANIA: Piazza Papa Giovanni XXIII, Viale Libertà, Corso Italia, P.zza Giovanni Verga, P.zza Trento, Via Etnea, Via del Bosco
SANT’AGATA LI BATTIATI: Via Umberto, Via Roma
SAN GIOVANNI LA PUNTA: Via della Regione, Via Fisichelli
TRECASTAGNI: Via Catania, Salita dei Saponari, Corso Sicilia, P.zza Sant’Alfio, Corso Italia, Corso Europa, Corso A. de Gasperi, Salita dei Saponari
SAN GIOVANNI LA PUNTA: Via Fisichelli, Via della Regione
SANT’AGATA LI BATTIATI: Via Roma, Via Umberto
CATANIA: Via del Bosco, Via Passo Gravina, Via Etnea, P.zza Cavour, Via Monserrato, Via V. Giuffrida, Viale Vittorio Veneto, Viale Libertà, P.zza Papa Giovanni XXIII

  • Speedy Bus:

CATANIA: Piazza Papa Giovanni XXIII, Viale Libertà, Corso Italia, P.zza Giovanni Verga, P.zza Trento, Via Etnea, Via del Bosco
SANT’AGATA LI BATTIATI: Via Umberto, Via Garibaldi
TREMESTIERI ETNEO: Via Etnea
PIANO TREMESTIERI: Via Etnea
PEDARA: Via Pizzo Ferro, Corso Ara di Giove, Via della Resistenza, Via Mons. Pennisi, Via E. Patti, P.zza Don Diego, Via Etnea.
PIANO TREMESTIERI: Via Etnea
TREMESTIERI ETNEO: Via Etnea
SANT’AGATA LI BATTIATI: Via Garibaldi, Via Umberto
CATANIA: Via del Bosco, Via Passo Gravina, Via Etnea, P.zza Cavour, Via Monserrato, Via V. Giuffrida, V.le Vittorio Veneto, V.le Libertà, P.zza Papa Giovanni XXIII

Si rimane in attesa di conoscere orari e frequenze delle nuove linee, le cui informazioni, ad oggi, non appaiono neanche all’interno del sito ufficiale dell’Ast.


amtAstbuscataniacollegamentimobilitàpaesi etneiPedararapid bussant'agata li battiatispeedy bustrecastagniTremestieri Etneo


Lascia un Commento