05 set 2015

Via Etnea si apre al transito dei veicoli elettrici, ma è la strada giusta?


Da alcune settimane la segnaletica verticale della ZTL di Via Etnea è stata aggiornata: sono stati apposti gli adesivi che indicano il transito consentito ai veicoli elettrici e ibridi (benzina/metano) con motore elettrico.

Il provvedimento è scattato il 1° luglio per contrastare lo sforamento dei limiti d’inquinamento di cui abbiamo parlato spesso in precedenza; inoltre per incentivare l’acquisto di automobili elettriche anche la sosta negli stalli blu della SoStare è gratuita per questa tipologia di veicoli.

Per poter usufruire degli incentivi i possessori di questo tipo di veicoli dovranno munirsi di un pass autorizzativo per l’accesso alla ZTL, rilasciato dal Comando di Polizia Municipale, da esporre sul parabrezza. I pass vengono rilasciati dall’Ufficio Autorizzazioni di piazza Spedini 5, aperto al pubblico lunedì e mercoledì dalle ore 9 alle 12 e il martedì e il giovedì dalle ore 16 alle 18.

Per la sosta gratuita negli stalli blu di Sostare occorre munirsi di un ulteriore contrassegno, da esporre anch’esso in maniera visibile sul parabrezza, da richiedere alla  S.r.l. Sostare presso gli uffici di via Aldebaran 11. Gli uffici sono aperti al pubblico il lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 8.10 alle 13 e dalle 14.00 alle 16.20 e il martedì e giovedì dalle 8.10 alle 14.10.

Mezzi Elettrici Via Etnea

Segnaletica verticale ZTL via Etnea

La determina dirigenziale si inserisce in un piano per la mobilità sostenibile, tuttavia non possiamo esimerci dall’esprimere alcuni dubbi sull’effettiva utilità di questi provvedimenti: il numero di veicoli ibridi ed elettrici in tutto il territorio catanese è davvero ridottissimo, qualche decina i veicoli di questa tipologia immatricolati.

Inoltre la superficie complessiva di zone interdette al transito dei mezzi privati si limita a parte di via Etnea e a piazza Bellini, aree che ancora oggi non possiedono un sistema di controllo efficiente, quindi puntualmente varcate da molti veicoli non autorizzati.

 

Per rendere risolutivi gli incentivi ai mezzi elettrici Catania dovrebbe intraprendere il percorso di Milano e dell’area C: implementare un’area ampia e controllata interdetta al transito dei mezzi privati che renderebbe conveniente l’acquisto di veicoli a basse emissioni.

Solo a scopo di proposta abbiamo pensato ad alcune aree che progressivamente potrebbe diventare ZTL – alcune delle quali già individuate nel Piano Generale del Traffico Urbano di Catania del 2012-:

- Via Garibaldi dal Duomo a Piazza Mazzini;

- Via Auteri, via della Lettera e piazza Francesco d’Assisi (firma la petizione);

- Via Vittorio Emanuele da piazza Duomo fino a Via Croficeri

- Piazza Stesicoro

- Via Umberto da Piazza Vittorio Emanuele a Via Etnea

- Piazza Federico di Svevia

- Piazza Manganelli con tutta l’area di Centro Contemporaneo (firma la petizione)

-Via Etnea da Via Umberto a Viale Regina Margherita

- Via Dusmet tra la rotatoria e porta Uzeda. (firma la petizione)

- Viale Ruggero di Lauria dopo il completamento di Viale Alcide de Gasperi.

 


area c milanocataniaincentivi mobilità elettricainquinamentomobilita cataniamobilità elettricapiazza bellinipiazza stesicorosegnaleticavia etneavia umbertoZona Traffico Limitatoztl


Lascia un Commento

Ultimi commenti