Articolo
31 mar 2016

Fermata ferroviaria al servizio dell’aeroporto, ulteriore incontro operativo

di Mobilita Catania

Un ulteriore incontro tra Comune di Catania, SAC (Società Aeroporto Catania) e RFI (Rete Ferroviaria Italiana) Enac (Ente Nazionale per l'Aviazione Civile) si è svolto ieri per discutere per valutare le alternative di esatta ubicazione della nuova fermata FS di Fontanarossa. "Si punta alla primavera del 2018" annuncia il sindaco Enzo Bianco Un piano di intermodalità tra ferrovia e aeroporto è prioritario anche per l’aeroporto di Catania: da anni infatti si parla della realizzazione di una stazione ferroviaria a Fontanarossa la cui valenza non sarà solo metropolitana bensì regionale. Nella riunione operativa svoltasi nella sede dell'assessorato ai Lavori pubblici e alla quale, oltre agli assessori Bosco e Di Salvo, quest'ultimo titolare dell'Urbanistica, hanno partecipato gli ingegneri Luigi Bonfiglio (Sac), Marco Trombetti (Enac) e Salvo Leocata (Rfi) e gli architetti del Comune Rosanna Pelleriti e Patrizia Condorelli. Nel corso dell'incontro operativo di oggi sono state esaminate tutte le opportunità che potrebbero consentire di realizzare la stazione ferroviaria al più presto. Sono stati inoltre valutati gli aspetti relativi alla conformità urbanistica e analizzate le procedure necessarie per la subconcessione dall'Enac a Rfi dei terreni demaniali dell'aeroporto. E' stato inoltre accertato che, per realizzare la fermata, non sarà necessario ricorrere a espropri. Gli assessori Bosco e Di Salvo hanno poi confermato che Rfi presenterà al Comune il progetto ferroviario e un inquadramento complessivo dell'opera. Il Comune ha inoltre chiesto alle parti uno studio attento per l'ottimizzazione delle attività di progettazione, autorizzazione e appalto delle opere con il relativo cronoprogramma. Il progetto. La fermata sorgerà in prossimità della pista, dove passano i binari, a circa 700 metri dal terminal. Si prevede anche l’impiego di una navetta su gomma a far la spola tra l’aerostazione e la fermata, in modo da accorciare ulteriormente i tempi di connessione tra le due infrastrutture e venire incontro alle esigenze di cittadini e turisti; al momento l'impiego di altri mezzi, come tapis roulant o people mover è esclusa. Qui il progetto di massima della nuova stazione di Fontanarossa. La realizzazione della stazione ferroviaria non è comunque legata all’interramento dei binari  in quanto essa si troverà comunque in una posizione che non interferirà con l’abbassamento della linea ferrata, propedeutica  per l’allungamento della pista dell’aeroporto, importante per lo sviluppo dell’Aeroporto di Catania. I finanziamenti per l’interramento ferroviario potrebbero arrivare, oltre che per le grandi opere sulle linee ferroviarie inserite nei Corridoi TEN-T,  anche dal “Patto per il Sud”, per un importo di circa 4 milioni di euro; oppure messe in campo da RFI come dichiarato l'estate scorsa quando venne resa nota l'avvenuta prima intesa tra Rete Ferroviaria Italiana e Regione Siciliana.   Ti potrebbe interessare: Aeroporto di Catania | Scheda dell’opera Nuova stazione ferroviaria di Fontanarossa pronta entro tre anni    

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
13 lug 2015

Dopo le assunzioni AMT, scambiatore Fontanarossa e Librino Express: verso la svolta?

di Roberto Lentini

Il sindaco di Catania, Enzo Bianco, ha annunciato l’assunzione di 20 nuovi autisti per l’Azienda Metropolitana Trasporti e la prossima attivazione della nuova linea Librino Express. È stato annunciata dal primo cittadino anche l'entrata in servizio del  parcheggio scambiatore di Fontanarossa, nodo fondamentale per la mobilità catanese: esso intercetterà, infatti, un grande bacino d’utenza nella zona sud di Catania, grazie alla vicinanza con la tangenziale e con l'asse dei servizi. In futuro sarà raggiunto anche dal passante ferroviario che collegherà il centro alla stazione ferroviaria di Fontanarossa. Il Librino Express collegherà il popoloso quartiere di Librino con il centro di Catania, percorrendo l’asse dei servizi e passando all'interno del porto attraverso specifici varchi. Per tale servizio si dovrebbero utilizzare i nuovi autobus Breda Menarini, simili a quelli impiegati per l’Alibus. Speriamo sia una piccola svolta per il trasporto pubblico catanese. In quest'ultimo anno infatti il feeling tra i cittadini e l' AMT sembra essersi incrinato dopo il grande successo del BRT: il servizio Alibus ha subito critiche da molte parti per l'eccessivo costo del biglietto e il primo esperimento Movidabus arenatosi dopo qualche settimana, dovrebbe essere a breve ripreso, dopo una sua rimodulazione.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
09 lug 2015

Nuova fermata ferroviaria di Fontanarossa pronta entro tre anni

di Roberto Lentini

Tra tre anni la futura stazione ferroviaria di Fontanarossa, a servizio dello scalo aeroportuale, potrebbe essere pronta, con un investimento di circa 4,5 milioni di euro messi a disposizione dalle Ferrovie di Stato che cureranno la progettazione. Una prima intesa tra Rete Ferroviaria Italiana e la Regione Siciliana era stata annunciata alcune settimane fa. «Questo intervento permetterà al nostro aeroporto di assumere valore europeo – ha detto il sindaco Bianco - ambito in cui sono di rilievo solo le infrastrutture ben collegate con il resto delle reti di trasporto. Il ministro Delrio ha annunciato di voler spingere Catania verso un posizionamento all'interno della Ten-T». Attualmente, infatti, l’assenza di un collegamento tra l’aeroporto e la rete ferroviaria è una delle ragioni principali del declassamento dello scalo di Fontanarossa in ambito europeo. Qui il progetto di massima della nuova stazione di Fontanarossa.   Il collegamento tra la futura stazione dei treni e l’attuale aerostazione sarà a carico della Sac  e avverrà tramite tapis roulant coperti simili a quelli dell’aeroporto di Fiumicino. La futura stazione si troverà comunque in una posizione che non interferirà con l’abbassamento della linea ferrata, propedeutica  per l’allungamento della pista dell’aeroporto. La procedura di interramento della linea ferroviaria Catania-Siracusa potrebbe avviarsi entro due  anni; spesa per l'opera prevista di circa  180 milioni di euro. La nuova pista, lunga 3100 m, passerà sopra i binari interrati con una coda lievemente rialzata per dare più aerodinamicità alla struttura. Nel 2020 potremmo quindi avere un aeroporto con una nuova pista di circa 3100 metri, capace di poter ospitare i voli intercontinentali, e una stazione ferroviaria che collegherà l’aeroporto con la nostra città e con tutto il territorio della Sicilia centrale e orientale. Ti potrebbe interessare: Aeroporto di Catania | Scheda dell'opera

Leggi tutto    Commenti 3