Articolo
22 dic 2018

Strisce blu notturne gratis per San Silvestro: è davvero il caso?

di Andrea Tartaglia

Discutibile iniziativa del Comune di Catania, che ha annunciato di concedere gratuitamente il parcheggio sulle strisce blu in centro storico durante la Notte di San Silvestro, in concomitanza con i previsti eventi e festeggiamenti in piazza Università. La sosta notturna sulle strisce blu, va ricordato, costa solo un euro per tutta la fascia oraria dalle 21 in poi. Ciò comporterà un mancato introito per il Comune, peraltro in questo periodo di note difficoltà economiche dell'ente, nonché un incentivo a utilizzare il mezzo privato, con le evidenti conseguenze nefaste in termini di traffico, congestione e inquinamento, per di più in una notte in cui la metropolitana di Catania, con un grosso sforzo da parte della Ferrovia Circumetnea, rimarrà aperta sino alle 2:30 del mattino. In passato, inoltre, con i proventi della sosta notturna in occasione dell'ultimo dell'anno, il Comune era pure riuscito a finanziare alcuni piccoli ma importanti interventi di riqualificazione e infrastrutturazione urbana. Bisogna anche aggiungere che, purtroppo, lasciare gli stalli delle strisce blu gratuiti si tradurrà, con ogni probabilità, in "regalare" questi spazi alla gestione illegale dei parcheggiatori abusivi (i quali, oltretutto, chiedono in queste occasioni ben più di un euro), il che comporta anche una sosta di tipo "selvaggio", con parcheggi ortogonali pure sui marciapiedi, creando particolare disordine e generando difficoltà a pedoni e utenti con disabilità. Un "regalo" del Comune di Catania, in definitiva, di cui francamente non si sentiva la necessità, e che rischia seriamente di contribuire a una disordinata e caotica invasione di auto in centro storico durante l'ultima notte dell'anno, con il "contributo" dei parcheggiatori abusivi, in barba a ogni normale approccio legato alla mobilità sostenibile, che rimane pure possibile grazie, come detto, all'apertura notturna straordinaria della metropolitana. L'occasione, al contrario, poteva essere propizia per un intervento dell'amministrazione in tutt'altra direzione: la creazione, almeno per una notte, di una grande Zona a Traffico Limitato nel centro storico, con bus navetta da e per i parcheggi scambiatori, in supporto al prezioso collegamento già attivo della metropolitana.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 apr 2017

Sosta notturna a pagamento: da ora si potrà acquistare il tagliando prima delle 20

di Amedeo Paladino

Dall'estate del 2015 è in vigore in un'ampia area del centro storico di Catania la sosta a pagamento negli stalli blu gestiti dalla società partecipata Sostare; lo scorso autunno le modalità del servizio sono state rimodulate. Il Movida Park prevede la sosta notturna a tempo e a pagamento dalle 21:00 alle 02:00 sia nei giorni feriali che festivi con una tariffa unica di un euro. Dall'implementazione del servizio sono state numerose le lamentele dei cittadini a causa dell'impossibilità di pagare il ticket per la sosta serale e notturna prima delle 20; l'inefficienza è stata risolta dalla dirigenza della Sostare attraverso la rimodulazione del software che gestisce i parcometri. Da ora si potrà acquistare il tagliando per la sosta notturna anche durante il giorno e non più solo dopo le 20; il problema fino ad oggi era limitato agli utenti che acquistavano il ticket attraverso i parcometri, mentre per gli automobilisti che utilizzano gli altri metodi di pagamento, Neos Park, Drop Ticket e Easy Park, era già possibile il pagamento anticipato della tariffa serale.   Ti potrebbe interessare: INFO | SoStare, i metodi alternativi per pagare le strisce blu

Leggi tutto    Commenti 0