Articolo
04 giu 2019

Tangenziale Ovest di Catania, chiusura notturna dello svincolo di San Gregorio da mercoledì 5 giugno

di Mobilita Catania

A partire da mercoledì 5 giugno avranno inizio gli interventi di ripristino corticale del sottopasso dello svincolo di San Gregorio, lungo la Tangenziale Ovest di Catania, con chiusura della rampa in uscita per i veicoli provenienti da Messina e della rampa in entrata per i veicoli diretti verso Siracusa. Le lavorazioni avranno luogo in orario notturno, in fascia oraria compresa tra le ore 21 e le ore 6, ad eccezione delle notti tra il venerdì e la domenica; durante gli orari di chiusura, i veicoli provenienti da Messina e diretti a Catania centro potranno utilizzare il successivo svincolo di Gravina di Catania. I veicoli provenienti da Catania centro e diretti a Siracusa dovranno imboccare la Tangenziale verso Messina-Paesi Etnei e, alla rotatoria, invertire la marcia ed immettersi in Tangenziale verso Siracusa.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 feb 2019

La navetta di San Gregorio costosa e poco utilizzata: da marzo tagli delle corse

di Roberto Lentini

Il servizio bus navetta sul territorio sangregorese dal 1° di marzo subirà delle modifiche. L’attuale contratto, con la ditta “Seabus” scadrà il 28 febbraio e la gara bandita per l’affidamento del nuovo servizio è andata deserta. La stessa ditta «non è disponibile a proseguire il servizio alle stesse condizioni perché ritenute anti economiche» (nota prot. 2757 del 12/02/2019). Il budget del Comune sangregorese, intanto, destinato per questo tipo di servizio, non può essere integrato per mancanza di fondi e dovrà rimanere costante. Per questo motivo l’Amministrazione comunale ha cercato di capire dove intervenire per diminuire i costi e arrivare alle esigenze delle società di settore. «Considerate le somme che abbiamo a disposizione, e che non possiamo integrare il capitolo per mancanza di fondi – ha commentato il sindaco, Carmelo Corsaro -, abbiamo ridotto il numero delle corse e la stagionalità delle stesse sulla base di un’indagine condotta dai nostri uffici e tenendo conto delle esigenze dei cittadini». Il servizio, attualmente, vede dieci corse giornaliere che si snodano su un percorso di 12 Km con partenza della prima corsa da piazza Marconi alle 6,55 e l’ultima corsa con partenza da Via Sgroppillo (rotatoria) alle ore 15,15. Inoltre, durante le corse: 6,55; 11,15; 13,15 e 14,15 il pulmino collega gli istituti “Galileo Galilei” e “Guglielmo Marconi” col territorio di San Gregorio per garantire agli studenti il collegamento alle proprie scuole. Da un’indagine condotta dall’Area Istituzionale e Servizi ai cittadini, è emerso che «le corse delle ore 9,15; 10,15; 11,15 e 15,15 sono poco usate (in media 3/4 persone per corsa)», pertanto al fine di ottimizzare il servizio in termini di costi-benefici e quindi contenere la spesa, l’Ufficio ha proposto «l’eliminazione di queste quattro corse giornaliere nonché abolire il servizio per la giornata di sabato. Inoltre – continua la nota in delibera di Giunta -, considerato che principalmente il servizio è utilizzato dagli studenti nel periodo scolastico, si propone l’interruzione per il periodo estivo che va dal 10 giugno al 10 settembre nonché per le vacanze natalizie, dal 20 dicembre al 6 gennaio». Secondo un’indagine di mercato, il costo medio del servizio è di circa 2,70 euro a Km e l’analisi dei costi è stata rideterminata in una spesa annua di circa 40.000 euro, cioè rientrante nel budget che il Comune può assolvere senza difficoltà. «Volevamo mantenere il servizio così com’era – ha concluso il primo cittadino – che, se non del tutto eccezionale, dava ristoro ad alcuni cittadini. Le condizioni finanziarie dell’Ente, però, non ce lo consentono. Riteniamo, quindi, che i servizi essenziali, soprattutto per gli studenti, e per i viaggiatori nelle ore di punta, siano stati garantiti». Si tratta naturalmente di una sconfitta del trasporto pubblico urbano che non riesce a sostituirsi all'auto, sia per mancanza di fondi, sia per mancanza di idee che ne possano stimolare l'uso da parte dei cittadini. Una rete di trasporto pubblico inefficiente rappresenta un costo per gli abitanti in termini sia economici sia sociali, come dimostrano sia il tempo produttivo perso per viaggiare, sia la scarsa qualità dei servizi. Paesi che ci hanno creduto hanno trovato nel “sistema trasporto pubblico” uno straordinario volano di sviluppo economico, come è successo e succede ancora in Francia. In Italia il tasso di mobilità della popolazione, cioè le persone che si spostano giornalmente è cresciuto dal 75,1% all’83,6% ma di contro è diminuita la percentuale di coloro che utilizzano il TPL Quali potrebbero essere le soluzioni per un TPL più efficiente e più sostenibile soprattutto per i nostri comuni Pedemontani? Nel breve termine sarebbe necessario un eventuale consorzio tra i comuni vicini, così come è avvenuto con il Dinamico Bus dell'AST, per ridurre i costi ed aumentare l'affluenza dei viaggiatori. Si pensi ad esempio ad un consorzio tra i comuni di Valverde e San Gregorio, oppure tra i comuni di San Gregorio e San Giovanni la Punta con navette che abbiano una frequenza non superiore ai 30' m. Nel lungo termine occorre pensare ad un collegamento stabile con tutti i comuni della fascia pedemontana. Nel passato sono stati presentati diversi progetti che però sono rimasti sulla carta, vedi ad esempio la linea metropolitana della pedemontana e la monorotaia Etnarail. Quest'ultima si poneva l’obiettivo di contribuire in maniera determinante al miglioramento della mobilità nell’area metropolitana di Catania, offrendo un servizio veloce ed efficiente in grado di costituire una seria alternativa al mezzo privato per la penetrazione al centro città dalla cintura nord dell’hinterland, potendo anche avvalersi di capilinea da realizzarsi in corrispondenza di stazioni della metropolitana pesante già esistenti. L'esperienza ci insegna che se un servizio di trasporto pubblico funziona i cittadini lo utilizzano, vedi la metropolitana di Catania che vede crescere ogni giorno gli utenti, un servizio che funziona male diventa oneroso per le amministrazioni e poco utilizzato dall'utenza. Occorrono quindi maggiori risorse per avere un servizio di trasporto pubblico efficiente e ognuno deve fare la propria parte. Da un lato i cittadini che devono adottare la cultura della “buona mobilità”, tendendo a ridimensionare l’uso del mezzo privato negli spostamenti casa-lavoro e casa-­scuola, e puntando su ogni altra forma di mobilità sostenibile, dall’altro l’amministrazione che deve puntare ad offrire un servizio di trasporto pubblico capace ed efficiente portando a destinazione le persone in modo veloce, facile e confortevole.   Ti potrebbero interessare: La Pedemontana, un sogno infranto Monorotaia di Catania “EtnaRail” Presentato DinamicoBus, il servizio Ast che collegherà Nicolosi, Mascalucia e Gravina a Catania Trasporto pubblico dei comuni etnei: Misterbianco INFO | Gravina di Catania, servizio di trasporto pubblico: orari e fermate Il trasporto pubblico nei paesi etnei: Camporotondo Etneo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 nov 2018

Tangenziale di Catania e A18dir, chiusure svincoli per verifiche ai nuovi impianti illuminazione a LED

di Mobilita Catania

Per le opportune verifiche ai nuovi impianti di illuminazione a led, lungo la Tangenziale di Catania e la diramazione A18 (viale Mediterraneo), durante la settimana entrante sono previste chiusure delle rampe di svincolo in fascia oraria compresa tra le ore 19 e le ore 22. La prossima settimana saranno effettuate le verifiche illuminotecniche di rito sui nuovi impianti di illuminazione installati lungo l’autostrada RA15 “Tangenziale Ovest di Catania” e il suo asse di penetrazione urbana A18dir. I nuovi impianti sono dotati di nuovi corpi illuminanti con tecnologia LED di ultima generazione, che prevedono una regolazione puntuale dei corpi illuminanti, alimentati da cavi di alluminio, scelti in luogo dei cavi di rame al fine di contrastarne il furto. Nel dettaglio, le verifiche si svolgeranno la settimana prossima, prevedendo chiusure delle rampe di svincolo nella fascia oraria compresa tra le ore 19 e le ore 22 secondo il seguente calendario: -        Lunedì 19, rampa di uscita allo svincolo di San Gregorio di Catania per i veicoli provenienti da Siracusa; -        Martedì 20, rampa di immissione dello svincolo di Gravina di Catania per i veicoli in direzione Siracusa; -        Mercoledì 21, rampa di uscita allo svincolo di San Giovanni Galermo per i veicoli provenienti da Messina; -        Giovedì 22, rampa di immissione dello svincolo di San Giorgio per i veicoli in direzione Messina; -        Venerdì 23, rampa di immissione dello svincolo di connessione con l’autostrada A19 per i veicoli in direzione Siracusa. Anas, società del Gruppo FS Italiane, raccomanda prudenza nella guida e ricorda che l'evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web www.stradeanas.it oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all'applicazione “VAI” di Anas, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Inoltre si ricorda che il servizio clienti "Pronto Anas" è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito, 800 841 148.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 ott 2018

Progetto “Strade sicure” nel Comune di San Gregorio: al via i primi interventi

di Mobilita Catania

Ha preso il via il progetto “Strade sicure”, promosso dall’Amministrazione comunale di San Gregorio di Catania, assessorato Lavori pubblici, in collaborazione col comando della Polizia locale. Il primo intervento è stato ultimato ieri sul Viale Europa, importante arteria stradale sangregorese nella quale transitano migliaia di veicoli ogni giorno provenienti dai Comuni vicini in direzione Catania e viceversa. Coordinati dall’assessore ai lavori pubblici, Salvo Cambria, insieme con il tecnico comunale, geometra Massimiliano Cavallaro, e il comandante della Polizia locale, Salvo Gulisano, i lavori hanno visto l’apposizione di cordoli dissuasori nell’innesto di Via Catira per scoraggiare gli automobilisti che, uscendo dalla stradina, sede dell’Ufficio postale, tagliano arbitrariamente il Viale oltrepassando la linea continua. Si spera ora che l’obbligo di svoltare a destra venga rispettato. Gli interventi su Viale Europa, però, sono appena iniziati perché altri dissuasori saranno installati nel tratto di innesto della Via Bruxselles e come ci spiega l’assessore Cambria: «Successivamente – ha annunciato – interverremo sui marciapiedi ridimensionandone la larghezza ad un metro e mezzo (al momento superano i tre metri) e creare così la corsia di sosta che attualmente non c’è. Saranno piantati gli alberi dove erano già allocati i precedenti ma saranno scelte piante idonee al tipo di marciapiede, non di grosso fusto». «Abbiamo iniziato dai punti strategici – ha concluso Cambria -, come quello della Via Catira che si affaccia sul Viale Europa dove la maggior parte degli automobilisti commettono infrazione e procurano incidenti. Il “Progetto strade sicure” prevede ancora tanti interventi e procederemo per step». Cambiamenti, infatti, sono stati apportati anche in Via Marciano, già senso unico, dove è stato istituito il divieto di sosta sul lato destro al senso di marcia. La sosta, ora, è concessa solo sul lato sinistro. Sono state rilevate già diverse multe. Il primo cittadino, Carmelo Corsaro: «Abbiamo già le somme per intervenire per gradi – ha sottolineato -, e sulla sicurezza stradale punteremo molto. Vogliamo affrontare l’inverno in sicurezza anche quando la Protezione civile ci invierà le “allerta meteo” e la viabilità non dovrà rappresentare un problema». La Polizia locale è impegnata anche sul controllo del territorio relativamente alle auto lasciate in sosta per tempi lunghi e al controllo delle assicurazioni. Intercettate diverse auto in stato di abbandono che sono state rimosse.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 giu 2017

Lo svincolo Paesi Etnei chiuso per 3 giorni: entro sabato il completamento dei lavori

di Amedeo Paladino

Proseguono i lavori di manutenzione e ripavimentazione programmati dal CAS (Consorzio per le Autostrade Siciliane). Da oggi, 29 giugno, fino alla mattina di sabato verrà chiuso lo svincolo Paesi Etnei verso l'autostrada A18 in direzione Messina: il tratto da via Galileo Galilei, nel territorio di San Giovanni La Punta, fino all'entrata dello svincolo di San Gregorio, sarà chiuso per permettere il completamento dei lavori di ripavimentazione. Gli interventi si sposteranno poi agli svincoli di Acireale e di Giarre (previa comunicazione agli utenti) con ultimazione entro la prima decade di agosto. I lavori di ripavimentazione degli svincoli di San Gregorio di Catania, Acireale e Giarre, sono stati affidati alla ditta selezionata “Costruzioni Bruno Teodoro spa” di Sant’Agata di Militello per un importo di oltre 750.000€ a carico del bilancio del CAS, a seguito della conclusione dell’iter procedimentale fissato dalla normativa sugli appalti pubblici e dalle direttive dell’ANAC.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 giu 2017

San Gregorio, iniziano i lavori per la nuova illuminazione: si comincia da via Sgroppillo

di Roberto Lentini

Domani 21 giugno 2017 dalle 15:00 inizieranno i lavori per l'installazione della nuova illuminazione del tratto di via Sgroppillo tra via Sciarone fino al limite con Ficarazzi da decenni pericolosamente al buio. Il comune di San Gregorio ha infatti avviato un programma di illuminazione straordinario di alcune strade periferiche che da tempo necessitavano di illuminazione e messa in sicurezza. La nuova illuminazione di via Raffaello Sanzio è stata già completata e da domani inizieranno i lavori della nuova illuminazione di via Sgroppillo nell'ultimo tratto di Cerza che inizierà dalla via Sciarone (ove risiede attualmente l'ultimo pilone della illuminazione stradale comunale della via Sgroppillo) fino all'ingresso con il centro abitato di Ficarazzi a ridosso col territorio acicastellese. I nuovi corpi illuminanti verranno aggangiati a sospensione sui pali esistenti dell'Enel sostituendo i vetusti e guasti corpi illuminanti che da decenni occupavano inutilmente quelle allocazioni. Verranno utilizzate lampade a led e in particolare su via Sgroppillo verranno recuperati i vecchi corpi illuminanti con l'impiego di lampade a led, mentre sulle altre vie verranno installati corpi illuminanti a led completamente nuovi. Da lunedì, facente parte dello stesso programma di illuminazione stradale, partiranno i lavori per la nuova illuminazione di via Catira Savoca, situata a confine con il territorio di San Giovanni La Punta che nell'occasione parteciperà fornendo l'allacciamento elettrico e il comune di San Gregorio la posa in opera dei pali). Inoltre è stato anche approvato in linea amministrativa il nuovo Project sulla illuminazione dell'intero territorio comunale su cui verranno dati maggiori ragguagli in futuro

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 giu 2017

I lavori allo svincolo di San Gregorio causano lunghe code: in estate ripavimentazione Acireale e Giarre

di Amedeo Paladino

Come comunicato la scorsa settimana dal CAS (Consorzio per le Autostrade Siciliane), sono cominciati oggi gli interventi di manutenzione e ripavimentazione dello svincolo di San Gregorio di Catania all'imbocco dell'autostrada A18 Catania-Messina. Inevitabili i disagi per gli utenti che già da stamattina sono rimasti incolonnati allo svincolo: la viabilità ha subito ripercussioni anche nel viale Mediterraneo in direzione Catania. Il cantiere, operativo da oggi, si concluderà entro la prima decade di luglio; il CAS e la ditta selezionata ha previsto fasi e modalità di esecuzione anche in orari notturni. Gli interventi si sposteranno poi agli svincoli di Acireale e di Giarre (previa comunicazione agli utenti) con ultimazione entro la prima decade di agosto. I lavori di ripavimentazione degli svincoli di San Gregorio di Catania, Acireale e Giarre, sono stati affidati alla ditta selezionata “Costruzioni Bruno Teodoro spa" di Sant’Agata di Militello per un importo di oltre 750.000€ a carico del bilancio del CAS, a seguito della conclusione dell’iter procedimentale fissato dalla normativa sugli appalti pubblici e dalle direttive dell’ANAC.

Leggi tutto    Commenti 0