Articolo
08 giu 2018

VIDEO | Che programmi hai? Il candidato Sindaco Giovanni Grasso risponde alle nostre domande

di Mobilita Catania

Il prossimo 10 giugno, Catania è chiamata a esprimersi sulla scelta di chi guiderà il capoluogo etneo per i prossimi cinque anni. Una scelta importante, come sempre, che naturalmente avrà i suoi riflessi decisi sullo sviluppo della città, quindi sulle sue infrastrutture, le politiche di mobilità e trasporto pubblico, la gestione degli spazi pubblici: temi che Mobilita Catania affronta quotidianamente con l’intento di informare i cittadini e promuovere presso le istituzioni le scelte più sostenibili e adeguate, al luogo e ai tempi. Per questo abbiamo invitato tutti i candidati alla carica di Sindaco a rispondere alle stesse domande. Dalla gestione dell’Amt alla mobilità ciclistica, dal passante ferroviario urbano al Porto di Catania alla metropolitana, dal nuovo prolungamento di viale Alcide de Gasperi al Tondo Gioeni, e ancora Zone a Traffico Limitato e pedonalizzazioni, Corso Martiri della Libertà, verde urbano, Piano Regolatore Generale e altro ancora. Dopo le interviste ai candidati Emiliano Abramo e Enzo Bianco, l'appuntamento di oggi è con Giovanni Grasso del Movimento 5 Stelle. I candidati Riccardo Pellegrino e Salvo Pogliese, nonostante i ripetuti interpelli e le iniziali manifestazioni di disponibilità, non ci hanno concesso l'intervista. Ci dispiace non aver potuto quindi condividere con i nostri elettori i punti di vista di tutti i candidati.   Ti potrebbe interessare: VIDEO | Che programmi hai? Il candidato Sindaco Emiliano Abramo risponde alle nostre domande VIDEO | Che programmi hai? Il candidato Sindaco Enzo Bianco risponde alle nostre domande  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 giu 2015

M5S finanzia la strada-scorciatoia per la Catania Palermo

di Alessio Marchetti

Dopo il crollo del viadotto sulla A 19, i parlamentari  del Movimento 5 Stelle siciliani hanno raccolto l’ appello del Comune di Caltavuturo per finanziare un' arteria a ridosso del loro paese che consentirà agli automobilisti di muoversi tra la Sicilia orientale e occidentale con notevole risparmio di tempo. I lavori dovrebbero finire a metà luglio, la strada consentirà ai tantissimi automobilisti in marcia sulla A19 di evitare il  lungo e tortuoso giro da Polizzi per bypassare il tratto di autostrada interdetto al transito dopo il crollo del pilone del ponte Himera. Chi sarà diretto a Catania da Palermo potrà uscire a Scillato ed attraverso la nuova strada, potrà rientrare a Tremonzelli e viceversa per chi transita nella direzione opposta. La strada lunga circa  poco più di un chilometro e larga cinque metri costerà circa 300 mila euro e sarà realizzata in calcestruzzo con guardrail e canali di gronda.  Inoltre saranno installati anche due impianti semaforici e la cartellonistica. Con questo nuovo percorso è previsto un risparmio di tempo di oltre mezz'ora sugli attuali tempi di percorrenza. “L’operazione – ha detto Giorgio Ciaccio parlamentare 5 stelle - è la risposta a chi ci accusa di essere solo protesta. Noi  siamo già forza di governo. Rispondiamo con i fatti all’ inerzia dei  governi centrale e regionale che ancora cincischiano vergognosamente mentre l’economia isolana muore giornalmente. Ancora non c’è nemmeno l’ombra delle ruspe che dovrebbero realizzare la bretella. Qui si rischia di vedere passare invano non solo l’estate, ma anche l’autunno  e, probabilmente, pure l’inverno. Facile per chi è comodante seduto in poltrona, magari ai piani alti di un ufficio statale o regionale. Molto meno per chi fa quotidianamente la spola  in questa sfortunata autostrada”.

Leggi tutto    Commenti 0