17 apr 2018

Raddoppio ferroviario Palermo-Catania: un protocollo di legalità per i lavori della tratta Bicocca-Catenanuova


Un protocollo di legalità per la prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalita’ organizzata nei lavori per il raddoppio della linea ferroviaria Palermo-Catania, nella tratta Bicocca-Catenanuova: sarà siglato presso la prefettura di Catania domani, 18 aprile. Alla sottoscrizione interverranno, oltre al prefetto di Catania Silvana Riccio, quello di Enna Maria Rita Leonardi, il rappresentante della Rti-Rete ferroviaria italiana, il rappresentante legale della Rti-Salini Impregilo spa, i direttori degli ispettorati del lavoro di Catania e Enna e i sindacati di categoria.

Come si ricorderà a febbraio di quest’anno sono stati firmati i contratti per la progettazione esecutiva e i lavori di raddoppio del tratto di linea Bicocca–Catenanuova, parte integrante della nuova linea Palermo – Catania. La sottoscrizione degli accordi arriva a valle della gara già aggiudicata da Rete Ferroviaria Italiana.

La realizzazione del nuovo tracciato, lungo circa 38 chilometri, è stata affidata al Raggruppamento temporaneo di imprese (RTI) Salini Impregilo–Astaldi–SIFEL–CLF, per un valore di 186 milioni di euro.

I lavori riguarderanno la nuova sede ferroviaria, l’armamento, gli impianti di segnalamento e telecomunicazione, le sottostazioni elettriche per l’alimentazione dei treni, la riqualificazione della stazione di Bicocca e la realizzazione di una nuova stazione a Motta Sant’Anastasia. L’attivazione di un primo binario è prevista nel 2020, mentre la fine di tutti i lavori è programmata per il 2022.

L’opera rientra nel progetto di collegamento veloce Palermo–Catania–Messina ed è la prima in Sicilia tra quelle programmate con la Legge “Sblocca Italia”, percorso di accelerazione e semplificazione per la realizzazione di infrastrutture strategiche e urgenti per il nostro Paese. La realizzazione del nuovo tracciato rappresenta una fase fondamentale per migliorare i collegamenti ferroviari in Sicilia e connetterla al Corridoio ferroviario europeo TEN-T Scandinavia-Mediterraneo.


Bicocca Catenanuovacatanialinea ferroviariamobilita cataniaprotocollo legalitàraddoppio ferroviario


Lascia un Commento