09 mag 2017

Aeroporto, ripristinati i controlli di frontiera per il G7. Entro l’anno nuovo terminal per Fontanarossa


In occasione del G7 di Bari e Taormina, dal 10 al 30 maggio, verranno ripristinati in tutti gli scali italiani i controlli di frontiera per i voli internazionali in seguito a una temporanea sospensione del Trattato di Schengen, la convenzione internazionale che dal 1990 consente la libera circolazione nei paesi UE.

Nell’Aeroporto di Catania il controllo dei documenti avrà due fasi:

  • dal 10 al 27 maggio controlli solo sugli Arrivi, con gli agenti della Polizia di Frontiera che verificheranno i documenti dei passeggeri appena sbarcati da voli internazionali;
  • dal 28 al 30 maggio controlli solo alle Partenze: superati i varchi di sicurezza, gli agenti verificheranno i documenti dei passeggeri in area sterile, prima dei gate di imbarco.

I controlli riguarderanno solo i passeggeri dei voli internazionali. Restano regolari le procedure per i voli nazionali.

SAC, infine, raccoglie l’invito dell’Enac e raccomanda ai passeggeri con voli tra il 10 e il 30 maggio di recarsi in aeroporto dotati di documento d’identità in corso di validità e in anticipo rispetto ai tempi normalmente previsti, in modo da non incorrere in eventuali ritardi.

Intanto l’aeroporto registra ancora numeri da record. Nella giornata del 7 maggio sono stati registrati 15.550 transiti in partenza e già si registrano i primi disagi tra i passeggeri costretti a lunghe cose per superare i varchi ai controlli.

È ormai evidente che il Terminal A “Bellini” non riesca più a sopportare  la mole sempre crescente di passeggeri e l’apertura del terminal C “Norma” previsto per la fine dell’estate  diventa ormai prioritario.
Su una superficie di circa 3800 mq troveranno posto quattro postazioni check-in, quattro varchi di sicurezza, la zona sterile, composta da quattro gate e da sale d’aspetto per i passeggeri. Sono inoltre previsti due bar, uno nei pressi dell’ingresso e uno all’interno della zona sterile, e due aree commerciali.

Il nuovo terminal potrà ospitare un flusso di circa 350 passeggeri l’ora e la Sac stima di far transitare 40 mila passeggeri al mese. Il nuovo Terminal sarà utilizzato per le partenze di voli Schengen da compagnie aeree low-cost, come Volotea, Euro Wings e German Wings.


Ti potrebbero interessare:


cataniacontrolli di frontierag7mobilita catanianuovo terminaltrattato di schengen


Lascia un Commento