19 set 2016

Metro, Nesima-Monte Po: ecco “Agata”, la talpa che scaverà il tunnel


Procedono speditamente i lavori, in appalto alla CMC di Ravenna, nella tratta Monte Po-Nesima della metropolitana di Catania.

La “talpa”, battezzata Agata in onore della Santa patrona della città, comincia a prendere forma: sono state infatti completate le fasi di montaggio dello scudo (il cilindro metallico) e della testa rotante; rimane da montare il back-up composto da un sistema di carri agganciati alla testa, che trasporteranno tutti gli impianti di servizio.

 

Per potere assemblare la TBM ed avviare lo scavo è stato necessario realizzare alcune opere preliminari. Si è prima scavato un enorme pozzo e da qui si è iniziato lo scavo, con il metodo tradizionale, del primo tratto di galleria a sezione circolare.

La galleria da dove entrerà la TBM

La galleria da dove entrerà la TBM

Dietro l’imbocco è stato realizzato l’arco rovescio della galleria artificiale esterna, formato dalla culla, dove avviene il montaggio della testa, e dalla rampa di lancio, dove viene assemblato il back-up. Occorreranno altri due mesi per completare il montaggio della talpa e iniziare lo scavo della tratta Monte Po-Nesima che durerà circa sei mesi.

nesima-misterbianco-testa-1

La tratta Nesima-Monte Po comprenderà due nuove stazioni in direzione Misterbianco: Fontana e Monte Po. Il completamento, se verranno rispettati i tempi contrattuali dei 600 giorni, avverrà nell’estate 2017, a fronte di un importo complessivo di 80.300.000 euro.

Buone notizie pure per l’altra tratta di prossima realizzazione, anch’essa affidata alla CMC di Ravenna: ad ottobre, infatti, verrà consegnata l’area di cantiere per la tratta Palestro-Stesicoro, situata in prossimità del cavalcavia dell’Asse Attrezzato, nei pressi di via Palermo. La talpa che eseguirà questo nuovo scavo è già arrivata. L’appalto, in questo caso, prevede solo le opere civili e non il completamento delle stazioni, delle rifiniture, degli impianti e dell’armamento.

Nello specifico, l’appalto prevede:

  • la realizzazione di una galleria di linea della lunghezza di 2.177, 52 m;
  • la realizzazione delle gallerie delle stazioni S.Domenico, Vittorio Emanuele e Palestro;
  • la realizzazione di 7 aperture equilibratrici.

stesicoro-testa-2

La tratta Palestro-Stesicoro, da ultimare con un nuovo appalto, comprenderà tre nuove stazioni in direzione Aeroporto: Palestro, Vittorio Emanuele (Ospedale) e San Domenico. Secondi i piani della Fce, si potrà aprire questa tratta al pubblico nel 2019, se nel corso dei lavori di realizzazione del tunnel verrà appaltata la realizzazione delle opere complementari.

Ti potrebbero interessare:


cataniacmclavori metropolitanametropolitanamobilita catanianesima-monte potalpaTBMtratte metro


Lascia un Commento