17 giu 2016

Quegli strani percorsi sui marciapiedi di Catania: vi spieghiamo a cosa servono


Nei marciapiedi di Catania, in particolare in quelli del centro storico e di Corso Italia, capita spesso di imbattersi in percorsi costituiti da rilievi e spessori installati sul calpestìo. In pochissimi conoscono la funzione di questi percorsi pedonali.


In realtà esistono da dieci anni e fanno parte di un progetto finanziato per un importo di 3 milioni di euro dall’Unione Europeo all’interno dei cosiddetti POR 2000-2006. Si tratta di un percorso pedonale-turistico inerente l’integrazione e l’accessibilità della città alla comunità non vedente e ipovedente attraverso il sistema LOGES.

Marciapiede di Corso Italia dotato del sistema Loges

Marciapiede di Corso Italia dotato del sistema Loges

LOGES è un acronimo che significa”Linea di Orientamento, Guida e Sicurezza” ed è un sistema costituito da superfici dotate di rilievi studiati appositamente per essere percepiti sotto i piedi, ma anche visivamente contrastate, da installare sul piano di calpestio, per consentire a non vedenti ed ipovedenti l’orientamento e la riconoscibilità dei luoghi e delle fonti di pericolo.

A Catania il percorso tattile è stato inaugurato nel 2006 e si sviluppa lungo le vie: Dusmet, Vecchia Dogana, Vecchio Bastione, piazza Duca di Genova, S. Tommaso, Bonaiuto, Vittorio Emanuele, Landolina, Antonino di San Giuliano, piazza Manganelli, S. Michele, Paternò, piazza Stesicoro, Cappuccini, Garofalo, S. Maddalena, G. Clementi, piazza Dante, Gesuiti, Della Rotonda, S. Agostino, Pozzo Mulino, Garibaldi, S. Chiara, piazza Maravigna, via Riccardo da Lentini, piazza Federico di Svevia, via Grimaldi, via Del Plebiscito, Cristoforo Colombo.

Un progetto all’avanguardia all’epoca della sua implementazione poiché coniugava accessibilità e turismo grazie all’installazione di paline informative in linguaggio Braille inerenti ai monumenti e al patrimonio storico presente lungo il percorso tattile-plantare; dopo 10 anni il percorso turistico è fortemente rimaneggiato a causa dell’incuria e della mancanza di manutenzione.

Marciapiede di Corso Italia dotato di sistema Loges con palina informativa-turistica

Marciapiede di Corso Italia dotato di sistema Loges con palina informativa-turistica

L’itinerario dotato del sistema LOGES si sviluppa anche nelle strade del quartiere della Civita: piazza Duca di Genova, via San Tommaso e via Bonaiuto. In occasione dell’evento #OccupaiCivita che si svolgerà domani, 18 giugno 2106, dalle 16 alle 24 noi di Mobilita Catania insieme al Polo Tattile di Catania e alla dottoressa Lucia Barbera, rappresentante Commissione provinciale e regionale giovani Unione Italiana Ciechi, organizzeremo un tour tra le strade del quartiere.

I partecipanti percorreranno le strade della Civita, che durante l’evento saranno chiuse al traffico, bendati e guidati da un non-vedente. Durante il tour al buio i ruoli si invertono: i non vedenti, muovendosi con straordinaria naturalezza, diventano le guide, mentre i vedenti comprendono come sia difficoltoso senza la vista poter vivere la città. Il tour si svolgerà in totale sicurezza.

Il percorso avrà inizio in piazza Duca di Genova nei pressi del pullman del Polo Tattile Multimediale di Catania, un autobus appositamente studiato per ospitare uno showroom con una selezione di ausili e articoli tecnici ed informatici per non vedenti, un bar al buio dove gustare una bevanda e un’esposizione i plastici di alcuni monumenti rappresentativi di Catania e della Sicilia.

L’obiettivo del percorso al buio è mostrare quanto sia difficile muoversi in città per chi è affetto da disabilità visiva e allo stesso tempo dimostrare quanto sia necessario rendere accessibile le strade di Catania per tutti i cittadini.


Qui i dettagli sull’evento #OccupaiCivita


cataniaipovedentimobilita catanianon vedentioccupaicivitapercorso pedonalepercorso turisticopolo tattile cataniasistema loges


Lascia un Commento