Segnalazione
24 giu 2016

Cestini per le deiezioni canine: prime vandalizzazioni

di Mobilita Catania

Nel mese di maggio la Direzione Ecologia e Ambiente del Comune di Catania ha provveduto a collocare 80 contenitori per le deiezioni dei cani: la zona in cui sono stati installati è stata quella corrispondente alla seconda e terza circoscrizione, area della città in cui si attua la raccolta differenziata. Un segno di civiltà per la nostra città, se non fosse che a Catania la carenza è cronica anche per i cestini dei rifiuti normali, tanto che i contenitori per le deiezioni canine vengono usati per il conferimento di cartacce e altri generi di spazzatura. Dopo appena un mese dall'installazione i cestini sono già oggetto di vandalismo. Ecco la foto scattata da un nostro lettore in via Firenze: a volte tocca dare ragione a chi dice che a Catania non campa niente.   Potete inviarci segnalazioni, proposte e articoli accedendo a questo link ⏩http://catania.mobilita.org/scrivi-un-post/

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Segnalazione
08 giu 2016

Raccolta differenziata: da due giorni rifiuti in strada in via Firenze e via Riso

di Amedeo Paladino

A febbraio 2016 è partito il terzo step della raccolta differenziata porta a porta messa in campo dal Comune di Catania ed il Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi). Il servizio arriva fino all’asse viale Regina Margherita-viale XX Settembre-corso Italia. A nord il confine è sempre via Rosso di San Secondo, a est viale Vittorio Veneto e a ovest via Caronda. (qui le informazioni sul servizio) Attraverso la fanpage di Mobilita Catania ci è pervenuta la segnalazione di una cittadina in merito alla raccolta nella zona di via Giuffrida tra via Francesco Riso e via Firenze: gli operatori non raccolgono i rifiuti da due giorni. Potete inviarci articoli, segnalazioni e proposte al nostro sito tramite l’apposita sezione apposita sezione Ecco le foto che documentano la situazione:

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Segnalazione
07 giu 2016

L’appello di un cittadino per il decoro della II circoscrizione, tra prostitute e mancanza cronica di pulizia

di Emanuele Rizzo

Raccogliamo la segnalazione di un lettore in merito alle condizioni indecorose della zona di via Umberto più prossima al viale Africa. Ecco l'appello rivolto ai dirigenti e alle Istituzioni competenti Potete inviarci articoli, segnalazioni e proposte al nostro sito tramite l’apposita sezione apposita sezione Gentile Assessore, Gentile Direttore, Vi scrivo in merito alle condizioni in cui versano alcune strade della II Circoscrizione, in particolare le vie Gorizia, Calatafimi e Salemi. Da circa due settimane le strade versano in condizioni inumane, sommerse dai rifiuti e da odori nauseabondi, in quanto la pulizia ordinaria è stata interrotta e non si conoscono le ragioni. Via Salemi, inoltre, è da anni covo di prostitute che, sfruttando la strada senza sbocco e la poca illuminazione, si appartano nelle auto dei clienti davanti alla scuola Nino Martoglio, lasciando per terra carte e preservativi usati. La situazione è stata più volte denunciata (sia alle forze di polizia che all’ASL), ma adesso – complice la mancanza di pulizia – è giunta a livelli indecenti e non più tollerabili. Nei mesi scorsi il Vs.Ufficio ha inviato, a seguito di un’analoga segnalazione, la spazzatrice stradale meccanica, pulendo “a secco” la sola via Salemi ed in modo parziale ed approssimativo, in base alla ripartizione territoriale tra Oikos e Comune di Catania, che comunque non può giustificare il mancato intervento nel resto delle strade. Si richiede una pulizia straordinaria delle tre strade citate, con l’utilizzo di autobotti, spazzole ed opere di diserbamento dove occorre; ciò in tempi rapidi, in quanto la situazione è giunta ben oltre i limiti di tutela della salute. Si chiede, inoltre, di prendere (o comunicare agli uffici preposti) adeguati provvedimenti per riqualificare la zona, quali: · riverniciatura facciata uffici comunali di via Gorizia e pareti perimetrali scuola Martoglio; · ripristino della segnaletica orizzontale nella zona e potenziamento illuminazione pubblica; · controllo notturno di via Salemi, anche con eventuale installazione di telecamere; · pulizia mensile con mezzi meccanici. A tali richieste si allega una galleria fotografica risalente al 4 giugno 2016, che rende solo parzialmente l’idea della gravità della situazione Emanuele Rizzo

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Segnalazione
26 mag 2016

Mercato rionale di piazza Eroi d’Ungheria tra abusivismo e caos

di Mobilita Catania

Il mercato che si svolge ogni giovedi mattina in piazza Eroi d'Ungheria è uno dei più affollati mercati rionali della città e anche il più caotico e privo di regole I primi a lamentarsi sono proprio i residenti che si sentono reclusi nelle loro abitazioni. I mezzi dei residenti  infatti possono uscire solo prima delle 6,30 del mattino o dopo le 14.00  perchè trovano i propri passi carrabili occupati da bancarelle e automezzi degli stessi operatori del mercato. Inoltre la presenza costante e assai numerosa di abusivi nelle vie limitrofe all’area mercatale, crea delle situazioni di pericolo per i pedoni che sono costretti a camminare sulla sede stradale e provoca blocchi al traffico privato e al trasporto pubblico. C'è poi da segnalare l’assoluta carenza di controlli da parte degli organi preposti, l’assenza di bagni chimici e la scarsa presenza di cassonetti. I residenti chiedono più controlli e il ripristino delle condizioni di vivibilità accettabili. Ecco un video che mostra la situazione del mercato

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Segnalazione
19 apr 2016

Gravissima emergenza processionaria sull’Etna

di Alessio Marchetti

L'Etna purtroppo è completamente infestata della processionaria. I boschi di pini sono totalmente ingialliti e la pista altomontana, versante sudovest, è un continuo tappeto di larve. Ricordo che i peli urticanti di quest'insetto possono essere anche fatali per gli animali come ad esempio i cani. Spero che le autorità facciano qualcosa per contrastare questo gravissimo problema, è obbligatorio per legge ma a quanto pare fino ad oggi non si è fatto abbastanza. Sarebbe anche indispensabile mettere dei cartelli informativi, non tutti conoscono la pericolosità di quell'insetto. Qui un video dove viene documentato quanto ho scritto:

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Segnalazione
16 mar 2016

Piazza Stesicoro, a proposito di decoro urbano

di Mobilita Catania

Le foto che ci invia un nostro lettore mostrano la quotidiana occupazione dei marciapiedi del lato est di piazza Stesicoro. Tavoli pieghevoli, secchi di plastica e persino furgoni e camion lasciati in divieto di sosta durante tutto il turno lavorativo: uno spettacolo che fa a pugni con una delle piazza più centrali di Catania, facente parte del consueto itinerario dei turisti. Secondo le nostre fonti essi sono classificati di operatori dell'ingegno, cioè coloro che esercitano un mestiere manuale in proprio, sul suolo pubblico. Ci chiediamo se la recente campagna sul decoro urbano avviata dall'Amministrazione comunale non debba regolamentare anche questa tipologia di attività.

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Segnalazione
29 feb 2016

Piazza Dante, le terme romane spente e tra la vegetazione

di Amedeo Paladino

Laddove gli enti pubblici non arrivano, l'impegno e la passione di cittadini volontari riescono a sopperire almeno in parte alle inefficienze: è il caso di piazza Dante Sabato numerosi cittadini, grandi e piccoli, coordinati da Legambiente Catania e dal gruppo Mobilità Sostenibile hanno creato il Giardino delle Giuste e dei Giusti, un’iniziativa promossa dalla sezione locale della FNISM – Federazione Nazionale degli Insegnanti e da Toponomastica Femminile. Ma le criticità del quartiere sono numerose. Una di queste è la scarsa valorizzazione dei numerosi siti archeologici greco-romani, un patrimonio sopravvissuto all'urbanizzazione di quest'area di Catania: le terme romane di piazza Sant'Antonio, l'Anfiteatro Romano, le Terme dell'Indirizzo, la sezione di strada romana nel chiostro dell'ex Monastero dei Benedettini solo per citare alcuni luoghi. Una trattazione approfondita è consultabile al sito etnanatura.it L'iniziativa di sabato ha permesso di osservare lo stato delle Terme Romane di piazza Dante. Tra il caos delle centinaia di auto all'interno della piazza gli edifici termali romani quasi scompaiono. Il balneum di piazza Dante era probabilmente una struttura termale privata in dote ad una casa patrizia in epoca tardo imperiale, purtroppo il sito risente della mancanza di ordinaria pulizia e di interventi di scerbamento. Questo patrimonio necessita anche di valorizzazione: l'illuminazione è assente, questa ricchezza culturale e storica passa quasi inosservata agli occhi dei turisti e dei catanesi.

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0