24 mag 2016

Se l’autobus non passa mai è un po’ colpa nostra: il caso viale Vittorio Veneto


L’AMT (Azienda Metropolitana Trasporti) che gestisce il trasporto pubblico catanese vive un periodo di grave crisi: nelle ultime settimane le linee soppresse senza preavviso sono state molte, i mezzi in uscita dai depositi sono solo poche decine e gli utenti sono costretti ad aspettare ore alle fermate, situazione diventata tragicomica quando la scorsa settimana abbiamo documentato il guasto di uno degli autobus di seconda mano appena messi in servizio.

Una crisi finanziaria e gestionale che però dimostra come il trasporto pubblico non occupi ancora, a differenze di altre città italiane ed europee, il cardine della mobilità, ancora dipendente quasi esclusivamente dall’utilizzo del mezzo privato.

Trasporto pubblico offeso e umiliato da chi amministra, ed anche dagli stessi cittadini: è il caso di viale Vittorio Veneto, di cui più volte ci siamo occupati.

Viale Vittorio Veneto ha una forte vocazione commerciale e garantisce una grande offerta di servizi, inoltre la presenza della scuola Mario Rapisardi provoca un aumento del traffico veicolare negli orari di entrata e uscita degli studenti.

Mobilita Catania ha monitorato la situazione della corsia preferenziale che si sviluppa in questa strada: qui la sosta illegale è una costante a tutte le ore; gli autobus dell’AMT perdono minuti preziosi in mezzo al traffico a causa delle auto in sosta sulla preferenziale e dei Vigili Urbani nemmeno l’ombra.

Alcuni commercianti di viale Vittorio Veneto alcuni mesi fa hanno addirittura avanzato la proposta di eliminarla, ma di fatto non ci sarebbe nemmeno bisogno: abbiamo infatti constatato che la preferenziale è già oggi utilizzata interamente per la sosta delle auto; una richiesta senz’altro più condivisibile che gli operatori potrebbero invece avanzare all’Amministrazione e all’AMT, sarebbe la riqualificazione della vicinissima area del piazzale Famà- già Sanzio-, come sta avvenendo per piazzale Borsellino, magari riservando una porzione del parcheggio alla sosta breve.

In questo video la situazione quotidiana di viale Vittorio Veneto: in poche centinaia di metri abbiamo contato più di 50 auto in sosta e qualche doppia fila


Lascia un Commento

Ultimi commenti