• (1)

30 giu 2015

Strisce pedonali inesistenti, anche la manutenzione dura pochi giorni


 

[n.d.r. In queste settimane più volte ci siamo occupati di sicurezza stradale in una città in cui la mobilità sembra totalmente asservite ai soli mezzi a motore; abbiamo affrontato la situazione di grave pericolo che coinvolge quotidianamente chi si muove a piedi.

Finora ci siamo occupati delle difficoltà costanti per i pedoni in Corso Italia, dove poche settimane fa due signori sono stati travolti e uccisi da un’automobilista, e in via Dusmet dove un’autostrada urbana divide la città dal Porto. Ma le criticità si estendono a tutta la città, come ci segnala un nostro lettore. Anche laddove le strisce pedonali sono state rifatte dopo appena pochi giorni cominciano a scomparire.]

Strisce pedonali inesistenti, che non sia l’occasione per integrarle con dissuasori fisici ?

 


attraversamento pedonalecataniamobilita cataniapedonisicurezza stradalestrisce pedonali

Un commento per “Strisce pedonali inesistenti, anche la manutenzione dura pochi giorni
  • andreact 15
    02 lug 2015 alle 7:43

    Circa 6 anni fa durante un viaggio a Praga ho visto che in alcune strade le strisce pedonali sono realizzate piuttosto che con la vernice, che inevitabilmente con il tempo sbiadisce, con pietre bianche che vanno naturalmente in contrasto con il nero dell’asfalto rendendole più che visibili ma soprattutto definitive. E’ ipotizzabile una solzione di questo tipo, inizialmente più costosa della vernice ma, non dovendole rifare più, nel tempo più economiche e soprattutto visibili sempre. Se poi si posizionassero lievemente sopraelevate rispetto al manto stradale si avrebbero anche dei, più o meno lievi, dossi per far rallentare i veicoli.


Lascia un Commento