18 set 2021

Pedonalizzazione intorno al Castello Ursino, grande successo: si pensa a renderla permanente


Pienamente riuscito, ieri sera, il primo esperimento della pedonalizzazione notturna attorno al Castello Ursino, con le strade attigue al maniero federiciano chiuse al traffico veicolare dall’Amministrazione Comunale per cinque giorni, in occasione della settimana della mobilità sostenibile, al fine di valorizzare e rendere più agevole la passeggiata di catanesi e turisti in una delle zone a maggiore voazione turistica di Catania. Un contesto ordinato, senza sosta selvaggia e traffico veicolare, che ha esaltato ancora di più l’illuminazione del castello, attivata nei mesi scorsi dall’Amministrazione Comunale.

Il presidio della Polizia Municipale, con l’ausilio dei dipendenti di Sostare, seppur solamente dalle ore 19 alle 24, ha fatto sì che fosse un esordio positivo della sperimentazione voluta dal sindaco Salvo Pogliese e dell’assessore Pippo Arcidiacono e di tutta la giunta, che ha deliberato l’adesione alla settimana europea della mobilità sostenibile. Una settimana di eventi, nel segno della mobilità green, dal 16 al 22 settembre, in cui è stato inserito il progetto di pedonalizzare temporaneamente anche l’area di Castello Ursino.

«Ho ricevuto diversi apprezzamenti per la riuscita del debutto della chiusura sperimentale al traffico veicolare della zona del Castello Ursino -ha detto il sindaco Salvo Pogliese-. Un incoraggiamento a proseguire su questo percorso, considerata l’apertura di numerose attività ristorative e un crescente aumento di frequentatori della zona, caratterizzata dalla presenza del maniero federiciano con il museo civico, che da ieri ospita una mostra fotografica di rilievo mondiale con ingresso al prezzo ridotto di appena due euro. Continueremo a monitorare l’andamento della sperimentazione, valutando eventuali correttivi suggeriti dagli operatori commerciali e dai residenti, perché riteniamo che il dialogo sia il modo migliore per raggiungere l’obiettivo di rendere stabile la pedonalizzazione, analogamente a quanto accade nelle grandi aree urbane che hanno beni culturali di rilevante valore storico da tutelare».

L’assessore Arcidiacono, che ha curato gli aspetti realizzativi della pedonalizzazione, effettuando un sopralluogo in piazza Federico II di Svevia, ha annunciato che il Comune è pronto ad attivare una navetta dell’Amts per consentire di lasciare l’automobile nel vicino parcheggio di via Plebiscito e in pochi minuti raggiungere la zona del Castello Ursino, proprio al fine di ridurre il percorso in auto di quanti si servono ancora di questo mezzo per raggiungere il centro storico.

L’area pedonale interessata alla pedonalizzazione, con interdizione degli autoveicoli, purtroppo solo dalle ore 19:00 a mezzanotte, riguarda via Castello Ursino, da via Riccardo da Lentini a piazza Federico di Svevia; piazza Federico II di Svevia, carreggiata ovest, carreggiata nord, carreggiata sud e carreggiata est da carreggiata sud-via Bufalo a via Grimaldi; via Alaimo; via Sant’ Angelo Custode, da piazza Federico II di Svevia a via Plebiscito; via Bufalo.

Inoltre sono interessate a pedonalizzazioni temporanee, nell’ambito della settimana europea della mobilità sostenibile, anche largo Odeon e piazza Cardinale Pappalardo (già Duca di Genova), fino al 22 settembre.


 

Ti potrebbero interessare:


Lascia un Commento

Ultimi commenti