16 ott 2015

Metropolitana, la futura stazione San Nullo inaccessibile ai pedoni: un problema annunciato


Riceviamo la segnalazione di un lettore residente della zona in merito ai previsti disagi per gli abitanti del quartiere nell’accedere alla stazione San Nullo, i cui lavori di completamento sono prossimi alla conclusione.

FOTO | Metropolitana, stazione di San Nullo quasi completa

In pochi a San Nullo sembrano essere venuti a conoscenza dell’apertura prevista per giugno 2016 della stazione metropolitana a servizio dell’omonimo quartiere ad ovest della città

[puoi consultare il cronoprogramma ufficiale dei lavori della metropolitana, ndr].

Criticità stazione di San Nullo: l’ingresso alla stazione è previsto sulla circonvallazione, in viale Antoniotto Usodimare, all’incrocio con via Sebastiano Catania. C’è da chiedersi come faranno gli abitanti del quartiere a raggiungere a piedi la stazione, dato che non v’è traccia di marciapiedi in via Sebastiano Catania ed in via San Nullo.

Il quartiere: un tessuto urbano quello della IV circoscrizione, tipico del modus costruendi catanese, privo cioè di servizi pubblici, sterile di vita sociale e di funzionalità, nato e sviluppatosi tra gli anni ’80 e ’90 del XX secolo, in regime di Variante al P.R.G. per favorire l’insediamento di edilizia convenzionata agevolata. Vengono così costituite cooperative edilizie che attratte dal basso costo dei lotti, costruiscono disordinatamente residence, case a schiera e ville, infischiandosene degli oneri di urbanizzazione.
Possibili soluzioni: i problemi di accesso alla stazione sono ben noti all’Amministrazione comunale ed attendono soltanto una risposta concreta. La soluzione possibile sarebbe quella di istituire il senso unico di marcia in via Sebastiano Catania realizzando un apposito marciapiede su uno dei lati della stretta arteria. Si dovrebbe intervenire anche in via San Nullo anch’essa sprovvista di marciapiedi.

Infine, la difficoltà di reperire i biglietti per la carenza di esercizi commerciali può essere ovviata installando appositi distributori automatici all’interno della stazione. Bisognerà attendere invece per la dismissione del passaggio a livello della littorina in prossimità della stazione metropolitana. Ipotizzo in tal senso la riconversione della linea ferrata in pista ciclabile.

 


 

Per maggiori dettagli sull’argomento puoi consultare questi articoli:

Metropolitana di Catania | Scheda dell’opera;

Cronoprogramma ufficiale dei lavori della metropolitana

 

 


accessibilità pedonaleapertura metropolitana cataniacantieri metropolitanacatanialavori metropolitanametropolitanamobilita cataniasan nullostazione san nullo

5 commenti per “Metropolitana, la futura stazione San Nullo inaccessibile ai pedoni: un problema annunciato
  • Valerie Bombay 14
    18 ott 2015 alle 8:53

    ma non si potrebbe aprire un piccolo varco pedonale in via ottavio d’arcangelo? A cibali ad esempio esiste già un piccolo varco pedonale che permette di attraversare i binari.

    • Andrea Tartaglia 691
      18 ott 2015 alle 17:48

      L’idea di un collegamento pedonale da via Ottavio D’Arcangelo è sicuramente interessante. Anche ricorrendo a un piccolo cavalcaferrovia pedonale, se necessario.

  • Andrea Tartaglia 691
    18 ott 2015 alle 17:53

    Anche la stazione Milo risulta pessimamente collegata al tessuto urbano immediatamente a sud della stazione: auspicabile una soluzione pedonale che colleghi via Mineo all’infrastruttura, risparmierebbe centinaia di metri (e buona parte in ripida salita) ai residenti.


Lascia un Commento

Ultimi commenti
Post Correlati