Articolo
21 mar 2017

Nodo Gioeni: dopo il lunedì da incubo una nuova viabilità per limitare i disagi

di Amedeo Paladino

Un lunedì da incubo per i cittadini catanesi e dell'hinterland che ieri sono rimasti bloccati per ore nella congestione della circonvallazione. L'arteria, che già sopporta una grande mole di veicoli in transito, è stata parzialmente ristretta in corrispondenza del Tondo Gioeni in direzione Nesima, a causa dell'inizio dei lavori per la sistemazione artistica e geotecnica del prospetto sottostante il parco Gioeni. La consegna dell'area di cantiere era avvenuta a metà febbraio, ma solo ieri è iniziata l'attività con conseguente movimentazione dei camion della ditta e l'allestimento dei ponteggi. Per limitare i disagi dei cittadini è stata elaborata una nuova viabilità sperimentale e limitato il restringimento della carreggiata. Da domani, quindi, entrerà in vigore in via sperimentale una nuova viabilità della zona del Tondo Gioeni allo scopo di agevolare il deflusso del traffico sulla circonvallazione. In contemporanea ci sarà anche la riduzione del restringimento della carreggiata causato dal cantiere per il rifacimento del prospetto del Tondo Gioeni. Le auto provenienti da via Giovan Battista Grassi in direzione sud non potranno più proseguire fino alla Circonvallazione ma dovranno svoltare a destra lungo via Giovanni Grasso, da lì si immetteranno in via Pietra dell'Ova e successivamente in via Albertone fino a giungere in via Petraro e quindi in via Passo Gravina. In questo modo si diminuirà in maniera considerevole il numero di auto in transito dal Tondo Gioeni. La via Grassi in direzione nord non subirà alcuna modifica mentre il senso unico in via Albertone sarà invertito. La nuova viabilità sarà sperimentale e l'intera area sarà fortemente presidiata dai Vigili urbani. La protezione che ha comportato la riduzione della carreggiata transitabile all'altezza del Tondo Gioeni si è resa necessaria per ragioni di sicurezza poiché nel corso dell'intervento sul prospetto che scende da via Matteo Albertone per evitare il rischio che pietre o altro potessero finire sui mezzi in transito. In ogni caso già da ieri sono stati potenziati i presidi in zona dei Vigili Urbani in maniera da rendere la viabilità il più scorrevole possibile. I lavori, secondo il cronoprogramma dettato dall'Amministrazione e dalla ditta, entro la fine del mese di agosto saranno completati. La progettazione del prospetto è stata affidata all’architetto Francesco Ugo Mirone, lo stesso che ha curato la progettazione del verde e dell’arredo urbano dell’area di piazza Vincenzo Bellini, di fronte al Teatro Massimo. Le risorse provengono da un residuo mutuo della Cassa Depositi e Prestiti, anni addietro destinato ai “Lavori di realizzazione di due tratti di piste ciclabili tra la piazza Stesicoro e la piazza Giovanni XXIII e tra la piazza Giovanni XXIII e la piazza Europa”, e da fondi comunali. Il sindaco Bianco  ha precisato che l'attuale disagio, peraltro necessario, sarà limitato al massimo anche grazie al piano sperimentale di viabilità ed alla presenza di numerose pattuglie dei Vigili Urbani. Un ulteriore miglioramento avverrà quando, con grande anticipo sui tempi previsti, il prossimo 31 marzo entrerà in funzione la nuova tratta della metropolitana da Nesima in centro che consentirà una riduzione del 20-25% dei volumi del traffico proveniente da Misterbianco in direzione Ognina. Nel contempo procedono i lavori che permetteranno di collegare attraverso i sottopassi, la strada di via dei Salesiani con il piazzale Aldo Moro, aree oggi divise proprio dalla perpendicolare di via Vincenzo Giuffrida, che dureranno sei mesi e, quindi, come per il Tondo Gioeni, la loro conclusione è prevista anch'essa per l'agosto 2017. La nuova bretella sfrutterà il sottopassaggio mai utilizzato che si sviluppa ad ovest alla fine di via Roberto Giuffrida Castorina, e a est in via dei Salesiani vicino l’oratorio San Filippo Neri. L’intenzione è snellire la circolazione del Nodo Gioeni in direzione ovest-est: i veicoli da via Caronda potranno proseguire in direzione Vulcania attraverso via Rosso di San Secondo, via Torino e via Castorina, immettendosi in via dei Salesiani per raggiungere infine via Giuffrida, dove potranno scegliere se andare verso i paesi etnei o verso la circonvallazione. Noi di Mobilita Catania abbiamo realizzato un video che mostrato lo stato di avanzamento dei lavori di via Roberto Giuffrida Castorina.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 mar 2017

Via Francesco Crispi, domani riapertura parziale dopo la messa in sicurezza della palazzina

di Mobilita Catania

Via Crispi riapre domani al traffico veicolare: la strada era stata interdetta dopo il crollo di una palazzina nella notte tra il 25 e il 26 febbraio, che ha causato la morte di una persona e il ferimento di altre. Via Francesco Crispi da domani sarà parzialmente riaperta al traffico. Sarà infatti disponibile una sola corsia per automobili e moto mentre la parte della strada a ridosso della palazzina crollata rimarrà transennata per motivi di sicurezza. Il traffico dei mezzi pesanti seguirà una viabilità alternativa lungo corso Martiri della Libertà, piazza Giovanni XXXIII, viale Africa. Si sono infatti conclusi i lavori di consolidamento tramite ponteggi della struttura crollata ormai quasi un mese e di cui rimane solamente lo scheletro. foto di copertina: UltimaTV  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 mar 2017

VIDEO | Metropolitana, stazione San Nullo: i pericoli che si dovranno correre per raggiungerla

di Davide D'Amico

La messa in esercizio della nuova tratta Borgo-Nesima, comprendente le stazioni intermedie di Milo, Cibali e San Nullo, è ormai imminente: essa rivestirà un importante chiave di volta per la mobilità catanese, perché costituisce un miglioramento dell’offerta di trasporto pubblico, invogliando molti cittadini-utenti a preferire il mezzo pubblico all'auto privata. Un elemento spesso sottaciuto è invece l’accessibilità al trasporto pubblico: il miglioramento dei percorsi pedonali di accesso ai nodi del trasporto pubblico ha l’effetto di aumentare la distanza che un utente è disposto a percorrere per raggiungere la fermata e dunque ha l’effetto di aumentare il bacino di copertura o area di influenza di ogni fermata. Riceviamo e pubblichiamo il video e il testo a corredo di Davide D'Amico in merito all'accessibilità alla stazione San Nullo: i pedoni percorrono via Sebastiano Catania senza le condizioni minime di sicurezza. Abbiamo provato a raggiungere la stazione procedendo a piedi lungo la via Sebastiano Catania. Si tratta, come evidenziano le immagini registrate la mattina di sabato 18 febbraio, di un'arteria stretta e a doppio senso di marcia, priva di marciapiedi e di caditoie con una pendenza da non sottovalutare. La situazione non sembra migliorare procedendo da via San Nullo. Il marciapiede che permette di raggiungere la stazione si interrompe bruscamente lasciando spazio ad una strada sterrata interrotta soltanto dallo spazio, quello sì pavimentato, circostante l'ingresso alla stazione. A fare da cornice lo sfrecciare di automobili ad alta velocità quasi a contatto con il pedone. Pur non volendo in alcun modo addebitare alla Ferrovia Circumetnea le colpe del tipico modus costruendi catanese, non possiamo non evidenziare come quest'opera basilare per la zona rischi di rimanere sottoutilizzata, slegata com'è da un quartiere già privo di opere d'urbanizzazione. È lecito chiedersi quando il comune di Catania e l'azienda Ferrovia Circumetnea siederanno ad un tavolo per trovare la soluzione ad un problema annunciato. È giusto attendersi che i cittadini rischino l'incolumità nel tentativo di raggiungere la metropolitana? In che modo poi gli abitanti di San Giovanni Galermo, oggi schiavi dell'automobile e delle lunghe attese alle fermate AMT, potranno godere dei benefici derivanti da quest'opera? Dubbi ai quali la politica catanese è chiamata a rispondere nel più breve tempo possibile. Il treno sta passando... Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania | Scheda dell'opera VIDEO | Metropolitana, iniziate le corse di prova: tratta Nesima-Borgo forse già a fine marzo Nuova tratta metropolitana Milo-Nesima, ecco l’esatta ubicazione delle stazioni Trasporto pubblico e mobilità pedonale, due elementi connessi: come agire Abbiamo fatto la metro, facciamo i catanesi. Corso Sicilia inaccessibile, le difficoltà dei pedoni  

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
03 mar 2017

Nuova viabilità per consentire un più facile accesso al parcheggio Bellini della Fiera di Catania

di Mobilita Catania

Vista la necessità di agevolare l’ingresso al Parcheggio Bellini di Via Cosentino ed evitare la commistione tra traffico veicolare ed utenti del mercato, nonché di trovare una sistemazione ottimale per gli operatori del mercato, il 13 gennaio è stato eseguito un sopralluogo congiunto al quale hanno partecipato l’Assessore alle Attività Produttive, il Vice Comandante del Corpo Polizia Municipale, collaboratori della Società Sostare, commercianti della zona, tecnici della Direzione Attività Produttive e del Servizio Ufficio Traffico Urbano. All'esito del sopralluogo, dopo aver analizzato diverse ipotesi, si è convenuto che la soluzione ottimale è di realizzare il doppio senso di circolazione in Via Cosentino, dal Parcheggio Bellini a Via Luigi Castiglione, e di chiudere al transito veicolare, eccetto cicli e motocicli, il tratto di Via Luigi Rizzo compreso tra le Vie Cosentino e Teocrito, trasferendo alcuni stalli del mercato da Via Cosentino a Via Rizzo. Di seguito le nuove disposizioni adottate in via sperimentale: Doppio senso di circolazione in via Cosentino, nel tratto compreso tra il Parcheggio Bellini e via Luigi Castiglione; Istituzione dell’obbligo di arresto all’incrocio (STOP), in Via Cosentino angolo Via Luigi Castiglione; Istituzione del divieto di transito a mt. 100, in Via Cosentino angolo Via Luigi Castiglione; Istituzione della sosta riservata a cicli e motocicli in Via Luigi Rizzo lato Est da Via Cosentino a Via Teocrito; Istituzione, ambo i lati, del divieto di accesso eccetto motocicli con limite di velocità di 10 km/h, in Via Luigi Rizzo nel tratto e nel senso da Via Cosentino a Via Teocrito    

Leggi tutto    Commenti 0
Proposta
16 feb 2017

Via Palermo, viale Mario Rapisardi e ospedale Garibaldi: proposta per una nuova viabilità

di metrolavico

 Potete inviarci segnalazioni, proposte e articoli accedendo a questo link http://catania.mobilita.org/scrivi-un-post/ La mia proposta per risolvere il problema del traffico di via Palermo nasce dall'idea di creare una sorta di grande rotatoria che aiuti meglio la circolazione, rendendo a senso unico la parte alta di questa arteria stradale in modo da decongestionare drasticamente il traffico della zona. Tutto ciò necessità di nuove bretelle stradali che collegano via Palermo con il Corso Indipendenza, e via Bersanti (Piazza Eroi D'Ungheria) con via San Pio X ( Nesima Alta-Circonvallazione). Nell'immagine la zona come si presenta oggi (ho rappresentato in rosso e in arancione i punti caldi del traffico, in particolar modo nelle ore di punta)   Ecco la mia proposta:   In azzurro le bretelle stradali, mentre i cerchi rappresentano due nuove rotonde da realizzare in via Palermo e in Piazza Eroi D'Ungheria affinché aiuti meglio la circolazione Ho aggiunto al progetto un ulteriore bretella che collega il corso Indipendenza ad un'ampia via che porta in prossimità del Viale Mario Rapisardi.      

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 feb 2017

Chiusa la via Mulino Santa Lucia per un nuovo guasto alla linea primaria Enel

di Mobilita Catania

Un nuovo guasto improvviso, verificatosi stamani, nella linea primaria di media tensione dell'Enel che serve il centro storico cittadino, ha reso necessario il ripristino dell'avaria con la massima celerità, effettuando un nuovo scavo nella via Mulino Santa Lucia, corsia est di fronte al civico 6. Scatterà quindi, come già successo il giorno 2 febbraio quando si verificò un guasto simile, un piano alternativo del traffico veicolare nella zona, dalle ore 12.45 alle ore 18 di oggi 15 febbraio. Gli agenti della Polizia  Urbana indirizzeranno i veicoli leggeri, quali autovetture e motoveicoli, che da via Domenico Tempio vanno verso via Borsellino, all'interno dell'area portuale  fino alla via Dusmet. Per quanto riguarda il traffico dei mezzi pesanti, autobus compresi che seguono lo stesso percorso, questi saranno deviati prima su via Cristoforo Colombo e quindi su via Alcalà. Per quanto riguarda invece il flusso veicolare  sull'altra corsia, che da via Cristoforo Colombo va verso via Tempio, saranno deviati prima di raggiungerla su via Alcalà e quindi sulla corsia ovest di  Via Mulino Santa Lucia. In zona sarà disposta la segnaletica stradale  e pattuglie di Vigili fluidificheranno il traffico veicolare. I preannunciati lavori di domani 16 febbraio che prevedevano il ripristino del manto stradale nella stessa via Mulino Santa Lucia, sono rinviati a data da destinarsi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 feb 2017

Due cantieri al via al tondo Gioeni: firmati i contratti per l’inizio dei lavori

di Amedeo Paladino

Il nodo Gioeni dopo quasi tre anni dalla demolizione del vecchio cavalcavia rimane un capitolo irrisolto per la viabilità di penetrazione in città. L'assessore ai Lavori Pubblici Luigi Bosco annuncia l'inizio dei lavori per l'abbellimento del muro del Tondo Gioeni e della bretella di via Roberto Giuffrida Castorina che dovrebbero essere completati in sei mesi Attraverso l'articolo de "La Sicilia" di oggi a firma di Cesare La Marca, l'assessore fa sapere che i contratti con le imprese aggiudicatarie sono stati firmati e con ogni probabilità partiranno la prossima settimana. I cantieri che partiranno contestualmente hanno però finalità diverse. La  progettazione della sistemazione artistico-architettonica della rotatoria del Tondo Gioeni è stata affidata all'architetto Francesco Ugo Mirone, lo stesso che ha curato la progettazione del verde e dell’arredo urbano dell’area di piazza Bellini,  Le risorse provengono da un residuo mutuo della Cassa Depositi e Prestiti, anni addietro destinato ai “Lavori di realizzazione di due tratti di piste ciclabili tra la piazza Stesicoro e la piazza Giovanni XXIII e tra la piazza Giovanni XXIII e la piazza Europa”, e da fondi comunali. Il cambiamento di destinazione del residuo disponibile del mutuo della Cassa Depositi e Prestiti è stato deliberato dalla Giunta Comunale ad agosto 2015, suscitando critiche: della vicenda anche noi di Mobilita Catania ce ne siamo occupati. Gli interventi non sono finalizzati al miglioramento della viabilità e della sicurezza del nodo Gioeni, per questo si dovrà attendere la costruzione della bretella di via Roberto Giuffrida Castorina, il cui inizio dei lavori è atteso per la prossima settimana. La nuova bretella sfrutterà il sottopassaggio mai utilizzato che si sviluppa ad ovest alla fine di via Roberto Giuffrida Castorina, e a est in via dei Salesiani vicino l’oratorio San Filippo Neri. L’intenzione è snellire la circolazione del Nodo Gioeni in direzione ovest-est: i veicoli da via Caronda potranno proseguire in direzione Vulcania attraverso via Rosso di San Secondo, via Torino e via Castorina, immettendosi in via dei Salesiani per raggiungere infine via Giuffrida, dove potranno scegliere se andare verso i paesi etnei o verso la circonvallazione. Noi di Mobilita Catania abbiamo filmato il percorso della futura bretella. Abbiamo constatato le maggiori criticità a ovest del sottopassaggio, dove sarà necessario dimensionare adeguatamente via dei Salesiani, in particolare in corrispondenza del piazzale antistante il Bingo dove vige ad ogni ora del giorno e della notte la sosta selvaggia. Ecco il video:

Leggi tutto    Commenti 0