Articolo
25 feb 2018

Al via cantieri in diverse zone di Catania: ecco gli interventi programmati e la viabilità

di Mobilita Catania

Domani, lunedì 26 febbraio, saranno avviati lavori di manutenzione in varie strade della città: ecco gli interventi e la viabilità di cantiere. A partire dalla mattinata di lunedì avranno inizio i lavori per l'eliminazione degli allagamenti in via Mascalucia e via Paratore nel quartiere di Barriera e in via dei Calici a San Giorgio, in accoglimento delle richieste dei cittadini che più volte hanno manifestato i problemi derivanti dalla mancanza opere di intercettazione dell'acqua acqua piovana. Gli interventi avranno una durata di tre mesi e un costo totale di 160 mila euro che sono stati impegnati dal capitolo di bilancio comunale delle Manutenzioni e sono state affidate con M.E.P.A (mercato elettronico pubblica amministrazione) all'impresa V.SA. Costruzioni s.r.l di Maletto. Domani apre, inoltre, il cantiere per i lavori di rifacimento del manto stradale, scarificazione e asfalto, in via Petraro, che sarà interdetta per alcune ore, e in via del Bosco. Da mercoledì 28 febbraio a giovedì 8 marzo la viabilità di parte di via Pietra dell'Ova, nel tratto compreso tra via Cardinale Nava e via Ferro Fabiani, sarà sottoposta a variazioni per lavori di rifacimento manto stradale, scarnificazione e asfalto. La viabilità sarà regolata dalla presenza della Polizia Municipale.

Leggi tutto    Commenti 0
Segnalazione
22 feb 2018

Le potenzialità inespresse della stazione metropolitana San Nullo

di Alberto

Tra le stazioni della metropolitana inaugurate a Marzo 2017 quella di San Nullo probabilmente è la meno frequentata dagli utenti, nonostante non si abbiano i dati ufficiali a supporto di questa tesi. Le ragioni sono facilmente individuabili nella completa assenza di una viabilità pedonale e veicolare al servizio della stazione che ne impediscono di sfruttare pienamente le sue potenzialità. Numerose sono state le segnalazioni sulle criticità presenti in via Sebastiano Catania, strada di carreggiata stretta a doppio senso di marcia, che espone i pedoni ad un pericolo costante di essere travolti dalle autovetture. L'assoluta mancanza di marciapiedi, infatti, impone i temerari, che volessero utilizzare la metropolitana, a prestare una continua attenzione al flusso continuo delle automobili sia a salire che a scendere. Tutto ciò con la beffa che la via viene debitamente indicate nelle insegne informative all'interno stazione; il che farebbe presumere che si tratti di una strada percorribile dai pedoni. L'insicurezza che caratterizza la strada suindicata costituisce, dunque, la principale ragione della scarsa utenza attualmente presente a San Nullo. Giova precisare che, per quanto riguarda la porzione di Via Sebastiano Catania, a valle della stazione, da pochi giorni è stato istituito il senso unico di marcia nel tratto e nel senso da Via Merlino al Viale Antoniotto Usodimare (circonvallazione), e contestualmente è stato disposto il limite di velocità a 30 km/h e il divieto di sosta su entrambi i lati. E', tuttavia, auspicabile che venga anche rivista la viabilità della parte alta della strada, così da consentirne la fruizione del servizio a tutti coloro che abitano a monte della stazione metropolitana. Se la situazione appare drammatica per i pedoni, sicuramente non è agevole per gli automobilisti che volessero lasciare il proprio mezzo per utilizzare quello pubblico, considerata l'assenza e la difficoltà di posti auto nelle vicinanze. Tuttavia, è presente, a sud della fermata ed adiacente alla stazione, un ampio spazio precedentemente utilizzato dai mezzi di cantiere durante i lavori di costruzione della stazione, ed attualmente adibito a deposito di mezzi e materiale. Trattasi di un'area che, se riqualificata, costituirebbe un prezioso parcheggio scambiatore capace di ospitare diverse centinaia di posti auto che darebbe un nuovo slancio alla stazione sulle orme delle felici esperienze delle aree di sosta di Nesima e Milo. Tali modifiche potrebbero radicalmente cambiare il volto della stazione di San Nullo, consentendole di recuperare la sua vocazione di stazione metropolitana, e quindi di mobilità, che al momento attuale non possiede.   In conclusione, la costruzione di un'opera così nodale come la metropolitana, per sua natura, ha necessità di interfacciarsi con tutta la viabilità del luogo in cui è collocata;  tale integrazione, infatti,  trasformando la stazione da cattedrale nel deserto ad infrastruttura efficiente.    

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Articolo
10 feb 2018

Aeroporto di Catania, chiude la rampa Partenze per lavori di manutenzione fino al 28 febbraio

di Mobilita Catania

Per lavori di manutenzione, dal 13 al 28 febbraio modifiche alla viabilità presso l'aerostazione di Catania: stop ai mezzi privati sulla rampa partenze. SAC informa che, dal 13 al 28 febbraio, la rampa partenze dell’Aeroporto di Catania sarà chiusa al traffico dei mezzi privati e temporaneamente dedicata a tutto il trasporto pubblico su gomma: autobus interprovinciali, Alibus (da/per Catania centro), navetta da/per parcheggio Fontanarossa, servizi charter. La temporanea modifica alla viabilità si rende necessaria per consentire la realizzazione di alcuni lavori di manutenzione straordinaria calendarizzati in questo periodo dell’anno che coincide con la bassa stagione e con una minore affluenza di passeggeri. Come previsto da un’apposita ordinanza ENAC, potranno avere accesso alla rampa partenze solo i mezzi di servizio delle forze dell’Ordine, ambulanze, taxi, Ncc (noleggio con conducente) e pullman di dimensioni maggiori di 6,5 metri. L’accesso sarà consentito anche alle auto con passeggeri a ridotta mobilità (PRM) che al piano partenze trovano i totem dedicati per chiamare l’assistenza specializzata. Modifiche temporanee anche agli arrivi, dove non sarà possibile il transito di autobus, camion e mezzi pesanti. Invariata la collocazione delle biglietterie per i bus interprovinciali, mente il Terminal Bus – come annunciato - sarà temporaneamente trasferito sulla rampa partenze. Gli accompagnatori dei passeggeri in partenza avranno a disposizione i parcheggi SAC vicinissimi al terminal e con i primi 15 minuti gratuiti. Scaricati i bagagli dai mezzi privati, i passeggeri potranno come di consueto accedere all’aerostazione dal piano arrivi (piano terra) e raggiungere il piano partenze attraverso ascensore o scale mobili. La nuova viabilità, che ricordiamo è temporanea e legata a lavori straordinari di manutenzione, sarà segnalata da appositi cartelli e presidiata da agenti della Polizia Municipale e addetti SAC Service.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 feb 2018

Rimozione della cera: elenco delle strade chiuse, termine dei lavori e variazioni AMT

di Amedeo Paladino

Dopo la conclusione della processione del fercolo di Sant'Agata sono scattate subito le operazioni di smaltimento dei rifiuti e della segatura, sparsa per prevenire il deposito della cera. Il tratto di via Caronda che va dalla stazione della Circumetnea fino alla statua di Garibaldi è stato già riaperto. Dopo il collaudo l'Utu ha disposto la ripresa della circolazione stradale con il limite di velocità di 20 chilometri orari e il divieto assoluto di transito per i mezzi a due ruote. Per le altre strade resta il divieto di circolazione fissato dall'ordinanza dei giorni scorsi, ma già domattina altre strade saranno riaperte. Ecco le modifiche viabilità per operazioni di rimozione cera. È istituito il divieto di circolazione per tutti i veicoli, a eccezione dei mezzi degli addetti ai lavori, e il divieto di sosta con rimozione coatta ambo i lati per tutti i veicoli sino a quando gli uffici comunali comunicheranno l’avvenuta rimozione della cera e certificheranno l’agibilità delle strade nelle seguenti vie e piazze: Via Etnea, nel tratto da Piazza Duomo a Via Fulci; Via Etnea, carreggiata est, nel tratto da Via Umberto a Via De Felice; Via Etnea, corsia riservata, nel tratto da Via Istituto Sacro Cuore a Piazza Duomo; Piazza Cavour, carreggiate: centrale, est, nord e sud; Via Litrico (ex Via Della Posta); Via De Felice, nel tratto da Via Amantea a Via Caronda; Via Sisto, nel tratto da Via Carbone a Via Caronda; Via Papale, nel tratto da Via Amore a Via Caronda; Via Dusmet, nel tratto da Via Ionica a Porta Uzeda; Anche le linee AMT (Azienda Metropolitana Trasporti) subiranno delle modifiche a causa dei lavori di rimozione della cera dal 06/02/2017 fino al completamento. A questo link è possibile consultare le variazioni. Variazioni AMT per rimozione cera

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 gen 2018

Collettore fognario, procedono a buon ritmo i lavori: provvedimenti di viabilità

di Roberto Lentini

I lavori per la realizzazione del collettore fognario proseguono a buon ritmo nei tre cantieri di Aci Trezza, Aci Castello e Cannizzaro. In via Provinciale, infatti, l'intervento ha raggiunto il bivio nord del paese, mentre in via Fornace si sta risalendo verso via Re Martino, ed è stata vietata la circolazione veicolare. In tal modo in via Marconi è stato istituito il divieto di sosta con rimozione coatta ambo i lati ed il doppio senso di circolazione per i residenti (tratto da via Vittorio Veneto a via Fornace). Analogo provvedimento è stato attuato in via Vittorio Veneto (nel tratto da via Re Martino a via Marconi). Rimane garantita la viabilità su via Fornace con doppio senso di circolazione su una corsia nel tratto da via Del Porto a via Marconi, con funzionamento di un impianto semaforico mobile. E' istituito fino al 9 Febbraio, ultimati i lavori sopra descritti, in via Fornace (dall'angolo di via Marconi fino all'intersezione con via Re Martino) il divieto di sosta con rimozione coatta, mentre in via Marconi per i residenti sarà garantita la viabilità attraverso l'istituzione del divieto di sosta con rimozione coatta ambo i lati ed il doppio senso di circolazione (tratto da via Vittorio Veneto a via Fornace), così come sarà in via Vittorio Veneto (nel tratto da via Re Martino a via Marconi).  Infine in via Mollica continuano le operazioni di scavo, con interdizione della circolazione dall'intersezione con via Antonello Da Messina fino all'angolo con la via Sottotenente Ferlito. Al termine dei lavori, la cui durata prevista è di 27 mesi a partire dal mese di gennaio 2017, il collettore fognario collegherà la condotta di Capomulini, passando per Acitrezza e Acicastello, fino all’innesto con il vecchio allacciante di Catania situato a Picanello e convogliarlo al depuratore di Pantano d’Arci; costo preventivato di circa 21,7 milioni di euro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 gen 2018

Via Sebastiano Catania a senso unico per la sicurezza dei pedoni e degli utenti metro

di Amedeo Paladino

La direzione del Corpo di Polizia Municipale del comune di Catania, venendo incontro alle richieste dei residenti e della III Commissione Consiliare "Viabilità", ha disposto l'istituzione del senso unico di marcia in Via Sebastiano Catania, nel tratto e nel senso da Via Merlino al Viale Antoniotto Usodimare (circonvallazione), contestualmente viene disposto il limite di velocità a 30 km/h e il divieto di sosta su entrambi i lati. Il provvedimento sarà in vigore a decorrere dell'installazione della segnletica stradale. La messa in esercizio la scorsa estate della tratta Borgo-Nesima della metropolitana aveva fatto emergere con ancor più evidenza il problema della scarsa sicurezza pedonale di via Sebastiano Catania: un tema su cui noi di Mobilita Catania avevamo dedicato ampio spazio, sottolineando la necessità di rivedere la viabilità della zona e mettere in opera dei percorsi pedonali sicuri nel più breve tempo possibile. Dalla messa in esercizio della nuova tratta gli utenti si sono dovuti confrontare con le difficoltà nel raggiungere la nuova stazione San Nullo ubicata lungo la circonvallazione. Gli utenti provenienti da nord e da sud devono, infatti,  percorrere via Sebastiano Catania, una strada a doppio senso e priva di marciapiedi. La nuova disposizione renderà senz'altro più sicuro il transito dei pedoni, ma rimane irrisolto il problema dell'assenza di marciapiedi in entrambi i tratti di via Sebastiano Catania. Ecco due video che mostrano le difficoltà e i pericoli che corrono i pedoni giungendo da sud e da nord. Via Sebastiano Catania sud Via Sebastiano Catania nord

Leggi tutto    Commenti 0