Articolo
01 mar 2016

Parte il 30 aprile il primo “Treno dei vini dell’Etna”

di Roberto Lentini

Il treno del vino: un viaggio tra i versanti dell’Etna sui binari della Circum Buone notizie per il turismo etneo. I soggetti coinvolti saranno la Ferrovia Circumetnea e Gal Terre dell’Etna e dell’Alcantara che attraverso un trasporto integrato treno-bus porteranno i turisti attraverso i percorsi de la strada  del Vino. Stilato il calendario Come vi avevamo già annunciato in questo articolo "Il treno del vino” partirà il 30 aprile e permetterà ai viaggiatori di arrivare alle pendici dell’Etna a bordo del treno storico della Ferrovia Circumetnea, l’Aln 56, per poi proseguire a bordo dei Wine Bus nelle strade del Vino dell’Etna e scoprire le cantine degustando i vini del territorio. Il sistema sarà quello hop-on hop-off tipico del city-sightseeing: i turisti saranno liberi di salire e scendere più volte in qualsiasi punto del percorso. E’ stato già stilato un calendario delle partenze: inizialmente con cadenza quindicinale, il sabato, dal 30 aprile al 26 novembre 2016, con tariffe da 25 a 40 euro in base ai servizi scelti. L’iniziativa più significativa degli ultimi mesi – ha sottolineato l’assessore regionale al Turismo, Anthony Barbagallo – l’abbiamo pensata per l’Etna che insieme a Palermo e al suo itinerario arabo normanno è l’ultimo arrivato dei siti Unesco siciliani. E come sito naturalistico, affidiamo all’Etna il compito di destagionalizzare i flussi turistici”. A bordo del treno ci saranno guide multilingue che racconteranno la storia del vino etneo mentre i passeggeri potranno godere di uno spettacolo unico  tra le rigogliose campagne dei versanti Sud Est e Nord Est dell’Etna, tra i terrazzamenti con i caratteristici muri a secco di nera pietra lavica, gli antichi casolari contadini e le sontuose ville dei nobili di un tempo. Il treno arriverà fino a Randazzo e poi si proseguirà tramite un bus che seguirà un itinerario circolare toccando alcuni comuni etnei  offrendo informazioni su quali cantine o quale centro storico visitare. I turisti verranno condotti alla degustazione attraverso le contrade del vino come Verzella, Rovittello, Crasà, Pietramarina, passando per il centro storico di Castiglione di Sicilia e le gole dell'Alcantara. Il programma degli itinerari sull’Etna sarà presto consultabile su www.visitsicily.info, il portale dell’Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana. Altri enti coinvolti nell’iniziativa del Treno del Vino saranno i parchi regionali, i Comuni di Riposto, Giarre, Linguaglossa, Castiglione, Randazzo e Piedimonte Etneo, la Strada del Vino dell’Etna e l’Enoteca Regionale Siciliana – Sicilia Orientale. L’iniziativa è stata presentata alla Borsa Internazionale del Turismo svoltasi a Milano lo scorso febbraio.

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti