Articolo
26 gen 2018

Bando Sac Service, le rassicurazioni sulla selezione dei candidati

di Mobilita Catania

Cominceranno mercoledì 7 febbraio le pre-selezioni degli oltre 15.000 candidati che lo scorso anno presentarono domanda per il bando SAC Service relativo alla ricerca di personale da destinare al bacino di riserva per addetto ai controlli di sicurezza GPG (Guardia Particolare Giurata) e assistenza ai passeggeri PRM. Lo ha annunciato Giuseppe Interdonato, Amministratore Unico SAC Service (controllata SAC che gestisce, fra gli altri, i servizi di sicurezza, assistenza disabili, help desk e parcheggi nell’Aeroporto di Catania) nel corso della conferenza stampa di oggi alla quale hanno preso parte anche la Presidente di SAC, Daniela Baglieri, e l’avv. Alberto Giaconia, consulente legale SAC Service. Tutte le procedure, prima prova (pre-selezione) e seconda prova, sono anche questa volta esternalizzate e saranno espletate dalla ditta aggiudicataria, come da capitolato, con modalità che garantiscono l’assoluta trasparenza, la non-modificabilità dei test e l’anonimato dei candidati. A gestire le procedure sarà Merito srl di Genova – Gruppo Randstad (società leader nelle selezioni per conto delle più importanti Amministrazioni Centrali dello Stato, come i Ministeri della Giustizia e dell’Interno, l’Agenzia delle Entrate, l’Inps e l’Inail), aggiudicataria del nuovo appalto avviato dopo la risoluzione consensuale del precedente con Manpower, vincitrice nel 2016 della prima gara per la gestione del servizio. Una decisione, la risoluzione del contratto, legata al numero straordinario di candidature pervenute a Manpower: il triplo rispetto alle previsioni. Spiega Giuseppe Interdonato: “Desideriamo rassicurare i 15.243 candidati: alla prima prova, le pre-selezioni, parteciperanno tutti coloro i quali hanno presentato la domanda lo scorso anno, ovvero 9.566 per l’assistenza ai PRM e 5.677 come addetto security. La graduatoria finale, che non darà diritto all’assunzione ma costituirà il bacino di riserva legato ai flussi del traffico passeggeri, sarà costituita da un totale di 300 nominativi (200 GPG, 100 PRM). I 300 idonei saranno formati da istruttori certificati e qualificati. Per SAC Service, attualmente sottodimensionata – prosegue Interdonato - questo nuovo elenco di riserva è assolutamente fondamentale per assicurarsi quella disponibilità di personale qualificato commisurata ai crescenti flussi di traffico passeggeri dell’Aeroporto di Catania, oltre 9,1 milioni nel 2017. Se infatti l’ordinaria amministrazione riesce ad essere gestita con l’organico attuale, i picchi di alta stagione ci vedono in difficoltà: la scorsa estate, con il bando per reclutare 60 GPG con certificazione Enac, abbiamo reperito solo 3 idonei su 36 candidature”. Sulla oggettiva difficoltà di reperire nel mercato del lavoro profili professionali così qualificati è intervenuta la Presidente di SAC, Daniela Baglieri: “Si tratta di un settore altamente regolamentato che necessita di certificazioni dagli enti preposti. Per questo è importante formare e accreditare questo vivaio di addetti specializzati. Lo sviluppo di un aeroporto va governato: sia ampliando le infrastrutture che acquisendo nuove risorse umane per migliorare la qualità e l’efficienza dei servizi ai passeggeri. In tal senso apprezziamo i risultati di SAC Service che, sotto la direzione dell’amministratore unico Giuseppe Interdonato, ha visto migliorare sensibilmente le performance del sistema qualità grazie al maggiore coinvolgimento di tutto il personale. Anche la Polizia di Frontiera si è congratulata di recente con il personale SAC Service per “l’efficienza e l’alto senso del dovere” non solo nelle attività ordinarie ma anche in quelle straordinarie legate all’evento del G7 del maggio 2017”. Assente per precedenti impegni professionali, Sergio Rossi, Direttore Generale di Merito Srl – Gruppo Randstad, la società aggiudicataria dei servizi di selezione del personale per SAC Service, ha inviato una relazione nella quale spiega che: “Le selezioni saranno svolte nel rispetto dei principi e delle norme dei concorsi pubblici, garantendo riservatezza e trasparenza delle procedure; i contenuti dei questionari sono noti solo alla Società di selezione; i questionari arriveranno a Catania con trasporto dedicato; per ciascun turno di selezione il questionario sarà estratto in aula da tre candidati testimoni; i questionari saranno consegnati con modalità di stampa “randomizzata”, per evitare che si possa copiare; sorveglianza capillare in aula: una persona ogni 20 candidati; ognuno provvederà ad abbinare il proprio nominativo con l’elaborato con codici a barre criptati; le correzioni saranno pubbliche ed immediate: ovvero al termine di ogni sessione d’esame; ciascun candidato avrà le credenziali personali per l’accesso agli atti on-line dove visionare l’immagine della propria scheda risposta, la scheda anagrafica, il questionario somministrato e la griglia di correzione”. E’ l’avvocato Alberto Giaconia, consulente legale di SAC Service, a spiegare le tappe delle prove: “Si comincia con le preselezioni – vedi calendario https://www.sacservice.it/chi-siamo/lavora-con-noi/ - dal 7 al 9 febbraio per gli aspiranti GPG), dal 12 al 1​6​ per i candidati settore PRM. Le prove si svolgeranno con 500 candidati per turno. Il test prevede 45 domande a risposta multipla (10 delle quali sono quesiti sulla conoscenza base della lingua inglese). Dopo la correzione, pubblica e immediata, per impedire che possano essere modificate, Merito predisporrà due liste dei candidati idonei alla seconda prova: 300 i candidati per la security, 150 per i PRM. Al termine di questa seconda prova, in programma il 19 febbraio (h. 9.00 per GPG, ore 14 per PRM), Merito redigerà l’elenco definitivo, con valenza triennale, composto da 200 nominativi per la security e 100 per i PRM”. Ti potrebbe interessare: Aeroporto di Catania, al via preselezione per i candidati del bando SAC Service: calendario delle prove Aeroporto di Catania: storia e scenari futuri 

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 gen 2018

Aeroporto di Catania, al via preselezione per i candidati del bando SAC Service: calendario delle prove

di Mobilita Catania

SAC Service informa che sul sito della società è stato pubblicato il calendario delle pre-selezioni relative alla ricerca di personale da destinare al bacino di riserva per addetto ai controlli di sicurezza e assistenza ai passeggeri PRM. Come si ricorderà, la società precedentemente incaricata della selezione ricevette oltre 15.000 candidature per creare questo elenco/bacino di 300 addetti di riserva (200 per la sicurezza, 100 per l'assistenza) cui ricorrere per esigenze operative legate ai flussi del traffico passeggeri. Le prove pre-selettive, come documenta il calendario sul sito, cominceranno nella seconda settimana di febbraio. Il calendario delle prove di preselezione è consultabile qui.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 mag 2017

Aeroporto di Catania, nominato amministratore unico SAC Service srl: l’obiettivo è abbattere i costi

di Mobilita Catania

SAC comunica che, in data odierna (9 maggio 2017), si è tenuta l'Assemblea della controllata Sac Service s.r.l. chiamata a deliberare la nomina della nuova governance della Società che gestisce i servizi di security, parcheggi e assistenza ai passeggeri a ridotta mobilità. La presidente di SAC, Daniela Baglieri, in adesione al deliberato del CdA del 05 maggio scorso, in linea con le indicazioni del Decreto Madia e con la politica aziendale volta alla massima riduzione dei costi, ha proposto di eliminare il Consiglio di Amministrazione (già composto da cinque membri e con un costo annuale di circa 100 mila euro) sostituendolo con la nomina di un Amministratore Unico proposto nella persona del dirigente SAC SpA Dott. Giuseppe Interdonato, il quale ricoprirà la carica gratuitamente. La proposta della presidente Baglieri è stata ampiamente condivisa dall'amministratore delegato, Nico Torrisi, dal consigliere di amministrazione SAC, Giovanni Vinci, e dall'intero Collegio Sindacale di Sac Service. L'adozione dell'amministratore unico si inserisce, fra l'altro, nella politica di rigore aziendale di SAC e nel conseguente abbattimento di tutti quei costi che non determinano utilità immediate in termini di servizio a favore della Società. SAC, che a livello nazionale è socia di Assaeroporti - l'associazione di categoria che, sotto l'egida di Confindustria, riunisce i gestori degli aeroporti italiani - nell'ambito della strategia di contenimento delle spese voluta  dall'Ad Nico Torrisi ed apprezzata dal cda, di recente è venuta alla decisione di non rinnovare la partecipazione ad associazioni di categoria territoriali. Ti potrebbe interessare: Aeroporto di Catania: storia e scenari futuri  

Leggi tutto    Commenti 0