Articolo
28 mar 2018

Zona Industriale, 3 milioni e 700 mila euro per interventi nelle strade

di Mobilita Catania

Nel corso di una riunione, convocata e presieduta dal sindaco di Catania Enzo Bianco, sono state affrontate le tematiche relative alla Zona Industriale Comunale (Zic) a partire dalla condizione del manto della rete stradale.  Presenti alla riunione il vicepresidente vicario di Confindustria Catania Antonello Biriaco, il presidente della Pubbliservizi Silvio Ontario, il segretario generale provinciale della Uil Enza Meli e il segretario della Uil Trasporti Salvo Bonaventura, Rosaria Leonardi della Cgil e Angelo Mazzeo della Ugl; l'assessore alle Manutenzioni Salvo Di Salvo, il ragioniere generale della Città Metropolitana Francesco Schillirò, il consulente del Sindaco per i rapporti istituzionali Francesco Marano, il responsabile tecnico del Patto Fabio Finocchiaro. Entrando nel dettaglio, nel corso della riunione è stato ribadito che è disponibile, grazie alla risorse del Patto per Catania, la somma di 3.700.000 euro in particolare al miglioramento della qualità delle strade e dei marciapiedi a servizio del blocco Pantano D'Arci, per aumentare il livello di sicurezza e riqualificare, dal punto di vista ambientale, funzionale e di sicurezza, l'articolato sistema viario. I lavori prevedono il rifacimento delle sedi stradali compreso il ripristino della segnaletica orizzontale e il rifacimento dei marciapiedi, oltre alla rimozione, pulizia ed eliminazione della vegetazione spontanea, delle ceppaie, delle immondizie presenti nell'area. Il primo intervento, pari a 1.300.000 euro, il cui avvio è imminente, riguarda l'Ottava Strada e le perpendicolari: Sesta, Undicesima, Nona e Quindicesima. Verranno effettuate la scarifica il rifacimento del tappetino di asfalto, quindi non sarà un semplice intervento "tappabuchi". Si tratta di oltre il 40% della rete stradale della zona. L'altro bando di 2.400.000 euro, in fase di aggiudicazione che avverrà entro il prossimo mese di aprile, riguarderà tutte le altre strade della Zic con il rifacimento del manto stradale, la segnaletica orizzontale e verticale, la pubblica illuminazione e la sistemazione dei marciapiedi. Soddisfazione è stata espressa da tutti i presenti che hanno plaudito non solo il metodo della concertazione, messo in atto dall'amministrazione guidata da Enzo Bianco, ma anche la possibilità di segnalare da parte di imprese e lavoratori esigenze particolari. "L'obiettivo della riunione - ha detto il sindaco Bianco - è stato fissare delle priorità di intervento sulle strade partendo dalla più trafficata e da quelle nelle condizioni peggiori. La Zona Industriale è potenzialmente uno dei motori di sviluppo di Catania e della Sicilia ma vive gravi problemi di manutenzione e di sicurezza tali da farle perdere competitiva. Per questo motivo continuo a ritenere negativa l'esperienza dell'Irsap (Istituto regionale per lo sviluppo delle Attività produttive) che concentra tutto a Palermo attraverso un carrozzone regionale che non funziona. Nella prossima riunione della Cabina di regia proporrò di chiedere al Governo regionale che la gestione venga affidata a chi vi opera". Ti potrebbe interessare: 31 milioni di euro per la manutenzione di Catania: si interviene su strade, marciapiedi e piazze Al via il rifacimento di viale Mario Rapisardi da piazza Santa Maria di Gesù fino a via Palermo Al via il rifacimento di 70.000 metri quadrati di strade: il programma degli interventi “Patto per Catania”, il punto sul cronoprogramma delle opere da realizzare

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 feb 2018

Vie Cristoforo Colombo e Domenico Tempio: 2 milioni per rinnovare le due strade d’accesso alla città

di Roberto Lentini

La via Cristoforo Colombo e la via Domenico Tempio, due delle principali arterie d'accesso alla città, saranno totalmente rinnovate grazie agli interventi di due diversi finanziamenti e all'approvazione da parte della Giunta comunale dei progetti esecutivi redatti dal Direttore delle Manutenzioni, Fabio Finocchiaro. I lavori per la totale riqualificazione partiranno alla fine di marzo. Saranno rifatti l'intero manto stradale, i marciapiedi e la segnaletica orizzontale, saranno sistemati il sistema di drenaggio e le prese d'acqua piovana, saranno abbattute le barriere architettoniche e soprattutto saranno acquistati e impiantati corredi stradali. Oltre alla riqualificazione funzionale, si procederà anche a quella estetica: il guardrail centrale sarà sostituito da fioriere e, all'altezza dell'ex Mulino Santa Lucia, sarà realizzata un'aiuola spartitraffico. "La via Cristoforo Colombo - spiega l'assessore Salvo Di Salvo - sarà sistemata grazie a un intervento del programma Cta-Mover, finanziato con i fondi del Patto per Catania per la messa in sicurezza e l'innovazione. Con poco meno di un milione di euro saranno rifatti l'intero manto stradale, i marciapiedi, la segnaletica orizzontale, sarà sistemato il sistema di drenaggio e le prese d'acqua piovana, saranno abbattute le barriere architettoniche e soprattutto saranno acquistati e impiantati corredi stradali per la sicurezza con semafori lampeggianti a segnale acustico e passaggi pedonali segnalati da led. Interventi simili, anche questi con una spesa di un milione di euro prevista però nell'ambito dei Programmi operativi di finanziamento riguardanti risorse straordinarie a fondo perduto, riguarderanno contemporaneamente la via Domenico Tempio e il cosiddetto Nodo Biscari. Ma coinvolgeranno in seguito anche tutte le principali vie d'accesso alla città". "Non ci sono mai stati - ha aggiunto Bianco - tanti cantieri per la messa in sicurezza delle strade e qualcuno si lamenta dei fastidi. Certo, anche noi avremmo preferito poter effettuare questi lavori gradualmente, ma quando nel 2013 la Giunta si è insediata ha trovato ben pochi finanziamenti e c'è voluto un lavoro di anni per recuperarli, stilare progetti e cominciare così a sistemare una città che cadeva a pezzi. Adesso, grazie a questi lavori, tantissime persone hanno trovato lavoro e presto avremo una città più bella e funzionale. Va ricordato infine che, grazie al grande lavoro svolto in questi anni, abbiamo ottenuto per Catania circa due miliardi e mezzo di euro, una cifra che la nostra città non aveva mai avuto".    

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti