Articolo
12 ott 2017

Rotatoria ospedale Garibaldi, al vaglio soluzioni dopo la nuova chiusura

di Mobilita Catania

Il tratto di rotatoria della Circonvallazione aperto ieri si è dovuto chiudere nuovamente per ragioni di sicurezza, evidenziate dalle rilevazioni effettuate dalle strumentazioni tecniche della ditta appaltante. Nel contempo, su proposta dell'assessore alla Viabilità Rosario D'Agata, la ditta si sta prodigando per effettuare degli interventi strutturali lungo il tratto di circonvallazione che accede alla rotatoria per fare meglio defluire il traffico. L'assessore D'Agata ha anche chiesto all'azienda aggiudicataria dei lavori di costruzione della tratta Nesima-Monte-Po della metropolitana, qualora la situazione perduri con l'obbligata chiusura del tratto di rotatoria, di realizzare ex novo, al centro della rotatoria stessa, un'altra bretella di collegamento per snellire regolarmente il flusso dei veicoli. La situazione viene costantemente monitorata dai vertici dell'Ufficio Traffico Urbano e dal presidio costante di Polizia Municipale. L'interdizione alla circolazione era stata disposta la scorsa domenica mattina dopo la segnalazione da parte dell’impresa CMC, azienda aggiudicataria dei lavori della tratta metropolitana da Nesima a Monte Po, riguardo alcuni cambiamenti di pressione del terreno nei pressi dell’area di cantiere. Gli operai stanno lavorando no-stop per consolidare il terreno instabile tramite iniezione di boiacca, cemento liquido con additivi che viene colato ad alta pressione all’interno delle cavità. Dalla sala di controllo della TBM (fresa meccanica a piena sezione, comunemente chiamata “talpa”) dal diametro di 10 metri, con la quale si sta costruendo e rivestendo la galleria della nuova tratta Nesima-Monte Po, operai specializzati monitorano costantemente i lavori. Lo stop preventivo era stato quindi dettato da motivi precauzionali affinché ogni rischio di cedimento fosse escluso (e, allo stato, in effetti non vi è stato alcun cedimento). La grande talpa, battezzata Agata in onore della Santa patrona della città, si trova attualmente tra le costruende stazioni di Monte Po e Fontana. Nonostante l’imprevisto dovrebbe giungere presso la costruenda stazione Fontana tra qualche settimana per poi terminare la costruzione dell'intero tratto di galleria presumibilmente entro l’anno o le prime settimane del 2018; l’entrata in esercizio della nuova tratta è prevista nell’estate dell'anno venturo.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 ago 2017

Nuovo ingresso per l’ospedale Garibaldi di Nesima utile a decongestionare via Palermo, oggi l’inaugurazione

di Roberto Lentini

Oggi alle ore 10,15, presso il presidio ospedaliero Garibaldi di Nesima, sarà inaugurato alla presenza del Sindaco di Catania, Enzo Bianco, e del Direttore generale dell'Arnas Garibaldi, Giorgio Santonocito, il nuovo accesso in ospedale da via Parini e via Baretti. L'apertura del varco agevolerà notevolmente l'accesso al presidio, favorendo anche la tempistica degli stessi tempi sanitari in urgenza, e il traffico nella zona di via Palermo, solitamente molto intasata in determinati momenti della giornata. L'iter per la messa in opera del nuovo varco parte nel 2015 quando attraverso una delibera della Giunta Municipale del 22 agosto si deliberava l’indirizzo politico, su proposta degli assessori Angela Mazzola e Luigi Bosco, per "la realizzazione di un altro ingresso per il P.O. Garibaldi – Nesima attraverso l’area prospiciente le vie Parini e Baretti al fine di snellire il traffico attualmente in carico all’unico ingresso su via Palermo; per la rivalutazione delle aree interessate comprese le attività commerciali limitrofe ed infine per la realizzazione della mobilità verso l’area di Protezione Civile cittadina." Entro la prima metà del 2018, il presidio ospedaliero Garibaldi di Nesima sarà servito dalla stazione Fontana facente parte della tratta metropolitana Nesima-Monte Po attualmente in fase di realizzazione: un collegamento tramite tunnel pedonale collegherà l'ospedale alla stazione.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 lug 2015

RENDERING | Metro Nesima-Monte Po, consegnate le aree di cantiere: ecco come saranno le stazioni

di Roberto Lentini

Come da cronoprogramma, sabato scorso è stata consegnata all'impresa aggiudicataria, alla presenza del Ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, l'area del cantiere per la realizzazione della tratta Nesima-Monte Po della metropolitana di Catania. Il prossimo passo sarà l'avvio effettivo dei lavori, a partire del quale scatteranno i 600 giorni per l’ultimazione che pertanto, salvo imprevisti, potrà avvenire entro il 2017, con possibile apertura della tratta all'esercizio nel 2018. La tratta Nesima-Monte Po si estenderà per 1,7 km e comprenderà due nuove stazioni in direzione Misterbianco: Fontana e Monte Po. La stazione Fontana sorgerà nei pressi del nuovo Ospedale Garibaldi e avrà a disposizione il parcheggio scambiatore di Monte Po,  capace di ospitare 850 auto e 30 bus. Ci sarà pure un ingresso, tramite un tunnel, direttamente all'interno del complesso ospedaliero Garibaldi nuovo. La stazione Monte Po si troverà nella biforcazione con Corso Carlo Marx, già all'interno del comune di Misterbianco. Lo scavo di questa  tratta verrà effettuato con una TBM (fresa meccanica a piena sezione, comunemente chiamata "talpa") dal diametro di 10 m. La Talpa, già acquistata, è stata chiamata Agata, in onore della Santa protettrice di Catania. In questo tratto  la TMB verrà fatta entrare nei pressi della Torre Tabita: qui inizierà lo scavo in discesa fino ad intercettare il tracciato di progetto, direzione stazione Nesima. Finito lo scavo la TBM verrà smontata ed estratta dai pozzi di aerazione, tranne lo scudo che rimarrà sepolto in galleria. Qui un video di come si monta una TBM.

Leggi tutto    Commenti 3