Segnalazione
08 ott 2015

FOTO | San Giovanni Galermo, strade al buio da settimane

di Andrea Tartaglia

I residenti di un'ampia zona del quartiere di San Giovanni Galermo, a Catania, lamentano un grave disservizio diventato cronico: il mancato funzionamento dell'illuminazione pubblica, con i nefasti effetti che ne conseguono in termini di sicurezza, non soltanto a livello viabilistico. Le strade interessate sono buona parte di viale Tirreno, via Arrigo Boito, via Francesco Pastura, via Boccaccio, via Gioacchino Rossini e Via Salanitro, ma anche ampi tratti nei pressi di via Santa Sofia. Ecco le foto di Danilo Carli che testimoniano la situazione già alle 7 del pomeriggio di ieri:   La Gemmo SpA, ditta che gestisce l'illuminazione pubblica della zona, ha fatto sapere che il disservizio è causato dal furto di cavi. Ciò implica che il problema non è risolvibile attraverso un semplice intervento di manutenzione ma sarà necessario un apposito intervento burocratico e finanziario da parte dell'amministrazione comunale: i residenti temono che la situazione possa protrarsi per mesi.

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Articolo
08 ott 2015

Il Faro Biscari dopo l’ennesimo investimento: quando la messa in sicurezza dell’area?

di Alessio Marchetti

Lo scorso sabato 3 ottobre si è verificato un grave incidente che ha coinvolto un anziano signore disabile sulla propria carrozzella elettrica in via Priolo Sopraelevata (asse dei servizi), a circa 200 metri dal faro Biscari di Catania. Questa strada, spesso utilizzata per coloro che dal quartiere di Santa Maria Goretti devono raggiungere il centro della città, la litoranea della Plaia a ed il porto, è accessibile attraverso una rampa nei pressi del parcheggio di Città Mercato: Purtroppo questa via è una trappola pericolosissima per ciclisti, pedoni e chiunque si trovi a transitare sulla destra a bassa velocità, in quanto le banchine nelle curve sono strettissime e non permettono il transito in sicurezza. Non a caso l'anziano coinvolto nell'incedente è stato investito nella curva che poi prosegue percolosamente senza alcuna protezione o marciapiedi fino alla Playa. Non si capisce come mai, in tutti questi anni, la situazione sia rimasta sempre la stessa nonostante i ripetuti incidenti. Chi si muove a piedi o in bici non ha alternative per raggiungere il nostro litorale sabbioso in sicurezza, non sono presenti neanche delle banali strisce pedonali. Ecco il punto in cui sono soliti attraversare i pedoni, un doppio attraversamento di cui uno in curva: Anche dall'altro lato la situazione è disastrosa, su Google Street ne abbiamo pure la conferma: osservate come e dove attraversano questi pedoni, le immagini si commentano da sole:   Dopo l'ennesimo ferito grave, auspichiamo risposte concrete ed immediate dall'amministrazione comunale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 ott 2015

Doppio senso di circolazione per l’A18, la tempistica per ristabilire la normale viabilità

di Amedeo Paladino

Il Consorzio per le Autostrade Siciliane (CAS) concessionario per la gestione dell'A18 Messina-Catania  ha comunicato la riapertura del tratto autostradale interessato dalla frana di ieri notte: E’ stato ripristinato il doppio senso di circolazione nella carreggiata direzione nord lato mare della tratta Roccalumera-Giardini Naxos, pertanto tutti gli automezzi potranno circolare in entrambe le direzioni di marcia. La decisione - portata al tavolo del Comitato per la Viabilità della Prefettura di Messina riunitosi alle ore 9 - è scaturita dal sopralluogo effettuato (oggi tra le ore 6 e le 8) sul posto della frana a cui hanno partecipato il Presidente del Consorzio Dott. Rosario Faraci, il Direttore Generale ing. Salvatore Pirrone ed i tecnici preposti ai lavori ed alle manutenzioni. In tale incontro, considerata la assoluta necessità di garantire la sicurezza del transito all’utente, si è affrontata la modalità di sciogliere il nodo della circolazione che ha reso critica la viabilità della giornata di ieri in numerosi comuni e strade del messinese. Infine, il gruppo ha valutato le ipotesi di intervento per la eliminazione del materiale riversato copiosamente nel tracciato e, contestualmente, ha calcolato le soluzioni più adeguate per il contenimento del costone. Il Presidente dell'Ordine regionale dei geologi, Giuseppe Collura, in un'intervista di Daniele Billitteri al Giornale di Sicilia prova a tracciare la tempistica per ristabilire la normare viabilità dell'A18: " Se la frana si è fermata, basta il tempo per liberare l'autostrada; ma se i controlli stabiliranno è ancora in movimento bisognerà aspettare che si stabilizzi. Poi si cominceranno a studiare le migliori soluzioni di messa in sicurezza e di manutenzione". Il direttore generale del CAS Salvatore Pirrone rassicura: " sono stati appaltati i lavori per il consolidamento, entro un mese sarà riaperta anche l'altra carreggiata".      

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti