Articolo
18 ott 2016

Autostrada Catania-Siracusa, gallerie ancora al buio per il furto dei cavi di alluminio

di Roberto Lentini

Un nuovo furto dei cavi, questa volta di alluminio, ha riportato le gallerie dell'autostrada Catania-Siracusa nuovamente al buio. L'Anas nei mesi scorsi aveva avviato un intervento di manutenzione per ripristinare gli impianti con un investimento complessivo pari a 1 milione e 300 mila euro; attualmente delle 16 gallerie presenti nelle due direzioni solo 6, le più corte, risultano illuminate, le altre invece rimangono al buio. Si credeva che l’utilizzo dell’alluminio, come conduttore, avrebbe evitato i continui furti che si verificano nelle nostre strade ma così non è stato. Il buio delle gallerie è pericoloso soprattutto nelle ore diurne in quanto i nostri occhi non riescono ad abituarsi al passaggio repentino dalla luce al buio mettendo in pericolo l' incolumità degli automobilisti. Speriamo che la proposta di legge approvata in questi giorni alla Camera che introduce nel codice penale la fattispecie di «Furto in danno di infrastrutture energetiche e di comunicazione», con pene inasprite rispetto alle attuali sia un deterrente per i ladri di cavi.

Leggi tutto    Commenti 1
Segnalazione
08 ott 2015

FOTO | San Giovanni Galermo, strade al buio da settimane

di Andrea Tartaglia

I residenti di un'ampia zona del quartiere di San Giovanni Galermo, a Catania, lamentano un grave disservizio diventato cronico: il mancato funzionamento dell'illuminazione pubblica, con i nefasti effetti che ne conseguono in termini di sicurezza, non soltanto a livello viabilistico. Le strade interessate sono buona parte di viale Tirreno, via Arrigo Boito, via Francesco Pastura, via Boccaccio, via Gioacchino Rossini e Via Salanitro, ma anche ampi tratti nei pressi di via Santa Sofia. Ecco le foto di Danilo Carli che testimoniano la situazione già alle 7 del pomeriggio di ieri:   La Gemmo SpA, ditta che gestisce l'illuminazione pubblica della zona, ha fatto sapere che il disservizio è causato dal furto di cavi. Ciò implica che il problema non è risolvibile attraverso un semplice intervento di manutenzione ma sarà necessario un apposito intervento burocratico e finanziario da parte dell'amministrazione comunale: i residenti temono che la situazione possa protrarsi per mesi.

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0