Articolo
01 dic 2015

VIDEO | Vulcano sbarca alle pendici dell’Etna

di Mobilita Catania

Ecco le prime immagini video dell'arrivo di "Vulcano", il  primo dei quattro nuovi treni così denominati in consegna alla Ferrovia Circumetnea. Si tratta di complessi binati ad alimentazione diesel e trasmissione elettrica prodotti dall’azienda Polacca Newag e battezzati Vulcano, in onore del nostro Etna. Nei prossimi mesi arriveranno altri 3 treni a due casse, per un importo di complessivo di per un valore complessivo di 14,8 milioni di euro, con opzione per altri convogli. I treni sono dotati di servizi igienici per disabili, aria condizionata, telecamere di videosorveglianza, presa elettrica a 220 v e alloggiamento per biciclette. Questi treni possono raggiungere una velocità operativa di 120 chilometri all’ora e sono conformi agli standard di emissione dei gas di scarico con bassi consumi di carburante; inoltre sono stati appositamente progettati per poter godere il più possibile della vista verso l'esterno, essendo destinati a percorrere aree di elevato valore paesaggistico. Ecco il video ufficiale della Ferrovia Circumetnea realizzato durante l'approdo al Porto di Catania:

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 nov 2015

Vulcano, il nuovo treno della Circumetnea è in viaggio per Catania

di Andrea Tartaglia

Come già segnalato da Mobilita Catania nelle scorse settimane, è atteso a Catania il primo esemplare di "Vulcano", il nuovo treno della Ferrovia Circumetnea. Il primo dei 4 convogli a due casse ha già lasciato la fabbrica della Newag, in Polonia, ed è in viaggio per il capoluogo etneo, dov'è atteso per i prossimi giorni. Ecco alcune foto del treno, diviso in due casse, partito dalla Polonia alla volta di Catania (foto tratte da RK): Nel corso delle prime settimane di dicembre verrà sottoposto ai consueti collaudi sui binari della gloriosa Circumetnea, per poi essere presentato alla città e ai cittadini entro Natale. [Foto di copertina di Massimo Cornacchia per duegieditrice.it]   Per ulteriori dettagli e foto consulta i seguenti articoli: FOTO | Prima immagine di “Vulcano”, il nuovo treno della Circumetnea FOTO | I nuovi treni della Ferrovia Circumetnea

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 nov 2015

INFO | Ferrovia Circumetnea, limitazioni del servizio dopo il maltempo

di Amedeo Paladino

Gli operai della FCE (Ferrovia Circumetnea) stanno lavorando per ripristinare i servizi ferroviari interrotti per cause legate al maltempo dei giorni scorsi. Si riportano qui di seguito i comunicati ufficiali indicanti i disagi: Tratta Randazzo - Riposto A partire da mercoledì 4 novembre 2015 e fino a nuovo avviso, il servizio nella tratta Randazzo - Riposto avrà origine e fine corsa nella stazione di Linguaglossa. Da Linguaglossa a Riposto il servizio verrà assicurato a mezzo autobus rispettando gli orari ferroviari; i treni 34 e 39 verranno effettuati interamente a mezzo autobus.   Tratta Adrano Nord - Biancavilla Poggio Rosso  Fino a nuovo avviso, il servizio ferroviario nella tratta Adrano Nord - Biancavilla Poggio Rosso verrà effettuato a mezzo autobus.   Inoltre il servizio della metropolitana di Catania, fino a nuovo avviso, viene effettuato limitatamente al tratto Borgo - Stazione FS: i lavori di ripristino della tratta Stazione FS-Porto sono in corso.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 ott 2015

FOTO | Prima immagine di “Vulcano”, il nuovo treno della Circumetnea

di Andrea Tartaglia

L'immagine che vi proponiamo a seguire è la prima, dopo i render che vi abbiamo già proposto, che svela "dal vivo" il nuovo treno denominato Vulcano costruito in Polonia per la Ferrovia Circumetnea. L'immagine è tratta da un fermo immagine di una tv locale polacca. Entro quest'anno è atteso a Catania il primo dei quattro treni a due casse commissionati dalla Circumetnea. Per approfondire l'argomento (clicca per accedere all'articolo) : FOTO | I nuovi treni della Ferrovia Circumetnea    

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
19 ago 2015

Metropolitana, stazione Nesima: da domani lavori in carreggiata nord circonvallazione

di Amedeo Paladino

Da domani, giovedi 20 agosto, i lavori della metropolitana interesseranno la carreggiata nord di Viale Bolano: coloro che provengono da Ognina direzione Misterbianco dovranno percorrere la carreggiata sud, che dal 3 agosto fino ad oggi è rimasta chiusa a causa degli stessi lavori. Rimarrà inalterata la vigente deviazione del transito proveniente da Misterbianco e diretto verso Ognina: il percorso alternativo per i veicoli in direzione est, ad esclusione dei tir, interessa le vie Antonio Mirone, Paolo Orsi e Francesco Durante; i mezzi pesanti verranno deviati sulle vie Antonio Pacinotti, San Pio X e Francesco Miceli. Il piano viario precedente prevedeva che tutti i veicoli, mezzi pesanti compresi, si immettessero sulle vie Mirone, Orsi e Durante, ma dopo le dure proteste dei residenti e dei commercianti le deviazioni sono state modificate in favore del piano vigente. Gli interventi finora eseguiti hanno riguardato lo spostamento di cavi Enel di media tensione per il completamento della stazione metropolitana nord di Nesima e si stima termineranno a dicembre. Nel mese di giugno avevamo documentato lo stato dei lavori della stazione Nesima, nodo nevralgico per il collegamento con il centro, che secondo il cronoprogramma dei lavori sarà in esercizio a giugno 2016, e con Monte Po, il cui cantiere è stato inaugurato il mese scorso.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 lug 2015

FOTO | Metro, stazione Milo: lavori in fase avanzata

di Amedeo Paladino

Sabato il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio accompagnato dal sindaco Enzo Bianco, dal Commissario della Ferrovia Circumetnea Virginio Di Giambattista e dal Direttore Generale Alessandro Di Graziano si è recato al cantiere della stazione della metropolitana Milo. L’attuale percorso della metropolitana è così articolato, da nord verso sud: Borgo Giuffrida Italia Galatea Stazione Centrale FS Porto A fine giugno 2016 è prevista l’apertura al pubblico delle tratte Nesima-Borgo e Galatea-Giovanni XXIII, per rispettare i tempi i lavori dovranno essere completatati entro i primissimi mesi del 2016, dopo i quali saranno necessari 6 mesi per il collaudo.Questo significa che ai 3,8 km della Borgo-Porto, già in esercizio, si aggiungeranno i 3 km della Borgo-Nesima e altri 1,9 km della Galatea-Stesicoro (900 metri Galatea-Giovanni XXIII, 1 km il tratto rimanente), per un totale di 8,8 km: più del doppio del tracciato attuale, passando dalle attuali 6 stazioni a ben 12. È bene ricordare che questo assetto comprende la diramazione di superficie, l’unica a binario unico, tra Galatea e Porto, della lunghezza di 1,8 km. Pertanto la linea diretta, interrata e a doppio binario, del collegamento Nesima-Stesicoro, consterà di 10 stazioni lungo circa 7 km, così articolata: Nesima (Parcheggio scambiatore + AMT + FCE) San Nullo Cibali Milo (Cittadella Universitaria) Borgo Giuffrida Italia Galatea Giovanni XXIII  Stesicoro a cui si aggiunge la diramazione di 1,8 km: Galatea Stazione Centrale FS Porto La Stazione di via Milo è probabilmente quella in cui i lavori sono allo stato più avanzato: Il piazzale della stazione Milo che fungerà da nodo intermodale è quasi pronto: i vani ascensore e la passerella pedonale d'accesso all'area sono pronti, l'area è stata asfaltata; manca solamente la segnaletica orizzontale che delimiterà gli stalli auto e la circolazione interna al parcheggio. Ecco l'ingresso della stazione, il mezzanino e la galleria: La piattaforma per la posa dei binari è pronta, il mezzanino è ormai completo,  le scale mobili devono essere installate; poi si provvederà ai sistemi tecnologici per l'informazione al pubblico, sicurezza e bigliettazione realizzati dall'azienda Thales Italia collegati al centro di controllo presso la stazione Borgo. Questa stazione sarà particolarmente importante, in quanto utile per raggiungere il vicino presidio ospedaliero Arnas Garibaldi, la Cittadella Universitaria e la Caserma Sommaruga. Costituirà, inoltre, una valida alternativa alla stazione di Cibali per raggiungere lo stadio Angelo Massimino (in particolare la Tribuna B e la Curva Sud); inoltre sulla carreggiata est di viale Alexander Fleming all’altezza della stazione della metropolitana, è presente anche una fermata del BRT1 in direzione Due Obelischi. Senza dimenticare, in un prossimo futuro, l’ulteriore collegamento (si parla al momento di funivia aerea) allo studio da parte di Amministrazione Comunale e Università degli Studi di Catania per collegare la stazione Milo al parcheggio scambiatore di via Santa Sofia, passando per la Cittadella Universitaria ed il Policlinico Vittorio Emanuele. Ad oggi occorre sottolineare che la stazione appare separata dal tessuto urbano con cui confina immediatamente a sud, separata proprio dalla ferrovia di superficie della Circumetnea. Sarebbe quanto mai opportuno un accorgimento semplice come un piccolo cavalcaferrovia pedonale al fine di agevolare il futuro accesso alla stazione anche dall’area di via Mineo e di via Costanza d’Aragona, strade vicinissime in linea d’aria ma, in assenza di collegamento diretto, lontane centinaia di metri (e buona parte in ripida salita) dall’accesso alla stazione metropolitana.

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti