Articolo
25 giu 2015

Darsena commerciale del Porto: tra 10 giorni apertura parziale, a fine mese inaugurazione con il Ministro Delrio

di Amedeo Paladino

La nuova darsena commerciale è ormai ultimata, i lavori sono terminati con il recupero di alcuni relitti nel fondale per aumentare il pescaggio fino a 13 metri, uno dei pochi porti del Mediterraneo con un fondale così profondo. L'infrastruttura adiacente all'area del faro Biscari si estende per 16o mila metri quadrati di piazzale e 190 mila considerando anche lo specchio d'acqua delimitato dalla banchina di 1100 metri lineari. L'inaugurazione sarebbe dovuta avvenire già all'inizio di maggio, ma durante il collaudo 3 delle 53 bitte,  basse e robuste colonne che si trovano sulle banchine dei porti e sui ponti delle imbarcazioni, e alle quali vengono legati o avvolti i cavi d’ormeggio delle navi, non hanno superato il test per verificarne la capacità di carico. Il commissario straordinario dell'autorità portuale Cosimo Indaco ha quindi preferito sostituire tutte le bitte d'ormeggio per garantire la totale sicurezza, e per avere la certezza che il carico delle grandi navi venga sopportato. Tra dieci giorni circa una parte della darsena entrerà in servizio, mentre per l'apertura definitiva si dovrà aspettare la fine di luglio, quando alla presenza del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio l'intera struttura sarà operativa; nel frattempo il Commissario straordinario Cosimo Indaco ha manifestato l'intenzione di fornire il nuovo grande piazzale di strutture che ospiteranno una biglietteria e una piccola stazione marittima per accogliere non solo le merci, ma anche i passeggeri dei traghetti. Nella nuova Darsena si potranno accogliere contemporaneamente 6 o 7 navi di cui 3 o 4 grandi traghetti e, con un fondale di circa 13 metri, potranno essere ospitate come avviene per pochi porti nel Mediterraneo, le navi crociera di grandi dimensioni con pescaggio di 11 metri; inoltre la nuova infrastruttura sarà un'opportunità possibilità per separare l’area commerciale dello scalo, incluso il transito dei tir, da quello crocieristico, che invece sarà ospitato dall'odierna area del molo di levante. La vecchia darsena sarà destinata solo alla crocieristica, diventando così uno scalo di partenza e permettendo alle navi da crociera di poter sostare anche la notte con notevoli vantaggi per l’economia cittadina e il turismo visto che le navi si approvvigioneranno a Catania, verrà rivalutato anche il molo di levante che si trasformerà in passeggiata ciclo-pedonale.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
08 giu 2015

Nuova darsena commerciale del porto di Catania, inaugurazione a luglio

di Roberto Lentini

Manca poco ormai per la messa in esercizio della nuova darsena commerciale e a breve sarà operativa ad ospitare le navi Ro-Ro e Ro-Pax. Quello di Catania è infatti un porto polifunzionale dalle grandi potenzialità che, grazie all’Asse dei Servizi, è collegato a tutta la rete autostradale siciliana. La nuova darsena doveva essere inaugurata già a maggio, tuttavia durante il collaudo sono emerse alcuni problemi alle bitte; presumibilmente l'inaugurazione slitterà a luglio per approfondire i controlli prima dell'entrata in esercizio. Attualmente il porto di Catania ha collegamenti marittimi, con navi Ro-Ro (operati dal Gruppo Grimaldi), per Genova, Livorno, Malta, Patrasso, Salerno, Brindisi, Ravenna e collegamenti marittimi con navi Ro-Pax (operati dalla TTTLines) per Napoli e presto pure per Salerno. La vecchia darsena sarà destinata solo alla crocieristica, diventando così uno scalo di partenza e permettendo alle navi da crociera di poter sostare anche la notte con notevoli vantaggi per l’economia cittadina e il turismo visto che le navi si approvvigioneranno a Catania. Verranno riprogettate le attività del porto come bar e ristoranti, verrà realizzata una nuova pavimentazione e verrà abbattuto il muro di cinta tra Piazza Paolo Borsellino (ex Alcalà) e l’inizio degli Archi per restituire il porto alla città. Si sta progettando pure la riqualificazione della passeggiata a mare sul molo di levante. Nella nuova darsena si potranno accogliere contemporaneamente 6 o 7 navi di cui 3 o 4 grandi traghetti e, con un fondale di circa 13 metri, potranno essere ospitate (uno dei pochi porti nel Mediterraneo) le navi crociera di grandi dimensioni con pescaggio di 11 metri.  

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
07 mag 2015

Il “nuovo porto”: slitta l’inaugurazione della darsena commerciale.

di Roberto Lentini

A causa di tre bitte di ormeggio che non hanno superato il collaudo salta l’inaugurazione della nuova darsena prevista per il 1 maggio. Bitta è il termine nautico con cui si indica una bassa e robusta colonna, che si trova sulle banchine dei porti e sui ponti delle imbarcazioni, ed alla quale vengono legati o avvolti i cavi d'ormeggio delle navi. Quindi per ragioni di sicurezza si stanno rivedendo tutte  le bitte e nel momento in cui verranno completati questi controlli, verrà stabilita la data di inaugurazione della nuova darsena. “Dovevamo fare solo questo collaudo – afferma Indaco – purtroppo è andato male, ma questo dimostra che noi i collaudi li facciamo e che non apriamo senza garantire assoluta sicurezza”. Con il crollo del viadotto Himera l’apertura della darsena diventa indispensabile proprio per l’aumentato traffico commerciale tra Catania e Genova. Nella nuova Darsena si potranno infatti accogliere contemporaneamente 6 o 7 navi di cui 3 o 4 grandi traghetti e, con un fondale di circa 13 metri, potranno essere ospitate (uno dei pochi porti nel Mediterraneo) le navi crociera di grandi dimensioni con pescaggio di 11 metri Inoltre darà la possibilità di separare l'area commerciale dello scalo, incluso il transito dei tir, da quello crocieristico. Successivamente verranno riprogettate le attività del porto come bar e ristoranti, verrà realizzata una nuova pavimentazione, verrà abbattuto il muro di cinta tra Piazza Borsellino e l’inizio degli Archi per restituire il porto alla città e verrà pure riqualificata la passeggiata a mare sul molo di levante.

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti