Articolo
27 apr 2018

Via Cardinale Dusmet, lavori di riqualificazione in corso all’ingresso di Catania

di Amedeo Paladino

Il programma di riqualificazione delle strade e delle piazze della città, dal centro alla periferia, prosegue in via Cardinale Dusmet.  Per permettere lo svolgimento dei lavori la direzione del Corpo di Polizia Municipale ha istituito il divieto di transito nella fascia oraria compresa tra le ore 5 del mattino e le ore 14 limitatamente a venerdì 27 e sabato 28 aprile per tutti i veicoli, eccetto addetti ai lavori, in Via Cardinale Dusmet, semicarreggiata lato Nord, nel tratto compreso tra Piazza Dei Martiri e Piazza Borsellino. I lavori, aggiudicati dalla ditta ITACA Soc. Coop. per un importo contrattuale di 446.800,08 euro, s'inserisco nel programma di riqualificazione denominato CTA-Mover finanziato con le risorse del Patto per Catania e prevedono la messa in sicurezza e l’innovazione di molte strade cittadine. Gli interventi, iniziati stamane, si concluderanno domani: come riportato dal giornale Meridionews, si sono registrati disagi agli utenti provenienti da Catania Sud. Ti potrebbe interessare: 31 milioni di euro per la manutenzione di Catania: si interviene su strade, marciapiedi e piazze Al via il rifacimento di viale Mario Rapisardi da piazza Santa Maria di Gesù fino a via Palermo Il lungomare di Catania si rifà il look: al via lavori da un milione e 320 mila euro

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 apr 2018

Il lungomare di Catania si rifà il look: al via lavori da un milione e 320 mila euro

di Mobilita Catania

"Sono partiti i lavori che ci consegneranno un Lungomare completamente riqualificato, tra illuminazione, arredi, verde, manto stradale e sicurezza con i semafori intelligenti". Lo ha detto il sindaco di Catania Enzo Bianco, sottolineando che gli ultimi interventi, finanziati per un milione e 320 mila euro nell'ambito del programma Cta-Mover del Patto per Catania, dureranno complessivamente quattro mesi. I lavori sul Lungomare prevedono innanzitutto il rifacimento di circa 34.000 metri quadrati di manto stradale e della segnaletica orizzontale, ma anche la messa in sicurezza stradale attraverso la sistemazione di catarifrangenti, la realizzazione di passaggi pedonali rialzati e la messa in opera dei cosiddetti pedsmart, semafori pedonali intelligenti di ultima generazione alimentati da pannelli fotovoltaici e con segnalatori acustici per l'attraversamento; saranno inoltre sistemati 800 metri quadrati di marciapiede, abbattute le barriere architettoniche, si interverrà sul verde e saranno ripulite le caditoie. Per quanto riguarda invece l'intervento sulla pubblica illuminazione, che, con un costo complessivo di quattrocentomila euro, ha preso l'avvio in febbraio e si concluderà in maggio, prevede la rimozione dei pali esistenti danneggiati alla base dalla corrosione per la salsedine, la fornitura e la posa di nuovi sostegni posti a una distanza di 25 metri l'uno dall'altro. Saranno sistemati, alternati, 95 pali da dodici metri e ottanta da sei. Sui sostegni da dodici metri saranno riutilizzati i vecchi apparecchi di illuminazione, mentre i corpi illuminanti per i pali da sei metri saranno in tutto 174 e saranno puntati su entrambi i lati e sistemati in maniera da poter essere fruiti dalla zona pedonale e ciclabile. Saranno illuminati inoltre anche la zona del Monumento ai Caduti di piazza del Tricolore e il campo da basket di piazza Nettuno. "Catania -ha sottolineato il Sindaco Enzo Bianco- sta finalmente raccogliendo i frutti di un complesso lavoro durato anni per mettere a punto e presentare progetti da finanziare attraverso nuovi canali. Un percorso virtuoso che ci ha portato a raccogliere complessivamente due miliardi e quattrocento milioni di euro che cambieranno il volto della nostra città. Chiedo ai cittadini di pazientare se questi lavori, di grande rilevanza visto che da quindici anni Catania era priva di manutenzioni straordinarie, possono causare qualche disagio". "Per quanto riguarda - ha detto l'assessore alle Manutenzioni Salvo Di Salvo - la piazza Mancini Battaglia, abbiamo dato vita a una conferenza dei servizi con direttore dei lavori, l'impresa e i tecnici del Comune di Acicastello che stanno seguendo la realizzazione del depuratore. Abbiamo concordato che, entro questa settimana, da Acicastello ci faranno avere la loro tabella di marcia, in maniera da evitare da una parte di appesantire la viabilità e dall'altra di dover rifare i lavori di sistemazione del manto stradale per gli scavi previsti per il depuratore". L'Assessore ha inoltre annunciato che, in continuità con quanto si sta facendo sul Lungomare, è stato già pubblicato il bando di gara per la riqualificazione del viale Africa. Ti potrebbe interessare: 31 milioni di euro per la manutenzione di Catania: si interviene su strade, marciapiedi e piazze Al via il rifacimento di viale Mario Rapisardi da piazza Santa Maria di Gesù fino a via Palermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 mar 2018

Un milione e 350 mila euro per la manutenzione delle strade d’ingresso da Aci Castello

di Mobilita Catania

La Giunta comunale di Catania ha approvato la delibera per interventi di manutenzione, messa in sicurezza e innovazione delle vie Acicastello, Teseo, Caruso e Messina per un importo complessivo di un milione e 350 mila euro provenienti dal programma Cta-Mover che fa parte del Patto per Catania. Nelle strade interessate si interverrà rifacendo completamente una superficie complessiva di manto stradale di 51.709 metri quadrati. Sarà realizzata la segnaletica orizzontale e verranno piazzati dieci semafori pedonali illuminanti e con rilevatori acustici, due passaggi pedonali rialzati, quattordici bande ottico sonore e tremila catarifrangenti stradali. Inoltre saranno sistemati alcuni tratti di marciapiede. "Prosegue - ha detto il sindaco Bianco - il nostro programma di investimenti sulle manutenzioni di strade e piazze, la più grande opera pubblica di Catania, attesa dai cittadini da quindici anni. Ricordo che l'investimento complessivo previsto supera i trentuno milioni di euro, una cifra finora mai spesa nella nostra città, e che sta dando una ricaduta estremamente positiva anche in termini di occupazione". "Con questo intervento - ha detto l'assessore alle manutenzioni Di Salvo - otterremo il doppio obiettivo di sistemare sotto il profilo strutturale un'arteria di grande importanza per la città vista l'alta densità di traffico che deve sopportare e di metterla in sicurezza attraverso una serie di strumenti innovativi. Proseguiremo la nostra azione sulle principali strade della nostra città aprendo, da qui a poco, nuovi cantieri anche sulla circonvallazione e sul lungomare". Ti potrebbe interessare: 31 milioni di euro per la manutenzione di Catania: si interviene su strade, marciapiedi e piazze Al via il rifacimento di viale Mario Rapisardi da piazza Santa Maria di Gesù fino a via Palermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 feb 2018

Al via otto cantieri per un importo di 11 milioni di euro: il dettaglio dei lavori

di Amedeo Paladino

Sono otto gli interventi finanziati  dal 'Patto per Catania' che sono stati formalizzati oggi al Palazzo degli Elefanti alla presenza del Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, dal sindaco Enzo Bianco con i responsabili delle ditte aggiudicatarie dei lavori, per un importo complessivo di 11 milioni di euro. Gli interventi riguardano le infrastrutture stradali relative alle vie di fuga Rotolo-Ognina, la caserma dei Carabinieri nella zona Asi, la riqualificazione del piazzale delle Carrozze del Giardino Bellini, la realizzazione delle piste ciclabili nel Parco urbano di Librino. Nell'ambito del progetto Cta Mover, inoltre, siglata la consegna dei lavori per la messa in sicurezza e innovazione delle strade della zona industriale commerciale, del Lungomare, di via Dusmet, di viale Mario Rapisardi. Nell’area della zona industriale di Catania al via i lavori di ristrutturazione dell’edificio denominato ‘Centro Culturale Aldo Moro’ per la realizzazione di una Caserma dei Carabinieri da adibire ad “Area Operativa” con annessa area esterna come parcheggio per i visitatori. L'appalto è stato affidato alla ditta  Damiga srl di Alcamo per un importo complessivo di 1.249.685 euro. I fondi del Patto per Catania finanziano anche i lavori del cosiddetto Cta-Mover, per la messa in sicurezza e l’innovazione e che prevede il rifacimento dell’intero manto stradale delle arterie stradali principali della città: gli interventi i cui contratti sono stati firmati oggi riguardano gli interventi delle strade 8 e 15 della Zona Industriale, viale Mario Rapisardi e Lungomare. Pronti a partire anche i lavori delle piste ciclabili nel quartiere di Librino: i percorsi saranno lunghi 8 chilometri e rientrano nell’ambito del Parco urbano del quartiere, suddiviso in due lotti, il secondo dei quali è in corso di progettazione con un costo finale previsto di 4 milioni di euro. Al via i lavori della rampa di collegamento alla viabilità esistente nonché la via di fuga Rotolo-Ognina. Questa parte dei lavori avrà un costo totale finale di 8 milioni di euro; il secondo blocco che riguarderà un’ulteriore via di fuga Europa- Rotolo, è in corso di progettazione e prevede una spesa finale di 16 milioni di euro. Gli interventi di riqualificazione del Giardino Bellini riguarderanno il Piazzale delle Carrozze: i lavori per un importo di 370 mila euro consisteranno nell'eliminazione dell'attuale pavimentazione in sabbia e ghiaia e scarificazione, poi si passerà alla realizzazione di una struttura drenante composta da rami laterali che confluiscono in un collettore centrale. Sarà poi realizzata, utilizzando le ultime tecnologie a disposizione, una pavimentazione naturale drenante. L’intervento prevede anche la manutenzione delle parti meccaniche ed elettriche del sistema antincendio dell’intero Giardino attraverso la sostituzione delle pompe non funzionanti e del quadro elettrico. Per il "Cantiere Catania"  l’investimento totale, tra pubblico e privato, è di 2 miliardi e 448 milioni di euro. Il complesso dell’ammontare degli investimenti è di € 1.362.000.000 che derivano da: Patto per il Sud (€ 289.000.000), Patto per lo Sviluppo della Citta di Catania (€ 654.000.000), Programma Operativo Nazionale Città Metropolitane 2014-2020 (€ 92.000.000), PON METRO 2014-2020 (€ 25.000.000), Programma Operativo Regionale FESR 2014-2020 (Agenda Regionale) (€ 42.000.000), Programma Sport e Periferie (€ 4.000.000), Programma Straordinario Interventi Periferie (€ 16.000.000), Piano di recupero di Corso Martiri della Libertà (€ 240.000.000). Vanno aggiunte le risorse per la realizzazione della metropolitana: 60 milioni per la tratta Nesima-Monte Po e 90 milioni per quella Stesicoro-Palestro (cantieri già aperti), 124 per Monte Po-Misterbianco e 402 da Stesicoro-Palestro verso l’aeroporto, passando da Librino.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 feb 2018

Vie Cristoforo Colombo e Domenico Tempio: 2 milioni per rinnovare le due strade d’accesso alla città

di Roberto Lentini

La via Cristoforo Colombo e la via Domenico Tempio, due delle principali arterie d'accesso alla città, saranno totalmente rinnovate grazie agli interventi di due diversi finanziamenti e all'approvazione da parte della Giunta comunale dei progetti esecutivi redatti dal Direttore delle Manutenzioni, Fabio Finocchiaro. I lavori per la totale riqualificazione partiranno alla fine di marzo. Saranno rifatti l'intero manto stradale, i marciapiedi e la segnaletica orizzontale, saranno sistemati il sistema di drenaggio e le prese d'acqua piovana, saranno abbattute le barriere architettoniche e soprattutto saranno acquistati e impiantati corredi stradali. Oltre alla riqualificazione funzionale, si procederà anche a quella estetica: il guardrail centrale sarà sostituito da fioriere e, all'altezza dell'ex Mulino Santa Lucia, sarà realizzata un'aiuola spartitraffico. "La via Cristoforo Colombo - spiega l'assessore Salvo Di Salvo - sarà sistemata grazie a un intervento del programma Cta-Mover, finanziato con i fondi del Patto per Catania per la messa in sicurezza e l'innovazione. Con poco meno di un milione di euro saranno rifatti l'intero manto stradale, i marciapiedi, la segnaletica orizzontale, sarà sistemato il sistema di drenaggio e le prese d'acqua piovana, saranno abbattute le barriere architettoniche e soprattutto saranno acquistati e impiantati corredi stradali per la sicurezza con semafori lampeggianti a segnale acustico e passaggi pedonali segnalati da led. Interventi simili, anche questi con una spesa di un milione di euro prevista però nell'ambito dei Programmi operativi di finanziamento riguardanti risorse straordinarie a fondo perduto, riguarderanno contemporaneamente la via Domenico Tempio e il cosiddetto Nodo Biscari. Ma coinvolgeranno in seguito anche tutte le principali vie d'accesso alla città". "Non ci sono mai stati - ha aggiunto Bianco - tanti cantieri per la messa in sicurezza delle strade e qualcuno si lamenta dei fastidi. Certo, anche noi avremmo preferito poter effettuare questi lavori gradualmente, ma quando nel 2013 la Giunta si è insediata ha trovato ben pochi finanziamenti e c'è voluto un lavoro di anni per recuperarli, stilare progetti e cominciare così a sistemare una città che cadeva a pezzi. Adesso, grazie a questi lavori, tantissime persone hanno trovato lavoro e presto avremo una città più bella e funzionale. Va ricordato infine che, grazie al grande lavoro svolto in questi anni, abbiamo ottenuto per Catania circa due miliardi e mezzo di euro, una cifra che la nostra città non aveva mai avuto".    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 nov 2017

31 milioni di euro per la manutenzione di Catania: si interviene su strade, marciapiedi e piazze

di Mobilita Catania

Un piano di manutenzione delle strade cittadine, includendo anche piazze e marciapiedi, radicale: è quello presentato ieri in conferenza stampa presso il Palazzo degli Elefanti. Ammontano a 31 milioni le risorse complessivamente destinate agli interventi, provenienti da fondi comunali e dal Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC). Il sindaco Bianco l'ha definita in conferenza stampa "L'opera pubblica più attesa dai cittadini": adesso nelle manutenzioni Catania compie un grande salto di qualità. Un totale di 31 milioni di euro destinati al ripristino delle manutenzioni in città, di cui 11.500.000 da fondi comunali. Inoltre, grazie al Patto per Catania, stanno per partire 15 interventi per l'innovazione e la sicurezza nelle infrastrutture stradali per ben 19.500.000 euro. "Abbiamo trovato nel 2013 la cifra di 2 milioni e mezzo di euro destinati alle manutenzioni - ha spiegato il sindaco Bianco -. Oggi siamo in grado di spendere 31 milioni. Ho sofferto molto per la condizione delle manutenzioni in città. Nonostante le limitate risorse in questi quattro anni - spiega Bianco - abbiamo posto grande attenzione, abbiamo sistemato parchi, la Villa Bellini che era in pessime condizioni, riqualificato piazze, da piazza Palestro a piazza Montana. Adesso, dopo un grande sforzo, abbiamo messo in piedi un piano straordinario, siamo pronti ad un cambio di passo decisivo. Siamo passati dai due milioni di euro all'anno prima destinati per questo capitolo di spesa a ben 31 milioni di euro. Siamo la prima città d'Italia a utilizzare anche i fondi del Governo del Patto per Catania per compiere una grande operazione di messa in sicurezza e innovazione di strade per migliaia di metri quadri, di chilometri di marciapiede, di illuminazione pubblica con interventi ad ampio raggio su tutta Catania". Oltre al Sindaco, alla conferenza stampa svoltasi nella Sala Giunta di Palazzo degli elefanti, erano presenti l'assessore alle Manutenzioni Salvo Di Salvo, quelli alla Viabilità Rosario D'Agata e al Bilancio Salvo Andò, il consigliere comunale Giuseppe Catalano e i presidenti di Municipalità: Salvatore Romano della I, Vincenzo Li Causi della II, Salvatore Rapisarda della III, Orazio Serrano della V e Lorenzo Leone della VI. Presenti anche il direttore del Servizio Manutenzioni, l'ing. Fabio Finocchiaro e il consulente del sindaco Francesco Marano. "Credo che Catania - ha detto l'assessore Di Salvo - nel meridione d'Italia e sicuramente in Sicilia, sia la città che ha già avviato e avvierà nei prossimi mesi il maggior numero di cantieri per quanto riguarda le opere pubbliche. E l'opera pubblica più richiesta dai cittadini, come ha detto il Sindaco, era proprio quella delle manutenzioni, di una ristrutturazione di Catania. Una richiesta più volte avanzata dai cittadini anche attraverso le Municipalità". "Adesso dunque si accelera - aggiunge il Sindaco -. I lavori, laddove esistono problemi di traffico, saranno fatti ovviamente di notte e soltanto di notte. Ci sarà qualche disagio per i cittadini, sicuramente, perché immaginate che gran quantità di interventi avremo, ma grazie a questi lavori costruiremo una città in cui finalmente si può tornare a vivere in un modo civile". Tra le attività di manutenzione finanziate con fondi del Comune il servizio Global service, definito "Una grande vittoria: con una spesa di due milioni e 800.000 euro, consentirà di sistemare oltre centoventimila metri quadrati di manto stradale, oltre millecinquecento metri quadrati di marciapiede e quasi tremila di piazze. Ma anche fare la manutenzione di 2.000 caditoie e dei canali cittadini." Il contratto consentirà una mappatura definitiva delle strade catanesi, delle caditoie e di canali e torrenti. "Con il Global service, ha detto Bianco - cominciamo subito. Abbiamo già firmato il contratto e mercoledì si parte con i lavori nelle strade. Si inizia con il sistemare, come chiesto da molte municipalità, le strisce pedonali rialzate. A cominciare dalla circonvallazione dove purtroppo un pedone, un ragazzo, è stato ucciso da un pirata della strada. Sulla circonvallazione abbiamo già messo l'autovelox ma vogliamo fare anche degli interventi per la messa in sicurezza." I fondi del Patto per Catania finanziano i lavori del cosiddetto Cta-Mover, per la messa in sicurezza e l'innovazione e che prevede il rifacimento dell'intero manto stradale. Alcuni, già varati dalla Giunta, riguardano la circonvallazione, il viale Africa e le vie Acquicella Porto e Dusmet. Di altri Cta-Mover sono già pronti i progetti esecutivi: per il Lungomare, il viale Mario Rapisarda, e le vie Cristoforo Colombo, Domenico Tempio, Fossa Creta, Matteo Renato Imbriani, Palermo, Zia Lisa, Passo Gravina. I progetti Cta-Mover prevedono inoltre la sistemazione delle strade in basolato lavico del centro storico e dell'arredo urbano. Il sindaco ha elencato tutti i cantieri già partiti e i lavori già affidati: "presto cominceremo anche con i lavori di sostituzione dei fili di rame con fili di alluminio in modo da evitare che zona intere della città vengano lasciate al buio dai furti di rame. E faremo una bellissima illuminazione sul Lungomare". Rispondendo alle domande dei giornalisti sui vandalismi, che costano moltissimo alla città, Bianco ha detto: "I cittadini ci devono dare una mano: paghiamo un prezzo troppo elevato per l'azione dei vandali, di gentaglia che ama distruggere le proprietà dei catanesi. Ai miei concittadini  ha aggiunto - dico: aiutateci a colpire i vandali denunciando o anche solo segnalando a noi e alle forze dell'Ordine quando distruggono il bene comune. Dobbiamo far sentire che esiste uno Stato, che siamo tutti noi, capace di difendere le cose belle della nostra città". Bianco ha concluso esprimendo soddisfazione perché grazie a questo Piano abbiamo stimato che lavoreranno per un anno almeno 1.500 padri di famiglia, ai quali vanno aggiunte altre persone, da settecento a mille, già impegnate nella posa della rete informatica della città".

Leggi tutto    Commenti 1

Ultimi commenti