Articolo
28 ago 2015

Pedala. Ora puoi farlo in sicurezza

di Amedeo Paladino

Ieri mattina i ciclisti catanesi hanno trovato ad attenderli una piacevole sorpresa. Chi si muove in bici tra le strade della nostra città deve ritagliarsi il proprio spazio tra gli altri veicoli: un continuo esercizio per evitare pericoli, zigzagare tra auto in doppia fila, scooter che come frecce arrivano da ogni parte, sorpassi azzardati di molti automobilisti. Ma i catanesi inforcano la bici con la speranza, speriamo non sia un'illusione, arriverà il giorno in cui verranno finalmente presi in considerazione nelle scelte dell'Amministrazione sulla mobilità. Ieri le ruote sembravano scorrere più facilmente. Finalmente dopo tante richieste, segnalazioni, istanze e rimostranze, la segnaletica indicante il pittogramma delle bici sulle corsie preferenziali è stato finalmente rifatto. Il movimento #salvaiciclisti da più di un anno in tutte le sedi richiede il rifacimento dei pittogrammi bici, ormai cancellati dagli agenti atmosferici e dal transito dei veicoli; una situazione che comprometteva la sicurezza dei ciclisti che transitano dalle corsie preferenziali. Mobilita Catania ha raccolto la segnalazione: in due occasioni abbiamo affrontato l'argomento, chiedendoci perché la manutenzione della segnaletica non avesse interessato i pittogrammi bici. Il 18 agosto il Presidente della Multiservizi Michele Giorgianni- società partecipata al 100% dal Comune di Catania che si occupa dei servizi di manutenzione della segnaletica orizzontale- risponde alle nostre richieste; ne nasce un proficuo colloquio che ha portato alla manutenzione della segnaletica, che sta avvenendo in questi giorni. L’itinerario composto dalle preferenziali di via Etnea, via Umberto, viale Libertà, corso Italia e viale XX Settembre e via Vittorio Emanuele dal 2012 come deliberato dal Comune è stato reso aperto al transito di chi si muove in bici, provvedimento previsto dal Codice della Strada e adottato da alcune città italiane, che ha reso più facile la vita dei ciclisti urbani catanesi. Già ieri transitando dalla corsia preferenziale di Corso Italia il colore acceso del pittogramma bici ha reso il percorso più sicuro: scooter e moto durante il nostro passaggio non hanno varcato la linea di demarcazione della corsia preferenziale. Casualità o efficacia della segnaletica? I ciclisti a Catania ci sono. I pittogrammi sul selciato sono molto di più che semplici scritte, ma un simbolo che dice: "Ci sono anch'io, datemi strada".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 ago 2015

Segnaletica nuova, stesse disattenzioni

di Amedeo Paladino

In queste settimane di traffico moderato sono stati svolti diversi lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria in alcune strade della città: alcuni giorni fa le caditoie di via Umberto, affossate dal transito dei bus, sono state risollevate e in parte sostituite; stessi lavori sono stati effettuati in via Vittorio Emanuele, dove oltre alla manutenzione dei tombini anche il manto stradale è stato sostituito. I lavori in via Vittorio Emanuele sono stati svolti dagli operai della Società Partecipata  S.P.A. Multiservizi che si occupa dei servizi di manutenzione della segnaletica orizzontale, colmature buche, pavimentazione stradale, manutenzione e rifacimento marciapiedi. Gli interventi in via Vittorio Emanuele si sono conclusi con il rifacimento della segnaletica orizzontale: strisce pedonali, linee di mezzeria e linee di delimitazione della corsia preferenziale. Il lavoro, come si evince dalle foto che abbiamo scattato, è stato svolto a regola d'arte, ma ciò di cui avevamo sentore sarebbe avvenuto si è puntualmente verificato: il rifacimento della segnaletica orizzontale non ha interessato i pittogrammi indicanti il transito delle bici sulle corsie preferenziali, stessa sorte per via Etnea, dove la segnaletica orizzontale è stata rifatta nel mese di luglio ad esclusione dei pittogrammi delle bici. La corsia preferenziale di via Vittorio Emanuele da piazza dei Martiri fino a piazza Duomo, è stata resa promiscua nel 2012, consentendo così il transito dei ciclisti; una disposizione non permanente, ma da 3 anni annualmente prorogata. Le altri preferenziali aperte al transito delle bici sono quelle di Corso Italia, Viale XX settembre, Via Etnea, Via Umberto e Viale Libertà. Allo stato attuale in nessuna di queste preferenziali i pittogrammi bici sono stati rifatti, addirittura in Via Umberto, Viale Libertà e Via Vittorio Emanuele neanche la segnaletica verticale, di cui si occupa la Società Partecipata SoStare, dopo 3 anni è stata aggiornata. Ci chiediamo ancora una volta se questi lavori, da considerarsi incompleti, siano frutto di disattenzione da parte di chi li commissiona, ovvero il Comune, o di chi li mette in opera, ovvero la Multiservizi: nel frattempo chi si muove in bici in città continua a pedalare ritagliandosi piccoli spazi tra le auto, e a sgomitare anche laddove il transito dovrebbe essere sicuro.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
30 lug 2015

Via Vittorio Emanuele: al via lavori di rifacimento dell’asfalto

di Amedeo Paladino

Nelle prime ore della mattina di oggi, in previsione dei lavori di rifacimento del manto stradale, saranno rimossi i cordoli di gomma che delimitano le corsie di via Vittorio Emanuele nel tratto da piazza San Placido a piazza Cutelli. La settimana prossima sarà effettuata la scarificazione del vecchio asfalto e la posa di quello nuovo; i lavori saranno condotti a cantiere aperto e quindi il traffico non sarà bloccato ma regolamentato grazie alla presenza dei Vigili Urbani. La durata dell'intervento, che in ogni caso non sarà molto lunga, verrà comunicato nel momento in cui si deciderà il giorno esatto del suo inizio, previsto, in ogni caso, la settimana prossima a partire da lunedì 3 agosto. android disable mobile tracker La decisione di effettuare il rifacimento dell'importante via del centro cittadino nel mese di agosto è stata presa proprio perché si tratta di un periodo di scarso traffico veicolare e quindi i disagi per i cittadini saranno così ridotti al minimo. Il manto stradale di via Vittorio Emanuele a causa del transito degli autobus, urbani ed extraurbani, ha subito deformazioni che mettono in pericolo cell phone spy 1.7.8 i mezzi a due ruote; inoltre la corsia preferenziale nel 2012 è stata resa promiscua, permettendo così il transito dei ciclisti.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
22 lug 2015

Segnaletica rifatta, ma non per i ciclisti

di Amedeo Paladino

La società Multiservizi S.P.A. partecipata al 100% dal Comune di Catania si occupa dei servizi di manutenzione della segnaletica orizzontale, colmature buche, pavimentazione stradale, manutenzione e rifacimento marciapiedi. Nell'ultimo mese la Multiservizi ha adeguato la segnaletica orizzontale delle strade di Catania, i lavori  hanno portato al rifacimento della strisce pedonali, delle indicazioni e delle linee di demarcazione, longitudinali e trasversali; interventi di manutenzione ordinaria che per la nostra città diventano quasi interventi straordinari, sono infatti costanti le segnalazioni dei cittadini che lamentano la mancanza di interventi ordinari di manutenzione in particolare delle strisce pedonali che trasformano le strade catanesi in lingue d'asfalto che sembrano essere totalmente appannaggio delle auto. Da questi lavori di manutenzione è stata esclusa la segnaletica per i ciclisti: l'itinerario composto dalle preferenziali di via Etnea, via Umberto, viale Libertà, corso Italia e viale XX Settembre dal 2012 come deliberato dal Comune è stato reso aperto al transito di chi si muove in bici, provvedimento previsto dal Codice della Strada e adottato da alcune città italiane, che ha reso più facile la vita dei ciclisti urbani catanesi. Nel mese di marzo il movimento #salvaiciclisti Catania ha presentato un'istanza protocollata indirizzata all'Assessore con delega alla mobilità Rosario D'Agata e all'Ufficio Traffico Urbano, richiedendo l'adeguamento e il ripristino della segnaletica orizzontale, consistente in un semplice pittogramma indicante il transito delle bici. Ma oltre al danno la beffa: la scorsa settimana la segnaletica di via Etnea è stata rifatta, ma dei pittogrammi bici nessuna traccia. La situazione più grave è quella di Via Umberto: qui la segnaletica orizzontale non è stata ancora rifatta, e non sappiamo se rientrerà nel programma di lavori che il Comune di Catania ha dato in carico alla Società Multiservizi. La carreggiata è priva di qualsiasi separazione, dando l'impressione agli automobilisti che sia totalmente a loro disposizione; in questa arteria rimane solo qualche traccia della linea di separazione della corsia preferenziale e dei pittogrammi bici. Discorso a parte merita la pista ciclo-pedonale che collega piazza Stesicoro a piazza Giovanni XXIII: gli attraversamenti ciclabili non sono mai stati realizzati, determinando situazioni di grave pericolo. Rifare un pittogramma per le bici e adeguare un attraversamento ciclabile non costituiscono un aggravio per le casse comunali, ma garantiscono maggiore sicurezza per chi si muove in bici e soprattutto costituiscono un sintomo d'interesse dell'Amministrazione.  

Leggi tutto    Commenti 0