Articolo
06 dic 2017

Flydubai collegherà Catania a Dubai: voli già in vendita

di Roberto Lentini

Dal 13 giugno un nuovo volo giornaliero operato da Flydubai, compagnia aerea emiratina a basso costo di proprietà del governo locale, collegherà Catania con Dubai ed è già prenotabile dal sito della compagnia. Verrà utilizzato un B737/800 con prezzi a partire da 206,88 euro per la Economy e 946,98 euro per la Business class. Ecco gli operativi del volo: CTA → DXB FZ768  13:15 21:05  -1-2-3-4-5-6-7- DXB → CTA FZ767  08:10 12:15  -1-2-3-4-5-6-7- Il volo CTA-DXB partirà da Fontanarossa e atterrerà all'Aeroporto Internazionale di Dubai, il principale aeroporto della città, negli Emirati Arabi Uniti.  È il più grande e importante aeroporto del Medio Oriente ed è situato nel quartiere di Garhoud, 4 km a nord-est della città. L'aeroporto è servito dalla metropolitana di Dubai, che serve l'aerostazione con due linee: la linea rossa ha una stazione al Terminal 3 e al Terminal 1. La metropolitana offre servizi dalle 06:00 alle 22:15, tutti i giorni tranne il venerdì, quando opera tra le 13:00 e le 23:15. Questi tempi variano durante il mese santo islamico del Ramadan. Entrambe le stazioni si trovano di fronte ai terminal e si può accedere direttamente dalle aree degli arrivi. La linea verde passa per l'altra stazione dell'aeroporto, nella cosiddetta zona franca, da cui i passeggeri possono connettersi con il Terminal 2. Gli autobus di Dubai sono gestiti da RTA, eseguono una serie di itinerari per la città ma soprattutto a Deira e sono disponibili presso il Ground Transportation Centre (Centro dei trasporti di superficie) dell'aeroporto e presso gli arrivi. Le stazioni degli autobus sono situate di fronte ai Terminal 1, 2 e 3. I bus locali 4, 11, 15, 33 e 44 vengono utilizzati per collegare il T1 con il T3, mentre il bus 2 collega il T1 con il T2. I bus sono ad aria condizionata e trasportano i passeggeri nel centro della città e in oltre 80 hotel di Dubai. I servizi di autobus sono disponibili per le principali città e cittadine, tra cui Abu Dhabi, al-'Ayn e Sharjah. La Emirates offre un servizio gratuito di pullman, che gestisce 3 servizi giornalieri da e verso al-'Ayn e quattro servizi giornalieri da e per Abu Dhabi.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 nov 2016

Nodo Gioeni | Ampliamento ed estensione di via Castorina, iter avviato: 300 mila euro per la bretella

di Mobilita Catania

Il nodo Gioeni dopo quasi tre anni dall’abbattimento del vecchio cavalcavia rimane un capitolo irrisolto per la viabilità di penetrazione in città. Al momento di concreto c’è solo il progetto concernente il sottopassagio di via Castorina per il quale nei giorni scorsi è stata pubblicato l'avviso di manifestazione d'interesse. Con la pubblicazione dell'avviso di manifestazione d'interesse (è possibile scaricarlo qui), è stato avviato l'iter per l'ampliamento e il completamento di via Roberto Giuffrida Castorina, a Catania, ossia l'arteria che, nelle intenzioni dell'amministrazione, una volta realizzata permetterà di decongestionare l'innesto della via Caronda su viale Odorico da Pordenone e quindi, indirettamente, contribuire a snellire il traffico al nodo Gioeni e precisamente quello in direzione est. Con tale avviso, l'Amministrazione intende individuare la presenza sul mercato di operatori economici interessati ad essere invitati a presentare offerta alla successiva procedura negoziata per l'affidamento dei lavori in oggetto. L'importo dell'appalto è di circa 314mila euro (più Iva) a base d'asta. Le manifestazioni d'interesse dovranno pervenire al Comune di Catania, Direzione Protezione Civile, presso il Protocollo  Generale, Piazza Duomo 3 - 95124 Catania, o via pec all'indirizzo comune.catania@pec.it, entro il termine perentorio delle ore 12:00 del giorno 24 del mese corrente. I lavori dovrebbero partire nei primi mesi del 2017, in ritardo rispetto a quanto preventivato precedentemente dallo stesso assessore, e dovrebbero durare 5 mesi. La nuova bretella sfrutterà il sottopassaggio mai utilizzato che si sviluppa ad ovest alla fine di via Castorina, e a est in via dei Salesiani vicino l’oratorio San Filippo Neri. L’intenzione è snellire la circolazione del Nodo Gioeni in direzione ovest-est: i veicoli da via Caronda potranno proseguire in direzione Vulcania attraverso via Rosso di San Secondo, via Torino e via Castorina, immmettendosi in via dei Salesiani per raggiungere infine via Giuffrida, dove potranno scegliere se andare verso i paesi etnei o verso la circonvallazione. Per la realizzazione del bypass è stato necessario trovare un accordo per l’esproprio con i privati proprietari dei terreni; una volta appaltati i lavori si procederà alla bonifica del sottopassaggio di via Giuffrida, e al collegamento tra quest’ultimo e via Castorina. Noi di Mobilita Catania abbiamo filmato il percorso della futura bretella. Abbiamo constatato le maggiori criticità a ovest del sottopassaggio, dove sarà necessario dimensionare adeguatamente via dei Salesiani, in particolare in corrispondenza del piazzale antistante il Bingo dove vige ad ogni ora del giorno e della notte la sosta selvaggia. Ecco il video:

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 ott 2016

Riapre il passaggio pedonale tra Aci Castello e Aci Trezza

di Roberto Lentini

Ieri è stato firmato dal sindaco Filippo Drago e dal presidente del Consiglio di amministrazione della società "Gli Ulivi" s. r. l., alla presenza del vice sindaco Ezia Carbone, il protocollo d'intesa per l'apertura del passaggio pedonale interno al "Lido dei Ciclopi" per collegare Aci Castello ed Aci Trezza attraverso il Lungomare dei Ciclopi, nel periodo dal 2 Novembre 2016 al 30 Aprile 2017. Il collegamento rimarrà aperto nei giorni di apertura del Lido e solo dalle 9 alle 16, ad esclusione dei giorni 8, 25 e 26 Dicembre 2016, 1 e 6 Gennaio 2017, 16 e 17 Aprile 2017.  Il collegamento tra Acicastello e Acitrezza, purtroppo, è stato interrotto sin dalla realizzazione del lungomare e non certo per risparmiare il parco botanico del Lido dei Ciclopi, da tempo ridimensionato per fare spazio a strutture utili al lido. Tra gli altri aspetti, proprio laddove si vorrebbe creare un passaggio pedonale permanente, al momento esiste una colata di cemento che ha sepolto l'intera costa lavica adiacente al lido. Sono passati più di cinque anni (era il 15 maggio 2011) da quando fu indetto il referendum popolare in cui i cittadini di Acicastello erano invitati a rispondere sì o no al congiungimento pedonale permanente del lungomare Scardamiano di Aci Castello con il lungomare di Acitrezza. La maggioranza rispose di sì. Il Sindaco di Acicastello, Filippo Drago, si impegnò a rispettare nel più breve tempo possibile la decisione dei cittadini, ma a distanza di cinque anni non è cambiato nulla se non piccole concessioni. Un cittadino che da Acicastello si volesse spostare ad Acitrezza a piedi deve necessariamente percorrere la strada statale con i rischi che ne conseguono. Ti potrebbero interessare: Aci Castello e Aci Trezza: il collegamento tra i paesi è un problema ancora irrisolto Collettore fognario, a breve l’inizio dei lavori: soluzione per l’inquinamento della riviera dei Ciclopi    

Leggi tutto    Commenti 0