Articolo
07 feb 2019

Aeroporto di Catania, per Sant’Agata crescono del 14% i passeggeri internazionali

di Mobilita Catania

Una crescita del 14% dei passeggeri internazionali per le festività agatine. La SAC, società di gestione dell'aeroporto di Catania, rende noti i dati registrati dallo scalo etneo in occasione della festa di Sant'Agata appena conclusa, che vedono dunque un incremento significativo dei passeggeri di provenienza internazionale rispetto al 2018, e il consolidamento di quelli nazionali. Nel dettaglio, dal 2 al 6 febbraio, gli arrivi e le partenze da e verso l'estero sono stati 22.148 contro i 19.428 registrati nel 2018 mentre, per quanto riguarda il dato nazionale, sono stati registrati 73.810 passeggeri. Soddisfatto Nico Torrisi, amministratore delegato di SAC. "Anche quest'anno le festività in onore della Santa Patrona si sono confermate un richiamo eccezionale per i turisti, in particolare provenienti dall'estero. I numeri registrati in questi giorni, che superano quelli dello scorso anno, confermano l'interconnessione tra sviluppo turistico ed economico e l'importanza dell'aeroporto di Catania come perno di questa crescita, evidenziando altresì come la destagionalizzazione sia fondamentale per attirare sempre più utenti. Un risultato reso possibile anche dalle sempre più numerose rotte che consentono di raggiungere la città etnea da tantissimi Paesi europei ed extraeuropei". Ti potrebbero interessare: Aeroporto di Catania Fontanarossa | Storia e sviluppi futuri L’anno record dell’aeroporto di Catania: quinto scalo italiano, primo del Sud Il 2018 dell’aeroporto di Catania in cifre: statistiche e curiosità Aeroporto di Catania, primo passo verso il nuovo Terminal B: aggiudicati i lavori di demolizione e smaltimento FOTO | L’aeroporto di Catania si fa grande: apre il nuovo Terminal C Aeroporto di Catania, 95 milioni di investimenti per il più grande scalo del Sud Aeroporto di Fontanarossa, primo passo verso la riqualificazione del Terminal Morandi Fontanarossa record, estate strepitosa e quinto posto nazionale riconquistato  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 feb 2019

A18, chiuso tratto autostradale a causa delle buche. Modifiche alla viabilità

di Mobilita Catania

Provvisoriamente chiusa la carreggiata mare (direzione Messina) da Giardini Naxos a Roccalumera per urgenti lavori di pavimentazione; disposte modifiche alla viabilità.   Nel tardo pomeriggio di ieri, a seguito delle forti piogge, si sono formate numerose buche con maggiori evidenze nel tratto in corrispondenza della frana di Letojanni. Il CAS, per motivi di sicurezza viaria, ha deciso in sintonia con la Polizia Stradale di precludere temporaneamente la viabilità nella (carreggiata mare) della tratta Roccalumera e Giardini Naxos, istituendo l’uscita obbligatoria per tutti i mezzi provenienti da Catania e diretti a Messina, allo Svincolo di Giardini Naxos con rientro in autostrada dallo Svincolo di Roccalumera. Sui luoghi sono presenti-fin da ieri pomeriggio-le squadre di pronto intervento del Consorzio e quelle alla assistenza al Traffico e viabilità, nonché la Polstrada dei Distaccamenti della A18, e mezzi di soccorso. Si coglie l’occasione per evidenziare che il CAS aveva già dato avvio ai lavori di pavimentazione - previsti nell’Accordo Quadro annuale - in entrambe le direzioni di marcia della intera tratta da Messina/Tremestieri a S.Gregorio/Catania, purtroppo sospesi per le improvvise avverse condizioni meteo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 feb 2019

Metropolitana di Catania, entro febbraio risposte sui fondi per la tratta fino a Fontanarossa

di Roberto Lentini

Oggi si è tenuto l'atteso incontro tra il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, l'Assessore Regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Marco Falcone, il Direttore Generale della Ferrovia Circumetnea,  l'ingegnere Salvatore Fiore, e Nicolas Gibert-Morin dell’unità Italia-Malta della Dg Regio European Commission.  Gibert-Morin ha potuto toccare con mano le straordinarie potenzialità della metropolitana etnea e dei progetti futuri che le permetteranno di arrivare fino all'aeroporto di Catania. «La città ha tutte le carte in regola per avere il finanziamento che serve per costruire la tratta Stesicoro-Fontanarossa- ha affermato l'assessore Marco Falcone nella sua pagina Facebook- entro questo mese avremo notizie dall’Unione Europea sui fondi».  Come è noto, infatti, si è ormai da molto tempo in attesa dell'erogazione dei fondi dall'Unione Europea per il completamento della metropolitana di Catania da Stesicoro all'Aeroporto di Fontanarossa. Attualmente è finanziata solo il lotto Stesicoro-Palestro le cui risorse economiche coprono solamente la realizzazione del tunnel e non il completamento delle stazioni, delle rifiniture, degli impianti e dell’armamento. Con i fondi dell'Unione Europea si potrà finanziare l’intera tratta funzionale e quindi bandire e aggiudicare la relativa gara d’appalto. Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania, da “Stesicoro” all’aeroporto: dove sorgeranno le stazioni Metropolitana di Catania: storia e sviluppi futuri

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
02 feb 2019

Festa di Sant’Agata senz’auto | Metro, AMT, Trenitalia: tutte le indicazioni

di Mobilita Catania

La festa di Sant’Agata attrae in città centinaia di migliaia di persone nei tre giorni clou dei festeggiamenti. Vi riportiamo tutte le indicazioni per usufruire di metropolitana (FCE), autobus (AMT) e treni (Trenitalia). In metropolitana Dopo il grande successo riscosso nel corso della passata edizione della Festa di Sant’Agata, è tornato anche quest’anno l’Agata Ticket, il biglietto per usufruire della metropolitana, dei parcheggi Milo e Santa Sofia e del metro shuttle al solo costo di 5 euro per ben sei giorni. Lo speciale titolo di viaggio dà accesso illimitato ai servizi sopra menzionati dall’1 al 6 febbraio inclusi. La metropolitana, inoltre, sarà aperta anche la domenica del 3 febbraio (dalle 8:30 all’una del mattino seguente) ed estenderà il suo orario di esercizio anche lunedì 4 e martedì 5 febbraio, quando chiuderà rispettivamente all’una e alle due del mattino. Nei giorni 3, 4 e 5 febbraio la frequenza sarà di un treno ogni otto minuti per l’intera giornata (mentre le frequenze saranno quelle canoniche negli altri giorni). Il metro shuttle sarà in servizio con gli stessi orari della metropolitana, al pari dei parcheggi. L’Agata Ticket, inoltre, consentirà l’accesso prioritario alla stazione Stesicoro: un piccolo privilegio che sarà esteso anche ai possessori di abbonamento. Il biglietto è acquistabile solo presso le stazioni metro sotterranee di Nesima, Milo e Stesicoro e presso la biglietteria Fce di Catania Borgo. In autobus L'Azienda Metropolitana Trasporti Catania S.p.A. ha comunicato diverse iniziative messe in campo in occasione delle festività Agatine e in concomitanza con gli eventi in programma del Comune di Catania. Al fine di agevolare gli spostamenti degli utenti, anche nelle ore notturne, sarà previsto (per la prima volta) un servizio speciale che comprende il prolungamento fino alle ore 3:00 nei giorni 4 e 5 febbraio delle linee 2-5, 429, 448, 449, 522, 523, 530, 536, 613M, 621, 726, 830, 925, BRT1, L-EX, 524, 538, 722. Inoltre, nei giorni 3, 4 e 5 febbraio saranno effettuate delle modifiche ai percorsi tradizionali dei bus, verrà disposta la chiusura del parcheggio R1 di via Plebiscito, e nei giorni successivi al 5 febbraio, saranno osservati percorsi alternativi per garantire i lavori di rimozione della cera nelle strade interessate. Informazioni e dettagli sugli spostamenti disposti possono essere acquisite tramite il sito aziendale www.amt.ct.it e tramite la pagina Facebook. È stato anche previsto un biglietto speciale a tiratura limitata, che consentirà agli utenti di viaggiare nei giorni 3, 4, 5 e 6 febbraio al costo complessivo di € 4,00. Il biglietto, valido su tutti i mezzi AMT, sarà acquistabile in tutti i punti vendita autorizzati o presso il punto vendita AMT di via Sant'Euplio n.168. In treno Trenitalia ha incrementato le soluzioni per raggiungere Catania con i treni regionali potenziati per l’evento: 20 treni da Messina (9 la domenica) 10 treni da Siracusa (4 la domenica) 6 treni da Palermo (3 la domenica) 11 treni da Caltanissetta ed Enna (5 la domenica) Per i clienti Trenitalia, sconti del 20% sui tour guidati a Catania, dal primo al 10 febbraio (maggiori informazioni su www.siciliaconvention.com o al numero 344 2249701). Tutti i treni fermano alla stazione di Catania centrale e, scambiando con la metro presso la stazione Giovanni XXIII, si può raggiungere comodamente il centro storico. Attualmente il servizio metropolitano svolto da Trenitalia non prevede un biglietto integrato con la metropolitana e il costo è di 1,70 euro per la tratta urbana. Ecco gli orari del servizio da Messina Centrale a Catania Centrale (e viceversa) che effettuano anche servizio metropolitano a Catania con fermate a Cannizzaro, Catania Ognina, Catania Picanello, Catania Europa e Catania Centrale. Da Messina Centrale a Catania Centrale: Da Catania Centrale a Messina Centrale: Le stazioni di Ognina e Cannizzaro dispongono di un ampio parcheggio gratuito; in particolare, il parcheggio di Ognina ha una capienza di 120 posti auto ed è accessibile da via Fiume. Per gli orari delle altre destinazioni, si consiglia di consultare il sito di Trenitalia.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 feb 2019

I racconti e le immagini di Sant’Agata in un autobus itinerante

di Mobilita Catania

Nell’ambito delle iniziative promosse dall’Azienda Metropolitana Trasporti Catania S.p.A., in collaborazione con l’Associazione Mediterranea Autobus Storici, verrà realizzata una suggestiva mostra fotografica dedicata a Sant’Agata, curata da Demetra Officine Fotografia, a bordo di un autobus storico che sarà fruibile gratuitamente da tutti i cittadini catanesi nelle seguenti giornate ed orari: Venerdì 1 febbraio - Magnificat (abiti e costumi Accademia Belle Arti) dalle ore 19.00 alle ore 21.00 in piazza Duomo Sabato 2 febbraio - Notte dei Musei / Candelora d’oro dalle ore 19.00 alle ore 23.00 in piazza Università Domenica 3 febbraio – Carrozza del Senato dalle ore 9.00 alle ore 13.00 in piazza Università Lunedì 4 febbraio – Giro esterno Sant’Agata dalle ore 18.00 alle ore 24.00 presso Parcheggio Rimessa 1 via Plebiscito 747 Martedì 5 febbraio – Pontificale Sant’Agata dalle ore 9.30 alle ore 12.30 in piazza Università Connesse all’evento anche iniziative di solidarietà in favore dei terremotati della zona di Fleri.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 feb 2019

Presentato DinamicoBus, il servizio Ast che collegherà Nicolosi, Mascalucia e Gravina a Catania

di Andrea Tartaglia

Nell'area metropolitana di Catania, com'è noto, più della metà dei cittadini non risiede nel capoluogo etneo ma nei comuni del suo vasto hinterland, frutto della grande conurbazione tra il Comune di Catania e le località poste sulle pendici meridionali dell'Etna. Uno dei problemi principali della città, infatti, è l'intenso traffico veicolare da/per il centro, dovuto alle centinaia di migliaia di persone che quotidianamente si spostano tra il centro della città, sede di servizi e uffici, e l'area pedemontana scelta come luogo di residenza, con alcune direttrici particolarmente congestionate. Tra queste, una delle principali è l'asse Nicolosi-Mascalucia-Gravina di Catania-Catania centro. Una direttrice che, non a caso, sarebbe dovuta essere coperta da un servizio pubblico di trasporto veloce di massa quale EtnaRail, il cui progetto, però, sembra naufragato anche alla luce del totale silenzio al riguardo da parte della nuova amministrazione della Città Metropolitana di Catania. Ma per tentare di soddisfare l'enorme domanda di trasporto pubblico lungo l'asse nord-sud sopra citato, i Comuni di Nicolosi, Mascalucia e Gravina di Catania, sotto il coordinamento dell'Assessorato Regionale ai Trasporti, hanno stretto un rapporto di collaborazione con l'Azienda Siciliana Trasporti, dal quale è nata una nuova linea su gomma, il DinamicoBus, che esordirà il prossimo 11 febbraio. La linea si pone l'obiettivo di essere veloce e per questo effettuerà poche fermate, una per ogni comune toccato: Nicolosi (piazza Vittorio Emanuele II) Mascalucia (via Alcide De Gasperi) Gravina di Catania (via Antonio Gramsci) Catania (stazione metro Borgo) Il servizio è stato presentato questa mattina con una corsa di prova partita alle 9:30: a bordo della vettura erano presenti Massimilano Giammusso, Vincenzo Magra e Angelo Pulvirenti – rispettivamente sindaci di Gravina di Catania, Mascalucia e Nicolosi – e il presidente dell'Ast Gaetano Tafuri. Ad accogliere l'arrivo del Bus in piazza Cavour c'era il sindaco della Città Metropolitana di Catania e del capoluogo etneo, Salvo Pogliese. Soddisfatto il sindaco di Mascalucia, Vincenzo Magra: «Si tratta di una splendida iniziativa, posta in essere grazie alla sinergia con gli altri due sindaci, col presidente Ast Gaeato Tafuri e col sindaco della città metropolitana di Catania Salvo Pogliese, che oggi ha partecipato con entusiasmo a questa prima corsa del DinamicoBus rendendosi tra l’altro disponibile ad agevolare tale nuova linea attraverso la disponibilità manifestata all’utilizzo della corsia preferenziale per il tratto di via passo gravina. La partecipazione e il risultato ottenuto, con la corsa che ha addirittura anticipato i tempi previsti arrivando qualche minuto prima rispetto alla tabella di marcia, ci fanno ben sperare per la prosecuzione di questo importante progetto creato per favorire i nostri concittadini e per snellire il traffico. Il nostro progetto amministrativo “Mascalucia per tutti” passa proprio da questi provvedimenti, capaci di includere tutta la cittadinanza permettendo di avere accesso a servizi e trasporti. Ad integrazione del servizio di bus rapido DinamicoBus verrà infatti aggiunta una navetta interna alla quale si sta già lavorando con celerità al fine di uniformare e completare i servizi, che raggiungerà anche le zone periferiche come Massannunziata, permettendo così un collegamento totale con la nostra area di competenza». «Oggi abbiamo dato il via a questo nuovo servizio che fornirà un alternativa efficace in grado di garantire ai cittadini delle tre comunità coinvolte di potersi recare a Catania in circa 30 minuti – ha commentato il sindaco di Gravina di Catania, Massimiliano Giammusso – questo consentirà a molte persone di lasciare l'auto a casa e spostarsi al semplice costo del biglietto, contribuendo inoltre a ridurre il traffico veicolare che investe le principali arterie di questi Comuni. Desidero ringraziare il presidente dell'Ast Gaetano Tafuri per la disponibilità e l'assessore regionale ai trasporti Marco Falcone per il coordinamento». Dodici le corse giornaliere e 50 minuti il tempo di percorrenza dell'intero tracciato, traffico permettendo, visto che lungo il percorso fuori del Comune di Catania non saranno presenti corsie preferenziali per il bus. Il costo del biglietto varierà in base al chilometraggio: ad esempio, una corsa semplice da Mascalucia costerà 1,90 euro mentre un biglietto andata/ritorno 3 euro. Ti potrebbero interessare: AMT verso un servizio metropolitano: incontro con i sindaci dell’hinterland Monorotaia di Catania “EtnaRail” Che fine ha fatto EtnaRail, la monorotaia dei paesi etnei: la situazione dopo due anni dal via libera Metropolitana di Catania  

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
31 gen 2019

Tangenziale Ovest di Catania, chiude lo svincolo di connessione con A19 da lunedì 4 febbraio

di Amedeo Paladino

Da lunedì 4 febbraio Anas procederà alla sostituzione delle barriere laterali danneggiate presenti sulla rampa di connessione tra la Tangenziale Ovest di Catania, carreggiata direzione nord, e l'Autostrada A19 "Palermo-Catania". Durante i lavori, che saranno eseguiti in fascia oraria compresa tra le ore 8 e le ore 17 e avranno termine venerdì 8 febbraio, la rampa di svincolo verrà chiusa al traffico. I veicoli provenienti da Siracusa e diretti a Palermo dovranno uscire alla precedente uscita denominata "CATANIA Zia Lisa", percorrere l'A19 "Palermo-Catania" in direzione Catania e, alla rotatoria presente al termine dell'autostrada, dovranno invertire la direzione di marcia e dirigersi verso Palermo.

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti