Articolo
18 lug 2019

Anche AMT Catania su Google Maps. Adesso manca “solo” la metro…

di Andrea Tartaglia

Google Maps, la piattaforma digitale di mappe più consultata al mondo, oltre a essere un valido stradario (occhio, però, ai frequenti errori: per non sbagliare, tuttocitta.it rimane la fonte più attendibile, essendo quella ufficiale), è spesso usata come navigatore e, nelle maggiori città, anche come guida al trasporto pubblico locale. Basta richiedere su Maps le indicazioni stradali per spostarsi da un punto A a un punto B, selezionare l'opzione "trasporto pubblico" ed ecco apparire tutte le combinazioni possibili per muoversi attraverso i mezzi pubblici. Quest'opzione è finalmente possibile anche nel capoluogo etneo, grazie all'adesione dell'Azienda Metropolitana Trasporti di Catania, che si aggiunge a quella di Trenitalia che già da tempo fornisce tutte le indicazioni sul passante ferroviario urbano. «Una cosa scontata e assolutamente normale, ma a Catania non lo era fino a ieri -ha scritto sul suo profilo Facebook il Presidente di Amt, Giacomo Bellavia-  Ho sempre consultato Google Maps in tutte le città che ho visitato o in cui ho abitato per verificare percorsi e orari dei mezzi, ma questo purtroppo non era possibile nella nostra città. Grazie ai tecnici dell'Amt e al supporto di Google, adesso non è più così.I prossimi passi saranno fornire i dati in tempo reale sia a Google Maps che a Moovit, così che tutti siamo sempre aggiornati su dove si trovano i bus, nonché inserire anche i dati della metropolitana Fce». La metropolitana di Catania, infatti, rimane -per il momento- l'unica, grave assenza sulla piattaforma digitale. Simulando ogni spostamento all'interno del territorio cittadino, infatti, appaiono tutte le combinazioni possibili con i bus Amt e, se ci si trova non lontani dalle fermate del passante, anche quelle che contemplano l'uso dei treni FS in ambito urbano. Non c'è, però, la metropolitana gestita dalla Ferrovia Circumetnea: con il paradosso che chi volesse, ad esempio, spostarsi dalla stazione centrale di Catania alla zona di piazza Borgo, ossia un percorso brillantemente servito dalla metro, non troverà alcuna indicazione su quello che, in questo caso, sarebbe in assoluto il metodo più veloce ed efficiente per spostarsi. Addirittura non sono neanche segnalate sulla mappa le fermate metro, ad eccezione di Giuffrida e Galatea (perché solo due fermate su nove ad oggi aperte?), ma anche in questo caso alle fermate non è associato alcun passaggio dei treni. L'auspicio, confortato dalla volontà della Ferrovia Circumetnea, è che la metropolitana ma anche il servizio di metro leggera di superficie potranno aggiungersi al più presto, magari in concomitanza con i nuovi orari previsti da fine settembre. Intanto, si registra questo piccolo ma importante passo verso una città al passo coi tempi. Ti potrebbero interessare: Metropolitana di Catania Passante Ferroviario di Catania AMT Catania rimodula il servizio accorpando alcune linee Catania, Google Maps e la metro che non c’è  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 lug 2019

AMT Catania rimodula il servizio accorpando alcune linee

di Mobilita Catania

L'Azienda Metropolitana Trasporti di Catania avvisa l'utenza che, in fase sperimentale, nel periodo estivo -da martedì 23 luglio- sarà in vigore una parziale rimodulazione di alcune linee, al fine di ottimizzare il servizio, incrementandone le frequenze. L'intervento ha la finalità di ridurre le linee accorpando i percorsi sovrapposti, così da avere maggiori mezzi a disposizione per servire l'intera rete degli autobus urbani. Successivamente verranno condotte ulteriori sperimentazioni per addivenire infine alla messa in esercizio di una nuova rete,  dal momento che quella attuale non viene aggiornata da oltre 20 anni e che non è più adeguata alle esigenza di puntualità, frequenza e affidabilità dell'utenza. In particolare, saranno oggetto di modifica i seguenti servizi: Le linee 237 e 244 verranno sostituite da un'unica linea denominata 247 “Piazzale Sanzio – Viale delle Olimpiadi” Le linee 4-7, 613M e 733 verranno sostituite da un'unica linea denominata 433 “Stazione Centrale - Cibali” Le linee 432 e 449 verranno  sostituite da un'unica linea denominata 442 “Stazione Centrale – Città Universitaria – San Giovanni Galermo”. Di seguito i nuovi percorsi in dettaglio: CIRCOLARE 247: PIAZZALE SANZIO – VIALE DELLE OLIMPIADI Percorso: P.le Sanzio (Largo S. Famà), Via Oliveto Scammacca, V.le R. Sanzio, V.le Vitt. Veneto, Via Duca degli Abruzzi, V.le M. Polo, V.le Ulisse, Via G. P. la Rocca, Via B. Altavilla, Via Vescovo Maurizio, Via Alfred Rittman, V.le G. Lainò, V.le Enzo Longo, Viale Paul Percy Harris, Rotatoria Strada Statale 114 (torna indietro), Viale Paul Percy Harris, V.le Enzo Longo, Via R. Albanese, V.le Delle Olimpiadi, Via Sgroppillo, Via Novaluce, Via Diodoro Siculo, Via del Parco, Via M. Ricci, Via del Parco, Via Diodoro Siculo, Via Novaluce, Via Nizzeti, Via Vescovo Maurizio, Via B. Altavilla, Via G. P. la Rocca, Via Vescovo Maurizio (a sinistra), Via Caboto, V.le M. Polo, Via Duca degli Abruzzi, V.le Vitt. Veneto, Via Patanè Romeo, Via G. Vagliasindi, P.zza M. Buonarroti, V.le R. Sanzio, P.le Sanzio. CIRCOLARE 433: STAZIONE CENTRALE – CIBALI – SAN NULLO Percorso: Stazione C.le, Corso Martiri della Libertà, Piazza della Repubblica, C.so Sicilia, P.zza Stesicoro, Via Etnea, V.le R. Margherita, P.zza S. M. di Gesù, Via Cifali, P.zza Bonadies, Via Galermo, V.le F.lli Vivaldi , V.le A. Doria (manovra di volta), V.le A. Doria, V.le F.lli Vivaldi, V.le A. Usodimare, Via S. Nullo, Via Seb. Catania, Via Géza Kertèsz (manovra di volta alla rotatoria con Via S. Rosa da Lima), Via Géza Kertèsz, Viale Adriatico, Viale Tirreno, Via Galermo (a destra), Via Seb. Catania, Via Fiorita, Via S. Nullo, Via S. Paolo, Via V. Casagrandi, Via A. Merlino, Via G. Ballo, Via B. Monterosso, Via F. Paradiso, Via G. Ballo, Via Scannapieco, Via Cibele, P.zza Bonadies, Via Cantone, P.zza Spedini, Via G. Fava, Via R. Franchetti, Via Cifali, P.zza S. M. di Gesù, V.le R. Margherita, P.zza Roma, V.le R. Margherita, Via Etnea, P.zza Stesicoro, C.so Sicilia, C.so Martiri della Libertà, Stazione C.le. LINEA 442: STAZIONE CENTRALE – CITTÀ UNIVERSITARIA – SAN GIOVANNI GALERMO Percorso: Stazione C.le, Corso Martiri della Libertà, P.zza della Repubblica, C.so Sicilia, P.zza Stesicoro, Via Etnea, P.zza Gioeni, V.le O da Pordenone, V.le A. Doria, Via S. Sofia, Via S. Zenone, V.le Tirreno (a sx), Via Galermo, Via S.G. Battista, Via della Montagna, P.zza Chiesa Madre, Via S.P. Clarenza, Via Andromeda, Via Vigne Nuove, Via Capricorno, Via Tonino Bello, Via Don Minzoni, Via S. Luca Evangelista, Via della Misericordia, Via Galermo, V.le Tirreno (nord), Via S. Zenone, Via S. Sofia, torna indietro (Policlinico), Via S. Sofia, Via Carrubella, Via P. Gravina, Viale A. Doria, primo torna indietro (cittadella), Via A. Doria, Via del Bosco, Via Etnea, P.zza Cavour, Via Etnea, P.zza Stesicoro, C.so Sicilia, C.so Martiri della Libertà, Stazione C.le. Sempre nel periodo estivo, a livello sperimentale, il servizio festivo di alcune linee sarà ridotto con sospensione nella fascia oraria dalle ore 14:00 alle ore 16:30. Attraverso questo link è possibile consultare i nuovi orari.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 lug 2019

Il mare a portata di Bus: potenziata la linea D per i lidi Playa

di mobilita

Oggi, il sindaco di Catania Salvo Pogliese e il presidente dell’AMT Giacomo Bellavia, hanno presentato in piazza Duomo le quattro vetture aggiuntive a supporto della tradizionale linea estiva "D" per raggiungere i lidi Playa. Le vetture sono personalizzate con livree decorate e avranno frequenze medie inferiori al quarto d’ora. Verranno utilizzati autobus moderni e di ultima generazione che accompagneranno catanesi e turisti dal centro storico nelle spiagge libere e ai lidi e, nei prossimi giorni, su richiesta del sindaco, saranno autorizzati dall’Autorità Portuale a utilizzare anche la corsia preferenziale interna al porto, allo scopo di velocizzare le corse. Pogliese ha anche annunciato la proroga del contratto di servizio tra il Comune e l’Amt: «Abbiamo scongiurato il fermo degli autobus che avrebbe avuto un effetto devastante per i cittadini. Di più, ora siamo in grado di rilanciare con servizi aggiuntivi come questo e stiamo per avviare la revisione della rete dell’Amt tagliando linee superflue e aumentando la frequenza di quelle più frequentate».  Soddisfatto il presidente dell’Amt, Giacomo Bellavia, che ha raccolto la richiesta del sindaco di rilanciare e potenziare il servizio verso la plaia: «Il capolinea sarà in piazza Borsellino e proseguirà lungo un percorso che toccherà tutti i lidi della Playa - ha spiegato il presidente Bellavia-. Navette veloci con una frequenza incrementata rispetto agli scorsi anni e una riconoscibilità maggiore per dare non solo un servizio ai catanesi ma anche ai turisti stranieri. Quest’anno, inoltre mettiamo in campo ulteriori iniziative per incentivare l’uso del mezzo pubblico fra le quali la possibilità di acquistare i biglietti direttamente nei lidi e di avere agevolazioni di ingresso negli stabilimenti balneari per i nostri abbonati e possessori di biglietto. Questo è uno dei primi passi per riorganizzare totalmente il servizio che deve essere rivisto e migliorato». All’evento di presentazione hanno partecipato anche il presidente del Sindacato Italiano dei lidi Balneari Ignazio Ragusa e il Direttore dell’Ufficio comunale Turismo e capo di gabinetto Giuseppe Ferraro, nonché Sarah Spampinato, titolare dell’azienda Pop Market che ha curato la realizzazione delle decorazioni sulle vetture e numerosi funzionari e autisti dell’Amt. Per l’occasione è stata presentata anche un’altra opera artistica donata all’azienda del trasporto pubblico: un disegno che ritrae una delle battaglie più famose dell’epopea epico-cavalleresca, realizzato sulle fiancate di un autobus cittadino da Alice Valenti, artista catanese nota interprete dell’iconografia siciliana.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 giu 2019

Bus Rapid Transit, approvato il progetto di potenziamento della linea 1

di Mobilita Catania

La linea veloce dell’Amt del BRT1 (Bus Rapid Transit) che connette il parcheggio Due Obelischi con il centro cittadino, sarà presto oggetto di incisivi lavori di ripristino e potenziamento, nell’ambito del programma di finanziamento PON città Metropolitane 2014-2020, per una spesa di 1,5 mln di euro. Contestualmente, l'amministrazione comunale sta elaborando un piano per altre quattro linee Brt. La giunta comunale presieduta dal sindaco Salvo Pogliese, su proposta dell’assessore ai lavori pubblici Pippo Arcidiacono, ha infatti approvato il progetto esecutivo, redatto in collaborazione, dall’ingegnere dell’Amt Antonio Condorelli e dai tecnici comunali diretti dal geometra Sebastiano Scaccianoce, che prevede adeguamenti alla linea di percorrenza originaria, oggetto negli anni scorsi di interventi di modifica, ma anche la sistemazione dei cordoli che verranno ripristinati e adeguati. «La linea BRT1, avviata nell’aprile 2013 -ha spiegato il sindaco Salvo Pogliese- deve ritornare ai livelli iniziali del progetto sia in termini di frequenza delle corse, che di velocità di percorrenza del percorso di attraversamento della città. Prioritario, per noi, è stata dapprima la scelta di accelerare l’inserimento della riqualificazione della linea BRT1 tra gli interventi da realizzare con fondi comunitari e ora l’approvazione del progetto esecutivo, così da bandire la gara d’appalto già nelle prossime settimane. Ovviamente non ci fermiamo qui, ma abbiamo pronto un piano per altre quattro linee Brt su cui i tecnici stanno già lavorando, per offrire un trasporto pubblico sempre migliore, utilizzando allo scopo i fondi comunitari brt». Per l’esecuzione del progetto approvato dalla giunta comunale si prevedono circa sette mesi di lavori. Il percorso del BRT1, dal parcheggio al centro città, verrà migliorato, in un tratto di via Passo Gravina da via Carrubella verso Nord, con l’inserimento di una corsia protetta centrale nella carreggiata. Sempre nello stesso tratto verranno riconfigurati i nodi con via Saverio Fiducia e con via Carrubella. Nella prima rotatoria verranno inserite, all’interno di essa, sia la fermata di andata che quella di ritorno; la seconda verrà rimodulata in maniera da permettere l’attraversamento della stessa al mezzo pubblico. Nel nodo Segantini verrà aumentata la sicurezza, mediante l’inserimento di paline semaforiche, in aggiunta alla esistenti e nuova goccia spartitraffico, pavimentata, sul lato Ovest della rotatoria. Con la demolizione del cavalcavia del Tondo Gioeni, negli anni scorsi, il percorso del BRT era stato necessariamente modificato, comportando una diminuzione significativa della velocità di percorrenza della linea. Tale variazione di percorso, infatti, ha causato, per ragioni di sicurezza, l’abbandono della corsia protetta in via Passo Gravina da via Zacco a via Petraro. Il nuovo progetto prevede il recupero di tale corsia sfruttando il nodo Petraro. Per poterlo utilizzare si è previsto di raccordare la corsia in uscita di via Petraro con via Passo Gravina, in modo da permettere all’autobus di effettuare l’uscita dalla corsia protetta, e ripristinare la fermata “Cittadella Est”, in sicurezza mediante semafori intelligenti comandati dall’avvicinarsi del mezzo pubblico. Nel nodo Lanza, verrà spostata la fermata sulla piazza, in modo da permettere ai passeggeri di scendere in sicurezza sulla piazza esistente. Verrà altresì spostata la fermata di viale Alexander Fleming in modo da renderla equidistante rispetto all’ospedale San Luigi e alla stazione metropolitana “Milo”, aperta nel 2017. Gli incroci verranno regolati mediante semafori cosiddetti “intelligenti”, i quali, percependo l’arrivo del Brt, azionano la fase semaforica, e saranno posti all’intersezione di via Passo Gravina con via Carrubella, con via Saverio Fiducia e con via Petraro. Tutti i semafori già esistenti, inoltre, saranno unificati al sistema operativo previsto per i nuovi. Anche in una visione metropolitana del trasporto pubblico locale la linea 1 del Brt è da considerarsi strategica, poiché il capolinea è collocato all’interno del grande parcheggio di scambio “Due Obelischi”, posizionato ai margini nord dei confini comunali, molto vicino ad altri importanti comuni contigui al capoluogo (Gravina di Catania, Sant'Agata li Battiati, San Giovanni la Punta, San Gregorio di Catania, Tremestieri Etneo). Nella volontà della Giunta Pogliese, il progetto di potenziamento della linea 1 del Brt è da considerarsi come primo elemento strategico da integrare con la realizzazione di una nuova rete di servizi di trasporto pubblico locale basata su altre linee Brt, con rinnovati punti di connessione e scambio intermodale nei parcheggi scambiatori: un piano di interventi che l’amministrazione comunale ha già inserito nel piano di aggiornamento dei finanziamenti del Pon Metro per un ammontare di circa 7,5 milioni di euro.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
14 giu 2019

Abbonamenti agevolati Metro e Amt per il personale dell’Università di Catania: sottoscrizioni aperte fino al 30 giugno

di Amedeo Paladino

Nuova iniziativa dell’Università di Catania per la promozione della mobilità sostenibile, riducendo gli effetti negativi dell'uso eccessivo dei mezzi privati. Dopo l’attivazione di abbonamenti gratuiti annuali concessi a tutti gli studenti regolarmente iscritti per viaggiare liberamente sui bus urbani dell'Amt e sulle linee della metropolitana Fce, l’Ateneo propone l’acquisto di abbonamenti a prezzi agevolati a tutto il proprio personale docente e tecnico amministrativo. L'Università di Catania intende, infatti, stipulare una convenzione con la Ferrovia Circumetnea e l'Azienda metropolitana trasporti di Catania per fornire ai circa 2 mila dipendenti dell'Ateneo (docenti, personale tecnico-amministrativo e assegnisti di ricerca) un abbonamento annuale a costo agevolato per viaggiare sulle linee della metropolitana e sui bus urbani e per usufruire dei parcheggi dell'Amt (Sanzio, Due Obelischi, Nesima). Il costo dell'abbonamento è pari a 125 euro annui pagabili, in rate mensili da poco più di 10 euro, mediante trattenuta sullo stipendio. È possibile aderire all'iniziativa prenotando l’abbonamento tramite il sistema di sottoscrizione online, accessibile con le proprie credenziali Cineca, fino al prossimo 30 giugno. L’abbonamento può essere attivato dal primo mese utile, oppure a partire dal 1° gennaio 2020. Gli assegnisti di ricerca, se sprovvisti delle credenziali Cas, possono inviare una mail di adesione all’indirizzo [email protected], indicando il proprio codice fiscale e la data di attivazione prescelta. L'Università di Catania informa, inoltre, che coloro che ha già espresso il proprio interesse, aderendo alla prima call nello scorso mese di novembre, non deve aderire nuovamente. Chi invece, per una qualunque ragione, non fosse più interessato alla proposta, deve scrivere a [email protected], chiedendo la revoca dell’adesione o cancellarsi autonomamente accedendo nuovamente al sistema di prenotazione e cliccando sul pulsante cancellati. La convenzione, che mira anche a contribuire al miglioramento dei trasporti urbani per tutti i cittadini, verrà stipulata al raggiungimento di almeno 300 sottoscrizioni.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 mag 2019

Bus turistici nel parcheggio AMT Fontanarossa: verso l’accoglimento la proposta della Terza Commissione Consiliare

di Mobilita Catania

Utilizzare il parcheggio scambiatore Fontanarossa per la sosta dei numerosi bus dei tour operator: è questa la proposta dalla Terza Commissione Consiliare Permanente “Mobilità e Trasporti” del Comune di Catania presieduta da consigliere Bartolo Curia nel corso di una seduta alla quale hanno partecipato l’assessore alla Mobilità Giuseppe Arcidiacono e il presidente dell’Azienda Metropolitana Trasporti, Giacomo Bellavia. L’intento è quello di non far transitare i bus turistici per le vie cittadine, eliminando congestione e sosta selvaggia in snodi stradali ritenuti di importanza fondamentale per il traffico veicolare: piazza Borsellino, via Cardinale Dusmet, via VI Aprile, Stazione Centrale, Viale Africa. L’assessore Arcidiacono, ha accolto positivamente  la proposta del Presidente Curia e della Commissione e si è impegnato  a portare avanti a nome dell’Amministrazione il progetto di un parcheggio scambiatore che accolga i numerosi bus dei tour operator che oggi  affollano la città. Anche il presidente dell’AMT Giacomo Bellavia ha giudicato favorevolmente l’iniziativa viste le potenzialità del parcheggio scambiatore e si è dichiarato d’accordo sulla possibilità di utilizzare  navette di collegamento per il centro città.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 mag 2019

Ast: aperto tavolo tecnico con Amt per favorire l’intermodalità; da lunedì due nuove linee per i paesi etnei

di Mobilita Catania

Si è svolto ieri, venerdì 17 maggio, un incontro tra il sindaco di Catania e della Città Metropolitana, Salvo Pogliese, e i vertici dell'Azienda Siciliana Trasporti e dell'Azienda Metropolitana Trasporti di Catania, per dare il via ad un tavolo tecnico teso alla razionalizzazione e alla integrazione dei vettori che svolgono servizi di trasporto interurbani con quelli urbani. In particolare, in occasione della presentazione di nuove linee di trasporto interurbano promosse da Ast, sono state definite alcune tappe che porteranno alla migliore integrazione dei servizi all'utenza. In prima battuta, i mezzi Ast effettueranno solo una fermata nei parcheggi scambiatori gestiti dal'Amt (Due Obelischi, Sanzio, Nesima), consentendo all'utenza pedemontana di accedere facilmente alla rete urbana di trasporto dei bus e in molti casi anche della metropolitana Fce, facendo, per ora, capolinea a Catania in piazza Papa Giovanni XXIII, per poi successivamente attestarsi presso i parcheggi scambiatori Amt che verranno utilizzati come "zone di scambio" dove poter fruire sia dei mezzi pubblici cittadini, sia della metropolitana. «Ringrazio il sindaco Pogliese per aver promosso il tavolo tecnico che sarà una sicura occasione per avviare una piena integrazione dei servizi di mobilità, e il presidente di Ast Tafuri per la disponibilità dimostrata – ha dichiatato il presidente dell'Amt Giacomo Bellavia - Fin da subito i parcheggi scambiatori di Amt sono a disposizione per fungere da nodi di interscambio, è necessario e urgente avviare un percorso di razionalizzazione della rete di trasporto regionale, allocando correttamente le risorse e i servizi tra operatori del trasporto urbano, che potranno operare nella città capoluogo e nei comuni della prima cintura, e operatori del trasporto interurbano, tra cui Ast e Fce. Inoltre, sarà necessario coinvolgere nell'esperimento del biglietto integrato, che già coinvolge Amt e Fce, anche Ast e Trenitalia, così da fornire al cittadino un servizio sempre più efficiente e funzionale. Sono sicuro che il tavolo tecnico tra le due aziende, già attivato, nonché il tavolo regionale sui servizi di trasporto per la provincia di Catania, la cui prossima riunione si terrà il prossimo 22 maggio a Palermo, saranno occasione per un proficuo sviluppo dei servizi di mobilità". Lanciati dall'Ast, intanto, nuovi collegamenti tra alcuni paesi etnei attraverso  le linee "Speedy Bus" e "Rapid Bus". Il primo collegherà Pedara, Tremestieri Etneo, Sant’Agata li Battiati con Catania; il secondo Trecastagni, San Giovanni la Punta e Sant’Agata li Battiati, naturalmente ancora con il capoluogo. L’attivazione delle linee è prevista per lunedì 20 maggio e, solo per quella data, tutte le corse della giornata delle due nuove linee saranno a titolo gratuito, ma nonostante l'imminenza del servizio, ancora non sono stati annunciati né orari né frequenze. I bus faranno, per ora, capolinea in piazza Papa Giovanni XXIII a Catania, nell'area centrale della piazza, ma in futuro, come detto, verranno designate altre aree da utilizzare come nodi di scambio dove poter scambiare, appunto, con altri vettori quali Amt e metropolitana. Il biglietto di ogni corsa avrà un costo massimo di 4,50 euro per le tratte più lunghe (come Pedara-Catania). I PERCORSI Rapid Bus: CATANIA: Piazza Papa Giovanni XXIII, Viale Libertà, Corso Italia, P.zza Giovanni Verga, P.zza Trento, Via Etnea, Via del Bosco SANT’AGATA LI BATTIATI: Via Umberto, Via Roma SAN GIOVANNI LA PUNTA: Via della Regione, Via Fisichelli TRECASTAGNI: Via Catania, Salita dei Saponari, Corso Sicilia, P.zza Sant'Alfio, Corso Italia, Corso Europa, Corso A. de Gasperi, Salita dei Saponari SAN GIOVANNI LA PUNTA: Via Fisichelli, Via della Regione SANT’AGATA LI BATTIATI: Via Roma, Via Umberto CATANIA: Via del Bosco, Via Passo Gravina, Via Etnea, P.zza Cavour, Via Monserrato, Via V. Giuffrida, Viale Vittorio Veneto, Viale Libertà, P.zza Papa Giovanni XXIII Speedy Bus: CATANIA: Piazza Papa Giovanni XXIII, Viale Libertà, Corso Italia, P.zza Giovanni Verga, P.zza Trento, Via Etnea, Via del Bosco SANT’AGATA LI BATTIATI: Via Umberto, Via Garibaldi TREMESTIERI ETNEO: Via Etnea PIANO TREMESTIERI: Via Etnea PEDARA: Via Pizzo Ferro, Corso Ara di Giove, Via della Resistenza, Via Mons. Pennisi, Via E. Patti, P.zza Don Diego, Via Etnea. PIANO TREMESTIERI: Via Etnea TREMESTIERI ETNEO: Via Etnea SANT’AGATA LI BATTIATI: Via Garibaldi, Via Umberto CATANIA: Via del Bosco, Via Passo Gravina, Via Etnea, P.zza Cavour, Via Monserrato, Via V. Giuffrida, V.le Vittorio Veneto, V.le Libertà, P.zza Papa Giovanni XXIII Si rimane in attesa di conoscere orari e frequenze delle nuove linee, le cui informazioni, ad oggi, non appaiono neanche all'interno del sito ufficiale dell'Ast.

Leggi tutto    Commenti 0