Articolo
20 feb 2017

Lungomare Aci Castello, più vicino il collegamento pedonale con Aci Trezza

di Roberto Lentini

Potrebbe finalmente sbloccarsi l'annosa vicenda del collegamento pedonale del lungomare dei ciclopi. Il sindaco di Acicastello ha infatti chiesto all’Agenzia Nazionale Beni Sequestrati e Confiscati un incontro per una possibile assegnazione del Lido dei Ciclopi, all’amministrazione acese che lo destinerebbe ad uso civico. "La legge - ha affermato il sindaco Filippo Drago - pone i comuni come soggetti prioritari per utilizzi istituzionali e sociali per i beni sottratti alla criminalità e che nel caso particolare considera la struttura del lido come un valore da tutelare, pur nella consapevolezza della volontà popolare del passaggio pedonale di congiungimento del Lungomare dei Ciclopi". In effetti la volontà popolare c'era già stata con un referendum in cui i cittadini di Acicastello erano invitati a rispondere sì o no al congiungimento pedonale permanente del lungomare Scardamiano di Aci Castello con il lungomare di Acitrezza. La maggioranza rispose di sì e da allora - era il 15 maggio 2011 - non è cambiato nulla se non piccole concessioni. Il collegamento tra Acicastello e Acitrezza, come è noto è stato interrotto sin dalla realizzazione del lungomare e non certo per risparmiare il parco botanico del Lido dei Ciclopi, da tempo ridimensionato per fare spazio a strutture utili al lido. Tra gli altri aspetti, proprio laddove si vorrebbe creare un passaggio pedonale permanente, al momento esiste una colata di cemento che ha sepolto l’intera costa lavica adiacente al lido; attualmente un cittadino che da Acicastello si volesse spostare ad Acitrezza a piedi deve necessariamente percorrere la strada statale con i rischi che ne conseguono. Ti potrebbe interessare: Aci Castello e Aci Trezza: il collegamento tra i paesi è un problema ancora irrisolto

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 ott 2016

Riapre il passaggio pedonale tra Aci Castello e Aci Trezza

di Roberto Lentini

Ieri è stato firmato dal sindaco Filippo Drago e dal presidente del Consiglio di amministrazione della società "Gli Ulivi" s. r. l., alla presenza del vice sindaco Ezia Carbone, il protocollo d'intesa per l'apertura del passaggio pedonale interno al "Lido dei Ciclopi" per collegare Aci Castello ed Aci Trezza attraverso il Lungomare dei Ciclopi, nel periodo dal 2 Novembre 2016 al 30 Aprile 2017. Il collegamento rimarrà aperto nei giorni di apertura del Lido e solo dalle 9 alle 16, ad esclusione dei giorni 8, 25 e 26 Dicembre 2016, 1 e 6 Gennaio 2017, 16 e 17 Aprile 2017.  Il collegamento tra Acicastello e Acitrezza, purtroppo, è stato interrotto sin dalla realizzazione del lungomare e non certo per risparmiare il parco botanico del Lido dei Ciclopi, da tempo ridimensionato per fare spazio a strutture utili al lido. Tra gli altri aspetti, proprio laddove si vorrebbe creare un passaggio pedonale permanente, al momento esiste una colata di cemento che ha sepolto l'intera costa lavica adiacente al lido. Sono passati più di cinque anni (era il 15 maggio 2011) da quando fu indetto il referendum popolare in cui i cittadini di Acicastello erano invitati a rispondere sì o no al congiungimento pedonale permanente del lungomare Scardamiano di Aci Castello con il lungomare di Acitrezza. La maggioranza rispose di sì. Il Sindaco di Acicastello, Filippo Drago, si impegnò a rispettare nel più breve tempo possibile la decisione dei cittadini, ma a distanza di cinque anni non è cambiato nulla se non piccole concessioni. Un cittadino che da Acicastello si volesse spostare ad Acitrezza a piedi deve necessariamente percorrere la strada statale con i rischi che ne conseguono. Ti potrebbero interessare: Aci Castello e Aci Trezza: il collegamento tra i paesi è un problema ancora irrisolto Collettore fognario, a breve l’inizio dei lavori: soluzione per l’inquinamento della riviera dei Ciclopi    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 set 2016

Collettore fognario, a breve l’inizio dei lavori: soluzione per l’inquinamento della riviera dei Ciclopi

di Roberto Lentini

Dopo che il Consiglio di Stato ha sciolto il nodo giuridico che bloccava l’iter per i lavori del collettore di Aci Castello e dopo le ultime autorizzazioni da parte del comune di Acicastello sembra possa partire il famigerato collettore fognario che collegherà la condotta di Capomulini, passando per Acitrezza e Acicastello, fino all'innesto con il vecchio allacciante di Catania situato a Picanello e convogliarlo al depuratore di Pantano d'Arci. Il collettore fognario risulta di vitale importanza per tutta la riviera dei Ciclopi, visto che attualmente le acque antistanti hanno un alto tasso di inquinamento per la presenza di tre scarichi fognari che sboccano vicino alle sue acque. I lavori partiranno probabilmente alla fine di questo mese su tre diversi fronti.  Ad Acitrezza tra via Dusmet e via Scalazza al confine con il comune di Acicatena; in via Stazione, strada di collegamento con Ficarazzi e in via Musco alla Scogliera al confine con il comune di Catania. Il problema rimane però per il vecchio allacciante di Catania che scorre per 13 km nel sottosuolo della città fino ad allacciarsi al depuratore di Pantano d'Arci. Proprio nei pressi di via Crociferi rimane da ripristinare una parte di condotta, per una lughezza di circa 35 metri, che era franata. I lavori si sono bloccati alla fine del 2015 per un contenzioso tra la ditta esecutrice e l'ente appaltante.   Ti potrebbe interessare... Dalla prossima settimana riapre una parte di via Etnea: ZTL sospesa per 3 mesi e viabilità modificata           Foto di copertina "La Sicilia"

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 mag 2016

VIDEO | Un viaggio in Treno nella Sicilia degli anni dieci del secolo scorso

di Roberto Lentini

Un interessante video che mostra un viaggio in treno nella Sicilia degli anni dieci del secolo scorso Il video inizia con un ferry boat che scarica un treno sul porto di Messina. Successivamente si vede il treno a vapore che inizia il suo viaggio tra paesaggi brulli e coste pittoresche della Sicilia. Ci vengono mostrate la raccolta dei frutti di mare, il via vai della gente al porto, il treno che passa per Acicastello vicino al castello, sopra gli Archi della Marina di Catania, attraverso le rovine degli antichi insediamenti greci di Selinunte e Girgenti. I colori dominanti del film sono il blu del mare, il giallo del sole e un bellissimo viraggio rosso per rendere la maestosità delle rovine che si stagliano contro il cielo. Il video è un riversamento della copia in pellicola conservata dal Museo Nazionale del Cinema: 35mm, positivo, triacetato, 105 metri, colore (Desmetcolor), didascalie italiane, muto. Attraverso la Sicilia (Tiziano Film, anni Dieci) from Cineteca MNC on Vimeo.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
28 mag 2016

Ritorna “Scogliera in festa”, domani lungomare di Acicastello senza auto

di Roberto Lentini

Domani, dopo il grande successo del 24 Aprile, ritorna l'iniziativa dell’Amministrazione comunale di Acicastello “Scogliera in festa” Domani 29 maggio 2016, nel tratto di litorale tra Catania e la Riviera dei Ciclopi sarà istituita una zona a traffico limitato a partire dalle ore 9 e 30 fino alle 12 e 30: la circolazione dei mezzi motorizzati privati sarà vietata, ad esclusione dei residenti in uscita e in accesso alle proprie abitazioni, ai mezzi di soccorso e delle forze dell’ordine. Il divieto sarà istituito tra via Angelo Musco e via Giacinta Pezzana, ovvero nel tratto di litorale compreso tra il lido Bellatrix e il lungomare Colombo: il traffico veicolare sarà deviato sulla SS 114, i residenti potranno accedervi tramite via Mollica. L’intrattenimento della mattina e lo svolgimento delle attività sportive sarà curato dalle associazioni locali che hanno collaborato con l’Amministrazione comunale. "Ci auguriamo che possano essere davvero in tanti i concittadini, ma anche gli amici provenienti da Catania e dai centri limitrofi, - ha affermato il sindaco Filippo Drago - a godere insieme a noi la bellezza dei nostri luoghi e divertirsi nella quinta meraviglia della nostra comunità.” Ecco il programma delle attività che si svolgeranno durante la mattinata all'interno della Zona a Traffico Limitato, dalle 9.30 alle 12.30. Piazzetta di fronte Hotel "Sheraton": esibizioni e lezioni gratuite di pilates, zumba fitness e balli di gruppo-sociali a cura delle associazioni A. S. D. "Crossroad", "Butterfy dance" e "Gruppo smile"; stand informativi realizzati dalle associazioni "L'altra zampa onlus" e "Tv Acicastello"; cronaca e riprese curate da "Tv Acicastello"; mostra di pittura coordinata dall'artista Ausilia Patanè. Via Antonello Da Messina, numero civico 29: passeggiata in bici, animazione, giochi ed informazione a cura delle associazioni "Arca Cannizzaro" e "C. S. I.". Infine un'appendice della manifestazione sarà anche in Piazza Castello, dove si terranno la diretta web della radio www.acicastelloonline.it che trasmetterà il programma radiofonico “Scuola in onda” realizzato dai ragazzi dell'Istituto "Roberto Rimini" e banchetti informativi organizzati dalle associazioni "Amico mondo" e "L'altra zampa onlus"; Questa iniziativa  dimostra la nascente attenzione verso la mobilità sostenibile e sarà un’occasione per fruire dello stupendo litorale libero dal traffico urbano. Noi di Mobilita Catania ci auguriamo che l'evento si possa trasformare in atti concreti: il sindaco Drago nel 2014 in occasione di un’edizione del Lungomare Liberato aveva infatti espresso l’intenzione di collegare Acicastello con Catania tramite un percorso ciclabile. Un progetto che si è concretizzato sul lungomare catanese e che potrebbe vedere la luce pure sul lungomare di Acicastello grazie anche all’ipotesi progettuale della giovane ingegnere Chiara Paparo, che Mobilita Catania ha avuto il piacere di pubblicare.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 mag 2016

Aci Castello e Aci Trezza: il collegamento tra i paesi è un problema ancora irrisolto

di giovannigrasso

Il Comitato spontaneo di cittadini "Uniti per un lungomare unito" nasce per affrontare i temi del nostro litorale: una scogliera unica, lussureggiante che, nel corso dell'ultimo secolo, ha subito diverse vicende di predazione e di rapina degli interessi pubblici (demanio marittimo) per la realizzazione di interessi privati senza che fosse stata opposta adeguata risposta e difesa di quegli interessi da parte del Demanio e perfino delle diverse Amministrazioni comunali nelle diverse epoche di aggressione. Quindi le ultime vicende del Lido dei Ciclopi che impongono a precisare l'obiettivo della realizzazione del lungomare senza soluzione di continuità e da subito per chiedere il ripristino del passaggio ciclo/pedonale sul demanio pubblico (perchè già dei cittadini), interrotto da più di 60 anni dalle cabine e dalle strutture costruite, su concessione pubblica, da un ente privato ed oggi in proprietà e gestite da una società confiscata alla criminalità organizzata (quindi di proprietà dello Stato, pertanto dei cittadini stessi). Il Comitato spontaneo di cittadini "Uniti per un lungomare unito" ritiene che l'odierno collegamento inaugurato in pompa magna dai responsabili del lido e dall'odierna amministrazione è inadatto, inadeguato, insufficiente ed inidoneo a quanto previsto dal Piano Regolatore del Comune di Aci Castello, confermato da un referendum consultivo, e richiesto a gran voce dai cittadini e dal buon senso e cioè la ricostruzione dell'antico passaggio pedonale (utilizzato da tempi immemori dalla cittadinanza), oggi da completare realizzando anche un passaggio per i ciclisti, che permetta a tutti, cittadini, residenti e turisti normodotati e non, con passeggini e/o con bici e/o con animali al seguito di poter raggiungere agevolmente e senza pericoli i paesi di Aci Trezza ed Aci Castello, di godere di quel meraviglioso lungomare unico al mondo che sarebbe un lungomare unito, di permettere a tutti di passeggiare a tutte le ore del giorno e della notte ed in qualsiasi stagione dell'anno su un lungomare riqualificato da cui godere della bellezza del mare, dei Faraglioni e del Castello di Aci. Un passaggio che risolva anche le gravi problematiche di protezione civile della zona. La soluzione di passaggio oggi trovata tra l'odierna amministrazione ed il gestore del Lido dei Ciclopi per le modalità in cui si svolge (all'interno della struttura del lido tra il parcheggio, l'ingresso, le cabine, quel che resta del giardino, il bar), per la difficoltà del percorso per le persone non normodotate (esistenza di varie barriere architettoniche), per l'impossibilità di attraversarlo per ciclisti, genitori con passeggino e persone con cani al seguito, per la limitatezza di utilizzo visto gli orari di apertura (dalle 09:00 alle 16:00) e sopratutto per la limitazione di passaggio temporaneo ed esclusivamente invernale (aperto da Novembre a Marzo) e non ultimo perché non risolve i problemi di protezione civile, NON SODDISFA nessuno dei requisiti perseguiti dal Comitato. Il Comitato pertanto continuerà la sua battaglia di civiltà per far conoscere a quanta più gente possibile la Storia del passaggio e del lungomare interrotto e per ottenere quello che la cittadinanza chiede da sempre: il ripristino, lato mare, dell'antico percorso che su suolo demaniale univa le due comunità di Aci Castello e di Aci Trezza!

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 apr 2016

Scogliera in festa: domenica mattina senz’auto sul lungomare di Acicastello

di Amedeo Paladino

L'Amministrazione comunale di Acicastello con l'intento di promuovere la mobilità sostenibile ha promosso per domenica prossima, 24 aprile, l'iniziativa "Scogliera in festa" Nel tratto di litorale tra Catania e la Riviera dei Ciclopi questa domenica sarà istituita una zona a traffico limitato a partire dalle ore 9 e 30 fino alle 12 e 30: la circolazione dei mezzi motorizzati privati sarà vietata, ad esclusione dei residenti in uscita e in accesso alle proprie abitazioni, ai mezzi di soccorso e delle forze dell'ordine. Il divieto sarà istituito tra via Angelo Musco e via Giacinta Pezzana, ovvero nel tratto di litorale compreso tra il lido Bellatrix e il lungomare Colombo: il traffico veicolare sarà deviato sulla SS 114, i residenti potranno accedervi tramite via Mollica. L'intrattenimento della mattina e lo svolgimento delle attività sportive sarà curato dalle associazioni locali che hanno collaborato con l'Amministrazione comunale. Il sindaco Filippo Drago nel presentare l'iniziativa, ha sottolineato che il divieto al transito motorizzato privato sarà "l'occasione per fruire del litorale, finalmente libero dal consueto traffico: una vera e propria festa per contribuire con un piccolo gesto alle emissioni inquinanti". Un'iniziativa che dimostra la nascente attenzione verso la mobilità sostenibile, con la speranza che si trasformi in atti concreti: il sindaco Drago nel 2014 in occasione di un'edizione del Lungomare Liberato aveva espresso l'intenzione di collegare Acicastello con Catania tramite un percorso ciclabile. Un progetto che in queste settimane si sta concretizzando sul lungomare catanese, grazie anche all'ipotesi progettuale della giovane ingegnere Chiara Paparo, che Mobilita Catania ha avuto il piacere di pubblicare. Ti potrebbe interessare: Ciclabile Catania-Aci Castello, il progetto  

Leggi tutto    Commenti 0