06 giu 2017

Una riforma del trasporto pubblico su gomma a Catania: puntare sul BRT e ridurre le linee


Grande pecca della mobilità su gomma catanese è quella di fornire un servizio troppo dettagliato nonostante le possibilità ridotte. Infatti vi sono troppe fermate e troppe linee. Ciò confluisce in basse frequenze e poca utenza.

L’Azienda Metropolitana Trasporti mette a disposizione dei cittadini catanesi ben più di cinquanta linee urbane, ma, dato la lunghezza delle stesse e la difficoltà a mandare in strada un numero sufficiente di mezzi, la loro frequenza è troppo bassa.

Questo comporta sfiducia da parte dell’utenza e l’impossibilità, in caso di itinerario comprendente coincidenze, di ottenere tempi di percorrenza convenienti. Al momento la Metropolitana di FCE e il futuro Passante Ferroviario rappresentano solo un elemento di concorrenza per l’AMT stessa.

La mia proposta  è mirata solo a riorganizzare in modo intelligente il trasporto basico del comune stesso con una giusta integrazione con la metropolitana e con il passante ferroviario e ha come fondamenti l’economia, la razionalità e la funzionalità ispirata ad altri modelli conosciute per la buona mobilità su gomma come Parigi.

La mia proposta prevede

  • Un numero ridotto di linee.
  • Linee più corte ma con maggiore copertura territoriale e frequenza delle corse.
  • Integrazione con la Metropolitana e con il Passante Ferroviario che possono completare la copertura territoriale e fornire dunque al cittadino un unico servizio completo invece di più sevizi ricchi di lacune.
  • Avere una distanza media dalla fermata più vicina leggermente più elevata.

Si prevede inoltre una gerarchia delle linee:

  • Linee veloci: Sulla scia del BRT1 e L-EX, con le proprietà di:
  1. Avere precedenza nell’assegnazione dei mezzi in caso di scarsità di autobus in strada.
  2. Coprire distanze minori o uguali a quelle del BRT1.
  3. Portare avanti un grande scambio di utenza con Metropolitana e Passante Ferroviario.
  4. Frequenze in orario di punta non superiori a 10m.
  • Circolari: In numero molto ridotto rispetto a quelle attuali ma:
  1. Con un percorso anche più lungo di alcune linee veloci ma focalizzate su una zona della città in modo da venire in aiuto alle linee veloci, alla Metropolitana e al Passante Ferroviario.
  2. Frequenze in orario di punta, in periodi di floridità economica, molto ragionevoli (10-15m).
  • Aggiuntive: Non in strada in tutte le fasce orarie e ultime nell’assegnazione dei mezzi in caso di scarsità di autobus in strada.

Sono proposte 8 linee veloci, 11 circolari e 4 aggiuntive.

 

Schema linee veloci

Schema linee veloci (N.B. le circolari non sono ben riportate)

linee amt

Schema attuale delle linee AMT

 

 

Linee veloci:

BRT1: Due Obelischi- Stesicoro

BRT2A: Stesicoro-Teatro-Duomo

BRT2B: Palestro-Duomo

BRT3: Stazione-Sanzio

BRT4: Stazione-Europa-Santa Maria di Gesù

BRT5: Milo-Santa Maria di Gesù-Mario Rapisardi (Prima parte)

L-EX: Stazione-Librino

Alibus: Stazione-Centro-Aeroporto

Cicolari:

1: Stazione-Lungomare-Cannizzaro

2: Sanzio-Borgo

3: Sanzio-Picanello

4: Due Obelischi-Barriera-Canalicchio

5: Nesima-Mario Rapisardi (Alto)

6: Librino-Pigno-Sangiorgio-Villaggio Dusmet

7: Acquicella-Palestro-Risorgimento-Mario Rapisardi (Seconda parte)

8: Acquicella-Palestro-San Cristoforo

9: Sanzio-Umberto-Africa-D’Annunzio-Sanzio

10: Santa Maria di Gesù-Palestro

D: Lidi playa

Aggiuntive:

S2: Scuole

A: Stazione-Zona Industriale-Bicocca

U: Milo-Cittadella

C: Circonvallazione.

Concezione delle linee veloci:

BRT1: Al pieno delle sue potenzialità, questa linea ha saputo dimostrare di sapere ben servire un’ampia utenza, sopprimerla sarebbe incoerente.

Scambia con METROPOLITANA (Stesicoro, Borgo, Milo), BRT2A (Stesicoro), BRT4 (Roma), BRT5 (Lanza, Milo), Alibus.

Frequenza ore di punta: 7m.

Autobus in servizio ore di punta: 8.

BRT2: La Metropolitana serve il centro in una maniera non del tutto efficiente. Il BRT2 è la risposta a questa domanda da parte dell’utenza. La divisione in due parti è ispirata al T3 di Parigi e rende possibile il facile raggiungimento del Duomo impiegandolo come punto di scambio con suddivisione in tre poli:

  • Polo Est: A Est della pizza dove in via Vittorio Emanuele Secondo ferma situa il capolinea del BRT2A il quale prosegue fino a piazza Cutelli, circonda Piazza Teatro, si immette in via di San Giuliano e raggiunge la stazione Stesicoro da via Biondi o da via Etnea.
  • Polo Ovest: A Ovest dove transita il BRT2B il quale da piazza Palestro dove sorgerà la stazione della Metropolitana, da via Vittorio Emanuele Secondo raggiunge il Duomo immettendosi in via Garibaldi da via Spadaro Grassi per poi tornare a piazza Palestro.
  • Polo Sud: Piazza Alcalà da cui transitano L-EX, Alibus, A.

Scambia con METROPOLITANA (Stesicoro, Palestro), BRT1 (Stesicoro), L-EX (via Vittorio Emanuele Secondo), Alibus(Via Vittorio Emanuele Secondo).

Frequenza ore di punta: BRT2A 5-7m, BRT2B 5-10m.

Autobus in servizio ore di punta: BRT2A 2, BRT2B 2-3.

BRT3: Unica opera per la quale è fortemente consigliata la posa di cordoli per separare la corsia preferenziale dei mezzi pubblici dalle corsie di marcia. Il BRT3 rappresenta la seconda linea NORD-SUD per importanza dopo il BRT1. Il BRT3 lascia la Stazione Centrale immettendosi in viale della Libertà proseguendo per viale Vittorio Veneto  fino a svoltare in via Ravenna dopo aver cambiato senso di marcia alla rotatoria finale. Da via Vagliasindi raggiunge piazzale Sanzio che lascia ritornando alla Stazione Centrale da viale Vittorio Veneto.

Scambia con METROPOLITANA (Giovanni XXIII, Italia), PASSANTE FERROVIARIO (Stazione Centrale), BRT4(Corso Italia), L-EX(Stazione Centrale), Alibus (Stazione Centrale).

Frequenza ore di punta: Con cordoli 7m, senza cordoli 10m.

Autobus in servizio ore di punta: 4-6.

BRT4: Il BRT4 semplicemente serve buona parte dei viali, dove la mobilità per gli autobus non è drastica, facendo andirivieni da piazza Santa Maria di Gesù a piazza Europa.

Scambia con METROPOLITANA (Italia), PASSANTE FERROVIARIO (Europa), BRT1(Roma), BRT3(Viale Vittorio Veneto), BRT5(Piazza Santa Maria di Gesù), Alibus (Corso Italia).

Frequenza ore di punta: 7-10m.

Autobus in servizio ore di punta: 4.

BRT5: Il BRT5 viene in aiuto alla stazione Milo della Metropolitana e alla parte bassa del viale Mario Rapisardi. Lascia il parcheggio scambiatore e raggiunge via Beccaria, si immette nel viale Mario Rapisardi da via Fava per poi invertire marcia in piazza Due Giugno o più distante, giungere a piazza Santa Maria di Gesù e tornare al parcheggio per lo stesso percorso del BRT1.

Il BRT5 sarebbe la linea più critica in quanto nelle ore di punta il traffico  renderebbe impossibile il suo transitare veloce. In ogni caso, verrebbe in aiuto l’alta frequenza delle corse.

Scambia con METROPOLITANA (Milo), BRT4(Piazza Santa Maria di Gesù).

Frequenza ore di punta: 10m.

Autobus in servizio ore di punta: 4-6.

L-EX: Linea ben concepita.

Scambia con Scambia con METROPOLITANA (Giovanni XXIII, Librino), PASSANTE FERROVIARIO (Stazione Centrale), BRT2(Via Vittorio Emanuele Secondo), BRT3 (Stazione Centrale).

Frequenza ore di punta: 10m

Autobus in servizio ore di punta: 8.

Alibus: Linea ben concepita.

Scambia con METROPOLITANA (Giovanni XXIII, Aeroporto), PASSANTE FERROVIARIO (Stazione Centrale), BRT 1, BRT2 (Via Vittorio Emanuele Secondo), BRT3 (Stazione Centrale), BRT4(Corso Italia), L-EX (Stazione Centrale).

Frequenza ore di punta: 25m.

Autobus in servizio ore di punta: 4.

Totale Autobus in servizio per linee veloci ore di punta: 36-40.

Concezione circolari:

1: Stazione Centrale-Lungomare-Cannizzaro Supporta il Passante ferroviario lungo il lungomare e la zona di Cannizzaro.

2: Sanzio-Borgo Supporta la Metropolitana e buona parte delle linee veloci servendo la zona del borgo, di vulcania e della prima parte dei via Vincenzo Giuffrida.

3: Sanzio-Picanello Supporta il Passante Ferroviario e buona parte delle linee veloci servendo la zona di Picanello-Ognina.

4: Due Obelischi-Barriera-Canalicchio Supporta il BRT1 servendo la parte nord di Catania oltre la circonvallazione.

5: Nesima-Mario Rapisardi (Seconda parte) Supporta la Metropolitana e il BRT5 servendo Nesima e la parte finale di viale Mario Rapisardi, la quale è caratterizzata da un traffico poco agile.

6: Librino-Pigno-Sangiorgio-Villaggio Dusmet Supporta il Passante Ferroviario ancora da realizzare il L-EX.

7: Acquicella-Palestro-Risorgimento-Mario Rapisardi (Alto) Supporta la Metropolitana (Palestro), il Passante Ferroviario e il BRT2B, arrivando fino a toccare il viale Mario Rapisardi.

8: Acquicella-Palestro-San Cristoforo Supporta il Passante Ferroviario e il BRT2 servendo la zona storica di Catania.

9: Sanzio-Umberto-Africa-D’Annunzio-Sanzio Supporta la Metropolitana, e parte delle linee veloci servendo la parte di citta non proprio immediatamente sopra e sotto Corso Italia.

10: Santa Maria di Gesù-Palestro Supporta la Metropolitana e varie linee veloci, servendo la zona alle spalle della Villa Bellini.

D: Lidi playa Linea importante per il periodo estivo.

Concezione linee aggiuntive

S2: Scuole Linea dimostratosi valida.

A: Stazione-Zona Industriale-Bicocca Linea per il servizio dei lavoratori della zona industriale.

U: Milo-Cittadella Navetta per supportare la Metropolitana e alcune linee veloci.

C: Circonvallazione.

Conclusioni

Con meno di 40 mezzi impiegati per il servizio delle linee veloci e il restante sulle circolari e le aggiuntive il servizio su gomma diventa funzionale e in presenza di risorse si potrebbe pensare a un servizio che copra davvero l’area metropolitana e non comunale. Si auspica però uno studio di fattibilità e indagini di utenza prima di proseguire.

Suggerimenti per buon servizio.

  • Segnalare appropriatamente i poli di scambio, anche quelli intermodali.
  • Numerazione più semplice.
  • Seguire la gerarchia delle linee.
  • Seguire la proposta alla lettera.

Potete inviarci segnalazioni, proposte e articoli accedendo a questo link ⏩http://catania.mobilita.org/scrivi-un-post/

Potete inviarci segnalazioni, proposte e articoli accedendo a questo link ⏩http://catania.mobilita.org/scrivi-un-post/


amtBRTcatanialineemobilita cataniaserviziotrasporto pubblico

Un commento per “Una riforma del trasporto pubblico su gomma a Catania: puntare sul BRT e ridurre le linee
  • Giovanni Emanuele Cannavo 2
    18 giu 2017 alle 12:39

    Vorrei precisare che si necessità di potenziare La Linea 449 Stazione Centrale – Galermo In 2 fogli E non 1 solo foglio che è insufficiente.
    Mentre la linea 432S Passa una volta ogni morte di papa e andrebbe migliorata.
    Anche la Linea 556 invece di 1 foglio aggiungerne 2 nelle ore di punta.
    Mentre il 726 ridurre di 1 corsa perchè attuali sono 3 fogli


Lascia un Commento

Post Correlati